sergio07

Commenti di sergio07:

  • Inserito il 15-04-2019 per il libro Oh, Harriet!

    Io non avrei mai pensato di leggere il suo libro perché: ha un linguaggio difficile, non mi ispirava e non aveva immagini. Ma poi quando mi sono convinto a leggerlo ho scoperto che è più bello di quanto pensassi. Man mano che leggevo un capitolo diventavo sempre più curioso e mi sono divertito quando ho letto il capitolo 14 " Arriva Mary Ann". Mi è piaciuto molto il suo libro ed ho scoperto che a volte l'apparenza inganna.

  • Inserito il 15-04-2019 per il libro Oh, Harriet!

    Caro Francesco, io mi chiedo che coraggio abbia avuto questa donna minuta, a fuggire da sola, inseguita dalle guardie e consapevole che, se l' avessero trovata, sarebbe sicuramente sarebbe stata fucilata. Ho notato anche una frase molto interessante del suo libro: " A volte le storie più importanti non sono quelle in prima pagina", ho capito a volte l'apparenza inganna: all' inizio Billy voleva scrivere sul Titanic poi con Harriet è riuscito ad entrare persino nella grande "storia" degli Stati Uniti.

  • Inserito il 15-04-2019 per il libro La valigia di Adou

    Questo libro mi ha fatto pensare alla situazione di molti bambini del mondo, costretti ad emigrare per trovare riparo. IL suo libro rispecchia la situazione che tutti i giorni i telegiornali ci mostrano, bambini che scappano dalle loro case, dalle loro radici, spesso anche dalle loro famiglie, costretti a viaggiare da soli in paesi che non conoscono e dove spesso non si parla la loro lingua. Per noi, che siamo in un paese dove non ci sono guerre, dove viviamo con le nostre famiglie, in case sicure risulta difficile comprendere quello che sono costretti a fare. Sono felice di aver letto il suo libro, perché ha affrontato temi e problematiche che ogni giorno accadono in tutto il mondo. Non voterò però il suo libro, perché mi sono immaginato di essere io al posto di Adou, per lui fortunatamente le cose sono andate bene, ma io penso che non avrei avuto il coraggio di Adou, e non sarei resistito neanche un minuto in quella situazione. Mi è piaciuto molto anche il tema dell' amicizia fra Adou e Oreste, nata da una "sventura", rimasta solida e duratura nonostante gli ostacoli e le difficoltà.

  • Inserito il 15-04-2019 per il libro Più veloce del vento

    (commento di voto) Tra tutti i libri che abbiamo letto per il progetto "Sceglilibro", un percorso per giovani lettori, il mio preferito è -Più veloce del vento di Tommaso Percivale-. Ho scelto questo libro per la forza, il coraggio e lo spirito battagliero da parte della protagonista del libro: Alfonsina Morini, chiamata da tutti Alfonsina Strada. Con il suo carattere e la sua determinazione è riuscita ad ottenere ciò che voleva: partecipare e finire il Giro d'Italia, cambiando la vita del ciclismo per sempre.E da donna che era diventò leggenda.

  • Inserito il 17-12-2018 per il libro Sulle ali del falco

    Come mai a lei è venuta l' idea di scrivere la storia di un ragazzo con delle difficoltà da affrontare ?

  • Inserito il 10-12-2018 per il libro Sulle ali del falco

    ho iniziato da poco a leggere il libro "Sulle ali del falco" ed ho notato che è molto simile al precedente che ho già letto che si intitolava "Cento passi per volare". Infatti i protagonisti di entrambi i libri hanno dei problemi; nel secondo libro, Christian non riesce ad avere rapporti con altre persone, è chiuso in sé stesso e si blocca ogni qual volta che prova forti emozioni. entrambi i libri mi piacciono perché sono ricchi di emozioni e mi fanno pensare che io sono un bambino fortunato. grazie e arrivederci.

  • Inserito il 22-11-2018 per il libro Cento passi per volare

    Ho letto il suo libro, ed il capitolo che mi ha colpito di più è stato il n.56, perché ho capito come le aquile riescano ad accoppiarsi i cosiddetti "voli nuziali ". Quindi questo mi ha posto una domanda da farle : lei ha visto un volo di corteggiamento delle aquile ed ha provato descriverlo oppure se l' è immaginato? Inoltre mi è piaciuto il capitolo in cui lei ha scritto : "-Mistral e Levante scalavano sentieri d'aria calda. Mentre veleggiavano sulle correnti ascensionali, i due rapaci perlustravano i pendii sottostanti. I voli nuziali erano ormai un ricordo della primavera, quando la coppia aveva disegnato traiettorie e festoni tra le nuvole, come i ripetuti giri della morte,picchiate e scambi aerei di prede. ora le acrobazie aeree servivano a lanciarsi nei dirupi a caccia di prede per il loro aquilotto ."- Grazie perché leggendo mi è sembrato di vedere questa scena con i miei occhi.