EmyGym-22

Commenti di EmyGym-22:

  • Inserito il 17-04-2019 per il libro Oh, Harriet!

    Carissimo Francesco D'Adamo... MAI GIUDICARE UN LIBRO DALLA COPERTINA! Questa è una frase famosa, in molti la conoscono, ma quanti lo fanno veramente? Io, se devo essere sincera, non ho ascoltato questa specie di proverbio e me ne sono pentita. Quando ho visto il suo libro mi sembrava una cosa noiosa e per niente interessante, quasi quasi volevo non leggerlo....Proprio come a Billy Bishop, il giovane cronista dell' Herald Tribune, a me non interessava un granché di questa storia, anche quando ho iniziato a leggere non mi interessava per niente...Leggevo e leggevo e questo racconto non mi interessava per niente, fino a quando non ho capito che mi sbagliavo. Ho capito che Harriet Tubman è una donna fantastica, una donna coraggiosa, una donna LIBERA. Ora ho capito perché la chiamavano "Generale Tubman". Non avrei mai pensato che una ragazza della sua età potesse affrontare un viaggio del genere! È una cosa incredibile! Sinceramente, pur essendo una che non molla subito e molto facilmente, io non so se avrei avuto solo la grinta e il coraggio per affrontare tale sfida, penso che mi sarei arresa... Io non ho idoli, ma solamente persone che stimo, beh Harriet ora è fra quelle. Noi siamo nati per essere liberi, per vivere la vita a modo nostro, siamo nati per sbagliare, cadere, rialzarci e ricominciare come se non fosse successo niente perché la vita è una sola, e non va sprecata. Harriet ha combattuto per la libertà e se l'è guadagnata con impegno, sudore e fatica, lei è una grande persona! “I am Harriet Tubman, people, I am Harriet the slave I am Harriet, a free woman, Free within my grave.” Pur non essendo proprio un asso in inglese, più o meno, magari con qualche aiutino, posso arrivare al significato di questa frase poetica che mi ha veramente colpito...Molto bella, profonda, vera. Ora la saluto e non scrivo troppe cose visto che ultimamente ho fatto dei commenti un po' troppo lunghi e, secondo me, fare una recensione lunga non significa fare unna recensione bella.. La ringrazio tanto di aver scritto questo libro che mi ha fatto capire la vera importanza della libertà. Tanti saluti da EmyGym-22

  • Inserito il 17-04-2019 per il libro Sulle ali del falco

    (commento di voto) Io, solitamente, apprezzo quasi tutti i generi di libri tranne horror e cose così... Quindi, anche se tutti i 5 libri di questo concorso sono straordinari, io voto il suo. È un racconto veramente stupendo, fantastico e speciale...La storia di Christian mi ha affascinato e, secondo me, è la migliore. ☺☻♥♥♥♥♥ Tanti saluti e complimenti da EmyGym-22

  • Inserito il 24-03-2019 per il libro Più veloce del vento

    Caro Tommaso Percivale, io sono dell'idea che il suo libro sia molto bello, può colpire veramente tanto soprattutto alcune persone. Tutti hanno un sogno nel cassetto, una speranza, un desiderio, qualcosa che faresti di tutto per avere... ma a volte sembra quasi che il mondo sia contro di noi e che quel sogno sia totalmente impossibile da realizzare... all'inizio una persona continua a sperare, ma dopo un po', spesso, la gente si arrende e con il passare degli anni magari si dimentica anche di quel desiderio di tempo fa'. Ci sono però certe persone che non si arrendono, continuano a sfidare i propri limiti, infrangere le regole...continuano e non mollano mai. Queste persone, al contrario delle altre, dopo un po’ di tempo non si dimenticano del loro sogno, anzi, al contrario, riescono a tramutarlo in realtà e così tutti i loro sacrifici, i loro sforzi, le loro rinunce, i loro fallimenti…verranno ripagati. Alfonsina Morini è una di queste persone, che non si arrendono e raggiungono i loro obiettivi. Stavo dicendo che, secondo me, questo libro può piacere moltissimo soprattutto a quelle persone che hanno un cosiddetto “Sogno nel cassetto”, ma non un desiderio superficiale che alla prima difficoltà si arrendono. Ma quelle persone che ci tengono veramente. Alfonsina può essere un modello da prendere come esempio in alcuni casi… …Si capisce benissimo che lei è molto, ma molto, ma veramente mooooooolto appassionata e si intuisce anche che per lei, il ciclismo è quella cosa che le mancava per sentirsi libera. Mi è piaciuta moltissimo la parte in cui Emma (la sorella di Alfonsina) chiede a sua sorella cos’è per lei pedalare e Alfonsina le risponde semplicemente dicendole: “È come scoprire di essere vivi.” È una frase fantastica, fa veramente capire al lettore che per lei la bici, le gare, il ciclismo sono la vita, sono come l’ossigeno senza il quale una persona morirebbe, è una cosa essenziale per Alfonsina. “La natura non l’aveva fatta uccello? Ebbene, lei poteva volare lo stesso” WOW! Non so proprio cosa dire… magari sono io sensibile e questa frase non è niente di che, ma io la reputo meravigliosa!! “Quando ogni singolo respiro è dedicato a un sogno, e il sogno è quello di volare, il respiro diventa vento.” A volte non c’è un motivo, a volte, senza alcuna ragione, le cose ci piacciono…ad esempio questa frase, come molte altre del suo libro…frasi fantastiche, piene di significato, che ti fanno battere il cuore ♥♥♥ Ok, ora non posso scrivere tutto quello che mi è piaciuto del suo libro perchè altrimenti ci metterebbe circa 24 ore prima di finire di leggerlo… ….comunque, le faccio i complimenti, come molti altri libri, all’inizio, questo libro non mi piaceva molto ma quando la storia ha iniziato a svilupparsi ho iniziato a capire che MI SBAGLIAVO DI GROSSO!!! Questo è veramente un libro emozionante e pieno di significato, Alfonsina è veramente una ragazza forte e in gamba….se fosse ancora viva farei il tifo per lei e, anche se non c’è più, la stimooo!!!! Anche io faccio uno sport e non sono bravissima, diciamo che me la cavo…ma non mi importa essere super brava e fare gare super importanti ecc. Perché so che non accadrà mai…appunto per questo, io, non penso a quello. Penso solamente che lo sport mi piace un sacco e non smetterei mai e poi mai. Anche se ci sono delusioni o cose che veramente farebbero pensare: “Basta, ora proprio non ce la faccio più, io mollo!” Io non rinuncerò ad una cosa che adoro e fino a quando sarò abbastanza giovane continuerò a praticare questa attività. Aver letto il suo meraviglioso libro, e aver scoperto la storia di Alfonsina, mi ha convinto ancora di più a non lasciare mai ciò che ti piace, ciò che per te è essenziale… So di averlo già detto ma glielo dico di nuovo: Complimenti! E grazie mille di aver scritto questo libro, mi è servito molto. Avrei mole altre cose da dire ma non voglio stancarla, tanti saluti da EmyGym-22 ☺☻ ☺☻ ♥♥♥♥♥♥♥♥♥♥♥♥♥

  • Inserito il 28-02-2019 per il libro La valigia di Adou

    Carissima Zita Dazzi.... -Piango. Ma cerco di farlo in silenzio. Di non farmi sentire e mi spiace perché quando apriranno mi vedranno così e penseranno che sono un bambino frignone. Fa niente. Basta che mi facciano uscire.- Questa è una delle frasi che mi hanno colpito di più. "Mondo mal spartì" come si suol dire qui in Trentino. Veramente, non è per niente giusto il fatto che al giorno d'oggi, noi ragazzini, ci lamentiamo per tutto. Ma veramente, per qualunque cosa abbia una "minimissima" parte che non ci piace. Adou invece dopo tutto quello che ha passato non può, o almeno non vuole piangere, perché ha paura che chi lo vedrà penserà che lui è un bambino frignone. Non è possibile! Ma soprattutto è un ingiustizia! Il suo libro mi ha fatto riflettere sul fatto che più cose uno ha, più ne vuole. Ma in realtà, come ho letto una volta su una figurina, non bisogna pensare a quello che ci manca ma ha quello che abbiamo la fortuna di avere altrimenti passeremo la vita a lamentarci di tutto e per tutto. Mi ha fatto riflettere sul valore dell’amicizia, su quanto è bella la diversità perché, come dice sempre la nostra professoressa, è molto più bello un prato pieno di fiori colorati che un prato tutto verde. Insomma mi ha fatto riflettere su molte cose. E pensare che all’inizio dell’anno, quando ci avevano presentato i libri del concorso, non mi aveva ispirato molto, cioè sì, mi sembrava un bel libro, ma niente di speciale… Tanti dei miei compagni che l’aveva letto mi dicevano che era bellissimo ma nessuno di loro è riuscito a convincermi totalmente. Quando l’ho preso ed ho iniziato a leggerlo ho capito che mi sbagliavo, qualche sera fa mi sono “persa” ed ho continuato a leggere anche se sarei dovuta andare a dormire… Leggendo questo libro mi sono successe cose che solo certi libri riescono a fare: ho riso, riflettuto, ma cosa che mi ha colpito di più è il fatto che ho pure pianto di felicità ma anche di tristezza quando Adou si ricordava del suo villaggio, di suo padre… Da questo libro ho capito una cosa: qualunque cosa succeda non dobbiamo mai dimenticarci delle nostre origini, dei nostri veri amici, dei nostri parenti… ma soprattutto non dobbiamo mai dimenticarci chi siamo! Non me lo aspettavo…. Veramente una storia emozionante e bellissima, mi piacerebbe molto arrivare a scrivere temi e storie (non proprio al suo livello perché è molto improbabile…) con una tale fantasia (per le parti inventate) e scrivere così bene… Grazie mille di avere scritto questo libro, tanti saluti e complimenti da EmyGym-22. ☺☻ P.S.= Spero di non averla stancata o stufata con questo commento per niente breve.

  • Inserito il 13-01-2019 per il libro Sulle ali del falco

    Un ragazzo, un falco, un legame speciale! Consiglierei questo libro a chiunque capisca i legami tra uomo e animale perché secondo me solo chi ama gli animali può provare certe emozioni nel leggere questo racconto, visto che fra Christian e Zefiro non c'è un semplice legame tra animale e padrone ma qualcosa di più grande: due anime, ognuna bisognosa dell'altra, le cui vite si incontrano per potersi migliorare a vicenda, per poter crescere... Questo libro mi ha insegnato che dare del cibo ad un animale e averlo in casa non significa amarlo, perchè volergli bene vuol dire esserci per lui quando ne ha bisogno. Un racconto pieno di significato, complimenti a lei Cinzia Capitanio!

  • Inserito il 13-01-2019 per il libro Cento passi per volare

    “Non c’erano segreti tra lui e la natura, solo la bellezza e la bellezza era condivisione!” È incredibile come Lucio riesca ad avere un legame così profondo con la natura che lo circonda e come riesca ad amarla, rispettarla e riconoscerla, più di tutti noi! Certi ragazzi, ma certe volte anche alcuni adulti sottovalutano le persone con qualche problema credendo che siano o riescano a fare meno di noi ma in realtà, hanno altre caratteristiche o doti veramente fantastiche. Quindi caro signor Giuseppe Festa volevo dirle semplicemente che il suo è veramente un libro bellissimo!

  • Inserito il 05-12-2018 per il libro Cento passi per volare

    Buonasera caro Giuseppe Festa, ho iniziato da poco a leggere il suo libro e al momento mi sembra molto bello e coinvolgente. Credo proprio che "CENTO PASSI PER VOLARE" riceverà molte recensioni positive! ♥