Nana

Commenti di Nana:

  • Inserito il 04-05-2019 per il libro Sulle ali del falco

    Ciao Cinzia, ho letto il tuo libro... È STRAORDINARIO!!!!!!! Mi sono divertita molto a leggere i dialoghi tra Christian e Ginny.

  • Inserito il 02-05-2019 per il libro Più veloce del vento

    (commento di voto) Perché parla di una storia vera e mostra la fatica della donna di ieri per ottenere dei diritti che oggi dovrebbero essere scontati ma che ancora non lo sono.

  • Inserito il 24-04-2019 per il libro Sulle ali del falco

    Ciao Cinzia sto leggendo ora il tuo libro e sono ancora a pagina 29. Mi dispiace molto di aver iniziato ora a leggerlo e cercherò di finirlo entro il 3 maggio per le votazioni. Questo libro mi sta piacendo molto perché al contrario degli altri libri mi sta coinvolgendo dall'inizio.

  • Inserito il 24-04-2019 per il libro Cento passi per volare

    Ciao, il tuo libro mi è piaciuto molto, però non ho capito molto bene nel capitolo 12, quando Chiara e Lucio vanno ad ammirare la liberazione dell'aquilotto non mi è chiaro dov'è il nido e cos'è successo a Tiziano con il nodo che si è formato alla corda quando stava scendendo dalla rupe. Mi potresti rispondere?

  • Inserito il 05-03-2019 per il libro Oh, Harriet!

    Questo libro è davvero speciale. Mi mancano solo 5 facciate per finirlo, fino ad ora la parte in cui mi sono commossa di più è quella relativa alla guerra in Caroline. All'inizio però, le prime 2, 3 pagine non mi hanno convinto molto, ma poi mi sono immersa nella lettura e non riuscivo a staccarmi più dal libro.

  • Inserito il 24-01-2019 per il libro Più veloce del vento

    Molto, molto, molto, molto, molto bello!!!

  • Inserito il 23-01-2019 per il libro Più veloce del vento

    Ciao Tommaso questo libro è molto affascinante ti fa riflettere molto sulla vita delle donne a quei tempi

  • Inserito il 09-12-2018 per il libro La valigia di Adou

    Buon pomeriggio Zita, questo mio primo libro mi è piaciuto molto, soprattutto nella parte iniziale quando Adou narra il suo viaggio nella valigia. Ora che ho finito il libro, capisco meglio cosa significa emigrare da un posto "povero" a uno "ricco" e mi sento più in grado di accogliere bambini immigrati come ha fatto Oreste. La seconda cosa che mi è piaciuta di più è stata quando Adou e Oreste si sono ritrovati a 16 anni perché erano molto felici.