Cento passi per volare

di Giuseppe Festa
Salani Editore

Lucio, quattordici anni, ha perso la vista da piccolo ma ricorda ancora le forme e i colori e, forse proprio per questo, vive molto dolorosamente il proprio stato. Ama tantissimo la montagna, dove va spesso con zia Bea, una delle poche persone che lo capiscono profondamente. Qui Lucio è felice perché il vento porta profumi, suoni e versi di animali che lui, a differenza di noi vedenti, percepisce e riconosce e che, ogni volta, riescono ad emozionarlo. Ed è proprio sulle Dolomiti, durante un’escursione con la sua nuova amica Chiara, che Lucio salverà Zefiro, un aquilotto rapito dal nido da bracconieri senza scrupoli. Ed è sempre qui che lui scoprirà la gioia di farsi aiutare, di potersi fidare delle persone e di lasciarsi andare ai sentimenti.

CENTO PASSI PER VOLARE è nato dall’incontro dell’autore con un ragazzo non vedente, appassionato di animali e di montagna, capace di vivere la Natura molto intensamente con udito, olfatto e tatto.

Leggi l’estratto

 

Lascia il tuo commento

875 Commenti

  1. 1
    Starfire ( Ossana ) 12 hours ago

    Questo libro non mi é piaciuto perché non mi ispirava e allora l’ho ristituito alla biblioteca.

  2. 1
    Wix game ( Riva del Garda ) 22 hours ago

    Buongiorno Giuseppe Festa, mi è piaciuto molto il suo libro soprattutto quando Lucio, chiara e la guida intraprendono l’ Escursione per andare a salvare Zefiro il cucciolo di aquila. Mi è piaciuto molto anche quando la zia Bea porta in montagna Lucio e lo porta con se con una sciarpa questo mi fa capire che anche se si ha dei problemi “Lucio disabile” si può fare molto come andare in montagna o andare al parco giochi. Mi dava anche la sensazione di suspense!! Insomma tra tutto questo dire e fare il suo libro mi è piaciuto moltissimo grazie per la bella esperienza!!!!!

  3. 1
    eastpak ( Riva del Garda ) 1 day ago

    I miei compagni mi hanno detto che saltavi da un argomento a uno diverso e che non gli piaceva, allora pensavo che era brutto ma volevo leggerlo per sapere di cosa parlava, mi è piaciuto molto, ma non capivo chi era Peccio e Gracco dopo ti sei messo a parlare di Levante, Mistral e Zefiro e mi era più chiaro verso la fine grazie per avere scritto un libro e di avere inscritto questo libro in sceglilibro grazie davvero.
    Il libro mi è piaciuto molto grazie mille.

  4. 1
    ilariosky ( Baselga di Pinè ) 1 day ago

    Ciao, il tuo libro all’ inizio non mi piaceva molto ma poi quando ne ho capito il senso ha incominciato a piacermi

  5. 1
    Wix game ( Riva del Garda ) 1 day ago

    Il suo libro è stato molto interessante e mi è piaciuto molto, grazie per l’esperienza.

  6. 1
    Tiger ( Valle di Cavedine ) 2 days ago

    caro giuseppe festa il tuo libro non mi è piaciuto
    tanti saluti tiger

  7. 1
    stecchino ( Moena ) 2 days ago

    Ho finito di leggere il libro e Il mio giudizio non è peggiorato anzi è migliorato perché andando avanti leggere la storia si è fatta molto più interessante e più movimentata.
    Mi sono piaciuti i pezzi quando non parlavi più di Lucio,Chiara,Tiziano e Bea, ma parlavi di Mistral, levante e Zefiro o di Gracco e Peccio!!
    😁😆😁

  8. 1
    carbogang08 ( Mezzolombardo ) 2 days ago

    caro giuseppe,
    il tuo libro mi ha meravigliato,è stato molto bello leggerlo pensa che lo ho letto in un solo giorno!
    la storia di zefiro e lucio è bellissima!
    ma l’idea del libro da dove l’hai presa?
    spero tu mi risponda e spero di incontrarti a trento.

  9. 1
    PolinusRex ( Arcivescovile ) 2 days ago

    Una mia amica che sta leggendo “La luna è dei lupi” ti saluta tanto e ti manda tanti abbracci.
    😙😙👐👐

  10. 1
    PolinusRex ( Arcivescovile ) 2 days ago

    Sai, Giuseppe, sei uno scrittore molto dotato.

  11. 1
    Poppy ( Riva del Garda ) 2 days ago

    Ciao sono Poppy il libro non mi è piaciuto però il finale è stupendo !!!

  12. 1
    sofia6 ( Ala ) 3 days ago

    Caro Giuseppe Festa,
    volevo darti il mio giudizio personale sul suo libro.
    Il suo libro è bellissimo perchè parla di coraggio e di amicizia, sopratutto perchè lucio aveva un problema cioè : era ciecho, ma lui non si faceva problemi anche ad andare nel bosco anzi, era lui che voleva andarci.
    Gli episodi che mi hanno colpito di più è quando Chiara, fa amicizia con Lucio perchè, avendo un robema come quello di Lucio , non è facile avere amici o non essere preso in giro. Quando Lucio aveva le vesciche e pur ha continuato a camminare, perchè riesci a capire il coraggio di Lucio pur essendo ciechi.
    Io consiglierei questo libro molto perchè ti insgna ad non avere paura quando sfortunatamente hai queste malattie
    Questo libro è bellissimo!

  13. 1
    Cocco Bello Lu 7 ( Arco ) 3 days ago

    Ciao Giuseppe, il tuo libro è bellissimo.
    Non so come Lucio possa fare grandi cose. Questo romanzo mi ha colpito tanto e spero che tu continui a fare grandi libri come questo.

  14. 1
    PolinusRex ( Arcivescovile ) 3 days ago

    È un libro molto affascinante!

  15. 1
    PolinusRex ( Arcivescovile ) 3 days ago

    Giuseppe, io adoro questo libro perché descrive un mondo ispirato alla natura dove i re sono le aquile.

    ADORO LE AQUILE❤❤❤❤

  16. 1
    alberto11 ( Ala ) 3 days ago

    salve il suo libro spero abbia una continuazione perché è molto bello e interessante

  17. 1
    dani10 ( Ala ) 3 days ago

    Ciao Giuseppe, sono Daniel. Il libro mi è piaciuto molto per due motivi:
    – primo: perché ci fa capire che un disabile se vuole riesce a fare grandi cose, anche scalare una montagna;
    – secondo: perché la sua amica Chiara, che tutti credevano snob e altezzosa, invece era solo timida e con un grande cuore.
    Prima di questo libro ho letto anche “Sulle ali del falco” e c’era un piccolo di falco che si chiamava Zeffiro come l’aquilotto di questa storia. Volevo chiederle se è una coincidenza o se c’è un motivo.

    • 1
      PolinusRex ( Arcivescovile ) 3 days ago

      Secondo me è una coincidenza, ma non ne sono sicura.

    • 1
      Giuseppe Festa 3 days ago

      Ciao Daniel, ti ringrazio per il tuo commento 🙂 Il fatto che l’aquilotto del mio libro e il falco del libro di Cinzia Capitanio si chiamino entrambi Zefiro è proprio una coincidenza. Anche se in realtà non mi stupisce tantissimo, perché penso che Cinzia abbia scelto il nome pensando all’incredibile abilità di questi rapaci di sfruttare i venti per volare sempre più in alto e senza far fatica. Proprio come ho fatto io. Buoni sentieri, Giuseppe

  18. 1
    gabri5 ( Ala ) 3 days ago

    Ho scelto questo libro perché mi sembrava che fosse adatto per me,invece durante la lettura mi sono accorto che non faceva al caso mio. Durante il racconto la descrizione della montagna e della natura era priva di avventura come piace a me , io me ne aspettavo di più.Una delle cose che mi è piaciuta è il fatto che come personaggi c’erano degli animali,come le aquile e le marmotte.

    • 1
      Giuseppe Festa 3 days ago

      Ciao Gabri5, ti ringrazio per la sincerità, che è sempre da apprezzare. Sono certo che leggendo gli altri libri in concorso troverai quello che fa per te. Un caro saluto, Giuseppe

  19. 1
    samu2 ( Ala ) 3 days ago

    Ciao!
    Questo libro mi è piaciuto moltissimo.
    Mi ha appassionato fin dall’inizio e man mano che lo leggevo era sempre più interessante, perché anch’io amo la montagna e gli animali e perché anch’io ho un cane. Mi è piaciuto anche perché è strutturato con parole semplici e non bisogna fermarsi a cercare il significato di ogni parola. Il libro è ricco di descrizioni che in un certo senso ti fanno vivere il racconto ed è per questo che lo consiglierei ai miei amici. Concludendo posso dire che è PERFETTO!

    • 1
      Giuseppe Festa 3 days ago

      Grazie Samu2, sono molto felice che tu ti sia sentito immerso nel libro tanto da riuscire a vivere il racconto. Grazie per le tue parole e buoni sentieri, Giuseppe

  20. 1
    wegher07 ( Folgaria ) 3 days ago

    scusa mi sono dimenticato di dire una cosa ma è diventato cieco a due anni o a sei anni?

  21. 1
    wegher07 ( Folgaria ) 3 days ago

    ciao sono Christian, Giuseppe il tuo libro è “SRAMEGABELLO”. come ha fatto a diventare cieco Lucio?

    • 1
      Giuseppe Festa 3 days ago

      Ciao Wegher07, sono contento che il mio libro per te sia stato stramegabello 🙂 Lucio è diventato cieco all’età di 4 anni per via di una malattia che era impossibile curare e che ha compromesso in modo definitivo la sua vista. Come hai letto, tuttavia, questo problema gli ha permesso di sviluppare gli altri suoi sensi in modo incredibile. G

  22. 1
    adam ( Ala ) 3 days ago

    Ciao, il tuo libro mi è piaciuto e il mio personaggio preferito è stato Lucio e la parte più divertente è stata dove Lucio è scappato con l’aquila nel bosco e dove l’aquila ha cominciato a volare. Leggere il tuo libro è stato divertente e grazie mille perché mi ha fatto imparare molte cose .

  23. 1
    gabriele ( Ala ) 3 days ago

    Questo è un super libro ! Mi è piaciuto tantissimo e mi è rimasto impressa la parte in cui Lucio fa i versi di animali e spiega i suoi trucchi per riempire un bicchiere di acqua , quando riconosce i due panini o quando distingue i due zuccheri . Mi è piaciuto molto l’idea di usare molte espressioni e paragoni . Spero che tu faccia molti altri libri come questo perché fino adesso è stato il mio preferito.

  24. 1
    irenina0836 ( Arcivescovile ) 3 days ago

    Ciao Giuseppe, il tuo libro e bellissimo! Sono una tua grande fan e ho letto tutti i tuoi libri: questo libro mi e piaciuto molto, soprattutto l’ultima parte quando Lucio immagina di volare come un’aquila e supera tutte le sue paure. I tuoi romanzi sono fantastici e forse il più bello è “L’ombra del gattopardo”. Questo libro mi ha fatto pensare che non tutti possono vedere, come non sentire e non parlare.

  25. 1
    lore14 ( Ala ) 3 days ago

    Buongiorno.
    Il libro non mi è piaciuto tanto, è solo una questione di gusti personali perché io preferisco libri di avventura o di azione.
    Avrei preferito che all’interno del libro ci fosse stata un po’ di più di avventura o di esplorazione ma ripeto,sono sempre gusti miei.
    D’altra parte posso dire che mi è piaciuto come è stato scritto perché è molto leggibile.Un’altra cosa che mi è piaciuta è stato il finale perché è a lieto fine.
    Spero che mi risponderai presto.

    • 1
      Giuseppe Festa 3 days ago

      Ciao Lore14, grazie per il tuo commento e anche per le critiche, che fanno sempre crescere. Buoni sentieri, Giuseppe

  26. 1
    alice ( Ala ) 3 days ago

    Buongiorno, questo libro all’inizio mi sembrava un po’ noioso però verso la metà, quando Lucio ha incontrato Chiara, la storia ha iniziato a farsi più bella ed interessante.
    Alla fine questo libro mi è piaciuto anche perché Chiara e Lucio sono diventati subito amici e l’ amicizia è molto importante.
    La parte che non mi è piaciuta tanto ed ho capito meno è stata all’ inizio, quando parlavano i bracconieri perché non capivo chi erano e cosa dovevano fare.

  27. 1
    alberto11 ( Ala ) 3 days ago

    Buongiorno,questo libro mi è piaciuto soprattutto perché Lucio era cieco e questo vuol dire che anche se non ci vedi puoi comunque vivere le tue avventure.
    Un aspetto negativo è che non ho capito come hanno fatto i bracconieri a rapire Zefiro e essere stati presi subito dopo.

  28. 1
    emely ( Ala ) 3 days ago

    Buongiorno , il suo libro è interessante e avvincente , con esplosioni di descrizioni che sono riuscite a farmi immaginare ogni singolo paesaggio in modo dettagliato. Nel complesso il tutto mi fa immedesimare nei personaggi. Il personaggio che mi è piaciuto di più è Chiara perché molte ragazze oggi si sentono come lei. Purtroppo però ho trovato due o tre parolacce che non erano necessarie a parere mio, poiché si potevano usare altre espressioni.

  29. 1
    marta13 ( Ala ) 3 days ago

    Buongiorno Giuseppe, questo libro all’inizio non mi piaceva molto poi però,continuando a leggere, mi ha interessato e colpito di più perché è pieno di emozioni. Per me è un libro scorrevole e, in certi punti, divertente.Sono molto belle le descrizioni della natura e dei personaggi.
    Mi ha coinvolto molto nella storia. Questo racconto mi ha fatto riflettere molto.
    Davvero complimenti!

  30. 1
    rebe6 ( Ala ) 3 days ago

    Buongiorno Giuseppe, il suo libro mi ha colpita molto perché Lucio non vedendo può fare delle cose immaginabili. Molte persone pensano solo alla disabilità di una persona, ma non a quello che potrebbero essere capaci di fare. Devo dirle che all’inizio il suo libro mi è sembrato noioso, poi continuando a leggere mi ha interessata sempre di più. Il suo libro è scorrevole, comprensibile, avvincente ma soprattutto avventuroso. Un’altra cosa che mi ha colpita è il comportamento di Lucio che, pur non vedendo, grazie a Astro è riuscito a farsi degli amici e ad uscire dal mondo della solitudine. Mi sono piaciuti i trucchi che Lucio ha usato per sorprendere la sua amica Chiara che lo sottovalutava. Ho trovato interessante la descrizione dei bracconieri Peccio e Gracco. Questo libro mi ha fatto riflettere molto sull’ ambiente della montagna e sul rispetto degli animali. Complimenti ha scritto un bellissimo libro!

    • 1
      Giuseppe Festa 3 days ago

      Grazie Rebe6, avrò cura delle tue parole. Ti auguro ali forti per volare, Giuseppe

  31. 1
    mariam ( Ala ) 3 days ago

    Ciao Giuseppe, il suo libro all’inizio non mi è piaciuto molto ma poi ha iniziato a piacermi.
    La parte che mi è piaciuta di più è quando salvano l’aquilotto.
    Questo libro mi ha fatto riflettere su quanto la gente con la vista possa considerarne la mancanza un grande problema, invece il protagonista ha imparato ad usare anche gli altri sensi.
    Alla fine mi è piaciuto, complimenti!!

  32. 1
    PolinusRex ( Arcivescovile ) 3 days ago

    Caro Giuseppe Festa, ho una domanda: ma quando Lucio si butta dal burrone insieme a Zefiro, succede realmente o nella testa di Lucio?

  33. 1
    AuriCat01 ( Arcivescovile ) 3 days ago

    Caro Giuseppe, devo dire che io ho apprezzato molto il tuo libro. Sei bravissimo a scrivere libri!
    Mi ha commosso. Inoltre volevo dire che secondo me sei nato per e scrivere e commuovere. Sei GRANDE!

  34. 1
    VG042 ( Lavis ) 4 days ago

    Caro Giuseppe, a me è piaciuto proprio tanto il tuo libro perchè mi piacciono le gite in montagna! Ciao, a presto..

  35. 1
    ivy38 ( Ala ) 4 days ago

    Buon giorno, il suo libro mi è piaciuto molto perché parla di un ragazzo che anche se ha una grande difficoltà riesce a percepire la natura intorno a lui. Quello che non mi è piaciuto, invece, è che veniva usato un linguaggio volgare e inadatto alla fascia di età a cui è dedicato il libro; non era spesso usato però non mi ha fatto piacere leggerlo…
    Questo libro mi ha insegnato che è importante avere fiducia in se stessi anche nelle situazioni più difficili e dure. Mi ha fatto capire che non bisogna mollare mai e occorre sempre avere molta forza di volontà.
    Bello è stato vivere questa avventura con Lucio e con tutti gli altri personaggi del libro.
    Grazie per la splendida avventura

    • 1
      Giuseppe Festa 3 days ago

      Ciao Ivy38, grazie per il tuo commento, l’ho apprezzato. Mi dispiace per il linguaggio un po’ volgare che ho usato in un paio di punti, ma non me ne pento perché quando si crea un personaggio bisogna dargli un linguaggio coerente. E i due rozzi e volgari bracconieri, secondo me, qualche parolaccia dovevano dirla per essere coerenti. Ma questa, naturalmente, è una mia opinione. Buoni sentieri e grazie ancora, Giuseppe

  36. 1
    noahbrigante ( Riva del Garda ) 4 days ago

    Ciao,sono Noah e sto leggendo il tuo libro, è molto avvincente e esaltante

  37. 1
    silviaice ( Arco ) 4 days ago

    Ciao Giuseppe,questo libro mi è piaciuto molto e mi ha trasmesso tante emozioni come quelle vissute da Lucio perchè anch’io amo andare a fare passeggiate in montagna e ogni volta è sempre un ‘avventura che mi aiuta a crescere.

    • 1
      Giuseppe Festa 3 days ago

      Grazie Silvialice, ti auguro buoni sentieri fra le splendide montagne che ti circondano 🙂

  38. 1
    Cricetina ( Andalo ) 4 days ago

    Ciao Giuseppe Festa , il tuo libro non mi è piaciuto anche se anch’io voglio vivere un avventura come Lucio. CIao

  39. 1
    valangy ( Lavarone ) 4 days ago

    Intanto non l’ho ancora finito ma tutto sommato mi piace: bello l’argomento ed è piacevole leggerlo, belle anche le descrizioni della natura e dei personaggi!

  40. 1
    Mario Anti-Pro ( Lavarone ) 4 days ago

    Ciao Giuseppe,
    ho finito il tuo libro e è bellissimo!
    Sopprattutto quando Lucio, alla fine, immagina di volare come un’aquila e supera tutte le sue paure.
    Ciao!

  41. 1
    pallino ( Peio ) 4 days ago

    Ciao Giuseppe Festa, a me piacciono molto i tuoi libri infatti li ho letti tutti compreso questo. Anche a me come Lucio piace andare in montagna. Questo libro mi è piaciuto perché parla della montagna e delle aquile. È una sorpresa quando si capisce che Lucio è cieco. Scrivimi presto: ciao da Pallino.

  42. 1
    Piera SILVER 4 days ago

    Ho appena letto 4 passi per volare… pardòn… “Cento passi per volare”, mi è piaciuto: parlava di montagna e di difficoltà che ci vuole per chi ha problemi fisici. Ho notato la “tenacia” dei bracconieri che per raggiungere l’obiettivo fanno di tutto pur di rampicare sulle rocce.

  43. 1
    Antonio_SILVER 4 days ago

    Da poco sono “pensionato” e vivo ad Ala. Per riempire il mio tempo libero disponibile, mi sono iscritto con curiosità all’affollato corso per “studenti” dell’ Università dei “vecioti” che si svolge ad Ala.
    Al primo “incontro-lezione” ci è stato proposto, dalla biblioteca di Ala, un’avventura letteraria da condividere con i giovani di quinta elementare e di prima media: il “Scegli Libro” E’ una proposta interessante quanto intrigante: il confronto sui banchi di scuola tra due così distanti mondi: i dodicenni e gli ….anta anta…(!)
    Ho aderito all’offerta impegnandomi a leggere con attenzione e commentare la cinquina di libri di narrativa per tutte le età.
    Il primo libro che mi ha interessato è il “Cento passi per volare” di Giuseppe Festa. L’ho portato a casa e, curioso, mi son dedicato allo svolgimento del compito. In due giorni, a rate, l’ho divorato tutto fino alla pagina 119 e, sul più bello, mi sono accorto di averlo finito. E’ la storia di Lucio, un ragazzo cieco, che con la zia Beatrice, dagli Appennini va scoprire le Alpi: in Trentino. Zia e nipote sono Ospiti del “Cento passi”; un rifugio di alta montagna gestito da Ettore e dalla giovane nipote Chiara. Tiziano fa la guida alpina e accompagna in sicurezza gli ospiti sui sentieri che ben conosce… Mistral e Levante sono due aquile reali che hanno il nido su uno sperone inaccessibile con un prezioso tesoro nel nido: un cucciolo di nome Zeffiro…
    L’Autore sa ben gestire la penna. Con una descrizione impeccabile illumina gli attori della trama con una capacità coinvolgente, tanto che il lettore non se ne accorge di trovarsi all’interno della scena.
    A pagina 15 Lucio incontra Zeffiro… la descrizione di questo momento emozionante: il ragazzo cieco vede con l’orecchio Mistral arrivare al nido con una lepre per nutrire il cucciolo nel nido… è un momento magico!
    Capitolo terzo, a pagina 27: “Il sole salutò la valle e si coricò oltre le vette occidentali”…. questa è vera Poesia.!
    A pagina 50/51: Chiara e Lucio si scoprono Amici. E’ una scenetta da non perdere. Lucio, andicappato dalla cecità, sorprende e affascina la “ruvida e introversa” Chiara… che si scioglie in un rapporto di simpatia e cordiale comprensione. In queste due pagine l’Autore ci mostra, con poche e ben pesate parole, una delicata situazione che cattura l’attenzione del lettore, lo trascina all’interno della scena e lo rende partecipe “attore fuori campo”.
    Alla pagina 66: Giuseppe Festa ci descrive l’arrivo di Lucio al “Picco del Diavolo”: un pianoro panoramico “a picco” sulla profonda vallata…. l’aria fresca gli entrò prepotente nelle narici e gli invase i polmoni con un’assordante senso di immensità. Socchiuse le labbra e inalò un sorso d’aria, lasciando che la grandiosità entrasse anche dalla porta principale. …dai sublimi spazi sconfinati, un solletico improvviso lo ricondusse al grazioso prato su cui si trovavano: gli steli d’erba, infatti, agitati da una brezza birichina, gli stavano accarezzando i polpacci nudi… Questa è una fotografia a colori sgargianti che solo Lucio può assaporare ad occhi chiusi.!
    Tutta la quota “negativa” della vicenda è dei bracconieri Peccio e Gracco. Riescono a rapire Zeffiro. Lucio poi, con la sua incredibile prestazione, collabora alla liberazione dell’aquilotto…
    A pagina 68… ho dovuto asciugarmi gli occhi…(!)
    La narrazione, in più occasioni, si intreccia con la suggestione mitica dei sogni: a pagina 110/112 Lucio riesce a VOLARE guidato da Zeffiro…
    Il racconto finisce lasciando il lettore in un sogno:
    …anche i ghiri possono volare !

    Anch’io amo la montagna, quando cammino sui sentieri, tra i mughi, provo con piacere le emozioni dell’aria fina, i colori, i profumi, il silenzio dell’infinito. Onorato di condividere con i giovani quest’esperienza “letteraria”: per me è una crescita ed un arricchimento culturale. Spero che anche i “giovani” siano presi dalla curiosità e trovino nella facile lettura di questo libro, positivo interesse ed insegnamento. La vita è una scuola.!

    • 1
      Giuseppe Festa 3 days ago

      Caro Antonio, posso darti del tu? Ti ringrazio davvero tanto per il tuo commento, così puntuale e profondo. Sono anche piacevolmente sorpreso della tua voglia di partecipare a un progetto che unisce mondi così lontani, in quest’epoca maledetta in cui la saggezza e il sapere dei più anziani raramente viene considerata come un tesoro prezioso. In Senegal c’è un proverbio: quando un anziano se ne va è una biblioteca che brucia. L’esperienza degli …anta …anta è un dono prezioso per ogni ragazzo. Speriamo che il vento cambi.
      Per me, la scrittura di Cento passi è stata una grande scuola di vita. Il ragazzo a cui è ispirato Lucio, Sandro, mi ha insegnato tantissimo col suo esempio, con la sua forza, con la sua inesauribile voglia di fare e di essere. Spero di incontrarti a Trento alla festa finale. Buoni sentieri, Giuseppe

  44. 1
    Gatto miao ( Arco ) 5 days ago

    Caro Giuseppe Festa,
    Questo libro mi ha insegnato molte cose ma, mi dispiace, non mi è piaciuto molto spero che agli altri piacerà e che farai altri libri.

    • 1
      Giuseppe Festa 3 days ago

      Ciao Gatto miao, non ti preoccupare, sono certo che troverai altri libri che ti entusiasmeranno. Gli altri in concorso, per esempio, sono bellissimi. Giuseppe

  45. 1
    Neve ( Denno ) 5 days ago

    Ciao Giuseppe Festa , il tuo libri mi è piaciuto moltissimo. Non mi è piaciuto però il modo in cui lei ha scritto le parti di Peccio e Gracco che secondo me nello stesso capitolo interrompevano la storia di Lucio.

  46. 1
    La scrittrice pensierosa ( Lavis ) 5 days ago

    Ciao Giuseppe,
    ho finito oggi di leggere il tuo libro📓…
    Sembra incredibile come, a volte, in pochi semplici capitoli si riesca a scrivere un libro fantastico…
    È questo quello che tu hai fatto con “🦅Cento passi per volare🦅”… Spero che anche io, aspirante scrittrice come sono, riesca a fare una cosa del genere… Il tuo libro mi ha dato una sensazione già conosciuta: quella di volerlo continuare a tutti i costi… Più lo leggevo e più mi piaceva. Quando nella storia sono entrati i bracconieri e Chiara, è diventato tutto ancora più intrigante…
    Vorrei ringraziare Sceglilibro perché con esso ho letto alcuni testi📃 che mai avrei pensato di leggere prima d’ora… In parole povere, il tuo libro mi è piaciuto molto!!! 😉

    • 1
      Giuseppe Festa 3 days ago

      Cara Scrittrice pensierosa, grazie!!! Ho apprezzato molto ciò che hai scritto, e sono sicuro che anche gli organizzatori di Sceglilibro saranno contentissimi, perché hai detto una cosa sacrosanta: Sceglilibro dà ai ragazzi la possibilità di confrontarsi con libri che forse non avrebbero mai scelto. Viviamo spesso immersi nei social, ma non ci accorgiamo che spesso frequentiamo le pagine che ci interessano di più o che condividono e rafforzano le nostre idee. Per esempio, se amo la musica rock, molto probabilmente navigherò sulle pagine che ne parlano e che la amano. In questo modo, però, mi perdo tanti altri artisti e generi che non conosco e che invece magari mi farebbero letteralmente impazzire. Bisogna cercare di essere curiosi e avvicinarci anche a ciò che magari all’inizio non ci coinvolge o ci intriga. Sceglilibro ci permette di fare proprio questo. Un caro abbraccio, Giuseppe

  47. 1
    GIUDO10 ( Castel Ivano ) 5 days ago

    Giuseppe Festa, il tuo libro “Cento passi per volare” mi è piaciuto veramente tanto, appena ho letto la prima pagina non riuscivo più a fermarmi, ogni momento della giornata era buono per leggere almeno due pagine, sopratutto il momento in cui la polizia inseguiva i bracconieri continuavo a leggere preoccupata come se fossi lì che li inseguivo anche io, mi è piaciuto molto anche quando hai raccontato come erano le cose 1 anno dopo.
    Se potessi dare un voto a questo libro darei OTTIMO E LODE+++ mi è piaciuto molto come hai raccontato di questo bambino cieco, Lucio, ripeto questo libro è meraviglioso!!!
    Un saluto e un abbraccio forte GIUDO10.

    • 1
      Giuseppe Festa 3 days ago

      Caro Guido, se mi è permesso vorrei dare anch’io un OTTIMO E LODE+++ al tuo commento. Grazie, avrò cura delle tue parole, Giuseppe

    • BiblioCastel-Ivano 1 day ago

      Ciao GIUDO10! Grazie mille per il tuo commento. Approfitto per dire a tutti i ragazzi e ragazze che partecipano a Sceglilibro sotto Castel Ivano: GRAZIE! Infatti, grazie anche ai vostri numerosissimi commenti e la vostra entusiasta partecipazione che il sito Sceglilibro ha superato i 4000 commenti (http://www.sceglilibro.it/siamo-oltre-quota-4000-commenti/)! Grandissimi!!!! 😉 Avanti tutta!

  48. 1
    EMANUELE2008 ( Telve ) 6 days ago

    All’inizio questo libro non mi piaceva, poi invece l’ho letto in un fiato.
    Mi ha dato coraggio per affrontare gli ostacoli della vita.

    • 1
      Giuseppe Festa 3 days ago

      Il tuo commento, seppur molto breve, racchiude tutto: determinazione nel superare gli ostacoli, coraggio nell’affrontare ciò che ci spaventa o che semplicemente all’inizio non ci piace. Bravo!

  49. 1
    Icardi08 ( Riva del Garda ) 6 days ago

    Ciao Giuseppe, questo libro mi è piaciuto molto perchè fa capire che i disabili posso fare molte cose e sviluppano bene altri sensi, da ammirare Lucio che è riuscito ad andare avanti nonostante la perdita della vista, l’unica cosa che non mi è piaciuta (o forse non li ho capiti io) sono stati i cambi di personaggi.
    A me piacciono molto gli animali soprattutto i rapaci e leggendo questo libro ho avuto come l’impressione di essere all’interno di esso.
    Questo libro l’ho letto veramente volentieri.

    • 1
      Giuseppe Festa 3 days ago

      Bene Icardi08, sono felicissimo che ti sia sentito immerso nel libro. Anche io sono contento quando mi succede, leggendo 🙂 Buoni sentieri, G

  50. 1
    EmyGym-22 ( Ala ) 6 days ago

    “Non c’erano segreti tra lui e la natura, solo la bellezza e la bellezza era condivisione!”
    È incredibile come Lucio riesca ad avere un legame così profondo con la natura che lo circonda e come riesca ad amarla, rispettarla e riconoscerla, più di tutti noi! Certi ragazzi, ma certe volte anche alcuni adulti sottovalutano le persone con qualche problema credendo che siano o riescano a fare meno di noi ma in realtà, hanno altre caratteristiche o doti veramente fantastiche. Quindi caro signor Giuseppe Festa volevo dirle semplicemente che il suo è veramente un libro bellissimo!

    • 1
      Giuseppe Festa 3 days ago

      Grazieeee! Ho apprezzato davvero tanto il tuo commento! Buoni sentieri, G

  51. 1
    Mr.Fortnite ( Valle di Cavedine ) 6 days ago

    le descrizioni sono fantastiche

  52. 1
    EM.08 ( Lavis ) 6 days ago

    Questo romanzo mi ha davvero colpito perché l’idea che un ragazzo giovane possa essere privato della bellezza del “vedere” mi fa stare davvero male. Ho sempre pensato che un cieco vivesse una vita davvero infelice, ma queste pagine mi hanno fatto capire cose a cui prima davvero non avevo mai pensato. Mi ha insegnato che se si riesce ad accettare un problema, lo si può superare nel migliore dei modi; non sto dicendo che sia facile, anzi! Soprattutto ho capito che la vita può essere difficile, ma con l’affetto delle persone si possono davvero superare i problemi e godersi ciò che ogni giorno ci offre. Grazie Giuseppe per questo romanzo.

    Suggerimenti per l’autore

    Non so se esiste già, ma sarebbe bello che questo libro fosse scritto il braille, la scrittura per i non vedenti, per dar modo ai ragazzi che vivono la stessa tragica situazione, di capire che si possono comunque fare molte cose, alcune meglio delle persone che ci vedono bene!

    • 1
      Giuseppe Festa 3 days ago

      Grazie EM.08, il tuo commento è fra i più profondi che ho letto finora. Sai che anche io ho sempre pensato con estrema tristezza alla condizione dei ciechi? E invece conoscendo Lucio (o meglio, Sandro, il ragazzo reale che ha ispirato il personaggio di Lucio) mi sono davvero dovuto ricredere. Per il tuo suggerimento: il libro non c’è ancora in braille stampato su carta, ma è possibile leggerlo in braille con un apparecchio tecnologico fantastico: la barra braille digitale. Guarda questo bel video in cui un ragazzo non vedente ci spiega in modo semplice e chiarissimo il suo funzionamento. Questo strumento ha permesso ai non vedenti di leggere praticamente ogni testo, per me è un’invenzione eccezionale e dovrebbero premiare che l’ha pensata (e forse l’hanno già fatto). https://www.youtube.com/watch?v=hD9odQKXfUY

  53. 1
    @http.alicedance ( Ala ) 6 days ago

    Ciao Giuseppe,ho finito il tuo libro. Non mi è piaciuto molto e no l’ho capito bene.
    La mia maestra dice che alcune persone per capire alcuni testi devono leggerli più di una volta. Io dovrei in questo caso rileggere il tuo libro,ma,devo proseguire con gli altri. Quando avrò finito di leggerli tutti e cinque rileggerò il tuo è sicuramente lo capirò meglio. Cordiali saluti !

    • 1
      Giuseppe Festa 3 days ago

      Ciao alidance, in effetti ci sono dei termini difficili, ma sono certo che la tua maestra abbia ragione. Anche a me capita, quando ho tanti pensieri per la testa o qualche preoccupazione, di non riuscire a concentrarmi nella lettura. Allora devo sempre tornare indietro e rileggere dei pezzi, perché la mia mente vaga qua e là e non riesce a concentrarsi. Forse per te è lo stesso. Spero che alla seconda lettura vada meglio. Grazie per il tuo commento, Giuseppe

  54. 1
    Losty ( Arcivescovile ) 7 days ago

    Una parola: EPICO!
    Scritto benissimo e con una trama travolgente!
    Nemmeno le pignole (non c’era l’emoticon della pigna) possono dargli un brutto giudizio!

    • 1
      Giuseppe Festa 3 days ago

      Ciao Losty, anche il tuo commento è EPICO!!!! Dobbiamo inventare degli emoticon pigna :-)))))

  55. 1
    Leo_77 ( Ville d’Ananunia ) 7 days ago

    Il tuo libro mi è piaciuto, in particolar modo quando Lucio riesce a distinguerei due tipi di zucchero, o quando scopre dove sono le aquile senza confondersi con l’eco, che invece aveva ingannato tutti gli altri.
    Al contrario di altre recensioni che hanno criticato le parolacce, a me in quei momenti mi sono sembrate adeguate perché rendevano di più l’idea di quella situazione.
    Spero che ci sia una continuazione, perché mi è piaciuto molto.

    • 1
      Giuseppe Festa 3 days ago

      Bravo Leo_77, anche io penso che in quel momento ci andassero quelle parolacce. Anche perché, come ho scritto, un autore deve costruire dei personaggi con un linguaggio coerente. Ti immagini due tipi rozzi e volgari come Peccio e Gracco che dicono: “Perdinci, arrivano i carabinieri”. “Pofferbacco, speriamo che non ci catturino quei birbanti”…. no, proprio non funziona, vero? Buoni sentieri, Giuseppe

  56. 1
    miracolina ( Baselga di Pinè ) 7 days ago

    Ciao Giuseppe! Ho letto anche ” La luna è dei lupi” ed entrambi sono fantastici! Quando ho visto che l’autore sei tu, ho voluto subito leggerlo. Parla della forza di volontà, del fatto che anche chi ha delle difficoltà fisiche può riuscire a fare tutto. Ci fa capire che non si deve mai mollare.

    • 1
      Giuseppe Festa 3 days ago

      Brava Miracolina! Ti ringrazio anche per aver letto La luna è dei lupi, libro al quale sono legatissimo. Buoni sentieri, ci vedremo a Trento, G

  57. 1
    Alylol18 ( Valle di Cavedine ) 7 days ago

    Ciao Giuseppe, il tuo libro mi è piaciuto molto, apparte qualche brutta parola, comunque sei stato molto bravo.

  58. 1
    cassetto ( Tione ) 7 days ago

    la cosa che mi ha colpito di più è stata quando Peccio e Gracco rubano Zefiro quindi le aquile li inseguono mentre Lucio, Bea, Chiara e Tiziano sono nella foresta, solo Lucio il bambino che non vede, sente il verso delle aquile. Anche un altro punto mi piace quando dovevano capire da dove veniva il verso delle aquile e Lucio fu l’unico a non farsi ingannare dall’eco. La morale per me è che se anche uno è cieco sviluppa i 4 sensi che ha meglio di uno che ci vede

  59. 1
    AngelicoTorto ( Rumo ) 7 days ago

    Questo libro mi è piaciuto molto perché nonostante Lucio sia cieco non si arrende e riesce ad accettare la realtà. La parte più bella è stata quando i due bracconieri sono stati catturati e volevano fingere di essere fungaioli.

  60. 1
    MR NEON05 ( Mezzocorona ) 7 days ago

    Un libro molto bello. La parta che mi è piaciuta di più è quando Tiziano è in pericolo e dopo Lucio lo salva facendo il richiamo del falco.Il libro ci insegna a non mollare mai per nessuna ragione, come Lucio che pur avendo un problema molto grande affronta tutto senza paura.

  61. 1
    matteo12 ( Ala ) 8 days ago

    La cosa che mi è più piaciuta del libro sono state le descrizioni al suo interno, secondo me molto efficaci per gli aggettivi, paragoni etc. Secondo me il personaggio più riuscito è stato Lucio perchè non avendo la capacità di vedere è riuscito comunque a godersi quello che la montagna può offrire. L’inizio del libro mi ha incuriosito molto e mi ha spinto a leggerlo piuttosto rapidamente. L’episodio che mi è rimasto più impresso è stato quando Lucio non è stato ingannato dall’eco delle aquile ma, attraverso il loro grido di battaglia, è riuscito ad individuare la loro vera posizione. Questo libro mi ha insegnato che anche un bambino non vedente può godersi pienamente tutto ciò che lo circonda ed apprezzare.

    • 1
      Giuseppe Festa 3 days ago

      Grazie Matteo12, molto bello e completo il tuo commento, ti ringrazio di cuore. Buoni sentieri, Giuseppe

  62. 1
    giovane lettrice ( Mezzocorona ) 8 days ago

    Ciao Giuseppe.
    ho appena finito il tuo libro 📖, inizialmente non mi piaceva, ma sono andata avanti e continuando mi è piaciuto molto, ho capito quanto è brutto essere ciechi, ma da Lucio ho capito che a volte ci sono anche dei vantaggi.
    Il tuo libro è molto bello, mi hai fatto capire che la vita non è sempre facile.
    Molto bravo!

  63. 1
    GIGI 13 ( Fiera di Primiero ) 8 days ago

    ********************SPOILER********************
    Mi piace molto il modo in cui Lucio si è abituato a fare le cose di tutti i giorni.
    Mi piace anche il comportamento della zia Bea, che è gentile e comprensiva.
    Mi piace anche il carattere di Chiara,che prima è timida, ma poi diventa amica di Lucio.
    Poi mi è piaciuto il modo in cui hanno salvato Zefiro dalle grinfie dei bracconieri senza scrupoli.
    Oltre a questo mi è piaciuto il momento quando Zefiro ritrova i suoi genitori: è molto commovente.
    Ultima cosa: mi è piaciuta la copertina.

    CIAO DA GIGI 13. 😉 🙂

  64. 1
    flora35 ( Riva del Garda ) 8 days ago

    Questo libro all’ inizio mi aveva annoiato un po’, ma poi andando avanti ha iniziato a piacermi molto perchè la fantasia non manca.

  65. 1
    Lorenzino ( Riva del Garda ) 8 days ago

    Il libro mi e’piaciuto molto tuttavia non mi e’piaciuto il fatto che ci fossero tante parolaccie

    • 1
      Giuseppe Festa 3 days ago

      Ciao Lorenzo, se non sbaglio le parolacce sono due. Ma non sono stato io a dirle, sono stati Gracco e Peccio. E siccome sono due persone cattive e volgari, ne dicono proprio tante di parolacce. Certo, potevo anche cancellarle e non scriverle, ma volevo che i due bracconieri apparissero agli occhi dei lettori proprio volgari , rozzi e cattivi com’erano. Ho fatto male? Un caro saluto, Giuseppe

  66. 1
    GIGI 13 ( Fiera di Primiero ) 8 days ago

    ad un certo punto c’è scritto che il ghiro vola: perché proprio il ghiro e non qualche altro animale??????????????????????????????

    Ciao da GIGI 13 🙂

    • 1
      Giuseppe Festa 3 days ago

      Ciao Gigi13, perché la zia Bea aveva soprannominato Lucio proprio con quel nome, dato che aveva sensi sviluppatissimi come i ghiri. G

  67. 1
    Hermione10 ( Lavis ) 8 days ago

    Ciao Giuseppe,
    il tuo libro non mi è piaciuto perchè si capiva subito come andava a finire la storia, era davvero noioso: come se ci avessi messo due minuti a scrivere quel libro….
    Peró c’è stata una cosa che mi é piaciuta ovvero che il protagonista era cieco quella è stata un’idea davvero molto originale…
    Ciao
    Hermione10

    • 1
      Giuseppe Festa 3 days ago

      Ciao Hermione10, mi dispiace molto che non ti sia piaciuto, ma soprattutto che tu abbia avuto l’impressione che l’abbia scritto in modo frettoloso. Ti assicuro che non è stato così, però accetto la tua critica. Buoni sentieri e buone letture, Giuseppe

  68. 1
    Orso polare ( Taio ) 8 days ago

    Ciao Giuseppe,come speravo a Natale ho ricevuto il tuo libro “La Luna è dei lupi”e ho iniziato a leggerlo.
    Devo dirti che finora mi è piaciuto molto e continuerò volentieri la lettura.
    Ciao
    orso polare

    • 1
      Giuseppe Festa 3 days ago

      Grazie Orso polare, buoni sentieri sulle tracce di Rio e Lama, allora. Giuseppe

  69. 1
    GIGI 13 ( Fiera di Primiero ) 8 days ago

    Perché l’aquilotto si chiama proprio ZEFIRO???????? Ciao da GIGI 13! 😉

    • 1
      Giuseppe Festa 3 days ago

      Ciao Gig13, Zefiro è il nome di un vento, proprio come Mistral e Levante. Le aquile sono le regine del vento e mi sembrava bello dargli questi nomi, G

  70. 1
    tergicristalli 89 ( Taio ) 8 days ago

    uau ho letto solo il riassunto e gia voglio leggerlo

  71. 1
    GIGI 13 ( Fiera di Primiero ) 8 days ago

    Quando ho finito il libro non ho capito subito il senso del titolo, ma poi ,dopo un po’, l’ho capito. 🙂

  72. 1
    da02 ( Taio ) 8 days ago

    ho letto volentieri questo libro ed ho apprezzato anche il linguaggio comprensibile a tutti e allo stesso tempo molto significativo e a volte poetico per la presenza di similitudini e metafore.

    • 1
      Giuseppe Festa 3 days ago

      Grazie da02, ho apprezzato che tu abbia riconosciuto due figure retoriche che uso molto 🙂 Buoni sentieri, G

  73. 1
    taghet99 ( Ala ) 8 days ago

    Egregio Giuseppe Festa il suo libro non mi piace molto perché annoia un po’ quindi se lei vuole le potrei consigliare un libro ambientato sulla vita di un ragazzo delle medie in un modo umoristico che cosi il lettore si diverte e non vede l’ora di arrivare alla fine come: diario di una schiappa, nerd alle medie o tanti altri. Grazie dell’ attenzione e cordiali saluti da taghet99.
    .
    .

    • 1
      Giuseppe Festa 3 days ago

      Grazie Taghet99, comprendo le tue riflessioni e sicuramente la storia di un ragazzo delle medie a scuola può aiutarti a immedesimarti di più. Spero comunque che ti possa essere rimasto qualcosa dalla lettura di cento passi, magari uno sguardo su un mondo – quello dei non vedenti – che non tutti conoscono.. Un abbraccio e buoni sentieri, Giuseppe

  74. 1
    Masha07 ( Arcivescovile ) 9 days ago

    Buongiorno, signor Giuseppe. Il suo libro mi è piaciuto tantissimo; la mia parte preferita è quando Lucio va a recuperare Zaffiro.
    Anche io come Lucio adoro stare in montagna e all’aria aperta.

  75. 1
    Richy08 ( Cavalese ) 9 days ago

    Caro Giuseppe,il tuo libro mi è piaciuto perche’ descrive come Lucio,in mancanza della vista,sia riuscito ad utilizzare gli altri organi di senso per apprezzare la natura ed essere felice. Grazie

  76. 1
    agnellino ( Roncegno ) 9 days ago

    Questo libro mi è piaciuto molto, sopratutto l’ultimo capitolo,tranne certe parole nel testo.

  77. 1
    Pinkbook ( Riva del Garda ) 9 days ago

    Ciao Giuseppe! Io sono pink book! Spero che i miei commenti possano esserti d’ aiuto per migliorare ! (Anche se non c’è molto da migliorare, al 75% spacchi !) 👄🐥

    • 1
      Giuseppe Festa 3 days ago

      Ah ah ah, grazie Pinkbook, se spacco al 75% sono già molto soddisfatto. E i commenti critici aiutano sempre e li accetto con molto piacere. Un abbraccio, G

  78. 1
    valangabianca ( Pinzolo ) 9 days ago

    Buongiorno Giuseppe, il tuo libro mi è piaciuto molto perché hai dimostrato che, pur avendo qualche difficoltà, si può, se si vuole, fare tutto; perché la vita è bella da vivere!!! Dobbiamo ringraziare ogni giorno per la salute e la vita che ci è stata data. Inoltre non si deve essere cattivi come i bracconieri, ma lasciare che gli animali vivano liberi, sani, felici e tranquilli. Un mondo senza animali è inimmaginabile….Grazie 😘

    • 1
      Giuseppe Festa 3 days ago

      Grazie Valangabianca, approvo in pieno tutto ciò che hai detto!!! Giuseppe

  79. 1
    lollo ( Arco ) 9 days ago

    Salve, il suo libro non mi è piaciuto, preferisco sulle ali del falco. Arrivederci

    • 1
      Giuseppe Festa 3 days ago

      Ciao Lollo, sulle ali del falco è un libro bellissimo e sono contento che ti sia piaciuto 🙂 Buoni voli immaginari, G

  80. 1
    pamagi07 ( Denno ) 9 days ago

    Mi è piaciuto molto il Suo libro perché mentre lo leggevo mi sembrava di essere nei luoghi che Lei ha descritto
    vorrei farLe delle domande:
    -perché il titolo della storia è “Cento passi per volare”?
    -perché nel libro ha inserito delle parolacce?
    -perché ha scelto dei venti per i nomi delle aquile?
    Bravissimo!Complimenti!

    • 1
      Giuseppe Festa 3 days ago

      Grazie pamagi07! Cento sono i passi che dividono il rifugio dal salto del ghiro, dove Lucio compie il suo primo volo immaginario, simbolo della sua crescita. Scusami per le parolacce, ma in quel punto ci stavano perché esprimevano bene la preoccupazione e la rabbia dei bracconieri (che sono anche molto volgari, oltre che loschi e perfidi). Le aquile sono i signori dei venti, conoscono tutte le correnti d’aria e riescono a sfruttarle per volare meglio e più in alto: mi sembrava quindi bello dar loro dei nomi di venti. Buoni sentieri, G

  81. 1
    Harry Potter ( Dimaro Folgarida ) 9 days ago

    Ciao Giuseppe Festa, il tuo libro mi piace però mi annoia un po’, è simile al libro “SULE ALI DEL FALCO” di CINZIA CAPITANO. Ciao Harry Potter.

  82. 1
    @http.alicedance ( Ala ) 10 days ago

    Ciao, Giuseppe ho iniziata il tuo libro.
    Devo essere sincera i libri che parlano della natura non mi piacciono molto però magari verso la fine inizierà a piacermi. Per ora sono al capitolo 8. Come mai hai deciso che il bambino è ceco ??

  83. 1
    Candy ( Lavis ) 10 days ago

    … continua… Io ho percepito due paragoni, secondo me, difficili da individuare: il nome del protagonista non è stato messo a caso, perché con Lucio si intende Luce, la luce che manca ai suoi occhi, ma che riesce a percepire con gli altri sensi, ed anche il fatto che per l’uomo è impossibile volare, ma lui come uomo si immagina di volare. Quindi, nel libro non ci sono descritte solo delle sensazioni dei non vedenti, ma si è preso in mano anche il contesto dell’uomo che non può volare, e la trama praticamente “intreccia” nel romanzo queste due cose “irraggiungibili”, rendendo il testo più interessante.
    Libro bellissimo! 5 Stelle!

  84. 1
    Candy ( Lavis ) 10 days ago

    Il libro Cento passi per volare mi è piaciuto molto. Il testo facile da leggere, chiaro e comprensibile, con un linguaggio semplice ma allo stesso tempo con dei paragoni particolari che descrivono i 4 sensi sensoriali di Lucio che sono amplificati rispetto alle persone che padroneggiano tutti i 5 sensi. È sorprendente come Lucio esprime le sensazioni che ha, oppure con l’udito individua da dove provengono i suoni esattamente. descrizioni che di solito non si trovano in tutti i libri. Bellissimo!

    • 1
      Giuseppe Festa 3 days ago

      Grazie Candy, ho particolarmente apprezzato il tuo commento e l’uso dei termini che hai scelto. Ti ringrazio e ti auguro ali forti per volare, G

  85. 1
    LORENZO2008 ( Borgo Valsugana ) 10 days ago

    Ciao Giuseppe ,
    all’inizio il tuo libro mi ha reso un po’ triste. Ho fatto anche un po’ di fatica perchè in alcuni punti non capivo chi parlava,
    però la storia è molto bella , mi ha emozionato e mi ha fatto riflettere.

  86. 1
    gatto a macchie ( Predazzo ) 10 days ago

    Caro Giuseppe Festa il tuo libro mi è piaciuto così tanto che mentre lo leggevo sentivo tutte le sensazioni che provavano i personaggi ,questo libro non solo l’ho letto ma l’ho anche vissuto ,grazie mille per queste sensazioni.

  87. 1
    Azzu2008 ( Ala ) 10 days ago

    Ciao Giuseppe, ho finito il tuo meraviglioso libro.
    A dire la verità è il libro più bello di tutti quelli che ho letto tempo fa.
    Questo libro mi ha insegnato che non bisogna valutare o prendere in giro bambini con disabilita’ , anzi a volte loro sono anche meglio di noi.
    Il tuo libro mi è piaciuto un sacco.
    Spero di avere la possibilità di leggere altri tuoi libri.
    Ciao!!!!!

    • 1
      Giuseppe Festa 3 days ago

      Ciao Azzu2008, grazie per il tuo commento sul valutare o prendere in giro bambini con disabilità, approvo in pieno 🙂 G

  88. 1
    Torino ( Lavis ) 10 days ago

    mi è piaciuto molto questo libro

  89. 1
    Minnie17 ( Telve ) 10 days ago

    Salve Giuseppe, mi è piaciuto molto il racconto e il viaggio di Lucio e Bea, ma non tanto il modo in cui lo hai scritto. Alla prossima lettura!!!

  90. 1
    ritmicasr10 ( Riva del Garda ) 10 days ago

    ciao Giuseppe ho appena iniziato a leggere il tuo libro spero che mi piaccia!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

  91. 1
    ItsGabry ( Arcivescovile ) 10 days ago

    Ciao Giuseppe, il tuo libro mi ha fatto ricordare che al mondo ci sono persone più sfortunate che, nonostante tutto, riescono a superare le difficoltà della vita, a volte anche meglio di noi.
    Ciò significa che non bisogna mai fermarsi alle apparenze. Il tuo libro è magnifico.

  92. 1
    lettoreselvaggio17 ( Salorno ) 10 days ago

    è molto bello soprattutto per me che amo vivere nella natura

  93. 1
    Coki2018 ( Vermiglio ) 11 days ago

    il libro l’ho letto volentieri, Lucio è molto coraggioso, avventuroso e cerca di non essere un peso per la sua famiglia.

  94. 1
    Principessa ( Cavalese ) 11 days ago

    Caro Giuseppe Festa mi congratulo con te , è un bellissimo libro pieno di emozioni.
    È un bellissimo libro quello che hai scritto.
    Il libro che hai scritto è spettacolare

  95. 1
    Fillante ( Pinzolo ) 11 days ago

    Caro Giuseppe Festa il tuo libro (Cento Passi Per Volare) mi è piaciuto molto perchè è scritto e raccontato bene e perchè narra la storia di un ragazzo cieco che con i suoi amici riesce a scalare una montagna per arrivare al rifugio Cento Passi

  96. 1
    Aibus Silente ( Valle di Cavedine ) 11 days ago

    Ciao Giuseppe!
    mi dispiace dirtelo, ma il tuo libro non mi è piaciuto, secondo me la fine non è molto collegata al resto.

    • 1
      Giuseppe Festa 3 days ago

      Caro Albus Silente, sono certo che gli altri libri in concorso ti piaceranno, sono molto belli. Buoni sentieri, G

  97. 1
    fifery ( Peio ) 11 days ago

    Ciao Giuseppe. Sto leggendo il tuo libro “Cento passi per volare” e mi sta appassionando un sacco. Mi piace tanto il tuo libro perché amo la montagna e anche perché io ho una zia non vedente e mi piace leggere un libro su queste persone che anche se non sono come noi sono speciali.

  98. 1
    galattico77 ( Mezzolombardo ) 11 days ago

    Caro Giuseppe Festa. Il tuo libro mi è piaciuto tantissimo! E ci fa imparare che bisogna rispettare l’ambiente dove si vive e gli animali

  99. 1
    Isacchiria ( Cavalese ) 11 days ago

    Ho appena finito il suo libro sei davvero bravo a scrivere i libri.”Cento passi per volare” è molto bello e interessante.

  100. 1
    ninjia 2008 ( Cavalese ) 11 days ago

    caro Giuseppe Festa, mi è piaciuto molto il tuo libro, ho imparato che bisogna rispettare ed amare la natura e gli animali. Anche se si ha un problema, per esempio un non vedente. Bisogna avere degli amici per aiutarci. Giuseppe Festa che dire, il tuo libro è favoloso!

  101. 1
    Vituar ( Cavalese ) 11 days ago

    Mi è piaciuto molto il tuo libro soprattutto perchè parla di animali

  102. 1
    scavatore ( Castel Ivano ) 11 days ago

    Buongiorno, purtroppo ho finito questo meraviglioso libro.
    All’inizio non capivo molto i personaggi però verso la fine li ho conosciuti tutti.
    Quello che hai raccontato è una storia vera o l’hai inventata?
    Il libro è stato avvincente e ci ho impiegato poco a terminarlo.
    Non vedo l’ora di leggere altri libri scritti da te…. Sto per iniziare “L’ombra del gattopardo”.
    Ciao

    • 1
      Giuseppe Festa 3 days ago

      Ciao Scavatore, sono stato proprio contento che tu abbia usato la parole “purtroppo” :-))))) Spero che anche gli altri miei libri ti piacciano: L’ombra del gattopardo è il mio libro che ha avuto meno successo in Italia, ma è quello a cui sono legato di più, e sono contento che tu lo stia per leggere. Mi dirai cosa ne pensi? La storia è inventata ma il personaggi di Lucio e Bea sono ispirati a un ragazzo fantastico che si chiama Sandro e alla sua altrettanto fantastica zia, che nella realtà non si chiama Bea ma Daniela. Sono stato fortunato a incontrarli, mi hanno insegnato tanto con la loro forza e determinazione. Buoni sentieri, Giuseppe

  103. 1
    Marghe SILVER 11 days ago

    Ciao Giuseppe. Nel libro metti molto in evidenza la grande passione di Lucio per la natura. Nonostante sia un non vedente, Lucio sente e capisce i suoni e i rumori, l’aria del bosco. Intuisce i pericoli, la zia Bea, come un angelo custode, lo segue a distanza. Molto emozionante per me quando l’aquilotto viene posto nel nido; Chiara descrive tutto a Lucio. Il racconto ci fa capire che una persona, pur non vedente, prova emozioni molto forti con l’immaginazione. Nel buio partecipa al mondo dei vedenti sviluppando altri: tatto udito e altro. Io ne ho esperienza diretta: un cognata non vedente dai 2 anni; ha qualche vago ricordo; ha sempre avuto una vita buona, un lavoro, e prosegue da anziana …

    • 1
      Giuseppe Festa 3 days ago

      Grazie Marghe, ho apprezzato molto il tuo commento, e le tue riflessioni personali sono avvalorate dalla tua esperienza personale con tua cognata non vedente. Ti auguro ali forti per volare e sognare, Giuseppe

  104. 1
    XoxoLove ( Vezzano ) 12 days ago

    Caro Giuseppe Festa.
    Il tuo libro è molto descrittivo e mi piace tanto l’ultima parte dove fa capire che anche i “ghiri” come Lucio possono volare. 😃 Mi ha spaventato e fatto pena la parte dove i bracconieri (Peccio e Gracco) rubano il piccolo aquilotto Zefiro.😣😢complimentoni per questo libro è stupendo… fantasticooooooo!!!! 😁😁😁😁😁😀😀😀😀😀

    • 1
      Giuseppe Festa 3 days ago

      Grazie mille, sono davvero felice che ti sia piaciuto. Sì, è vero, anche i ghiri possono volare :-)))

  105. 1
    puma88 ( Arcivescovile ) 12 days ago

    La lettura del libro è stata emozionante.
    Mi ha sorpreso molto come Lucio riesce a percepire e capire così tanti aspetti della natura anche se cieco.
    Con il cane Astro, Lucio ha avuto una seconda possibilità ed è riuscito a fare nuovi amici e nuove esperienze.
    Dalla lettura del libro capiamo che anche le persone con una disabilità possono raggiungere con autostima e fiducia in se stessi i propri sogni.

    • 1
      Giuseppe Festa 3 days ago

      Grazie puna88, proprio un bel commento, grazie di cuore e buoni sentieri, G

  106. 1
    Amante dei libri ( Riva del Garda ) 12 days ago

    Caro GIUSEPPE FESTA,
    il suo libro mi e’ piaciuto, ma per i miei gusti si e’ soffermato troppo su alcune cose.
    C’erano dei punti in cui il libro diventava un po’ pesante.
    Per me non e’ stato facile raccapezzarmi tra i molti personaggi,
    ma la fine e’ stata bellissima perche’ ha dato un senso al libro.

    • 1
      Giuseppe Festa 3 days ago

      Grazie mille Amante dei libri, le critiche sono sempre ben accette e aiutano a migliorare. Un caro saluto e buone letture, G

  107. 1
    LETTORE2008 ( Riva del Garda ) 12 days ago

    Buona sera Giuseppe Festa
    Il libro che ho letto mi è sembrato abbastanza interessante. Alcuni aspetti però non mi sono piaciuti molto, come ad esempio alcune parole che ho trovato nella lettura che per me erano di difficile comprensione.
    La storia, nel complesso l’ho trovata interessante e di insegnamento, in quanto il protagonista, Lucio, è riuscito, nonostante il suo handicap, ha fare delle cose inimmaginabili.
    Saluti da Lorenzo

    • 1
      Giuseppe Festa 3 days ago

      Grazie Lorenzo, da una parte mi dispiace per la difficoltà che hai incontrato con alcune parole difficili, dall’altra sono contento perché spero che leggendole e ragionandoci possano entrare nel tuo vocabolario. Anche io quando ero un ragazzo faticavo a comprendere delle letture, ma poi col tempo mi sono accorto che mi hanno aiutato ad arricchire molto il mio modo di parlare e di scrivere (e di pensare :-). Buoni sentieri, Giuseppe

  108. 1
    cavallo ( Riva del Garda ) 12 days ago

    Il suo libro mi è piacuto tanto perchè parla di
    un ragazzo di 14 anni cieco,al quale piace la montagna perchè si sente libero di sfogarsi e ascoltare la natura

  109. 1
    Azzu2008 ( Ala ) 12 days ago

    Ciao Giuseppe Festa ,ieri ho iniziato a leggere il tuo libro e adesso sono al capitolo 10. Fin ora mi è piaciuto tutto molto,ma le parti che mi hanno meravigliate e piaciute di più sono state quelle dove Tiziano scopre che Lucio è cieco e dove Lucio e gli altri partono per andare al picco del diavolo.
    Non vedo l ora di finire il tuo meraviglioso libro.
    CIAO!!!

  110. 1
    2.0.0.8.N.N. ( Mezzolombardo ) 12 days ago

    Caro Giuseppe festa mi dispiace molto ma a me questo libro non è piaciuto peró credo che questo libro lo leggeranno in molti

  111. 1
    Gabry08 ( Folgaria ) 12 days ago

    Caro Giuseppe Festa
    Il tuo racconto è stato molto interessante e coinvolgente. Hai usato un linguaggio chiaro e ricco di descrizioni che mi hanno invogliato a leggerlo tutto di un fiato. Hai parlato della montagna, un argomento a me caro perché ci abito e perché adoro fare escursioni col mio papà. Piacerebbe anche a me vedere in futuro il nido di un’aquila, uno dei miei animali preferiti.
    Mi ha stupito leggere la storia di un bambino che nonostante la sua cecità riuscisse a muoversi naturalmente sui sentieri impervi grazie allo sviluppo degli altri sensi. Ho capito quindi che non ci si deve arrendere davanti alle difficoltà, ma anche che bisogna saper accettare l’aiuto delle persone che ti circondano pur non essendo sempre facile, come fa Lucio che si lascia aiutare da Chiara per superare l’ostacolo trovato lungo il cammino.
    La trama è stata avvincente e mi è piaciuta la storia dei bracconieri e di come siano riusciti a catturarli.
    Grazie
    Gabriele

    • 1
      Giuseppe Festa 3 days ago

      Grazie mille Gabry08, avrò cura delle tue belle parole. Ti auguro ali forti per volare, Giuseppe

  112. 1
    Nina.2425 ( Ala ) 12 days ago

    Egregio Giuseppe Festa, il suo libro mi è piaciuto molto perché parla di questo bambino ( Lucio) che è diversamente abile. Supera gli ostacoli come se avesse la vista e potesse osservare tutto ciò che lo circonda, ma non può. Lucio è un bambino veramente speciale perché anche se ha questo problema lui usa gli altri sensi e con quelli riesce anche a capire dov’è o con chi è.
    Una frase del libro che mi è piaciuta molto è stata questa: “Sono cieco, mica un bambinetto”,
    proprio perché Lucio pensava che lo trattassero come un bambino solo per il suo problema. E questo lo ho capito perché nel mondo ci sono milioni e milioni di bambini e adulti che hanno questo problema ma infondo sono uguali a noi, e in più sviluppano meglio un altro senso in questo caso, Lucio l’udito. Su questo libro non ho niente da dire a parte un po’ l’inizio che non ho capito tanto bene, ma tutto il resto è a posto. Complimenti per il libro e saluti da Nina.

    • 1
      Giuseppe Festa 5 days ago

      Cara Nina, ti ringrazio molto per la tua recensione precisa e dettagliata, ti auguro buoni sentieri, Giuseppe

  113. 1
    english ( Terres ) 12 days ago

    Ciao,
    il suo libro mi è piaciuto moltissimo e interessante.

  114. 1
    tomb raider.michael ( Predazzo ) 12 days ago

    E’ una bella storia .ma secondo me dovresti mettere più dialoghi e mettere un capitolo per ogni personaggio . E a volte non si capiva di chi si stava parlando

  115. 1
    melaciao ( Riva del Garda ) 12 days ago

    Ciao Giuseppe
    Il tuo libro mi è piaciuto molto perché, anche se Lucio è cieco,è grazie al suo udito che riescono a salvare l’aquilotto.

  116. 1
    Martina ( Riva del Garda ) 12 days ago

    Ciao Giuseppe come stai? Il tuo libro mi è piaciuto molto perché anche se sei ceco hai lo stesso delle capacità che gli altri non hanno e quindi puoi essere felice perché hai qualcosa che gli altri non hanno

  117. 1
    icardi08 ( Castel Ivano ) 12 days ago

    Il libro mi è piaciuto anche se ho trovato il linguaggio un po’ difficile.
    Il salvataggio dell’aquilotto era descritto così bene che riuscivo ad immaginarmi la scena.
    Leggendo questo libro ho imparato che i bambini ciechi hanno capacità diverse dalle nostre ma altrettanto importanti.

    • 1
      Giuseppe Festa 5 days ago

      Ciao Icardi08, sono contento che il libro ti sia piaciuto nonostante il linguaggio un po’ difficile. Quando avevo la tua età leggevo molto, e anche io incontravo difficoltà con le parole nuove, ma ora posso dire che quelle letture mi hanno aiutato molto nell’arricchire parole e pensieri. Spero possa capitare anche a te, anzi ne sono certo 🙂 Giuseppe

  118. 1
    panda ( Castel Ivano ) 12 days ago

    Caro Giuseppe Festa,
    ho appena finito di leggere il tuo libro meraviglioso.
    La parte che mi è piaciuta di più è stata quando Lucio e la zia arrivano al rifugio incontrano Chiara e suo nonno.
    Ciao spero di leggere al più presto libri scritti da te.

  119. 1
    Lupetto25 ( Mezzolombardo ) 12 days ago

    Il libro mi è piaciuto molto perché quando i bracconieri rapiscono l’aquilotto fa stare col fiato sospeso .

  120. 1
    RaggioDiSole ( Castel Ivano ) 12 days ago

    Questo libro mi è piaciuto molto, anche se all’inizio l’ho trovato un po’ noioso.
    Le parti che mi sono piaciute di più sono: quando Lucio, Chiara, Tiziano e Bea partono per andare sul Picco del Diavolo, quando Lucio e Chiara ritornano su quella montagna per vedere la liberazione di Zefiro e l’ultimo capitolo.
    Tutto sommato il libro mi ha fatto vivere una bella esperienza!!!

  121. 1
    CONIGLIO ( Castel Ivano ) 13 days ago

    Caro Giuseppe,
    il tuo libro mi ha colpito molto. Hai descritto molto bene i luoghi e i personaggi.
    Perdere la vista non è da tutti.
    Mi è piaciuto come Lucio potesse riconoscere lo zucchero e i panini che non è da tutti i ciechi.
    Complimenti…
    Non vedo l’ora di leggere “Il passaggio dell’ orso” , “La luna è dei lupi” e “L’ ombra del Gattopardo”

    • 1
      Giuseppe Festa 5 days ago

      Ciao Coniglio, grazie mille, spero che ti possano piacere anche gli altri miei libri che hai citato. Buoni sentieri di lettura, Giuseppe

  122. 1
    bale ( Cembra Lisignago ) 13 days ago

    è un bel libro.
    mi ha colpito il libro perché è un bambino coraggioso anche se a la vista va in montagna

  123. 1
    gio19 ( Castel Ivano ) 13 days ago

    Ciao Giuseppe, il tuo libro mi è piaciuto perchè è una storia molto bella. Per esempio una delle cose che mi ha colpito di più è il fatto che Lucio anche se non vede può fare cose incredibili.
    Buona fortuna per il concorso!

  124. 1
    rey ( Moena ) 13 days ago

    Caro Giuseppe Festa il tuo libro l’ ho trovato molto interessante e lo consiglio ai bambini della mia età,bravo……….ciao

  125. 1
    bello leggere ( Riva del Garda ) 13 days ago

    non mi è piaciuto tanto il libro

  126. 1
    obk ( Baselga di Pinè ) 13 days ago

    Ciao Giuseppe Festa mi è piaciuto il tuo libro.Nel capitolo 6 la frase che dice:non c’erano segreti tra lui e la natura ,solo la bellezza ,e la bellezza era condivisione.Questa frase mi ha emozionata molto.Devo dirti una cosa,in realtà all’inizio non mi convinceva… però dopo ho cambiato idea.Ciao Giuseppe e complimenti.

    • 1
      Giuseppe Festa 5 days ago

      Ciao obi, sono molto contento di sapere che il libro ti ha conquistata piano piano. D’altronde spesso è così, anche nei rapporti umani: tra Lucio e Chiara, per esempio, all’inizio c’era imbarazzo e disagio, mentre poi… 😉 Un abbraccio, G

  127. 1
    PANNA ( Sen Jan di Fassa ) 13 days ago

    Il libro dal titolo : ” Cento passi per volare” mi è piaciuto molto. Mi sono meravigliata nel sapere che un bambino cieco possa avere dei sensi così sviluppati. Ho letto tutto il libro in un fiato, era molto coinvolgente e stuzzicava le mie curiosità poichè era molto misterioso, non sapevi mai che cosa poteva accadere nel capitolo successivo.

  128. 1
    debby ( Malè ) 14 days ago

    Ciao Giuseppe mi dispiace ma il tuo libro non mi è piaciuto molto perché non è il mio genere. Non mi è piaciuto anche perché ho fatto fatica a comprenderlo perché è scritto con parole un po’troppo difficili per me. Ciao

    • 1
      Giuseppe Festa 5 days ago

      Ciao Debby, sono certo che fra gli altri libri troverai quello che fa per te, sono tutti molto belli! G

  129. 1
    Sirana03 ( Cembra Lisignago ) 14 days ago

    Caro Giuseppe Festa,
    ho appena finito di leggere questo. Il libro è avventuroso, però, non mi è piaciuto perché ho provato tanta tristezza per l’aquilotto quando è stato catturato.

  130. 1
    Little Pink Shark ( Riva del Garda ) 14 days ago

    Questo libro insegna che anche persone con disabilità possono fare grandi cose.Mi ha colpita molto come Lucio riconosce gli uccelli solo ascoltandone il verso. Caspita che udito!!!

  131. 1
    SQUALINO ( Arco ) 14 days ago

    Ciao Guseppe il tuo libro mi ha fatto impazzire!
    Ora mi piacciono i libri sulla montagna.

  132. 1
    Bianca ( Mezzolombardo ) 14 days ago

    Il libro mi ha colpita perché Lucio anche se non avendo la vista riesce a capire e a fare cose per me impensabili.Sono convinta che non bisogna mai lasciare in disparte o prendere in giro le persone con questa o altre disabilità perché sono come noi.

    • 1
      Giuseppe Festa 13 days ago

      Ciao Bianca, sono d’accordissimo con te!!!!! Grazie e buoni sentieri, Giuseppe

  133. 1
    SimoneB ( Tione ) 14 days ago

    Ho appena finito di leggere il libro e mi è piaciuto tantissimo, soprattutto perché adoro la montagna.
    Mi è anche servito un sacco per conoscere nuovi termini.
    La storia mi è piaciuta perché era avventurosa, ma allo stesso tempo anche commovente.
    Spero che scriverai altre storie simili!

  134. 1
    Jasper ( Arco ) 14 days ago

    E’ bellissimo complimenti!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

  135. 1
    Mario Anti-Pro ( Lavarone ) 14 days ago

    Ciao Giusepppe,
    ho da poco iniziato a leggere il tuo libro e mi piace già tantissimo!
    Perchè è ambientato in montagna.
    Io abito in montagna e mi piace molto la natura con i suoi rumori, come quello dell’acqua che scorre o degli uccelli che cinguettano o il vento che muove le foglie facendo un fruscio, e tanti altri.
    Ciao!

    • 1
      Giuseppe Festa 13 days ago

      Ciao Mario Anti-Pro, grazie mille, spero che ti piaccia anche il resto del libro. Buoni sentieri sensoriali, allora 🙂 G

  136. 1
    Gattina ( Valle di Cavedine ) 14 days ago

    Ciao !
    Il tuo libro all’inizio non mi ha entusiasmato ma poi, continuando a leggerlo, mi è piaciuto!
    All’inizio vedendo la copertina mi sembrava un libro normale e non capivo il senso delle immagini ma alla fine mi è stato chiaro.
    Una cosa che mi è piaciuta nel testo è stata quella della grande volontà che avevano per salvare l’aquila!
    Questo libro mi è piaciuto.

    • 1
      Giuseppe Festa 13 days ago

      Ciao Gattina, allora hai fatto come Lucio: non hai gettato la spugna alle prime difficoltà… bravissima, sono orgoglioso di te! Giuseppe

  137. 1
    Cavalli07 ( Predazzo ) 14 days ago

    bellissimo!!!! bravissimo giuseppe festa ho letto il tuo libro è stupendo

  138. 1
    ClaraT ( Folgaria ) 14 days ago

    Buongiorno Giuseppe,
    il tuo libro mi è piaciuto molto perché racconta una storia che non mi è mai capitato di leggere.
    E’ molto originale l’idea di raccontare le emozioni e le avventure di un bambino che non vede ma che riesce a cavarsela da solo e a fare tutte le cose che riescono a fare gli altri bambini. Mi è piaciuto il fatto che un bambino che non vede possa essere ancora più bravo e coraggioso di un bambino senza problemi.
    Mi ha colpita la storia di amicizia con Chiara che grazie a Lucio è riuscita a superare la sua timidezza, così come Lucio è riuscito a imparare a provare a chiedere aiuto.
    Molto bella la fine nella quale Lucio trova la sua libertà grazie all’aiuto del cane Astro.
    l’unica cosa che non mi è piaciuta è la figura dei bracconieri, spero che nella realtà possano fare la stessa fine che fanno nel tuo libro e che la natura sia al sicuro.
    Spero che tu continui a scrivere dei libri così belli.
    Ciao, Clara

  139. 1
    Mattia ( Mezzolombardo ) 14 days ago

    Buongiorno signor Giuseppe Festa
    il libro mi è piaciuto molto perché le Dolomiti mi ricordano le gite fatte con la mia famiglia.
    La tranquillità che sento ogni volta che vado in montagna, l’ho percepita quando leggevo il suo libro.
    Ciao

    • 1
      Giuseppe Festa 13 days ago

      Ciao Mattia, sono felice che il libro ti abbia ricordato dei bei momenti trascorsi in montagna con la tua famiglia. Abbi cura di questi ricordi e saranno con te per sempre. Anche io conservo il ricordo di una gita fatta moltissimi anni fa col mio papà fra i boschi di Moena. Quando ci penso mi emoziono sempre e mi sento felice. Buoni sentieri, Giuseppe

  140. 1
    Paperella015 ( Mezzocorona ) 14 days ago

    Caro Giuseppe Festa, il tuo libro mi è piaciuto molto. In questa storia mi ha molto impressionato il carattere molto vivace di Lucio. Per lui la cecità non era un problema, anche io sarei così ostinato nel fare tutto da solo. Il libro é avventuroso e ricco di descrizioni e quando l’ho letto mi sono immerso nel racconto insieme a Lucio e a Bea. Neanche un piccolo dettaglio era trascurato. Spero che tu vinca “Sceglilibro” in bocca al lupo. Ciao da Paperella 015.

  141. 1
    misterantenucci ( Castel Ivano ) 14 days ago

    É un libro molto bello e appassionante, un capolavoro👏👏✋👍📚

  142. 1
    unicorno 07 ( Arco ) 14 days ago

    il libro mi è piaciuto un sacco spero che ne farai altri così e ti auguro di vincere

  143. 1
    melaciao ( Riva del Garda ) 14 days ago

    Ciao Giuseppe il tuo libro mi è piaciuto molto perchè anche se Lucio è cieco è grazie al suo udito che riescono a salvare l’aquilotto.

  144. 1
    iuventino ( Castel Ivano ) 15 days ago

    Questo libro mi è piaciuto molto perché mi ha fatto capire che si possono vivere bellissime esperienze nonostante la disabilità. Ringrazio lo scrittore Giuseppe per aver affrontato questo argomento così delicato.

    • 1
      Giuseppe Festa 13 days ago

      Grazie inventino, e grazie a anche a tutti i ragazzi e alle ragazze che hanno scritto commenti a cui non ho fatto in tempo a rispondere (ma li ho letti tutti, giuro!). Un abbraccio e buoni sentieri, Giuseppe

  145. 1
    SQUALINO ( Arco ) 15 days ago

    Guseppe il tuo libro mi è piaciuto tantissimo e mi ha sorpreso che un non vedente fa cose di un vedente,il personaggio che mi è piaciuto di più è stato Tiziano che è riuscito a salvare il piccolo Zefiro.

  146. 1
    saxlover ( Riva del Garda ) 15 days ago

    Ciao, mi ha stupito molto il modo in cui Lucio riusciva a districarsi davanti agli ostacoli della vita essendo lui non vedente, il fatto che riusciva a distinguere usando solo il tatto lo zucchero di canna da quello normale, oppure grazie all’udito riusciva a giocare a tennis, è davvero straordinario e mi ha fatto riflettere su questa problematica, non avendo mai in vita mia conosciuto bambini del genere. I nostri cinque sensi sono indispensabili!!!! Quando uno viene meno gli altri ci aiutano a non farci sentire diversi.

  147. 1
    micio bello ( Moena ) 15 days ago

    I primi capitoli mi sembravano molto noiosi, ma a metà libro i capitoli sono diventati bellissimi. Mi è piaciuto soprattutto l’ ultimo capitolo, quando Lucio immagina di volare con Zefiro. Il mio personaggio preferito è Chiara, perché è riuscita a combattere la sua timidezza. Adoro questo libro!!!

  148. 1
    alessandro ( Riva del Garda ) 15 days ago

    a me ha colpito una frase. c’era una parolaccia è per quello che la ho scelta,perche ormai il linguaggio tra noi giovani è pieno di parolacce
    tipo su 20 parole 2 sono parolaccie

  149. 1
    ginger ( Peio ) 15 days ago

    Ciao Giuseppe, il tuo libro mi è piaciuto tantissimo. La storia di Lucio è emozionante, mi hai fatto capire che un bambino cieco può fare tutto quello che fanno le persone vedenti, senza fermarsi davanti agli ostacoli. Mi è piaciuto anche quando hai scritto dei bracconieri e sono contenta che i forestali li hanno colti in flagrante.
    Stai scrivendo un altro libro?? Ciao da Ginger!!!

    • 1
      Giuseppe Festa 13 days ago

      Ciao Ginger, sì, nei prossimi mesi usciranno due racconti: uno si chiama Hiro delle Scimmie ed è ambientato in Congo, mentre l’altro è un racconto comico con questo titolo: Incontri Ravvicinati del Terzo Topo… e devo ammettere che mi sono divertito un sacco a scriverlo 🙂 Spero li leggerai, Giuseppe

  150. 1
    happy ( Telve ) 15 days ago

    Questo libro mi è piaciuto molto, mi è rimasto in mente il bambino Lucio che da piccolo ha perso la vista però lui ricorda ancora i colori e le cose avvolte nel buio.

  151. 1
    farmer19 ( Lavis ) 15 days ago

    Buongiorno sig.Festa
    ho scelto il suo libro soprattutto perché adoro gli animali e la natura ed in particolare i rapaci e la selvaggina.
    Da grande infatti vorrei tanto diventare guardiaboschi .
    Leggendolo mi sembrava quasi di essere insieme a Lucio sulla montagna….e di volare insieme alle aquile.
    Mi è piaciuto davvero tanto!!!!

    • 1
      Giuseppe Festa 13 days ago

      Ciao Farmer19, non posso che farti un grandissimo augurio per il tuo futuro da guardaboschi, spero che il tuo sogno o si realizzi! Buoni sentieri e grazie, Giuseppe

  152. 1
    LP9 ( Arco ) 15 days ago

    Spero che vinca

    • 1
      Giuseppe Festa 13 days ago

      Grazie LP9, incrocio dita di mani e piedi, anche se devo ammettere che gli altri libri sono tutti molto belli e meritano la vittoria! G

  153. 1
    LP9 ( Arco ) 15 days ago

    Ciao sono LP9
    A me mi ha colpita la frase “Astro, di traverso ai suoi piedi, guardava prima Lucio e poi Bea con aria interrogativa. Perche appena lo letto mi sono svegliato con la mente e mi sembrava di essere lì con Lucio e Bea. Ciao

  154. 1
    SC16 ( Arco ) 15 days ago

    Ciao Giuseppe Festa, il tuo libro mi è piaciuto molto perchè era descritto bene e i capitoli non erano nè troppo lunghi nè troppo corti. Però ci sono state due cose che non mi sono piaciute. Una è che Lucio al posto di chiamarlo cieco avresti potuto chiamarlo non vedente e l’ altra è che secondo me ci stava bene anche qualche figura del paesaggio.😉

    • 1
      Giuseppe Festa 13 days ago

      Ciao SC16, ti spiego: è stata proprio una persona non vedente a dirmi che non c’è niente di male a usare il termine cieco, e che in genere non è percepito come negativo da chi non vede. Non so se questo sia valido per tutte le persone cieche, però mi ha convinto a usarlo senza farmi troppi problemi. Grazie per le tue parole, Giuseppe

  155. STORM ( Mezzolombardo ) 16 days ago

    Ciao Giuseppe,
    ho appena finito il tuo fantastico libro, l’ho trovato molto avvincente e avventuroso.
    Mi ha colpito molto il modo in cui descrivi il mondo dei non vedenti, mondo che io non conosco, perchè non ho mai incontrato una persona cieca, però grazie a te, mi piacerebbe conoscere un ragazzo come Lucio e sono sicuro che stringerei una bella amicizia.
    In fondo al libro ho trovato la trama di altre tue creazioni, mi piacerebbe leggere: “La luna è dei lupi”.
    Un caro saluto da Storm

    • 1
      Giuseppe Festa 13 days ago

      Grazie Storm, quello che scrivi mi emoziona: è bellissimo che alla fine del libro tu abbia avuto il desiderio di conoscere un ragazzo non vedente per poter stringere un’amicizia. Spero che ti piaccia anche La luna è dei lupi 🙂 Ti auguro buoni sentieri e ti ringrazio ancora, Giuseppe

  156. 1
    purple1 ( Baselga di Pinè ) 16 days ago

    ciao Giuseppe Festa, il tuo magnifico libro mi ha fatto immergere in un viaggio tra le Dolomiti dove tante avventure mi hanno spinto ad andare sempre più avanti con la lettura. La descrizione dell’ambiente mi ha fatto vivere ogni odore e suono che il bosco trasmetteva a Lucio. La cecità ti priva l’uso della vista ma ti dota di una sensibilità per gli altri sensi che ti fa vivere una vita molto intensa. Noi vedenti spesso non sfruttiamo i sensi come l’olfatto , l’udito, il tatto, il gusto ma in realtà sono come tanti occhi. Lucio infatti è per noi un esempio da seguire!!!.
    Tanti saluti Purple1

    • 1
      Giuseppe Festa 13 days ago

      Ciao Purple, grazie infinite per il tuo bel commento! A Trento!!! Giuseppe

  157. 1
    Bill la piramide ( Arco ) 16 days ago

    Molto bello e fa capire molte cose, tipo che non dobbiamo sottovalutare i bambini disabili

  158. 1
    Johnny_19 ( Altopiano della Vigolana ) 16 days ago

    Bello

  159. 1
    puma88 ( Arcivescovile ) 16 days ago

    Questo libro è molto emozionante perché parla di un ragazzo cieco, che con l’aiuto della zia e di un cane, riesce ad avere una seconda vita.
    Grazie al cane Astro, Lucio è riuscito a farsi nuovi amici e nuove esperienze.
    La storia di Lucio ci insegna che anche le persone con disabilità possono con tenacia e coraggio arrivare a vivere una vita migliore.

  160. 1
    La tua nemesi ( Riva del Garda ) 16 days ago

    Caro Giuseppe il tuo libro mi è piaciuto moltissimo. È stato comico al punto giusto e mi ha fatto riflettere molto, spera che tu vinca

  161. 1
    Icardi09 ( Tione ) 16 days ago

    Caro Giuseppe Festa , questo libro è stato bellissimo ed era pieno di illustrazioni belle.
    Sei stato bravissimo ti faccio i miei complimenti!!!

  162. 1
    Lupetta ( Salorno ) 16 days ago

    Ciao Giuseppe
    Il tuo libro mi ha affascinato.Ho scelto questo libro per primo perché anche a me piace tanto la natura e soprattutto gli animali.
    Mi è piaciuto molto il legame tra Lucio e l’ aquila .Non avrei mai pensato che un ragazzo cieco potesse superare così tanti ostacoli.
    Quando hai raccontato che nel sogno della zia di Lucio ;Lucio si buttasse nel dirupo mi è venuto un colpo perché pensavo che si fosse buttato realmente.Mi sembrava di vivere nella storia al posto di Lucio.

  163. 1
    Ragu31 ( Taio ) 17 days ago

    caro Giuseppe, il tuo libro mi è piaciuto molto. Insegna a rispettare la natura e che le persone che non vedono non sono per forza disabili o poco capaci.”l’essenziale è invisibile agli occhi” ( Antonie de Saint-Exupéry il Piccolo Principe)

    • 1
      Giuseppe Festa 13 days ago

      Grazie Ragu31, soprattutto per la citazione. E pensa che coincidenza: il ragazzo reale che ha ispirato Lucio, di cognome si chiama proprio Principe. Non può essere un caso, vero? ;-)))

  164. 1
    Rudi2008 ( Mezzocorona ) 17 days ago

    Caro Giuseppe Festa,il tuo libro mi è piaciuto molto perchè anche a me piacciono molto la montagna e gli uccelli, in particolare le aquile.Però ho da dirti due critiche…la prima è che secondo me ci sono delle parole\frasi che sono diffcili da capire, la seconda è che ci avrei messo delle immagini

    • 1
      Giuseppe Festa 13 days ago

      Ciao Rudi2008, grazie per la mail. Per le parole difficili, mi dispiace… anche se penso che un libro serva anche per arricchire il nostro linguaggio, il ché ci aiuta a parlare e a pensare meglio. Per le immagini, non le ho volute mettere perché l’idea era proprio quella di non usare descrizioni legate alla vista. Un’immagine sarebbe andata contro questa mia idea iniziale, capisci? Un caro saluto e buoni sentieri, Giuseppe

  165. 1
    Emma ( Arco ) 17 days ago

    ciao mi è piaciuto molto leggere questo libro perché è basato sulla amicizia di due ragazzi di cui uno è cieco, dove lui usando gli altri sensi riesce a percepire quello che gli circonda.

  166. 1
    civetta ( Riva del Garda ) 17 days ago

    Il libro è stato molto bello. Mi ha fatto provare nuove emozioni che non avevo mai provato.:) 🙂

  167. 1
    shiny ( Arco ) 17 days ago

    E’ un libro che mi è molto piaciuto soprattutto perché il protagonista è un bambino cieco e questo aggiunge ancora più sensibilità e dolcezza ad una storia già bella.

  168. 1
    cri ( Malè ) 17 days ago

    Il libro mi piace molto perchè parla della natura che a me piace molto e della passione di questo ragazzo per la montagna anche se sfortunatamente è cieco ma lui si diverte ascoltando i bellissimi rumori dell’ incantevole bosco

  169. 1
    Rocky007 ( Castel Ivano ) 17 days ago

    Bel libro, pieno di emozioni. Complimenti😉

  170. 1
    SOFIPOP4 ( Mezzocorona ) 17 days ago

    Caro scrittore, il libro mi è piaciuto perché è emozionante. Sopratutto la parte in cui è arrivato Astro. Con questo cane,Lucio ha avuto una seconda opportunità dalla vita perché grazie a lui e’ uscito dalla solitudine ed è riuscito a farsi tanti amici. Astro è stato un vero amico per Lucio perché lo ha aiutato nei momenti piu’ difficili.

  171. 1
    Pinkbook ( Riva del Garda ) 17 days ago

    Ciao Giuseppe , io non ho percepito il messaggio che tu e la tua storia volevate dare.
    Io spero tanto che con questo mio commento tu possa trovare l’ ispirazione e la voglia di fare e scrivere altri libri fantastici come sempre . Ti voglio un’ enciclopedia di bene, pink book. 😚

    • 1
      Giuseppe Festa 13 days ago

      Ciao Pinkbook, ti ringrazio per il tuo commento, anche se il libro non ti ha comunicato quello che mi ero riproposto. Hai fatto bene a scrivermi i tuoi pensieri, le critiche fanno sempre bene e ci spingono a dubitare e a metterci in discussione, per cercare di migliorare. E poi, se alla fine mi dici che mi vuoi un’enciclopedia di bene, allora non posso che sorridere felice 🙂

  172. 1
    Cnit cinta ( Mezzolombardo ) 17 days ago

    Caro Giuseppe Festa
    Il libro mi è piaciuto molto perché a me piace moltissimo la montagna

  173. 1
    arcobaleno ( Dimaro Folgarida ) 18 days ago

    Buongiorno Giuseppe Festa questo libro mi ha colpito molto sul fatto che ci sia un bambino cieco nella storia,e, se chiudevo gli occhi riuscivo ad immaginare tutto quello che accadeva. Ma il racconto è basato su una storia vera?

    • 1
      Giuseppe Festa 13 days ago

      Ciao Arcobaleno, grazie mille. Nei ringraziamenti del libro trovi i riferimenti a Sandro, il ragazzo a cui è ispirato il personaggio di Lucio. La storia è inventata, ma il personaggio di Lucio assomiglia moltissimo a Sandro. Inoltre sono veri i riferimenti ai bracconieri rocciatori, che purtroppo esistono davvero, come puoi vedere in questo filmato che ho realizzato qualche tempo fa: https://www.youtube.com/watch?v=1l52NZZKw9M

  174. 1
    jacbomber ( Riva del Garda ) 19 days ago

    il libro mi è piaciuto moltissimo e soprattutto il comportamento di Lucio.
    Spero che il concorso ti vada bene, grazie per la lettura che mi hai regalato anche se io di mio non leggo molto.Ti auguro un felice anno nuovo!!!

  175. 1
    RAPTOR 08 ( Sen Jan di Fassa ) 19 days ago

    Caro Giuseppe Festa
    Il libro mi è piaciuto molto io riuscivo a sentire l’essenza della foresta .

  176. 1
    Nata per vivere ( Arco ) 19 days ago

    Ciao il tou libro è stato molto bello e mi affascina che Lucio pur essendo cieco non si arrede…

  177. 1
    Kat2007 ( Riva del Garda ) 19 days ago

    il libro è molto bello anche perchè a me piace la montagna, gli animali e la natura.

  178. 1
    Nyke2018 ( Lavis ) 19 days ago

    caro Giuseppe Festa,
    io ho letto La Luna è dei Lupi e mi è piaciuto molto anche se dovevo chiedere un sacco di parole ai miei perchè c’erano parole che non avevo mai sentito.
    due settimane fa ho preso cento passi per Volare è stupendo all’inizio non mi pareva un granchè ma dopo il primo capitolo mi sono innamorata di questo libro, sicuramente da grande lo rileggerò.Non so come sono gli altri libri però vorrei che il tuo vincesse!!!!!

    • 1
      Giuseppe Festa 13 days ago

      Ciao Nyke, ti ringrazio molto per le tue belle e generose parole. So che spesso uso termini un po’ difficili, ma sono sicuro che questo sia importante: arricchire il proprio linguaggio ci aiuta a parlare e a pensare meglio. Anche io, grazie ai libri, imparo molte parole nuove anche oggi che ho 46 anni, e ad ogni termine che imparo provo piacere, sorpresa e soddisfazione.

  179. 1
    palla2008 ( Arco ) 20 days ago

    Signor Festa il suo libro mi ha commosso:perché mentre leggevo mi sembrava d’essere lì.
    Mi piace molto la natura.

    • 1
      Giuseppe Festa 13 days ago

      Cara Palla2008, sono felice che tu ti sia immedesimata nei personaggi e ti sia ritrovata nella storia 🙂 Buoni sentieri, Giuseppe

  180. 1
    puffy ( Moena ) 20 days ago

    Non mi piace il fatto che all’inizio dei capitoli si parla di fatti e di personaggi sconosciuti o non specificati.
    Però il libro è bello e affascinante!

  181. 1
    Nocciolino ( Peio ) 21 days ago

    Ciao Giuseppe! Il tuo libro è stupendo con molte descrizioni profonde e accurate. Trama interessante. Bello impersonificare delle aquile che normalmente noi non sappiamo come è la loro storia giornaliera…. La passione di un bambino ceco per la montagna e per la fiducia di una zia. La non possibilità di vedere è una cosa molto brutta ma lui stesso si sente come un bambino vedente e pure si sentiva libero di andare per il sentiero. Molto bravo a descrivere flora e fauna di una montagna e di pensare il rapporto fra un ragazzo e un aquila.

  182. 1
    MinoMino ( Roncegno ) 21 days ago

    Questo libro non mi è piaciuto perchè mi ha confuso,non riuscivo a capire il significato della storia e c’erano troppi personaggi da ricordare.

  183. 1
    Bina2017 ( Predazzo ) 21 days ago

    Bellissimo!!!! 😄😄

  184. 1
    bella ( Riva del Garda ) 21 days ago

    buongiorno giuseppe,questo libro e bellissimo,ma perché ai messo così tante parolacce?

    • 1
      La tua nemesi ( Riva del Garda ) 16 days ago

      Hai si scrive con l’H

    • 1
      Giuseppe Festa 13 days ago

      Ciao Bella… orsù, suvvia!!! Non sono tante! Una? Due al massimo. In quel momento ci volevano 😉 Un caro saluto, ci vediamo a Trento (prometto che alla festa finale non dirò nemmeno una parolaccia… nemmeno “sciocco” o “stupidino” :-))))))

  185. 1
    LPN ( Cles ) 21 days ago

    Gentile Giuseppe Festa,
    il libro mi è piaciuto tantissimo!
    Sei il mio autore preferito: ho già letto “La luna è dei lupi” e “L’ombra del gattopardo” e non vedo l’ora di leggere “Il passaggio dell’orso”. Mi piace come, nei tuoi libri, descrivi gli animali e il mondo come lo vedono loro. Sono socio WWF e credo che gli animali siano importanti e da rispettare; amo la natura, le passeggiate in montagna e l’arrampicata e suono il violino.
    Di questo libro mi è piaciuto come sono descritti Peccio e Gracco: sia i loro nomi, sia il loro comportamento ci fanno ridere, ma anche rabbrividire.
    Un altro aspetto speciale del racconto è come Lucio percepisca delle cose che altri bambini non riescono a sentire. Mi stupisce come lui riesca ad utilizzare l’udito, l’olfatto ed il tatto.
    Infine mi piace la passione con cui i ragazzi si danno da fare per salvare gli aquilotti in pericolo.

    Un caro saluto e tanti auguri di buon anno!
    LPN

    • 1
      Giuseppe Festa 13 days ago

      Ciao LPN, ti ringrazio tantissimo per le tue parole e sono molto felice di sapere che sei un socio del WWF, associazione che appoggio anche io da molto tempo e con la quale ho avuto l’onore di collaborare. Grazie anche per aver letto gli altri miei libri, spero che un giorno vorrai fare anche tu il volontario al Parco d’Abruzzo come i protagonisti dell’Ombra del gattopardo e del Passaggio dell’orso. Hai ragione, Peccio e Gracco a volte fanno ridere e qualcuno mi ha criticato per questo, dicendomi che avrei dovuto farli più spregevoli e cattivi (tipo Orante Della Morte ne Il passaggio dell’orso). In realtà l’ho fatto apposta, sai perché? Perché a volte il “cattivo” dei film o dei libri può anche esercitare un certo fascino, il fascino del male… mentre invece io desideravo che nessuno si sentisse “affascinato” da Peccio e Gracco, ecco perché li ho descritti così, come due tipi un po’ “sfigatelli” (mi perdoni la parolaccia?). Buoni sentieri e grazie ancora, Giuseppe

  186. 1
    4 per sempre ( Arco ) 22 days ago

    Ciao, il tuo libro è spettacolare e mi è piaciuto un mondo 😀😘

  187. STORM ( Mezzolombardo ) 22 days ago

    Ciao Giuseppe, sono arrivato a metà del tuo libro e devo ammettere che è veramente bello!
    Sai a me non piacciono molto i libri che descrivono la natura, ma tu lo hai fatto in modo speciale raccontando la storia di Lucio, Chiara, Bea, Tiziano ed i componenti della famiglia di aquile … e come dimenticare i bracconieri Peccio e Gracco.
    Insomma hai fatto un ottimo lavoro che mi ha incuriosito ed alimentato pagina dopo pagina la mia voglia di leggere.
    Ti scriverò presto, per farti sapere come prosegue la mia lettura.
    Ciao da Storm.

  188. 1
    lupetta08 ( Malè ) 22 days ago

    Ciao carissimo Giuseppe, all’inizio non mi piaceva tantissimo ma poi mi sono immersa nel libro e ho provato sensazioni meravigliose complimenti per il libro bellissimo che hai scritto 🙂

  189. 1
    booklovers ( Lavis ) 22 days ago

    Ciao Giuseppe,
    ho letto il tuo libro tutto d’un fiato, volevo assolutamente sapere cosa succedeva a Zefiro!
    E’ stato molto avvincente!

  190. 1
    Panda06 ( San Michele all’Adige ) 22 days ago

    Ciao Giuseppe Festa,
    del tuo libro mi sono piaciute molto le descrizioni.
    Ho letto anche “La luna e’ dei lupi”.
    Ciao, complimenti e … in bocca al lupo!

  191. 1
    Giulinda SILVER 23 days ago

    Un romanzo davvero penetrante e ricco di spunti di riflessione e soprattutto lo trovo scritto con il cuore. Bella la figura di Chiara che riesce a trovare un’intesa con Lucio.

  192. 1
    Fantozzisuperchips ( Dimaro Folgarida ) 23 days ago

    Ciao,il tuo libro mi è piaciuto molto perché spiega bene come è brutto essere ciechi e la forza di volontà che ci vuole nel fare le cose..complimenti..thom zap..

  193. 1
    ranocchia.oo7 ( Riva del Garda ) 23 days ago

    Ciao, questo libro mi ha insegnato che una persona con disabilità (e non) può raggiungere ogni meta se crede in se stesso e nel’aiuto dei suoi amici umani e amici animali.
    Grazie Giuseppe per avermi regalato una storia bellissima.

  194. 1
    puffy ( Moena ) 23 days ago

    Il libro inizialmente mi è sembrato molto interessante, soprattutto per il fatto che Lucio, pur essendo cieco riesce a orientarsi e trova dei metodi alternativi per svolgere le azioni della vita quotidiana che per noi sono scontate ma per lui impossibili o difficilmente fattibili. non mi piace molto invece, Tiziano perché è molto diffidente nei confronti di Lucio. Nei primi capitoli ci sono alcune parole volgari.
    Il libro è molto bello, complimenti Giuseppe!

    • 1
      Giuseppe Festa 13 days ago

      Ciao Puffy, grazie. Ho fatto sì che Tiziano all’inizio fosse diffidente proprio per rappresentare quello che pensa la maggior parte di gente a riguardo dei non vedenti. Poi Tiziano si ricrede, ed è proprio quello che succede a tutti dopo che hanno visto in azione un non vedente nella sua quotidianità. Buoni sentieri, G

  195. 1
    Joker ( Tione ) 24 days ago

    Ciao Giuseppe Festa mi è piaciuto molto leggere il tuo libro perché mi coinvolgeva e mi chiedo il motivo per cui hai deciso di scegliere le Alpi come luogo della narrazione.
    Grazie

    • 1
      Giuseppe Festa 13 days ago

      Ciao Joker, amo molto le Alpi, in particolare le Dolomiti, dove andavo in campeggio con i miei genitori quando ero un bambino. Quei monti e quelle montagne mi sono rimasti nel cuore, G

  196. 1
    Chiara 019 ( Vezzano ) 24 days ago

    ciao Giuseppe il tuo libro mi piace molto anzi troppo però che strani nomi che hai usato per Peccio e Graccio però molto fantasiosi bravo complimenti

  197. 1
    ARIA ( Mezzocorona ) 25 days ago

    Bellissimo!

  198. 1
    Lollo08 ( Cavalese ) 26 days ago

    Ciao carissimo Giuseppe volevo augurarti un felice Natale e un sereno anno nuovo!!!

  199. 1
    Cocco Bello Lu 7 ( Arco ) 26 days ago

    Il tuo libro mi sta piacendo MOLTISSIMO Giuseppe .
    Anche se devo ancora finirlo mi entusiasma molto.

  200. 1
    unicrn cry ( Pinzolo ) 27 days ago

    mi piace molto il libro perche mi ha affascinato la scelta di Giuseppe Festa di raccontare la storia di un bambino non vedente

  201. 1
    lettore ( Lavis ) 27 days ago

    mi è piaciuto molto il tuo libro

  202. 1
    ARIA ( Mezzocorona ) 27 days ago

    Ho già letto Oh Harriet, ma non mi ha mai fatto sorridere. Invece CENTO PASSI PER VOLARE mi fa sorridere e a volte ridere. Per ora è il libro più bello, anche se non l’ho ancora finito!

  203. 1
    Picciqu ( Riva del Garda ) 27 days ago

    A me piace molto il libro, però c’erano delle parole che facevo fatica a leggere e capire allora chiedo se puoi mettere alla fine del libro le traduzioni.
    Grazie 😁

    • 1
      Giuseppe Festa 13 days ago

      Ciao Picciqu. Traduzioni? Intendi un glossario dove ci siano i significati dei termini più difficili? Ci penserò, ma forse sarebbe più facile se, quando trovi un termine che non comprendi, tu lo cerchi sul dizionario. Leggere serve anche a questo, apprendere cose nuove e arricchire il nostro linguaggio. Io imparo parole nuove molto spesso, leggendo. Un caro saluto, G

  204. 1
    clarenz6 ( Predazzo ) 28 days ago

    La storia di Lucio mi ha colpito molto. E’ un bambino cieco quindi sviluppa gli altri sensi e vede il mondo in modo diverso. E’ ambientato nelle Dolomiti, le mie amate montagne. questo racconto mi ha fatto capire che non bisogna mai arrendersi e di amare la natura che ci circonda. Vorrei provare ad essere un po’ come Lucio: andare in montagna , chiudere gli occhi e annusare i profumi e gli odori , toccare muschio , piante e sassi , e ascoltare i rumori che mi circondano , come il vento , l’acqua , animali , aria… Sono sicura che mi potrei ritrovare in un mondo nuovo , pieno di fascino e riscoprire sensazioni mai provate. Grazie Lucio , d’ora in poi cercherò di apprezzare di più quello che ho , di vedere anche con il cuore. E’ bello imparare qualcosa da chi è più sfortunato di te!

    • 1
      Giuseppe Festa 13 days ago

      Grazie mille Clarenz6, ciò che hai scritto è molto bello e sono sicuro che Lucio lo apprezzerebbe tantissimo! Una delle più belle recensioni, finora. Buoni sentieri, Giuseppe

  205. 1
    carota ( Riva del Garda ) 28 days ago

    Ciao Giuseppe, mi è piaciuto il tuo libro, hai saputo raccontare che i 5 sensi sono un regalo della vita e bisogna apprezzarli tutti e 5

  206. 1
    Cavallo07 ( Arco ) 28 days ago

    BUON GIORNO GIUSEPPE FESTA VOLEVO SAPERE SE TI PIACEVA QUELLO CHE TI HO MANDATO?
    ☺☻ mi e piaciuto moltissimo il tuo libro.
    BUONA GIORNATA !!.

  207. 1
    Sally5 ( Lavis ) 29 days ago

    Caro Giuseppe, hai scritto un libro veramente stupendo 👍, spero che tu mi risponda perché ci terrei molto a parlarti, Buon Natale a te e alla tua famiglia 😍

    • 1
      Giuseppe Festa 13 days ago

      Ciao Sally5, con un po’ di ritardo ti auguro anche io Buon Natale 🙂 Grazie per le tue belle parole, ci vediamo a Trento! G

  208. 1
    Nata per vivere ( Arco ) 29 days ago

    E ho letto il tuo libro ” La luna è dei lupi” mi sono commossa e ora lo sto rileggendo direi che sono una persona a cui non piace leggere invece i tuoi libri che ho letto finora sono molto belli e mi stanno appassionando

    • 1
      Giuseppe Festa 13 days ago

      Ciao Nata per vivere… spero che diventerai presto Nata per leggere 😉 o forse lo stai già diventando? Un caro abbraccio e grazie per le tue bellissime parole, G

  209. 1
    Nata per vivere ( Arco ) 29 days ago

    Non l’ho ancora finito ma per ora è molto bello

  210. 1
    Eli Hermione ( Cavalese ) 29 days ago

    Caro Giuseppe Festa,
    Oggi ho ricevuto dalla biblioteca il tuo libro,lo ho letto tutto d’ un fiato e lo ho appena finito,questo è il libro più bello che io abbia mai letto,mi ha trasmesso molte emozioni e devo dire che sei davvero un bravissimo scrittore 👍

  211. 1
    Ma_n_u3l ( Mezzolombardo ) 29 days ago

    Ciao Giuseppe, mi è piaciuto un botto il tuo libro. Giuro che se farai la continuazione la leggerò subito😄😄

  212. 1
    verita ( Lavarone ) 29 days ago

    Ciao Giuseppe mi è piaciuta molto la storia di Lucio e le descrizioni non usando colori ma descrizioni sensoriali.

  213. 1
    noob123 ( Lavarone ) 29 days ago

    il tuo bellissimo libro mi ha fatto emozionare molto.Saluti da Noob123!!!!!!! 🙂 🙂

  214. 1
    Isacchiria ( Cavalese ) 29 days ago

    Giuseppe Festa per me i tuoi libri sono i più belli e ho quasi finito il tuo libro.Sei un autore bravo.

  215. 1
    Ludo08 ( Cles ) 20/12/2018

    Mi è piaciuto molto il tuo libro perché Lucio è sì cieco ma è molto intelligente e sa fare un sacco di cose, quasi come un bambino “normale”! E non si scoraggia mai! Ha una forza incredibile!

  216. 1
    Io Danza ( Lavis ) 20/12/2018

    Caro Giuseppe, mi è piaciuto molto il tuo libro (anche se c’era una parolaccia!), mi sono piaciuti anche i due messaggi che c’erano dentro: la cecità e il bracconaggio.
    Per me sono due pollici in su per ognuno dei due messaggi.
    Mi è piaciuta anche la storia di per sé, bravo davvero bravo non so cosa dire o meglio scrivere, l’unica cosa da scrivere è bravo 🙂
    Da Io Danza

    • 1
      Giuseppe Festa 13 days ago

      Ciao Io Danza, anche io non posso che alzare il mio pollice leggendo il tuo commento 🙂 Grazie mille, G

  217. 1
    Anguilla ( Riva del Garda ) 20/12/2018

    Ciao Giuseppe, il tuo libro non mi è piaciuto tanto perché non riuscivo a seguire la storia perché i discorsi delle persone continuavano a cambiare; un po’ parlavano i bracconieri e un po’ Lucio e i suoi amici. Non mi è piaciuto anche che hai messo tante descrizioni che per me rendono il racconto più pesante. Nonostante tutto la parte in cui Lucio si tiene alla sciarpa di Bea per farsi strada mi è piaciuta molto.

    • 1
      Giuseppe Festa 13 days ago

      Grazie ugualmente, Anguilla. Anche le critiche sono molto utili e lue accetto sempre volentieri. Buoni sentieri, G

  218. 1
    Lince2007 ( Borgo Valsugana ) 20/12/2018

    Veramente molto molto bello ed emozionante. Purtroppo il bambino ha perso la vista ma fortunatamente riesce a gestire le cose e è stata molto bella la fine…non dico niente non voglio fare spoiler agli altri ma veramente molto molto bello e ti fa anche avere molte emozioni mentre lo leggi.
    Grazie di questo magnifico libro Giuseppe Festa😘

    • 1
      Giuseppe Festa 13 days ago

      Grazie Lince… il tuo nick mi sta molto simpatico 🙂 Amo i felini 😉 G

  219. 1
    giambaldo ( Lavis ) 20/12/2018

    Questo libro è molto bello perché parla di un volatile e per me è bello perché questo é un libro che si svolge in una montagna

  220. 1
    benjamina ( Tione ) 20/12/2018

    Mi è piaciuto molto questo libro, soprattutto il racconto e la descrizione dei personaggi.
    Il mio personaggio preferito è stata la zia Bea.😊😊😍

  221. 1
    Ma_n_u3l ( Mezzolombardo ) 20/12/2018

    Ciao Giuseppe😊😊,mi èpiaciuto un botto questo libro, ma la cosa che mi chiedo ogni giorno è: come ti è venuto in mente questo super racconto? Giuro che se farai la continuazione la leggerò subito,vai avanti così GIUSEPPE !!!

    • 1
      Giuseppe Festa 13 days ago

      Grazie, non so se farò una continuazione (non mi piacciono tantissimo prequel e sequel) ma ti posso dire come mi è venuta in mente questa storia: l’ho inventata di sana pianta 😉 Ma attenzione, il ragazzo a cui è ispirato Lucio è verissimo, si chiama Sandro e mi ha ispirato molto nel tratteggiare il carattere e il temperamento di Lucio. Buoni sentieri, G

  222. 1
    Icardi ( Baselga di Pinè ) 20/12/2018

    Caro Giuseppe Festa, ho letto il tuo libro e devo dire che è bello, anzi molto bello. Ti fa riflettere su tante cose, per esempio che anche chi è cieco si può divertire e avere delle passioni. In un modo diverso, ma si può. Lucio è un ragazzino che vuole affrontare le cose da solo, o meglio con l’aiuto di un cane Labrador specializzato nell’aiutare le persone cieche. Il suo rapporto con la natura è molto profondo, un rapporto magico, che mi fa emozionare.
    Grazie per questa bella lettura, leggerò anche gli altri tuoi libri.

    • 1
      Giuseppe Festa 13 days ago

      Grazie Icardi, ho apprezzato molto ciò che hai scritto, buoni sentieri, G

  223. 1
    cuoreditopo ( Castel Ivano ) 20/12/2018

    Ciao Giuseppe, a me è piaciuto molto il tuo libro perchè ho percepito benissimo i sensi, mi sembrava di essere Lucio.
    L’ho letto tutto in un fiato e molto volentieri.

    • 1
      Giuseppe Festa 20/12/2018

      Grazie cuoreditopo :-)))) Sono felice che tu sia riuscito a immedesimarti in Lucio. Buoni sentieri e buoni voli, Giuseppe

  224. 1
    Renato SILVER ( Cles ) 20/12/2018

    Bel racconto, scritto bene, che ti trasporta in un ambiente stupendo sentito e non visto da un ragazzo cieco. Complimenti per la sua sensibilità.

  225. 1
    Falchetto Felice ( Castel Ivano ) 20/12/2018

    Questo libro mi ha affascinato per il fatto che Lucio si interessa così tanto alle montagne anche se non ci vede.
    Mi è dispiaciuto un po’ che solo la zia lo portasse in montagna a camminare invece che i suoi genitori. Sono riuscito ad apprezzare la montagna attraverso i pensieri e le sensazioni di un bambino non vedente per questo mi sono immerso nella lettera come se fossi nel racconto. Grazie mille Giuseppe.

    • 1
      Giuseppe Festa 20/12/2018

      Grazie Falchetto Felice, se può consolarti, sappi che Sandro (il ragazzo reale che ha ispirato Lucio) ha dei genitori stupendi e con loro fa una marea di cose (col papà, per esempio, va sempre allo stadio per vivere le partire) e trascorre tantissimo tempo anche con la sua mamma, una donna davvero super. La montagna, però, è una passione che da sempre vive con sua zia (che nella realtà si chiama Daniela, non Bea). Mi ha colpito molto l’unione della sua famiglia e come abbiano affrontato con tanta forza ed energia la malattia di Sandro. Per me sono un grande esempio. Buoni sentieri, Giuseppe

  226. 1
    SEBA08 ( Mezzolombardo ) 19/12/2018

    Caro Signor Festa,
    appena ho iniziato a leggere il suo libro ho capito subito che mi sarebbe piaciuto molto… e così è stato, fino alla fine! Forse perché a me piace tanto la montagna e d’estate vado spesso sulle Dolomiti, mi ha emozionato capire come anche un bambino cieco potesse apprezzare la bellezza della natura, anche se lui la percepisce con sensi diversi dai nostri.
    Spero tanto che il suo libro vinca il concorso!

    • 1
      Giuseppe Festa 20/12/2018

      Grazie SEBA08, che fortuna a vivere così vicino alle Dolomiti. Io le adoro, anche se non ci posso andare spesso perché vivo un po’ lontano. Anche io sono stato sorpreso di come Sandro (il ragazzo che ha ispirato il personaggio di Lucio) apprezzasse la bellezza della natura nonostante fosse cieco. Speravo proprio di riuscire a trasmettere il mio stupore anche ai lettori, e sono quindi molto felice per quello che hai scritto. Buoni sentieri, profumi e suoni, Giuseppe

  227. 1
    Girasole83 ( Borgo Valsugana ) 19/12/2018

    Ho trovato il libro molto interessante e il finale davvero meraviglioso. Il fatto che Lucio sia cieco e che riesca a fare tutto pur avendo questo “problema” fa capire che ognuno può riuscire nei suoi intenti pur avendo qualcosa che “non va”. Comunque anch’io amo gli animali come lei (Giuseppe Festa) non ho nient’altro da dire…solo buona fortuna per i prossimi libri che farà, che ovviamente, come questo, saranno dei successoni! Ciao!👋

  228. 1
    vampira ( Valle di Cavedine ) 19/12/2018

    ho appena iniziato il tuo libro : ) ; ) ciiiiaaaaoooooo

  229. 1
    Dipsy ( Lavarone ) 19/12/2018

    Ciao Giuseppe!
    Il tuo libro mi è piaciuto moltissimo!
    Già dalla prima pagina sono entrato in un mondo meraviglioso che mi faceva venire voglia di andare sempre più avanti e di non distaccarmi dal mondo della lettura.
    Questo libro mi ha insegnato moltissime cose, ad esempio che non importa avere una disabilità, per non riuscire a fare le azioni quotidiane della giornata.
    E anche perché io amo la montagna e, appunto questo libro è ambientato in questo meraviglioso ambiente!
    Grazie per avermi regalato questi momenti con il tuo libro, spero che come questi ne scriverai molti altri !!!
    grazie, grazie, grazie !!!!

  230. 1
    Estia ( Castel Ivano ) 19/12/2018

    Il libro mi è piaciuto perché nonostante Lucio fosse cieco se l’è cavata meglio di qualche altro; ma non mi è piaciuto perché non hai raccontato com’è andata a finire con Gracco e Peccio e con l’amicizia tra Chiara e Lucio.

    • 1
      Giuseppe Festa 20/12/2018

      Ciao Estia, Gracco e Peccio sono stati sicuramente multati molto sonoramente, mentre tra Chiara e Lucio… beh, il bello di un libro è che ci si può immaginare da soli una continuazione. Tu cosa speri per loro? Che rimangano amici o che si mettano insieme? Buoni sentieri, Giuseppe

  231. 1
    simo8 ( Ala ) 19/12/2018

    Il libro che ho letto è “CENTO PASSI PER VOLARE”, il mio personaggio preferito è Lucio .
    Mi ha colpito molto quando dice: “Ciao Astro anche tu in volo”. Ma cosa vuol dire questa frase?

    • 1
      Giuseppe Festa 20/12/2018

      Ciao Simo8. Forse ti ha colpito quella frase perché non te l’aspettavi. Lucio, in quel momento, sta immaginando di volare, e nel suo sogno entra anche Astro, che per l’occasione ha “messo anche lui le ali” 🙂 Buoni sentieri, Giuseppe

  232. 1
    nico4 ( Ala ) 19/12/2018

    Questo libro mi è piaciuto molto , anche se io di solito leggo i Topolini .
    In questa storia mi sentivo molto a mio agio perché parla della montagna . Mi sono piaciute tante cose : il fatto che sia ambientato in montagna e secondo per l’ amicizia tra i due ragazzi e anche il salvataggio dell’ aquilotto.
    Mentre la cosa che non mi è piaciuta è la parte quando sono arrivati i bracconieri .
    Vorrei farle qualche domanda. A quale età ha iniziato a scrivere libri? Come mai ha scelto di scrivere questo libro? lei con questo libro cosa vuole trasmettere ai lettori.

    • 1
      Giuseppe Festa 20/12/2018

      Ciao Nico4, grazie mille. Ho iniziato a scrivere tardi (il primo libro l’ho pubblicato a 40 anni) ma ho sempre letto tantissimo. Un po’ di tempo fa ne ho ritrovato un baule pieno di Topolini, che leggevo da bambino, e mi sono messo a sfogliarli. Mi sembrava che le storie le avessi lette solo pochi minuti prima, tanto erano rimaste vive nella mia memoria. Inoltre, ho notato che il linguaggio di questi fumetti non è assolutamente banale o scontato, tutt’altro. Ho trovato molte parole difficili, che sicuramente mi avevano messo in difficoltà quando ero bambino ma che, oggi posso dirlo, mi hanno aiutato tantissimo ad arricchire il mio vocabolario e la mia fantasia. Quindi, viva i libri di narrativa, ma viva anche i fumetti quando sono fatti bene come Toplino.
      Ho iniziato a scrivere Cento Passi dopo aver conosciuto Sandro, un ragazzo non vedente a cui è ispirato Lucio. Con questo libro volevo trasmettere ai lettori la sua incredibile voglia di fare, di esserci e di non mollare mai.

  233. 1
    Clelia ( Folgaria ) 18/12/2018

    Il libro “Cento passi per volare” del progetto sceglilibro mi è piaciuto, mi ha colpito molto soprattutto la parte dove dice:”Ciao Astro anche tu in volo?non è bellissimo?”Questo pezzo mi è piaciuto perché mentre lo leggevo mi ha fatto sentire una sensazione di volo mi cioè sembrava di volare.
    Un altra cosa che mi ha colpito molto e stata quando dice : “la leggenda diceva anche i ghiri possono volare”
    Le faccio i complimenti!
    Il libro mi è piaciuto moltissimo!!

    • 1
      Giuseppe Festa 20/12/2018

      Cara Clelia, sono felice che ti piacciano quelle due frasi. Sono fra le mie preferite (anche se non dovrei dirlo perché l’oste non dovrebbe mai elogiare il proprio vino. Vabbè, spero mi perdonerai). Ti auguro buoni sentieri e fantastici voli immaginari 🙂 Giuseppe

  234. 1
    miaobau ( Tione ) 18/12/2018

    Mi è piaciuto molto questo libro perché è molto realistico e ti immedesimi nel protagonista.

  235. 1
    stecchino ( Moena ) 18/12/2018

    Le mie prime impressioni sono molto positive perché il libro mi piace anche se ho letto solo 5 capitoli ma non credo che cambierò la mia opinione sul libro. Perché è davvero bello !!
    Ho trovato alcune parole che non capivo bene ma poi dal contesto le ho capite !
    Non vedo l’ ora di scoprire come finisce!!Anche perché mi sembra molto interessante!😸😸

    • 1
      Giuseppe Festa 20/12/2018

      Ciao Stecchino, grazie mille. Fammi sapere cosa ne pensi alla fine. Sono felice che tu abbia imparato parole che non conoscevi e ne abbia intuito il significato dal contesto in cui erano calate, complimenti! Se poi non ti piace il finale dimmelo pure, ok? Non mi offenderò. Anzi, dalle cadute ci si rialza sempre più forti. In fondo, è proprio questo che ci insegnano Lucio e Chiara, vero?

    • 1
      Giuseppe Festa 20/12/2018

      P.S. ho visto che vivi a Moena… io ho un ricordo bellissimo di quando ero ragazzo. Venni proprio a Moena col mio papà e facemmo una lunga passeggiata nei boschi, arrivando in un luogo spettacolare e selvaggio. E’ uno dei ricordi più intensi che ho del mio papà, e mi è tornato alla mente fortissimo appena ho letto il nome del paese. 🙂

  236. 1
    Poppy ( Riva del Garda ) 18/12/2018

    Io ho iniziato a leggere il tuo libro e a dir la verità non mi sta piacendo più di tanto , non trovo frasi che colpiscono al cuore , non mi da senso di avventura ,mi sembra un libro come tanti altri , non mi ha colpito . Però la cosa che conta veramente è che tu l’ abbia s scritto con il cuore , tu devi essere felice di quello che hai fatto.

    • 1
      Giuseppe Festa 20/12/2018

      :-))) Grazie Poppy, che gentile. Anche se il libro non ti è piaciuto hai avuto ugualmente parole di incoraggiamento per me. Ho apprezzato la tua recensione tanto quanto quelle più positive, davvero. Ti ringrazio, hai un animo buono. Giuseppe

  237. 1
    Ettopazzo ( Riva del Garda ) 18/12/2018

    Questo libro è stato bellissimo perché Lucio, anche se ha perso la vista, è molto coraggioso e riesce a fare le cose che faceva quando vedeva!

  238. 1
    agentevioi ( Valle di Cavedine ) 18/12/2018

    secondo me il libro e stato bello e bellissimo tutto???!|!

  239. 1
    agentevioi ( Valle di Cavedine ) 18/12/2018

    il tuo libro era belissimo che parlava di tutto???????????

  240. 1
    polaris ( Mezzolombardo ) 18/12/2018

    Ciao Giuseppe,ho letto il tuo libro e l’ ho trovato molto appassionante la storia di Zefiro e l’ amicizia di Lucio e Chiara hanno reso questo libro un vero capolavoro!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

    • 1
      Giuseppe Festa 20/12/2018

      Capolavoro? Ti ringrazio Polaris, sei davvero generoso, ma non dirlo ancora una volta altrimenti poi ci credo veramente e gonfio il petto come un galletto vallespluga! 😉

  241. 1
    JUVE08 ( Lavis ) 17/12/2018

    questo libro è molto interessante

  242. 1
    JUVE08 ( Lavis ) 17/12/2018

    questo libro è meraviglioso e interessante

  243. 1
    chicco ( Ala ) 17/12/2018

    Ti auguro buon natale!!

  244. 1
    Bomber.Men ( Mezzolombardo ) 17/12/2018

    Il tuo libro è molto bello e avvincente

  245. 1
    albadani ( Dimaro Folgarida ) 17/12/2018

    Ciao Giuseppe!!!
    Il tuo libro mi è piaciuto moltissimo perchè la storia che racconta è molto entusiasmante e in alcune parti è adrenalinica. L’ho letto velocemente perchè ero curioso di sapere come finiva la storia.
    Ciao.

    • 1
      Giuseppe Festa 20/12/2018

      Ciao Albadani… adrenalinica? Wow, che bell’aggettivo, non credo di averlo mai letto associato a un mio libro. Grazie!!!!!

  246. 1
    Generale Pony Rampante ( Folgaria ) 17/12/2018

    Il libro mi è piaciuto molto perché la storia mi ha coinvolto emotivamente.
    Finito di leggere una pagina avevo già voglia di leggere quella dopo perché se mi fermavo sentivo che mancava qualcosa… quindi l’ho letto tutto fino alla fine.
    Questo libro mi ha insegnato che una persona disabile può sentire le stesse sensazioni ed emozioni di una persona normodotata!
    CIAO da Axel

    • 1
      Giuseppe Festa 20/12/2018

      Ciao Axel, grazie mille. Sono davvero molto contento che il libro ti abbia coinvolto emotivamente. Se questo non succede, è difficile andare avanti nella lettura, vero? Grazie anche per l’ultima bella frase che hai scritto, ovviamente la approvo in pieno. Buoni sentieri e vette imbiancate, Giuseppe

  247. 1
    unicorno11 ( Telve ) 17/12/2018

    Ciao Giuseppe!
    “Cento passi per volare” mi è piaciuto un sacco. Prima di tutto perché la storia è ambientata sulle Dolomiti, le nostre bellissime montagne:) Il racconto mi ha fatto riflettere molto, infatti spesso ci dimentichiamo di quanto siamo fortunati. Mi ha colpito la grande forza di Lucio che nonostante fosse cieco non ha rinunciato alla sua passione. Complimenti, questo libro sicuramente lo rileggerò molto volentieri.

    • 1
      Giuseppe Festa 20/12/2018

      Grazie molte Unicorno11, hai ragione, le Dolomiti sono davvero bellissime e spettacolari, amo molto le vostre montagne (che sono diventate anche un po’ mia, dai 😉 Un caro saluto e grazie ancora, Giuseppe

  248. 1
    giaguaro2.0 ( Castel Ivano ) 17/12/2018

    Ciao Giuseppe, ho letto con passione questo tuo libro e amo molto il tuo modo di scrivere infatti ho letto anche “La luna è dei lupi” e Il passaggio dell’orso” che mi sento di consigliare agli altri giovani lettori.
    Anche stavolta non hai deluso le mie aspettative.

    • 1
      Giuseppe Festa 20/12/2018

      Ciao giaguaro2.0, wow, hai letto un bel po’ di miei libri. Sono contento che Cento Passi non ti abbia deluso, mi riempie di gioia. Buoni sentieri, voli e ululati… e anche buoni rugli (il ruglio è il verso dell’orso, lo sapevi?). Un abbraccio, Giuseppe

  249. 1
    manzukic ( Castel Ivano ) 17/12/2018

    Ciao Giuseppe,
    complimenti per il tuo libro. Io abito in montagna e adoro fare escursioni, mi ha colpito vivere un’esperienza in montagna attraverso altri sensi oltre a quello della vista.
    Grazie per l’avventura ……….

    • 1
      Giuseppe Festa 20/12/2018

      Grazie Manzukic (qualcosa mi dice che tifi per la Juve 😉 Sono felice che il libro ti abbia colpito, spero che nelle escursioni che tanto ami fare ti ricorderai sempre di usare tutti i sensi. Io, da quando ho conosciuto Sandro, il ragazzo che ha ispirato Lucio, cerco di ricordarmelo ogni volta che cammino in un bosco 🙂

  250. 1
    chicco ( Ala ) 17/12/2018

    Caro Giuseppe Festa, il tuo libro è bellissimo. mi è piaciuto perchè racconta di un ragazzo molto coraggioso pieno d’energia , e perchè parla molto della montagna. perchè ha scritto il libro? che emozioni ha provato? cosa vuol dire cento passi per volare?
    ho provato tante emozioni. a me piace molto la montagna!!!

    • 1
      Giuseppe Festa 20/12/2018

      Ciao Chicco,
      ho scritto il libro dopo aver conosciuto Sandro, un ragazzo non vedente che ha ispirato il personaggio di Lucio. Mi ha contagiato con la sua straordinaria voglie di fare, sperimentare, esserci. Cento sono i passi che Lucio compie per arrivare al balzo del ghiro. Il suo volo immaginario simboleggia il suo cambiamento. Ti ringrazio per le belle parole, spero di vederti a Trento, Giuseppe

  251. 1
    tuo fratello ( Ala ) 17/12/2018

    caro Giuseppe festa, il tuo libro mi e piaciuto moltissimo. spero che il prossimo anno ci rivediamo a Trento. Per conoscerti e dirti: bravissimo a scrivere i libri. spero che mi rispondi presto al al commento che ti ho mandato un po’ di giorni fa e quello che ti ho mandato oggi 17/12/2018.
    ti faccio i complimenti per il libro, buon Natale!!!!!!!!!Ciao!

    • 1
      Giuseppe Festa 20/12/2018

      Ciao, ti ringrazio molto, spero anche io di conoscerti a Trento alla festa finale di Sceglilibro. Ti auguro buoni sentieri e serene feste, Giuseppe

  252. 1
    isaheer ( Ala ) 17/12/2018

    Caro Giuseppe, questa è la mia recensione.
    Lucio ha 14 anni, da piccolo ha perso la vista. Ricorda ancora i colori e la forma delle cose, ma tutto ormai è avvolto dal buio. Ama tanto la montagna dove va spesso con sua zia Bea. Per orientarsi usa una bacchetta da Nordic Walking riesce a capire dove va e cosa fa con il tatto e l’udito. Bea l’ ha portato al rifugio:” Cento Passi ” dove hanno incontrato Ettore e Chiara. Due ladri di aquile hanno rubato l’ aquilotto Zefiro. La guida Lorenzo ha ripreso Zefiro e l’ ha riportato sul nido con l’aiuto anche di Lucio.
    Questo libro mi ha insegnato a non escludere chi ha una difficoltà, un problema, un limite. E’ importante aiutare chi ti sta antipatico o chi ti ha deluso, si può scavare nel proprio cuore e trovare un posto anche per chi ti ha fatto soffrire!
    A presto

    • 1
      Giuseppe Festa 20/12/2018

      Ciao Isaheer, grazie davvero per la tua recensione, mi è piaciuta molto la tua conclusione e sono felice che tu abbia colto questi aspetti nel mio libro. Ti auguro buoni sentieri, Giuseppe

  253. 1
    Nina ( Ala ) 17/12/2018

    Questo testo mi ha fatto riflettere non solo sui personaggi ma anche su me stessa: abbiamo tutti dei limiti,dobbiamo sempre affrontare gli ostacoli e cercare di superarli ,senza mollare mai ! Reagire e impegnarsi davanti ad una difficoltà è un ‘occasione per imparare e un’opportunità per crescere.
    Questo libro ha un trama coinvolgente e appassionante , lo consiglio a tutti: grandi, piccoli e amanti della natura.
    Alla fine del libro Lucio ” Vola “, è pronto per affrontare nuove sfide .
    Lucio non ha le ali , lui vola con la fantasia . Quest avventura lo ha reso ancora più forte .
    Non e più infastidito dall’idea di essere giudicato .
    Ora il ragazzo ha capito che accettando piccoli aiuti sarà in grado di raggiungere traguardi sempre più grandi .
    Anche l’aquilotto viene aiutato da Tiziano e dalla guida forestale.
    Grazie a loro ora Zefiro é libero e pronto e spicca il volo .

    Dopo la lettura di questo libro , quando incontrerò un persona che non conosco non mi fermerò alla prima impressione, cercherò di andare oltre quello che i mie occhi vedono in quel momento.
    Le persone vanno conosciute, ognuno ha una storia da raccontare .
    Rispetterò di più la natura e gli animali perché la natura è meravigliosa e va tutelata .
    In montagna vivono tanti animali selvatici di cui bisogna aver riguardo .
    L’uomo deve rispettare questi animali e la montagna che è la loro casa .
    Infine , farò mio il motto di Lucio ” La parola impossibile non esiste nel mio vocabolario”.
    Ci vediamo a Trento.

    • 1
      Giuseppe Festa 20/12/2018

      Cara Nina, la tua recensione mi ha colpito molto, è sicuramente tra le più profonde che e personali che ho letto finora. Ti ringrazio di cuore e ti auguro buoni sentieri. Ci vediamo a Trento! Giuseppe

  254. 1
    Vani ( Mezzocorona ) 16/12/2018

    Ciao Giuseppe Festa!
    Mi è piaciuto molto il tuo libro… Sarebbe bello se Lucio e Chiara si mettessero insieme.
    Mi è piaciuta la parte dove Lucio e Chiara vanno da soli a vedere l’aquilotto e lasciano da sola Beatrice, Lucio cade e Chiara lo aiuta ad alzarsi
    È stato veramente un bel gesto di amicizia

    • 1
      Giuseppe Festa 20/12/2018

      Ciao Vani, secondo me alla fine si metteranno insieme, sai? 😉 Un caro saluto e buone feste, Giuseppe

  255. 1
    Rideboy ( Baselga di Pinè ) 16/12/2018

    questo libro mi è piaciuto molto perché è interessante ed è bellissimo il luogo dove si svolge e vorrei leggere gli altri due libri di questo scrittore

    • 1
      Giuseppe Festa 20/12/2018

      Ciao Rideboy, grazi di cuore. Spero che ti piacciano anche gli altri mei libri, buoni sentieri di parole, G

  256. 1
    B0O9S8C7O6 ( Peio ) 16/12/2018

    Ciao Giuseppe Festa, ho letto il tuo libro e mi è piaciuto moltissimo. Mi è piaciuto cosi tanto che l’ho letto 2 volte.

    • 1
      Giuseppe Festa 20/12/2018

      Wow! 2 volte? E io quindi ti ringrazio 2 volte! Spero di incontrarti a Trento, buoni sentieri, Giuseppe

  257. 1
    Matty25 ( Vezzano ) 16/12/2018

    Questo libro mi è piaciuto perchè parla della montagna vista coi gli occhi di un bambino cieco, quindi immaginata con la sua mente, sentita con gli altri sensi. lucio è un bambino molto coraggioso, perchè anche se è cieco vuole con immagine conoscere e scoprire il mondo come gli altri bambini.

  258. 1
    LADYBUGTIKY07 ( Vezzano ) 16/12/2018

    mi è piaciuto il tuo libro

  259. 1
    Giaguaro oscuro ( Roncegno ) 15/12/2018

    Questo libro era molto emozionante ma non mi é piaciuto tanto perché c’erano tante parolacce

  260. 1
    lorenzo5674 ( Baselga di Pinè ) 15/12/2018

    Ciao, mi è piaciuto molto questo libro perché parla della montagna che è una mia passione.

  261. 1
    MattaMatita07 ( Riva del Garda ) 15/12/2018

    libro veramente bello! nessun libro mi aveva lasciato la possibilità di entrarci. ogni volta che leggevo una pagina mi immaginavo quello che poteva aspettarmi dopo.. ma sbagliavo sempre! l’ho trovato come una guida nella vita di tutti: molte frasi sarebbero da premiare! ti ringrazio molto per aver scritto questo libro. è stato il primo libro ad appassionarmi dall’inizio alla fine.
    Matta

    • 1
      Giuseppe Festa 20/12/2018

      Cara MattaMatita, credo proprio che metterò le tue parole sotto l’albero di Natale! 🙂 Mi hai fatto proprio un bel regalo con quello che hai scritto. Buoni sentieri e a presto, Giuseppe

  262. 1
    MattaMatita07 ( Riva del Garda ) 15/12/2018

    libro veramente bello! nessun libro mi aveva lasciato la possibilità di entrarci. ogni volta che leggevo una pagina mi immaginavo quello che poteva aspettarmi dopo.. ma sbagliavo sempre! l’ho trovato come una guida nella vita di tutti: molte frasi sarebbero da premiare! ti ringrazio molto per aver scritto questo libro. è stato il primo libro ad appassionarmi dall’inizio alla fine.
    Matilde m.

  263. 1
    fisert5 ( Predazzo ) 15/12/2018

    Questo libro mi é piaciuto un sacco perché: è pieno di emozioni, e ha tantissime parole significative.
    perché la vista è il primo senso che usiamo per vivere.
    ( se dovessi dare un voto a questo libro darei 1000000).
    Buon Natale

  264. 1
    CANNONDALE1a ( Fiera di Primiero ) 15/12/2018

    signor Giuseppe Festa, sono molto dispiaciuto perché lei non ha potuto rispondermi. Attenderò ancora la sua risposta.
    Grazie

  265. 1
    Eli ( Baselga di Pinè ) 15/12/2018

    Ciao! Non ho letto tutto il libro, mi piace molto, spero che anche altri bambini lo leggano

  266. 1
    Parix ( Castel Ivano ) 14/12/2018

    Questo libro mi ha appassionato fin da subito, lo ho trovato avventuroso ma anche molto significativo, una volta iniziato vorresti andare avanti fino alla fine. La storia ti coinvolge, è come se vivessi nel libro, grazie alle descrizione di tutti i sensi del protagonista, noi ne avremmo utilizzalo solo uno cioè la vista.
    Libro che consiglio vivamente a tutti i bambini.
    un saluto Parix
    (se dovessi dare un voto a questo libro da 1 a 10 darei 11)

    • BiblioCastel-Ivano 15/12/2018

      Ciao!
      Ringrazio te, tutti i ragazzi e le ragazze che finora stanno partecipando con passione a Sceglilibro! I vostri commenti sono bellissimi e interessanti!
      Buon Natale e Buone Feste a tutti!!!!!

    • 1
      Giuseppe Festa 19/12/2018

      Grazie Parix, grazie alle parole che hai scritto riesco respirare tutto il tuo entusiasmo e questo mi da una grande carica per scrivere altri libri :-))) Giuseppe

  267. 1
    Wolf ( Terres ) 14/12/2018

    Caro Giuseppe Festa il libro e stato bellissimo
    Quando l ho visto in biblioteca l ho subito preso perché i tuoi libri mi ispirano molto .
    Continua cosi i tuoi libri avranno molto successo ciao

    • 1
      Giuseppe Festa 19/12/2018

      Grazie Wolf… il tuo nickname mi piace particolarmente… chissà perché? :-))))

  268. 1
    Infinito ( Taio ) 14/12/2018

    Ciao Giuseppe ☺☺☺
    Ho appena preso il libro in biblioteca e non riesco a smettere di leggerlo ….
    Spero tu continui a scrivere libri così avvincenti…
    Ho solo una curiosità 😃😃😃ti sei ispirato a qualcosa in particolare???
    PS: penso che se continuerai a produrre libri così avrai molto successo 💜💜💜
    Tanti saluti 😁😁😁
    INFINITO

    • 1
      Giuseppe Festa 19/12/2018

      Ciao Infinito, grazie mille. lLepisodio dei bracconieri è ispirato a questa vicenda che ho filmato qualche anno fa con un mio amico regista https://www.youtube.com/watch?v=1l52NZZKw9M
      Lucio invece è ispirato a Sandro, un ragazzo non vedente che ho conosciuto davvero e che, posso proprio dirlo, mi ha aperto gli occhi su un mondo intero. Buoni sentieri, Giuseppe

      • 1
        Infinito ( Taio ) 14 days ago

        Grazie mille💕💕💕tanti saluti e buone feste!!!😘😘😘

      • 1
        Infinito ( Taio ) 14 days ago

        Ho visto il video che mi hai consigliato ed è bellissimo 💝
        Per me avrai molto successo 😘😘😘😘buone feste

  269. 1
    GIGI 13 ( Fiera di Primiero ) 14/12/2018

    QUESTO LIBRO MI E’ PIACIUTO MOLTO ANCHE PERCHE’ E’ AMBIENTATO SULLE DOLOMITI (io vivo vicino alle Dolomiti) 🙂 CIAOOOO!!!!!!

  270. 1
    Falco341 ( Cembra Lisignago ) 14/12/2018

    Sono sorprendenti le abilità di Lucio anche se è cieco

  271. 1
    Falco341 ( Cembra Lisignago ) 14/12/2018

    Questo libro è molto entusiasmante 😄

  272. 1
    MikeJames 2 ( Arco ) 13/12/2018

    Ciao Giuseppe …
    Il libro è fantastico!
    Ti sei ispirato a qualcosa in particolare per creare Lucio ??????😕😕😕
    Ma il libro me lo aspettavo più avventuroso!!!!
    Con affetto ti saluto ….😜😜😜😜😜

  273. 1
    ocelot ( Mezzolombardo ) 13/12/2018

    Ciao Giovanni. Mi è piaciuta la copertina e sopratutto il libro, in particolare quando i 2 bracconieri Peccio e Graccio hanno rubato l’acquilotto e poi in fondo alla valle sono stati catturati.

  274. 1
    Pinkbook ( Riva del Garda ) 13/12/2018

    Ciao! Il libro era bello, ma non mi è arrivato il messaggio,non ho sentito l ‘emozione che intendeva dare. Con affetto pink book. 😇

    • 1
      Giuseppe Festa 19/12/2018

      Ciao Pinkbook, grazie ugualmente per averlo letto. Spero che troverai quello che ti piace fra quelli in concorso. Buoni sentieri, G

  275. 1
    rey ( Arco ) 13/12/2018

    Ciao giovanni. il tuo libro è bello da certi punti di vista e quelli sono molto belli ma a me non ha appassionato molto. Mi dispiace!

    • 1
      Giuseppe Festa 19/12/2018

      Ciao Ray, non importa, sono sicuro che gli altri libri in concorso ti appassioneranno di più, sono molto belli. Ehi, però mi chiamo Giuseppe, non Giovanni :-))))) Tranquillo, si confondono in tanti 😉

  276. 1
    Rupertino ( Cembra Lisignago ) 13/12/2018

    “Cento Passi Per Volare” è, secondo me, un opera di un Maestro, ai livelli di Pinocchio. In ogni singola pagina ha scelto delle parole bellissime, capaci di portarmi al Rifugio Cento Passi con Lucio e i suoi amici. Questo romanzo ci fa capire che i nostri sensi sono cinque, non uno. Sarebbe bello che tutti noi diventassimo ciechi per un giorno, almeno impareremmo che sappiamo anche annusare, sentire, assaggiare e toccare. Io mi ritrovo molto in Lucio, perché anche a me piace andare a camminare in montagna e respirare un’aria nuova, pulita. Zefiro rappresenta la nostra voglia di spiccare il volo, mentre Peccio e Gracco quelle persone che ce ne privano. Grazie per il Suo libro e spero che Lei possa scriverne altri simili, il mondo ne ha davvero bisogno. Un saluto da Rupertino

  277. 1
    Lollo08 ( Cavalese ) 12/12/2018

    Ciao GIUSEPPE ho letto il tuo libro: incantevole, veramente ma veramente bello.
    SEI UN MITO !!!!!
    MI sono immedesimato nel personaggio principale (Lucio)

    • 1
      Giuseppe Festa 19/12/2018

      Ciao Lollo, sono contentissimo che tu ti sia immedesimato nel personaggio di Lucio, è molto importante, quando si legge un libro, sentirsi vicini al protagonista 🙂 Buon inverno, G

  278. 1
    Pomodorina ( Cembra Lisignago ) 12/12/2018

    Ciao Giuseppe Festa,ho letto il tuo libro e mi è piaciuto moltissimo. Mi è piaciuto soprattutto quando Lucio ha incontrato Chiara ma anche quando Tiziano e l’agente hanno liberato Zefiro.
    Un saluto da Pomodorina e spero che scriverai un altro libro così bello e avventuroso!

  279. 1
    Federico ( Valle di Cavedine ) 12/12/2018

    Ciao Giuseppe, hai scritto un libro molto bello ed emozionante. CIAO.

  280. 1
    cagnolino ( Riva del Garda ) 12/12/2018

    Caro Giuseppe, il tuo libro mi è piaciuto molto. Mi ha emozionato quando raccontavi che Lucio, anche se era cieco, riusciva a fare tutte quelle cose, per esempio, quando sentiva se il panino era al salame o al prosciutto con l’olfatto. Fai tanti libri come questo!!!!!!!

  281. 1
    tittyneve10 ( Dimaro Folgarida ) 12/12/2018

    Ho finito il tuo libro da qualche giorno. Molto coinvolgente, però il finale mi ha ingannata perché Lucio non vola e nemmeno il cane Astro, ma soltanto Zefiro sopra di loro. MI HA MOLTO COLPITO QUESTO LIBRO QUINDI SEI STATO BRAVISSIMO GIUSEPPE!!!!!!!!!!!!

  282. 1
    mca digital ( Cavalese ) 12/12/2018

    Caro Giuseppe Festa,
    ho appena finito il tuo libro.
    Mi è piaciuta la parte in cui Tiziano raggiunge il nido dell’ aquilotto.
    Mi piacerebbe che scrivessi altri libri simili a questo; me ne potrebbe consigliare degli altri.
    La tua lettrice misteriosa ti augura un bel volo!!!!!!!

    • 1
      Giuseppe Festa 19/12/2018

      Ciao mia digital, grazie per le tue parole. Ti consiglio “L’evoluzione di Calpurnia” e “La mia famiglia e altri animali”, due libri che ho amato moltissimo. Buoni sentieri di parole, Giuseppe

  283. 1
    la pallavolista ( Mezzocorona ) 11/12/2018

    Mi piace anche che un bambino non vedente si appassioni così tanto alla montagna e che usi gli altri sensi. E’ così che si fa: si va sempre avanti.

  284. 1
    la pallavolista ( Mezzocorona ) 11/12/2018

    Ciao Giuseppe Festa voglio dirti che non mi è piaciuto molto il tuo libro perché ci sono alcune parolacce che a me non piacciono.
    Voglio dirti che l’ultima parte mi è piaciuta di più e mi piace che Lucio che non vede vuole andare a vedere Tiziano che riporta Zefiro sul suo nido e mi piace quando Lucio riesce a sentire quale è giusto e quale no.
    Mi è piaciuto quando Chiara si è dichiarata davanti a Lucio… secondo me si era innamorata.
    Voglio dirti che mi è piaciuta questa storia, solo quando c’erano le parolacce non mi piaceva molto.
    Bellino comunque.

    • 1
      Giuseppe Festa 19/12/2018

      Ciao, e scusami per quelle parolacce 🙁 Sì, anche secondo me Chiara un po’ di è innamorata :-))) Buoni sentieri, Giuseppe

  285. 1
    puffy ( Moena ) 11/12/2018

    Ho letto solo il primo capitolo molto affascinante.
    Complimenti, Giuseppe!!

  286. 1
    Rugani 22 ( Taio ) 11/12/2018

    Buongiorno Giuseppe io sono all’ultimo capitolo del tuo libro ed è stato bellissimo leggerlo e ho imparato tante cose.La mia parte preferita è quando hanno ritrovato l’aquila dietro un cespuglio.

  287. 1
    Miusik ( Predazzo ) 11/12/2018

    Il libro cento passi per volare mi è piaciuto soprattutto perchè è pieno di colpi di Scena, la parte del libro che mi è piaciuta di più è quando Lucio riesce a trovare l’ esatta posizione delle aquile senza poter vedere , io ho avuto l’esperienza di incontrare un non vedente e ho provato ha tenere gli occhi chiusi per fare alcune cose ( è stato davvero difficile ) anche se lui lo faceva come nienta fosse.

    Tanti saluti.

    • 1
      Giuseppe Festa 19/12/2018

      Ciao Miusik, anche io ho provato a bendarmi e a rimanere nel bosco per provare a sviluppare di più i miei altri sensi. All’inizio è stato un disastro, ma poi piano piano mi sono accorto che olfatto, udito e tatto prendevano il sopravvento e sembravano di minuto in minuto più acuti. Ovviamente non ho sviluppato le super abilità di Lucio, però quell’esperienza mi è stata molto utile nella stesura del libro.

  288. 1
    Sally5 ( Lavis ) 11/12/2018

    peccato!
    volevo continuare a leggere il libro,ma l’ho finito.
    sono molto interessata a leggere i libri che hai scritto tu…
    ci vediamo alla festa.
    ciao .
    da sally5

    • 1
      Giuseppe Festa 19/12/2018

      Grazie! Ne stanno arrivando degli altri 😉 Solo un po’ di pazienza… A presto e buon inverno, G

  289. 1
    Mabis ( Valle di Cavedine ) 11/12/2018

    Caro Giuseppe,
    Non ho ancora iniziato il tuo libro ,ma penso che sia molto interessante.

  290. 1
    suso ( Peio ) 11/12/2018

    Il libro mi è piaciuto molto. Mi è piaciuta in particolare la storia parallela delle aquile. Ma mi chiedevo come fai a conoscere così bene le aquile e i comportamenti. Me lo potresti dire? Sai perché io abito nel Parco Nazionale dello Stelvio e l’emblema del Parco è proprio l’aquila. Ti saluto, ciao. Aspetto!

    • 1
      Giuseppe Festa 19/12/2018

      Ciao Suso, ho studiato Scienze Naturali all’università e quindi conosco abbastanza bene gli animali. Molte cose però me le hanno raccontate dei guardaparco, altre le ho vissute sulla mia pelle, come quando osservai il primo volo di un aquilotto, un’emozione che non scorderò. Mi sentii molto vicino a lui, perché allora ero ancora un ragazzo, pronto anche io a spiccare il volo ma con mille paure e dubbi. Quel volo, tuttavia, mi diede coraggio e in seguito cercai anche io di abbandonarmi all’istinto come aveva fatto quell’aquilotto e decisi di seguire i miei sogni, anche se la strada appariva stretta e impervia. Bisogna sempre seguire i propri sogni. Buoni sentieri, Giuseppe

  291. 1
    pecianina SILVER 11/12/2018

    Dalla lettura di questo libro e storia ho capito che non bisogna avere “compassione” delle persone che hanno handicap, ma avere con loro un approccio di normalità per essere di aiuto. Questa cosa mi ha colpito molto e mi ha confermato che serve cambiare atteggiamento e non commiserare o addirittura a volte cambiando anche voce verso di loro. E poi: bello che Lucio sia riuscito a sviluppare nella cecità varie altre sensibilità arricchendo se stesso e gli altri. Avrei curiosità di sapere da quale spunto ti è nata l’idea della storia. Grazie.

    • 1
      Giuseppe Festa 19/12/2018

      Grazie per la tua bella recensione, mi è piaciuta molto. Lucio è ispirato a un ragazzo che si chiama Sandro. Quando lo incontrai per la prima volta mi trasmise tutta la sua voglia di fare e di essere. Un esempio che mi ha colpito nel profondo. Ti auguro buoni sentieri, ci vediamo a Trento. Giuseppe

  292. 1
    isaheer ( Ala ) 11/12/2018

    Caro Giuseppe Festa,
    mi è piaciuto tanto il tuo libro, soprattutto la parte dell’ incubo di Lucio. Anche io faccio incubi ma quello di Lucio era davvero spaventoso con:”I rovi di rosa, con le spine che si allungano sempre di più.” Non vedo l’ ora di leggere un altro tuo libro.
    In bocca al “Lupo” per il concorso.

  293. 1
    Ettopazzo ( Riva del Garda ) 10/12/2018

    All’inizio non pensavo fosse così bello il tuo libro, l’ho scelto e, dopo aver letto l’inizio mi sono affezzionato e l’ho finito in 6 giorni

  294. 1
    SigmoidOsprey92 ( Romeno ) 10/12/2018

    Ciao Giuseppe Festa. All’inizio il tuo libro non mi è molto piaciuto perché mi sembrava un po’ noioso. Ma dopo un po’ si è fatto più interessante e sinceramente spero che vinca. complimenti e CIAOOOOOOOOO!!!!!!

  295. 1
    Pizza ( Peio ) 10/12/2018

    Ciao, mi è piaciuto molto il tuo libro, particolarmente il personaggio principale della storia, perché Lucio anche se era cieco riusciva a percepire con i suoi sensi la NATURA. Mi è piaciuto quando Lucio ha conosciuto Chiara perché lei non sapeva che i ciechi riuscivano a compensare con gli altri sensi la mancanza della vista. Ti saluto.

  296. 1
    Otaku_Cry06 ( Riva del Garda ) 10/12/2018

    mi piace molto anche l’idea di sensibilizzare i lettori per far capire che a volte i ragazzi che hanno bisogno di aiuto sono più… speciali

  297. 1
    Otaku_Cry06 ( Riva del Garda ) 10/12/2018

    mi è piaciuito davvero tanto. Ho letto quasi tutti i tuoi libri, mi piace veramente tanto il modo e la cura con cui scrivi. Quando ho sentito il tuo nome mi sono subito illuminata. Ti adoro. Mi piacerebbe tanto diventare una scrittrice come te. MI picerebbe davvero tanto incontrarti!!

    • 1
      Giuseppe Festa 19/12/2018

      Ciao Otaku_Cry06, ora mi fai arrossire 🙂 Il segreto per diventare scrittori è leggere, leggere e leggere. E tenere sempre orecchie, occhi, naso ben aperti sul mondo. Infine, un po’ di fantasia non guasta… se hai questi 3 ingredienti scommetto che potrai diventare anche tu una scrittrice 😉 Ci vedremo a Trento, buoni sentieri, Giuseppe

  298. 1
    Birba07 ( Lavis ) 10/12/2018

    Caro Giuseppe,
    fin’ora ho letto solo due libri: La valigia di Adou e Cento passi per volare. Devo ammettere che il libro che mi è piaciuto di più è proprio Cento passi per volare. Anche se non mi aspettavo niente di così bello perchè quando lo ha presentato la lettrice per farci scegliere quale libro leggere per primo, non mi era piaciuto molto. Poi però l’ho letto da sola e mi è piaciuto molto. Secondo me ti fa “entrare” nel ruolo del personaggio di cui si parla in quel momento e ti fa vivere un po’ tutte le sue emozioni. Provi le sue paure i suoi sentimenti.
    … Solo a leggere il libro la testa ti si svuota da ogni pensiero e il libro ti fa provare le sue emozioni.
    Della storia mi piaceva molto il fatto che Lucio fosse sicuro di sé quando andava in montagna e che non volesse nessun aiuto da sua zia, oltre a questo mi piace molto il legame che Lucio ha con la natura.
    Spero che vinca il tuo libro mi è piaciuto davvero molto.

    • 1
      Giuseppe Festa 19/12/2018

      Grazie mille Birba 07, la tua recensione mi è piaciuta molto, in particolare quando hai scritto che il libro ti fa provare le sue emozioni 🙂 In realtà quelle emozioni sono già dentro di te, sono come corde di un arpa che le parole pizzicano e fanno vibrare. Buoni sentieri, Giuseppe

  299. 1
    Orso polare ( Taio ) 10/12/2018

    Ciao Giuseppe,non sbagli!Leggere è la mia passione!
    Mi piacerebbe ricevere per Natale il tuo libro “La luna è dei lupi”che ha vinto la scorsa edizione.
    Buoni ululati anche a te!

  300. 1
    pasword ( Lavis ) 10/12/2018

    ciao Giuseppe Festa il tuo libro mi è piaciuto tanto perchè anche se il bambino era cieco pensava sempre al meglio. Questo libro è bellisimo!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!! fai tanti libri come questi: mi complimento con te.

  301. 1
    lulu ( Denno ) 10/12/2018

    Ciao, Giuseppe Festa il libro mi è piaciuto molto, soprattutto l’inizio e la copertina. Dalla copertina davanti si capiva che si parlava di montagna e a me piace tantissimo la montagna. Il romanzo che ho letto era veramente bello. Spero che vinca. ciao giuseppe

  302. 1
    TRATTORE 02 ( Altopiano della Vigolana ) 10/12/2018

    bello questo libro

  303. 1
    cane ( Castel Ivano ) 10/12/2018

    Il libro mi è piaciuto ma non troppo.
    Vorrei che facessi un libro che parla di un cane che si intitola “un cane per amico” ma, diverso da quello che hai già fatto.
    Comunque ti adoro come scrittore!
    A presto

    • 1
      Giuseppe Festa 16/12/2018

      Grazie cane, dal tuo commento e dal tuo nickname suppongo che tu adori i cani. Anche io, sai? Non so se scriverò un libro con protagonista un cane (ce ne sono già tantissimi e davvero molto belli) però non si sa mai. Comunque, anche se appare solo alla fine, anche in Cento passi c’è un bel cagnone, Astro, che ci fa comprendere come Lucio sia cambiato e abbia accettato di farsi aiutare. Buoni sentieri e grazie per il tuo commento, anche le critiche sono molto importanti perché aiutano a crescere, Giuseppe

  304. 1
    Nina ( Ala ) 10/12/2018

    Giuseppe Festa ambienta la storia del ragazzo sulle montagne, dove Lucio si muove sicuro, guidato dalla zia, dai suoni e dagli odori dell’ ambiente.
    Il ragazzo non poteva vedere però percepiva la natura con tutti gli altri sensi .
    il suo “Sentire” mi ha fatto tornare in mente la poesia di Emily Dickinson “Se io potrò impedire ” nella quale l’autrice si sofferma
    sull’importanza delle piccole azioni .
    I piccoli gesti quotidiani ci fanno vivere pienamente e regalano felicità .
    Il racconto ci insegna che bisogna aiutarsi l’uno con l’altro, soprattutto sotto forma di piccole azioni .
    Ogni giorno è ricco di gesti che possono sembrare banali ma valgono molto di più di quello che ci aspettiamo .

    Giuseppe Festa vuole trasmettere il rispetto nei confronti degli animali .
    Le vicende di Lucio si intrecciando così con la storia si Zefiro , un’aquilotto che viene catturato da bracconieri .
    Zefiro non sapeva ancora volare e i bracconieri lo anno portato via dal suo nido ne momento in cui i genitori si erano allontanati per procurarli cibo. La descrizione della paura provata dall’aquilotto e il suo smarrimento nel momento della sua cattura e durante la sua prigionia mi ha fatto immedesimare in lui

    • 1
      Giuseppe Festa 16/12/2018

      Cara Nina, complimenti per la tua bella recensione, mi ha colpito in particolare la tua citazione delle poesia di Emily Dickinson. Tra l’altro, nella poesia si fa riferimento a un pettirosso riportato nel nido, e anche questo in fondo si lega alla storia di Lucio, vero?
      Spero di incontrarti a Trento, buon inverno, Giuseppe

  305. 1
    ginevrolly21 ( Ala ) 10/12/2018

    Attraverso la storia di Lucio possiamo riflettere sui nostri limiti e sulla necessità di farsi aiutare dagli altri . Inoltre ci fa capire che si può percepire i messaggi della natura , non solo con la vista , ma anche con gli altri sensi .
    Per me è un libro facile da leggere , scorrevole e , in certi punti , divertente . Sicuramente appassionerà gli amanti della natura che , attraverso le esperienze dei protagonisti ,verranno catapultati nello spettacolare paesaggio delle Dolomiti .

    • 1
      Giuseppe Festa 16/12/2018

      Ciao Ginevrolly21, grazie di cuore per la tua recensione, hai colto molto bene alcuni punti chiave del libro: l’accettazione delle fragilità (che abbiamo tutti, ma proprio tutti) e il fatto che nel farsi aiutare non ci sia nulla di male, anzi ciò spesso ci permette di spiccare il volo.

  306. 1
    ginevrolly21 ( Ala ) 10/12/2018

    CARO GIUSEPPE FESTA , ECCO LA MIA RECENSIONE: Lucio un ragazzo di circa 14 anni non vedente,con l’affezionata zia Bea,vive un esperienza in montagna a contatto con la natura.Nello stupendo paesaggio delle Dolomiti Lucio prima incontrerà Chiara,una ragazza molto timida,che lo aiuterà a capire i suoi limiti e che anche lui aveva bisogno degli altri.In seguito incontrerà Tiziano,una guida alpina,che gli farà conoscere da vicino il mondo delle aquile. Insieme saranno coinvolti in un’avventura entusiasmante per salvare un aquilotto rapito dai bracconieri .

  307. 1
    Nina ( Ala ) 10/12/2018

    Caro Giuseppe Festa, questa è la mia recensione.
    IL romanza è ambientato nelle Dolomiti.
    Lucio, un ragazzo di 14 anni appassionato di montagna e Zefiro,un aquilotto,sono i protagonisti.
    Il testo racconta di Lucio, un ragazzo cieco ,che affronta le sue difficoltà con determinazione.Lucio reagisce alla propria condizione con forza di volontà e tanta voglia di fare che lo portano ad affrontare e superare i suoi limiti.

  308. 1
    Fulmine.12 ( Ala ) 10/12/2018

    Lucio immagina di volare, quel volo è simbolico. E’ il messaggio del cambiamento, è l’inizio di una nuova vita, di una nuova avventura…
    Proprio come Zefiro, Lucio è pronto a spiccare il volo.
    spero di incontrarla a trento.
    : )

  309. 1
    Fulmine.12 ( Ala ) 10/12/2018

    Il libro è molto affascinante, ti coinvolge nella storia e nella vita dell’aquilotto Zefiro.
    Lucio un ragazzo di 14 anni, che da piccolo ha perso la vista per colpa di una malattia.
    Il ragazzo va spesso in montagna con sua zia Bea.
    Incontrano molte persone nel loro tragitto, la vicenda si complica quando i bracconieri Peccio e Gracco rapiscono un aquilotto di nome Zefiro. E Lucio con l’aiuto della guida, di Bea, di Chiara e delle guardie forestali riescono a salvare Zefiro.
    Il racconto mi fa capire che tutti hanno dei limiti e che se vogliamo superarli dobbiamo riuscire a chiedere aiuto.
    Con questo racconto io capisco che gli animali non vengono trattati sempre bene.
    Siccome io sono molto affascinata dal lavoro delle guardie forestali, il mio voto a questo libro è 10.

    • 1
      Giuseppe Festa 16/12/2018

      Ciao Fulmine.12, hai colto in pieno il senso del libro. Chissà che un giorno tu non possa diventare proprio una guardia forestale!!! Te lo auguro fortemente. Buoni sentieri, Giuseppe

  310. 1
    Cavallo07 ( Arco ) 09/12/2018

    Ciao Giuseppe festa . Per me è la prima volta che faccio questa cosa e quando ho letto il tuo libro mi è piaciuto moltissimo. Ma sono arrivata solo al capitolo 4. Non vedo l ‘ora di terminare e leggerlo tutto per vedere come va a finire la storia.

  311. 1
    superman ( Salorno ) 09/12/2018

    Mi è piaciuto molto perché Lucio nonostante la sua grave malattia agli occhi va avanti con molto coraggio e determinazione. Sono contento che è finita bene e che Zefiro sia tornato dai suoi genitori.

  312. 1
    Lollo08 ( Cavalese ) 09/12/2018

    Ciao Giuseppe, mi chiamo Lorenzo, ho finito oggi di leggere il tuo stupendo libro Cento passi per volare. Io avevo già letto il tuo libro: La luna è dei lupi, quello è il mio libro preferito.
    Questo libro mi ha fatto emozionare è veramente bello: pieno di particolari, descrizioni e colpi di scena.
    Devi sapere che io vivo in montagna e anche a me capita spesso di udire i vari suoni della natura, proprio come Lucio.
    Un’ ultima domanda hai in mente di pubblicare nuovi libri ?
    Ciao e grazie ancora!!!

    • 1
      Giuseppe Festa 16/12/2018

      Ciao Lollo08, grazie per le tue parole, ne avrò cura 🙂 Sì, ho molti progetti… uno arriverà in libreria a marzo e il protagonista sarà… uffa, non posso ancora dirlo, ma stai sintonizzato: ne vedrai delle belle!

  313. 1
    orso007 ( Castel Ivano ) 09/12/2018

    Giuseppe, mi piace molto la tua storia poetica e complimenti ancora per la tua storia, sei stato veramente bravo

  314. 1
    cicolini08 ( Malè ) 09/12/2018

    All’ inizio il libro non non mi piaceva poi però si è fatto più interessante. Mi è piaciuto perchè anche se Lucio era cieco grazie agli altri sensi poteva capire tutto quello che gli stava intorno ed io questa cosa non l’ avevo mai pensata

    • 1
      Giuseppe Festa 16/12/2018

      Grazie mille Cicolini08, sono felice che il libro ti abbia fatto riflettere su qualcosa che non avevi mai pensato. Anche a me succede spesso quando leggo un libro, ed è proprio questa una delle cose più belle della lettura, ci apre gli occhi su mondi nuovi. Un libro può piacerci o meno, ma dopo l’ultima pagina siamo sempre un po’ più ricchi dentro, vero?

  315. 1
    unicorno008 ( Taio ) 08/12/2018

    Ciao Giuseppe Festa,
    il tuo libro è molto bello ,mi ha emozionato molto il fatto che Lucio, pur essendo cieco riesce a trasformare questa sua diversità in una qualità!!

  316. 1
    Volpe ( Mezzolombardo ) 08/12/2018

    Ciao Giuseppe Festa, il tuo libro è magnifico ma ti vorrei fare una domanda, questa è una storia vera?
    PS:lo leggerei anche 100 volte!
    Ti stimo tanto ciao!!!!!

    • 1
      Giuseppe Festa 16/12/2018

      Ciao Volpe,
      grazie mille. La storia è inventata ma il personaggio di Lucio è ispirato a un ragazzo vero che si chiama Sandro. Anche la storia dei bracconieri è inventata ma è ispirata a qualcosa di vero, infatti purtroppo esistono davvero bracconieri rocciatori specializzati nel depredare i nidi, come puoi vedere in questo breve video che ho realizzato qualche tempo fa: https://www.youtube.com/watch?v=1l52NZZKw9M

  317. 1
    Sally5 ( Lavis ) 08/12/2018

    Ho finito di leggere il libro, è fantastico…
    Ciao.
    Questo libro è meraviglioso

  318. 1
    HAJAR2008 ( Borgo Valsugana ) 08/12/2018

    Questo libro è bellissimo soprattutto nel capitolo 7 ma è anche molto triste perchè il bambino ha perso la vista. Per me questo libro è molto emozionante ma bello e molto avventuroso.🤗🤗

    • 1
      Giuseppe Festa 16/12/2018

      Ciao Hajar2008, anche io pensavo che conoscere Sandro, il ragazzo a cui è ispirato Lucio, mi avrebbe dato tristezza per il fatto che non può vedere, e invece mi sbagliavo di grosso: conoscerlo mi ha dato un’energia super positiva perché Sandro è simpatico e pieno di voglia di fare e di essere. Un incontro speciale che porterò sempre ne cuore e che mi ha ispirato molto!

  319. 1
    felicityfornow ( Romeno ) 08/12/2018

    Caro Giuseppe questo libro mi ha fatto capire che se hai una difficoltà non significa che devi rinunciare ad alcune cose, forse con un piccolo aiuto ma non importa. Ci insegna anche che non dobbiamo ostinarci a fare tutto da soli perché TUTTI a volte abbiamo bisogno di aiuto.

  320. 1
    Lol ( Valle di Cavedine ) 08/12/2018

    Questo libro mi è piaciuto molto perchè è come essere veramente in contatto con la natura . A me piace molto l’avventura che compie questo ragazzo cieco con la sua amica, in più dà anche un insegnamento importante: non bisogna mai arrendersi.

  321. 1
    Jess86 ( San Michele all’Adige ) 08/12/2018

    Ciao Giuseppe Festa mi piacciono tanto i tuoi libri ho preso questo perchè mi è piaciuto ho letto la luna è dei lupi.Quando ho iniziato a leggerlo non mi è piaciuto però dopo si

  322. 1
    Pherenikiepew ( Telve ) 07/12/2018

    Egregio signor Giuseppe Festa,
    appena la mia maestra mi parlò del suo libro e di Lucio, un povero ragazzo cieco,ho subito voluto leggerlo.
    Il motivo però era solo uno ovvero il fatto che anche mio padre è quasi cieco. Forse non del tutto, ma ha già il bastone.
    Devo proprio dirle che le due parolacce presenti nel libro hanno dato gusto siccome non ho mai letto un libro con due parole così grandi per me, ma in effetti ci stavano. Del resto credo che sia il libro più bello che ho letto, per ora.
    Ti ringrazio per l’ottima esperienza di lettura.
    Pherenikiepew

  323. 1
    trudy.it ( Lavis ) 07/12/2018

    Salve Giuseppe Festa, ti volevo dire che questo libro non mi è piacuto molto sai, però sono sicura che quando l’ho finito di leggere ti darò delle notizie

    ciao e arrivederci!

  324. 1
    pasword ( Lavis ) 07/12/2018

    Questo libro mi è piacuto tanto perchè il bambino anche se era cieco pensava sempre al meglio. E’ il piu bello che ho mai letto nella mia vita anche se ci sono parolacce…
    Prova a farne tanti altri.Bellissimo!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!! grazie per questo libro.

  325. 1
    Orso polare ( Taio ) 07/12/2018

    Ciao Giuseppe Festa il tuo libro è stupendo!
    L’ avevo già letto prima del concorso perché me l’aveva consigliato la bibliotecaria.
    Ho letto anche il libro” Lupinella”scritto da te e anche quello mi è piaciuto molto perché non sapevo così tante informazioni sui lupi.
    Ciao
    orso polare

    • 1
      Giuseppe Festa 09/12/2018

      Grazie Orso Polare, che bello. Sono contento che la tua bibliotecaria te lo abbia consigliato, devi essere un lettore forte, o sbaglio? Un caro abbraccio e buoni ululati 😉

  326. 1
    Montagna di rapaci ( Lavis ) 07/12/2018

    Caro Giuseppe Festa,
    mi stupisce molto che nel vocabolario di Lucio non esiste la parola impossibile.
    Ho letto tutto il libro e ho scoperto il significato del titolo e della copertina.
    Cordiali saluti.
    P.S. Mi è piaciuto il libro.

  327. 1
    ANGE2007 ( Ville d’Ananunia ) 07/12/2018

    Ciao Giuseppe Festa, sto leggendo il tuo libro ed è molto bello!
    Non è il primo libro scritto da te che leggo, e ci tenevo a dirti che ” il passaggio dell’ orso” mi ha emozionato tanissimo!
    Complimenti per tutti i tuoi libri!!!

    • 1
      Giuseppe Festa 09/12/2018

      Ciao ANGE2007, sono contento che tu abbia letto anche Il passaggio dell’orso, è un libro a cui sono legato molto perché è il primo che ho scritto e mi ricorda un periodo bellissimo che ho vissuto al Parco Nazionale d’Abruzzo, fra orsi, lupi e persone stupende.

  328. 1
    sabry.vc ( Malè ) 07/12/2018

    Questo libro l’ho trovato carino e particolare , anche se non mi coinvolgeva più di tanto .
    Il motivo per cui l’ho scelto è stata la copertina ma anche dov’ è ambientato il racconto : LA MONTAGNA.
    Mi è piaciuta l’ idea che il protagonista del libro fosse cieco e come usava gli altri sensi .
    Seppure , per fortune , ci vedo , mi piacerebbe saper usare gli altri sensi bene come Lucio .

  329. 1
    mca digital ( Cavalese ) 07/12/2018

    Ciao Giuseppe Festa, sono ancora io.
    devo farti i miei complimenti per il libro; hai scritto con amore e passione.
    Sono sicura che il libro l’ho finirò presto.
    Cordiali saluti.
    P.S. Ti ammiro molto !!!!!!!

    • 1
      Giuseppe Festa 09/12/2018

      Grazie mca digital, spero che ti piaccia anche la parte finale. Buoni voli 😉

  330. 1
    dentinocanino007 ( Lavis ) 06/12/2018

    Ciao” Giuseppe Festa” il tuo libro e veramente meraviglioso, ma perchè
    il bambino va ‘con la zia invece che con sua mamma?
    Comunque spero che tu vinca.!!!!!!!!!!!

  331. 1
    Losty ( Arcivescovile ) 06/12/2018

    Sto leggendo il libro! È BELLISSIMO! Quasi quasi lo preferisco alla Ps4! Non vedo l’ora di scoprire il finale! All inizio ero scettico, ma ora che ho iniziato non voglio più smettere😎.
    Ve lo consiglio vivamente 🍌 Meglio di mangiare una banana.

    • 1
      Giuseppe Festa 09/12/2018

      Caro Losty, be’ se è quasi meglio della Ps4, allora abbiamo fatto centro :-)))))) Grazie per le tue simpatiche parole. Buon inverno, Giuseppe

  332. 1
    pro gamer ( Ossana ) 06/12/2018

    il tuo libro mi e piaciuto molto.

  333. 1
    Fungo ( Predazzo ) 06/12/2018

    Cento Passi per Volare è molto bello

  334. 1
    fenice ( Malè ) 06/12/2018

    Questo libro mi è piaciuto perché Lucio, anche se era cieco, non diceva né pensava di non potercela fare. Nel suo vocabolario non esisteva la parola “impossibile”!

  335. 1
    De Aliprandini ( Ville d’Ananunia ) 06/12/2018

    Questo libro mi è piaciuto molto: è da leggere tutto d’ un fiato! Io, dopo le prime pagine, avrei voluto subito finirlo. Anche se raccontato con solo quattro sensi, si riesce a immedesimarsi perfettamente nel protagonista fino al punto che sembra di percorrere i suoi passi e capire le emozioni che prova. L’ handicap fisico di Lucio ci fa riflettere su molte altre difficoltà e paure che tutti noi abbiamo, magari apparentemente meno evidenti ma molto più gravi. Lucio non vede con gli occhi, ma con il cuore,mentre noi tante volte col cuore non vediamo.

    • 1
      Giuseppe Festa 09/12/2018

      Che belle parole, ho apprezzato tantissimo la tua recensione. Ti ringrazio molto De Aliprandini!!!

  336. 1
    naping07 ( Ville d’Ananunia ) 06/12/2018

    Il libro mi è piaciuto molto perchè è incredibile che un ragazzo cieco riesca ad andare in montagna anche se incontra delle difficoltà.

  337. 1
    il_killer_2018 ( Lavis ) 05/12/2018

    Ciao Giuseppe Festa, sono il_killer_2018. Il tuo libro non mi ha appassionato da morire, perchè non ho capito molto il significato del fatto che Lucio va a vedere il nido d’aquila. Insomma perchè va a vedelo se è cieco? Potresti spiegarmelo per favore? Forse usa gli altri sensi in modo più profondo? E così riesce a “sentire” come potrebbe essere fatto un nido. Ho pensato che un cieco ha gli altri sensi molto più sviluppati. Comunque mi piace come scrivi, perchè la lettura risulta molto facile da fare. Sicuramente leggerò qualche altro tuo libro .In futuro consiglierò i tuoi libri ai miei amici se mi dovessero piacere. Quando ci incontreremo alla festa di “sceglilibro” , mi puoi fare un autografo anche se non ho uno dei tuoi libri?….Se accetti puoi farmi la tua firma sul braccio? 🙂 Grazie mille per tutti i libri che scrivi per noi ragazzi, spero che il tuo futuro di scrittore continui nel migliore dei modi. UN BACIO ANONIMO

    • 1
      Giuseppe Festa 09/12/2018

      Ciao Killer_2018. L’hai detto tu stesso: Lucio “vede” con gli altri suoi sensi. Ma non solo. Lucio vuole andare a vedere le aquile per poter condividere quell’esperienza con altre persone. Pensa a quando vai a vedere una partita con gli amici. Lo fai solo per vedere la partita o anche per condividere dei bei momenti con i tuoi amici? Per Lucio è la stessa cosa: non ci sono solo le aquile in quella passeggiata, ma anche la possibilità di vivere dei bei momenti con le persone a cui vuole bene. Certo che ti farò un autografo!!! Buon inverno, Giuseppe

  338. 1
    EmyGym-22 ( Ala ) 05/12/2018

    Buonasera caro Giuseppe Festa, ho iniziato da poco a leggere il suo libro e al momento mi sembra molto bello e coinvolgente.
    Credo proprio che “CENTO PASSI PER VOLARE” riceverà molte recensioni positive! ♥

  339. 1
    SiPe ( Ossana ) 05/12/2018

    E’ un libro bellissimo, mi è piaciuto molto perché sembra di essere in montagna.
    Se fossi stato/a al posto di Lucio non sarei riuscito/a a distinguere tutte queste cose (es: la differenza tra lo zucchero di canna da quello raffinato o il verso di un aquila da quello di un gipeto) e non avrei neanche il coraggio di andare in montagna così tanto.
    Mi ha colpito specialmente la parte in cui Tiziano ha riportato il cucciolo di aquila (Zefiro) al suo nido. E’ un gesto bellissimo quando qualcuno riporta un cucciolo di animale dai suoi genitori perché è stato rapito.
    SiPe

    • 1
      Giuseppe Festa 06/12/2018

      Grazie SiPe, sono convinto anche tu, se fossi nella situazione in cui si è trovato Lucio, riuscireti ad affrontare la vita e le sfide con altrettanto coraggio e determinazione. Spesso, quando ci capitano delle cose brutte, troviamo in noi una forza che non sapevamo di avere. Nemmeno Lucio sapeva di averla, sia?
      Se ti è piaciuta la liberazione di Zefiro, guarda questa bella storia che ho filmato qualche tempo fa in Sicilia, ha un lieto fine degno di un libro 🙂 https://m.youtube.com/watch?v=1l52NZZKw9M

  340. 1
    dybala2008 ( Mezzocorona ) 05/12/2018

    Salve Giuseppe Festa,
    il tuo libro mi è piaciuto tantissimo perché parlava di avventure di un bambino di nome Lucio cieco che va in vacanza con sua zia in montagna, in una baita.
    Ti auguro buona fortuna per i prossimi anni di sceglilibro perché il tuo libro è bellissimo.
    Caro Giuseppe Festa io te lo dico: per conto mio ho letto il tuo libro 2 volte di seguito perché mi piaceva tantissimo, secondo me il tuo libro è il migliore.
    Ho scelto per primo il tuo libro perché ero sicura e mi ispirava tanto.

  341. 1
    Arcobaleno07 ( Lavis ) 05/12/2018

    Ciao, mi è piaciuto il tuo libro, ma secondo me ci sono troppe parolacce

  342. 1
    taghet99 ( Ala ) 05/12/2018

    egregio signore il suo libro non e tanto male, visto che sono un ragazzo delle scuole medie io le consiglierei di fare libri o uno un po ambientato sulla vita di un ragazzino delle medie che sia un po anche divertente, spero che il mio messaggio le sia piaciuto buona giornataaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaa

  343. 1
    calcio08 ( Predazzo ) 05/12/2018

    comunque sto imparando che ti devi fidare degli altri anche se sei senza vista

  344. 1
    calcio08 ( Predazzo ) 05/12/2018

    ciao Giuseppe sto leggendo il tuo libro per intanto sono a metà,devo dire che è bellissimo il tuo libro,credo che sceglierò proprio te come vincitore.
    Ci vediamo a Trento.Ciao

  345. 1
    Heidi ( Valle di Cavedine ) 05/12/2018

    Caro Giuseppe Festa,
    grazie per le favolose descrizioni della montagna. Anche a me piace stare in contatto con la natura e camminare ascoltando i suoni che la circondano. Leggendo il tuo libro ho imparato che si può conoscere questo ambiente anche attraverso altri sensi oltre alla vista come ha fatto Lucio. L’importante è essere aperti alla scoperta di nuove cose.
    Ti faccio i miei complimenti per il tuo libro.
    Heidi

    • 1
      Giuseppe Festa 06/12/2018

      Grazie di cuore, Heidi, condivido in pieno le cose che hai scritto. Hai ragione, la cosa più importante è avere un cuore aperto per accogliere le sensazioni che ci vengono incontro (e, aggiungerei, anche le persone). Un abbraccio e buon inverno, Giuseppe

  346. 1
    Believe ( Cles ) 05/12/2018

    tutti i libri raccontano una storia………. io ne ho letto uno, questo , è veramente emozionante . Ho letto anche sulle ali del falco e mi sono accorta che il falco si chiama come l’aquilotto.
    La fine è veramente pazzesca.Tutti i libri sono legati per chi li legge e tutti raccontano un inzio con una fine.
    Bellissimo libro spero che vincerai

  347. 1
    Fedez ( Ala ) 05/12/2018

    Caro Giuseppe Festa,
    vorrei domandare: come fa a mettersi nei panni di tutti i personaggi quando scrive?
    La lettura del suo libro mi ha coinvolto sin dalla prima pagina, la descrizione degli ambienti mi ha lasciato senza parole.
    Spero di incontrarla.
    A presto

  348. 1
    JACOPO2.0 ( Ala ) 05/12/2018

    Caro Giuseppe Festa,
    mi è piaciuto molto il libro soprattutto perché hai saputo esprimere molto bene i sentimenti e le emozioni di Lucio, di Chiara e delle aquile.
    Anche i momenti di comicità non sono mancati. Spero di leggere altri tuoi libri.
    Un saluto da Jacopo e a presto

  349. 1
    Malak ( Ala ) 05/12/2018

    Caro Giuseppe, mi è piaciuto leggere il suo libro, mi sono commossa durante la lettura del capitolo 9.
    “Sentiva il calore insopportabile dell’uomo, il suo tanfo soffocante .
    Gli occhi dell’ aquilotto si chiusero, storditi dallo spavento, dai rumori, dalle voci degli umani.
    Nella sua mente tutto divenne fumoso. Le sue forze lo stavano abbandonando, era certo che il suo cuore non avrebbe retto. L’unica cosa che lo teneva legato alla vita era la voce di sua madre, una sottile seta di baco in una tempesta. Zefiro si stava aggrappando a quel filo per non sprofondare”
    Leggendo queste righe ho riflettuto su quanto gli uomini possano essere crudeli nei confronti degli animali.
    Spero di vederla a Trento .

  350. 1
    pikachu ( Cembra Lisignago ) 04/12/2018

    Ciao Giuseppe sono Pikachu, il tuo libro mi è piaciuto perché parla di un ragazzo che era cieco e non si è fermato davanti ai problemi,ma è andato avanti con coraggio!!Mi ha commosso molto l’ amicizia tra Chiara e Lucio!😁
    Mi piacerebbe tanto vivere un’ esperienza simile tra le montagne della mia Valle o negli adorati boschi vicino alla mia baita dove vedo volare i falchi. Vedendoli provo sempre una grande emozione e un forte senso di libertà… 😄che emozione, Giuseppe vieni in Val di Cembra ad ammirare le nostre montagne e i nostri animali,chissà che non diventi l’ambientazione per il tuo prossimo libro1

    • 1
      Giuseppe Festa 06/12/2018

      Grazie Pikachu, mi hai scritto delle cose molto belle. Verrò di sicuro in Val di Cembra, mi hanno detto che è un luogo che lascia senza fiato tanto è bello. Grazie per il suggerimenoi, lo metto nella lista dei miei prossimi viaggi 🙂

  351. 1
    pikachu ( Cembra Lisignago ) 04/12/2018

    Ciao Giuseppe sono pikachu,il tuo libro mi è piaciuto molto! Secondo me il tuo libro e il più bello del concorso. Soprattutto mi è piaciuta molto il finale che hai messo,proprio non me lo
    aspettavo.

    Ciao da pikachu

  352. 1
    Nich 2008 ( Borgo Valsugana ) 04/12/2018

    il libro è stato molto bello soprattutto il finale

  353. 1
    Kurdoo ( Egna ) 04/12/2018

    Ciao giuseppe festa.

    Spero che tu vinca.

  354. 1
    Isacchiria ( Cavalese ) 04/12/2018

    Giuseppe Festa perché hai usato proprio l’ animale aquila e perché hai raccontato di un bambino cieco?????

    • 1
      Giuseppe Festa 06/12/2018

      Ciao Isacchiria, ho scritto questa storia perché ho conosciuto un ragazzo non vedente che mi ha insegnato tantissime cose sulla vita. Si chiama Sandro e a lui è ispirato il personaggio di Lucio. Le aquile, poi, insieme a orsi e lupi, sono i miei animali preferiti 🙂 anche se mi stanno molto simoatiche anche le galline ;-)))))

  355. 1
    mca digital ( Cavalese ) 04/12/2018

    Caro Giuseppe Festa,
    mi sono appena introdotta nel suo libro.
    Devo dire che sei stato molto bravo.

  356. 1
    Viki ( Telve ) 03/12/2018

    ATTENZIONE SPOILER
    Caro Giuseppe Festa ho appena finito il tuo libro “CENTO PASSI PER VOLARE”. Mi è piaciuto molto il contenuto del libro, ma la parte che mi ha colpito di più è quando Tiziano, insieme all’agente, ha liberato Zefiro. Anche il capitolo 14, l’ ultimo, dove Lucio ha Astro, il suo compagno migliore. Lui così con lui può andare dappertutto senza vergognarsi di niente e come detto dal libro farsi molti amici grazie ad Astro. Spero che tu vinca quest’ anno.

    • 1
      Giuseppe Festa 06/12/2018

      Grazie Viki, quella della liberazione di zefiro è una delle mie parti preferite, quando l’ho scritta mi sembrava di essere lì con i personaggi e, lo ammetto, ho avuto paura per Tiziano 😉
      Grazie e buoni sentieri, Giuseppe

  357. 1
    Sally5 ( Lavis ) 03/12/2018

    questo libro mi sta piacendo già dalle prime pagine,spero che vincerai o tu o zita o francesco d’adamo,questi libri sono quelli che mi sono piaciuti di più.
    buona fortuna, ci vediamo alla festa!!

  358. 1
    bolp ( Sen Jan di Fassa ) 03/12/2018

    CIAO SONO A META DEL TUO LIBRO PER INTANTO MI E PIACUTO

  359. 1
    falco pellegrino ( Cembra Lisignago ) 03/12/2018

    Sto per leggerlo però sembra interessante
    Ciao

  360. 1
    Pomodoro7 ( Cembra Lisignago ) 03/12/2018

    Ciao Giuseppe,
    il tuo libro mi è piaciuto molto perché è di avventura, anch’io adoro andare in montagna. Mi ha fatto riflettere tanto la bravura e la simpatia di Lucio nonostante le sue difficoltà.

  361. 1
    superlettore ( Riva del Garda ) 03/12/2018

    Ciao caro Giuseppe,
    ho iniziato a leggere il tuo libro e devo dire che è molto bello!
    perchè ti insegna che se perdi delle cose davvero importanti come la vista , non vuol dire che ti devi arrenderti.
    ed anche perché ti insegna che bisogna rispettare la natura.
    devo chiederti alcune domande:
    perchè hai scelto questi nomi hai personaggi?
    Ciao un saluto Superlettore

    • 1
      Giuseppe Festa 06/12/2018

      Ciao Superlettore,
      Tiziano è il nome di un mio amico che fa la guida alpina, mentre Chiara è il nome di una mia compagna di volontariato al Parco d’Abruzzo, quando ero un ragazzo (mi ero preso una cotta per lei, lo ammetto). Invece il nome Lucio l’ho scelto per creare un contrasto col suo mondo apparentemente buio (Lucio ricorda la parola luce), perché in realtà lui ci vede benissimo, anche se non con gli occhi, e porta la luce in chi lo conosce.

  362. 1
    felicie08 ( Valle di Cavedine ) 03/12/2018

    ciao Giuseppe.
    mi è piaciuto molto il libro perchè il bambino non vedente sorprende tutti come un mago e non bisogna pensare che i bambini che hanno un problema siano diversi e non bisogna pensare di essere superiori perchè alla fine tutti hanno gli stessi diritti. I l libro non è nè lungo nè corto ma è giusto per fare appassionare i lettori ed è strabiliante e scritto semplice.
    A questo libro do un 10

    • 1
      Giuseppe Festa 06/12/2018

      Grazie Felice08, quando andavo a scuola non mi hanno mai dato un 10 e sono felicissimo di prenderne uno da te. Grazie per le belle parole che hai scritto, sono d’accordo con te. Buon inverno, G

  363. 1
    Acr0REx ( Taio ) 03/12/2018

    ***spoiler***

    A me è piaciuto molto il tuo libro perché parla di un bambino cieco ed questo è molto piacevole perché ognuno è speciale di una cosa.Ma a me dispiace tanto per Lucio ad essere cieco.Non soltanto per questo motivo mi piace molto il tuo libro ma anche perché Lucio sa imitare i versi degli animali ed grazie a lui Tiziano non è stato ferito gravemente.Lucio ha dimostrato grande coraggio ed sua zia ad aiutarlo nonostante la cecità.Non solo per questo motivo mi piace molto il tuo libro. Mi è piaciuto per il motivo di come reagisce perché non vuole essere aiutato da parte di nessuno.Non solo ha detto agli altri di ascoltare e così Tiziano vide i due furbi bracconieri scappati dalla Sicilia.Quando i carabinieri forestali li hanno trovato i due delinquenti dicevano di non aver fatto nulla per niente.Il tuo libro è molto bello però potevi anche non mettere le due parolacce.
    Molti complimentoni per il libro,buona fortuna caro Giuseppe Festa.
    Cordiali saluti.😁😁😁

    • taio@biblio.infotn.it 05/12/2018

      Ciao AcrOREx, grazie per il tuo commento. Anche questa volta ho segnalato lo ***spoiler*** per chi non volesse anticipazioni su parti salienti del libro. Buona lettura!
      Biblio.Taio

    • 1
      Giuseppe Festa 06/12/2018

      Ciao AcrOREx, grazie mille per la tua recensione. Anche a te piacerebbe saper imitare e riconsocere i versi degli animali come Lucio? A me tantissimo. Sandro, il ragazzo a cui è ispirato Lucio, è un imitatore perfetto e una volta, in montagna, ha imitato così bene l’ululato di un lupo che gli ha risposto un branco intero.
      Scusami per le due parolacce, hai ragione, non si dovrebbero scrivere, ma è colpa di quei furfanti di Peccio e Gracco. Io non volevo usarle ma loro le hanno dette così forte nella mia mente che si sono scritte da sole :-)))

  364. 1
    Trilli ( Coredo ) 03/12/2018

    Amo il tuo libro,mi piace tantissimo. Ho iniziato a leggerlo due giorni fa e sono già a più di meta libro. Sei il mio scrittore preferito. Voglio dirti che la trama è fantastica come ovviamente il tuo libro. Ciao !!!!💖😊😃💝

    • 1
      Giuseppe Festa 06/12/2018

      Hei Trilli, guarda che se continui così mi monto la testa e comicio a camminare volando :-))) grazie per le tue bellissime (e generose) parole. A presto, Giuseppe

  365. 1
    Piolo ( Riva del Garda ) 03/12/2018

    Bellissimo Mi è piaciuto molto 😃

  366. 1
    tuo fratello ( Ala ) 03/12/2018

    a me è piaciuta tanto questa frase: la contentezza di Lucio nello scoprire le bellezze delle montagne anche se non riesce a vedere ma ascoltando tutti i rumori che percepisce. Inoltre non si è arreso davanti alla sua grave malattia ma ha tanta voglia e capacità di vivere come un bambino ” normale”.

    • 1
      Giuseppe Festa 06/12/2018

      È vero, dovremmo tutti prendere esempio dalla sua forza e voglia di vivere nonostante le difficoltà. Io ho imparato molto da Sandro, il ragazzo che ha ispirato il personaggio di Lucio 🙂

  367. 1
    Gallad ( Ala ) 03/12/2018

    Caro Giuseppe Festa,
    Ecco la mia recensione.
    Siamo nel cuore delle Dolomiti dove Lucio e sua zia Bea trascorrono ore liete. A loro piace fare lunghe camminate, legandosi tra loro con una sciarpa di seta rossa.
    Anche se non ha la vista, Lucio riesce a percepire il paesaggio con tutti gli altri sensi, percependo odori e sensazioni. Sembra quasi che Lucio riesca anche a “volare” dopo che ha contato cento passi dal rifugio.
    Lucio durante un’escursione ha conosciuto Chiara, che è diventata sua amica. Assieme sono andati al Picco del Diavolo, dove c’è un nido di aquile. Nel racconto c’è anche la storia di Zefiro, un aquilotto rapito dai bracconieri e poi fortunatamente salvato grazie a Lucio e ai forestali.
    Leggendo il romanzo ho percepito la bellezza della montagna in tutti i suoi aspetti e si è fatto forte in me il desiderio di rispettare la natura e gli animali.
    Un libro che non dimenticherò mai!

    • 1
      Giuseppe Festa 06/12/2018

      Grazie Gallad,
      hai fatto una sintesi perfetta 🙂 e sono lieto che tu abbia sentito il desiderio di rispettare la natura e gli animali! Ci vediamo a Trento!!!

  368. 1
    lumaca ( Ala ) 03/12/2018

    Caro Giuseppe,
    il suo libro mi è piaciuto molto. La frase che mi ha colpito di più è stata:” La parola impossibile non c’e’ nel mio vocabolario”. A scuola, ho realizzato anche un lavoro dove ho disegnato i personaggi, come me li immagino io, purtroppo però non riesco a caricarli nel commento. Le chiedo di guardare il link che c’è qui di seguito. E’ il segno con cui le persone sorde, come me, ringraziano. E io le dico GRAZIE per le emozioni che col suo libro mi ha fatto provare.
    https://www.youtube.com/watch?v=o7h81Zv0IY4

    “C

    • 1
      Giuseppe Festa 06/12/2018

      Grazie di cuore. Hai reso questa giornata grigia e piovosa improvvisamente serena, illuminandola con le tue parole e col tuo bellissimo Grazie. Ora provo a impararlo e se ci vediamo a Trento alla festa finale mi dici se lo dico bene, ok? Grazie a te, ti auguro un buon inverno.
      P.s. sono felice che ti siano piaciute quelle parole, sono sicurissimo che anche nel tuo vocabolario non ci sia spazio per quella parola. Anche se, come ci insegnano Chiara e Lucio, non importa se non riusciamo a superare degli ostacoli da soli. L’importante è provarci e, se proprio non ci riusciamo, apprezzare le cose che invece ci vengono benissimo. Tutti abbiamo delle fragilità, grandi o piccole, e tutti possiamo imparare a conviverci, se lo vogliamo e se abbiamo al fianco le persone giuste. Vero? Un abbraccio, Giuseppe

  369. 1
    Pero87 ( Castel Ivano ) 02/12/2018

    Libro molto bello, avventuroso mi è piaciuto soprattutto il finale. Lo consiglio.

  370. 1
    MONSTER2008 ( Castel Ivano ) 02/12/2018

    Ho letto questo libro e devo dire che mi è piaciuto molto. Come voto darei 10 perché ho capito che anche se si hanno delle difficoltà, come quella di Lucio, con l’aiuto sia delle persone che degli animali si può riuscire ad accettarle e a superarle.
    Un abbraccio da me e dalla mia famiglia.

  371. 1
    MIKE JAMES ( Riva del Garda ) 02/12/2018

    COMPLIMENTI MI E’ PIACIUTO MOLTO

  372. 1
    MIKE JAMES ( Riva del Garda ) 02/12/2018

    HO LETTO QUESTO LIBRO IN UNA SETTIMANA PERCHE’ LA TRAMA MI HA AFFASCINATO MI HA COLPITO MOLTO IL FATTO CHE LUCIO ANCHE SE NON VEDESSE RIUSCISSE A PERCEPIRE I SUONI, MOVIMENTI ATTORNO A LUI ANCHE PIU’ DEI SUOI COMPAGNI CHE CI VEDEVANO.
    LA COSA CHE NON MI E’ PIACIUTA MOLTO ERA CHE C’ ERANO MOLTE PAROLE LUNGHE E DIFFICILI DA CAPIRE PER ME.
    HO TROVATO STRANO CHE CI FOSSERO ALCUNE PAROLACCE CHE PERO’ HANNO RESO LA LETTURA PIU’ DIVERTENTE E HANNO DATO PIU’ SIGNIFICATO ALLE EMOZIONI DEL PERSONAGGIO

    • 1
      Giuseppe Festa 06/12/2018

      Ciao Mike James, ho apprezzato molto il fatto che tu abbia continuato la lettura nonostante i termini difficili o le parole troppo lunghe. Sono anche contento che tu abbia capito il motivo per cui ho inserito qualche parolaccia, per rendere più realistica la tensione dei protagonisti in quei momenti. D’altronde, quando si è spaventati o arrabiati, a tutti può sfuggire una parolaccia, giusto? Figuriamoci a quei mascalzoni di Peccio e Gracco, che le dicono anche senza spaventi o arrabbiature! 😉

  373. 1
    little reader ( Andalo ) 02/12/2018

    Ciao Giuseppe il tuo libro è molto bello! Mi è piaciuto perchè Lucio è rimasto sempre tenace nonostante la sua cecità. Sua zia è stata molto coraggiosa perchè non è facile occuparsi di persone che non possono vedere anche se Lucio ha dimostrato di non essere come le altre persone che soffrono per la sua stessa malattia. Anche a me come a Bea e Lucio piace andare in montagna e stare in mezzo alla natura ma soprattutto amo osservare gli animali e l’ aquila è uno dei miei animali preferiti. Volevo farti due domande:
    È una storia vera?
    Perchè hai scelto questi nomi per le aquile?

    • 1
      Giuseppe Festa 06/12/2018

      Ciao Little reader, grazie per la tua recensione, hai scritto cose molto belle, che condivido in pieno. La storia è inventata, anche se il personaggio di Lucio è ispirato a un ragazzino vero, come puoi leggere nei ringraziamenti. Anche il bracconaggio sulle aquile, purtroppo, è un fenomeno reale e in questo video che ho girato qualche anno fa potrai renderti conto di quanto siano diffusi i tipi loschi come Peccio e Gracco https://m.youtube.com/watch?v=1l52NZZKw9M

  374. 1
    tommy2007 ( Coredo ) 02/12/2018

    Davvero bello… mi e’piaciuto molto la trama di questo libro.. in particolare il lieto fine.
    Questo storia insegna molte cose sul rispetto delle persone e della natura

  375. 1
    WISPY GULL ( Tione ) 01/12/2018

    ciao Giuseppe
    mi piace molto il tuo libro, anche se lo ho appena iniziato….. sai, il tuo libro piace anche a mio fratello, ogni sera gli leggo sempre un capitolo.
    sei molto bravo a scrivere e scrivi anche delle parole facili da capire.

    cordiali saluti WISPY GULL

  376. 1
    ginny07 ( Ala ) 01/12/2018

    Grazie mille Giuseppe Festa leggerò anche la luna è dei lupi

  377. 1
    Ciao Salve ( Riva del Garda ) 01/12/2018

    Il libro mi piace molto perchè parla dei ciechi possono divertirsi come noi.
    Bellissimo

  378. 1
    Trilli ( Coredo ) 01/12/2018

    Caro Giuseppe Festa credo anzi ne sono certa che tu sia una persona che ovviamente ama i libri, ma la passione per i libri l’ hai sempre avuta anche quando eri piccolo ?😃😊😁😉

    • 1
      Giuseppe Festa 06/12/2018

      Ciao Trilli, mi sono innamorato dei libri grazie alla mia maestra Patrizia, quando andavo in quinta elementare. Infatti, sapendo che mi piacevano gli animali, mi regaló il libro La mia famiglia e altri animali, di Gerald Durrel. Mi appassionai così tanto a quella storia che non smisi più di leggere libri. Te lo consiglio vivamente, è un libro pubblicato molti anni fa ma è così bello che continuano a ripubblicarlo e lo trovi di sicuro nelle librerie o in biblioteca.

  379. 1
    parrot ( Dimaro Folgarida ) 01/12/2018

    All’inizio pensavo che il tuo libro fosse uno dei più brutti fra quelli da scegliere ma quando ho finito di leggerlo mi sono reso conto che non era poi tanto male anzi credo che sia uno dei piu belli che ho letto..una storia piena di avventure che ti tiene col fiato sospeso sopratutto nella parte finale dove Lucio sembra che voli per davvero.. Aspetto volentieri un tuo prossimo libro magari chiamato” cento passi per volare 2″che continui la storia di Lucio!!

    • 1
      Giuseppe Festa 06/12/2018

      Ah ah, terró conto del tuo suggerimento per un seguito… anche se il mio prossimo libro sarà un altro, dal titolo un po’ strampalato: Incontri Ravvicinati del Terzo Topo 😉

  380. 1
    Trilli ( Coredo ) 01/12/2018

    Ciao Giuseppe Festa volevo dirti che i tuoi libri sono bellissimi 📚! Posso chiederti una cosa? I libri che hai scritto sono tratti da una storia vera? Ciao 😃😁

    • 1
      Giuseppe Festa 06/12/2018

      Ne ho appena scritto uno che si intitola I figli del bosco, che racconta una storia vera dalla prima all’ultima parola. In altri casi, come per Cento passi per volare, realtà e fantasia si fondono nella trama. Come avrai letto nei ringraziamenti, infatti, Lucio è ispirato a un ragazzo che ho conosciuto davvero. Buoni sentieri, Giuseppe

  381. 1
    Fransisco_noemi ( Ala ) 01/12/2018

    Caro Giuseppe Festa, il suo libro mi è piaciuto molto. In particolare questa parte:
    “Be’, sai cosa ti dico? Il tuo limite almeno ha un nome. Hai imparato a conoscerlo e a superarlo. Io invece non lo so come si chiama il mio limite”.
    I suoi occhi si riempirono di lacrime. Lucio aprì la bocca e la richiuse.
    “Mi sento sempre fuori posto. A scuola non spiccico parola per paura di non so nemmeno bene cosa, e i miei compagni pensano che sia una stronzata che se la tiro…” le tremò la voce. “Con te, invece…” Non riuscì a terminare la frase e scoppiò a piangere. Il ragazzo rimase spiazzato e sorpreso. La parte in cui parla Chiara e si ferma e non riesce a terminare la frase e scoppiò a piangere, capita anche a me alcune volte la stessa cosa, precisa identica a quella che è successa a Chiara.
    Grazie. Fransisco_noemi.

    • 1
      Giuseppe Festa 06/12/2018

      Grazie per le tue considerazioni! Quello che hai trascritto, in effetti, è uno dei passaggi piú importanti del libro. Spero che anche tu possa avere un amico o un amica con cui confrontarti e condividere le tue fragilità (tutti ne abbiamo, io ne ho tantissime), proprio come Lucio e Chiara. Un caro abbraccio, Giuseppe

  382. 1
    Traslana ( Valle di Cavedine ) 01/12/2018

    Ciao Giuseppe il tuo libro mi è piaciuto molto e mi ha ispirato già dalla prima pagina.

  383. 1
    Feudo ( Predazzo ) 01/12/2018

    Volevo chiedere perché le aquile hanno il nome di un vento??

    • 1
      Giuseppe Festa 06/12/2018

      ciao Feudo, le aquile sono le regine dei venti, perché sfruttano le correnti d’aria in modo molto abile, rimandneo in volo ore e ore senza mai battere le ali. Ecco perché ho pensato che dei nomi di venti potessero essere giusti per Zefiro, Levante e Mistral.

  384. 1
    Feudo ( Predazzo ) 01/12/2018

    Mi è piaciuto molto perché parla delle difficolta superate bellissimo

  385. 1
    Stellino ( Denno ) 30/11/2018

    Caro Giuseppe Festa, ho appena finito di leggere il suo libro e devo dire che è molto ben elaborato e scritto con
    molta cura e attenzione, ma non capivo molto bene quando interveniva un nuovo personaggio oppure continuava a parlare
    il bambino.

    • 1
      Giuseppe Festa 06/12/2018

      Ciao Stellino, sono felice che tu sia andato avanti nella lettura nonostante a volte facessi fatica a comprendere alcuni passaggi, forse non sono stato chiaro io a scriverli. Hai fatto come Lucio, nel tuo piccolo: non ti sei fermeto di fronte agli ostacoli 🙂

  386. 1
    astonmartin ( Dimaro Folgarida ) 30/11/2018

    Mi è piaciuto molto il tuo libro

  387. 1
    Robi8 ( Taio ) 30/11/2018

    Il tuo libro mi è piaciuto tanto è facile da legiere

  388. 1
    lettore ( Lavis ) 30/11/2018

    molto bello la trama è molto bella

  389. 1
    spelacchio2008 ( Cembra Lisignago ) 30/11/2018

    ciao Giuseppe Festa ho appena finito di leggere il tuo libro … per me è stata una fantastica avventura immersa nel mondo di Lucio.
    Da questo libro ho capito cose molto importanti per la vita.
    Ciao a presto.

    • 1
      Giuseppe Festa 06/12/2018

      Grazie di cuore, ció che hai scritto ha reso speciale la mia guirnata, ti ringrazio. Sono felice che la storia di Lucio ti abbia ispirato. È la stessa cosa che succede ai ragazzi e alle ragazze che conoscono Sandro, il ragazzo reale a cui mi sono ispirato per descrivere Lucio.

  390. 1
    SMB07 ( Riva del Garda ) 30/11/2018

    Giuseppe, il tuo libro mi è piaciuto molto perchè parla di questo ragazzo che anche essendo cieco, riesce a superare tanti pericoli. Mi piace perchè la ragazza che all’inizio non sapeva cosa fare, ha trovato le parole giuste e così a alla fine i due sono diventati migliori amici.

    • 1
      Giuseppe Festa 06/12/2018

      Hai ragione, a volte capita che un rapporto un po’ difficile all’inizio si trasformi in una grande storia di amicizia o d’amore. Non bisogna fermarsi alle apparenze, ma avere la voglia di conoscere davvero gli altri. Grazie per il tuo commento, G

  391. 1
    Bomber.Men ( Mezzolombardo ) 29/11/2018

    Devo iniziare questo ,ma sembra molto bello!!!!!!!!!!😘😃😃😃😃😃😜😎💫🌟❤️❤️

  392. 1
    HAJAR2008 ( Borgo Valsugana ) 29/11/2018

    Mi è piaciuto questo libro soprattutto il capitolo 7
    anche se è un po’ triste perchè il bambino ha perso la vista.
    È un libro molto bello e lo consiglio a chi piacciono i libri d avventura molto emozionanti.
    Per me questo libro è molto emozionante e in una parola è bellissimo!!!! 😊

  393. 1
    Atomic ( Sen Jan di Fassa ) 29/11/2018

    Questo libro è stato entusiasmante ,fino alla fine sono rimasto col fiato sospeso. Grande Giuseppe Festa!!!👍👍👍👍👍❤️❤️

  394. 1
    GIGI 13 ( Fiera di Primiero ) 29/11/2018

    Il libro mi è piaciuto molto. In certi aspetti assomiglia a “Sulle ali del falco”. Vorrei sapere se conosceva già quel racconto. 🙂

    • 1
      Giuseppe Festa 06/12/2018

      Grazie! Non l’ho ancora letto ma è già sul mio comodino e mi ci tufferò presto!

  395. 1
    Stiwi ( Valle di Cavedine ) 29/11/2018

    Ciao il tuo libro mi è piaciuto tantissimo. Già dal titolo mi sembrava molto interessante

  396. 1
    mose ( Castel Ivano ) 29/11/2018

    Caro Giuseppe,
    il tuo libro mi è piaciuto molto perchè il bambino che è diventato cieco si ricorda i colori e le forme delle cose ma ora utilizza gli altri sensi per rendersi conto della realtà, cosa che noi sfruttiamo poco.
    Lo leggerei migliaia di volte.
    Anch’io come Lucio ho uno zio preferito che adoro!!
    CIAOOOOOO

    • 1
      Giuseppe Festa 06/12/2018

      Anche io! Si chiama Fabiano e con lui ho vissuto tantissime avventure. Una vilta abbiamo costruito una zattera e abbiamo provato a navigare sul lago d’Iseo… siamo affondati dopo 5 minuti ma ci siamo divertiti da matti!

  397. 1
    milanista99 ( Cavalese ) 29/11/2018

    Ciao Giuseppe Festa… Il tuo libro è meraviglioso, l’ho letto in due giorni e mi verrebbe voglia di rileggerlo. Questo libro ci insegna che la malattia non ci impedisce di fare quello che ami. Mi ha ” compassionato”l’amicizia tra Lucio, Chiara e Zefiro. Tiziano è stato molto coraggioso a scalare la montagna per riportare il piccolo Zefiro dalla mamma Mistral e dal papà Levante dopo essere stato stordito da quei due bracconieri. Bravo Giuseppe veramente un libro fantastico. Ho visto le copertine dei tuoi altri libri, si vede che ami la natura proprio come me. Bravissimo!!!

    • 1
      Giuseppe Festa 29/11/2018

      Ciao Milanista99, sono felice di avere in comune con te l’amore per la natura e gli animali. Hai scritto delle parole bellissime e le custodirò con cura, grazie di cuore. Giuseppe

  398. 1
    Farfalla ( Riva del Garda ) 28/11/2018

    La prima pagina del libro mi è piaciuta tanto lo letta tante volte mi calmava

  399. 1
    SM1A02 ( Cles ) 28/11/2018

    Caro Giuseppe Festa il tuo libro mi è piaciuto molto , soprattutto la parte finale quando nel sogno Lucio si butta e viene salvato da Zefiro.😉😉😉

  400. 1
    supermati5 ( Castel Ivano ) 28/11/2018

    Caro Giuseppe, il tuo libro mi è piaciuto un sacco perché parla di un bambino cieco che nn si arrende davanti alla sua difficoltà. Adora la montagna proprio come me. La storia di Lucio mi ha fatto capire che anch’io non devo arrendermi di fronte alle difficoltà che rispetto a quelle del protagonista sono piccole. Complimenti!

    • 1
      Giuseppe Festa 29/11/2018

      Ciao Suoermati5, che bello quello che hai scritto. È vero, la storia di Lucio, in realtà, è la storia di ognuno di noi, con le fragilità e le sfide che dobbiamo affrontare ogni giorno. Spero che Lucio possa essere un esempio per tutti noi.

  401. 1
    ghepardo 08 ( Andalo ) 28/11/2018

    All’ inizio non ho capito niente della storia (primi 2 capitoli ) poi ho ricominciato a leggerlo tutto dall’ inizio e ci ho capito tutto .mi ha stupito Lucio quando è riuscito a dare lo zucchero giusto a Chiara , a versare il thè nella tazza …. Quando Chiara è scoppiata a piangere perchè Lucio non si faceva aiutare mi sono dispiaciuto per lei .
    questo libro mi ha insegnato a non abbattersi davanti agli ostacoli .
    CIAO GIUSEPPE !!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

  402. 1
    Gufo307 ( Arco ) 28/11/2018

    Caro Giuseppe Festa,
    il tuo libro mi è piaciuto molto!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!
    Questo libro ti insegna che nella vita non bisogna fermarsi davanti ad un ostacolo.Per esempio Lucio,anche se ha perso la vista quando era piccolo, ha continuato ad andare in montagna.
    Volevo chiederti una cosa:a chi ti sei ispirato per descrivere il carattere timido di Chiara?
    Grazie a presto.

    • 1
      Giuseppe Festa 29/11/2018

      Ciao Gufo307, in realtà il personaggio di Chiara è frutto della mia fantasia. L!ho pensata così perché mi sembrava bello che la sua timidezza fosse un’ostacolo da superare con l’aiuto di Lucio. Grazie per le tue parole, sono felice che il libro ti sia piaciuto. Buoni sentieri, G

      • 1
        Gufo307 ( Arco ) 04/12/2018

        Grazie per avermi risposto Giuseppe Festa. Grazie per aver scriito questo libro e aver dato un insegnamento importante: nella vita non bisogna fermarsi davanti ad un ostacolo.
        A presto

  403. 1
    MissLove ( Cavalese ) 28/11/2018

    Caro Giuseppe Festa..appena ho visto la copertina ho subito capito che era superbello….è siccome era bellissimo lo ho letto in due giorni… ciao…ci vediamo a Trento..😚😚

    • 1
      Giuseppe Festa 29/11/2018

      Ciao MissLove, come sai c’è un proverbio che dice “un libro non si giudica dalla copertina”, ma evidentemente Cento passi può fare eccezione 🙂 Grazie per le tue belle parole, ci vediamo a Trento!

  404. 1
    panda08 ( Castel Ivano ) 28/11/2018

    Salve Giuseppe,
    è sera e ho appena finito di leggere il suo libro che ho trovato davvero bellissimo.
    Mi ha colpito soprattutto la parte finale quando ha descritto che Lucio si è buttato nel precipizio e per un attimo ci ho creduto e mi sono preso un grosso spavento.
    Ho imparato a conoscere meglio le aquile, un uccello meraviglioso, ma soprattutto ho capito che ciascuno di noi ha dei limiti e che spesso con la buona volontà si possono superare.
    Complimenti

    • 1
      Giuseppe Festa 29/11/2018

      Grazie mille, Panda08. Anche io, conoscendo di persona il ragazzo a cui è ispirato Lucio, ho imparato molto sui limiti che si possono superare, ma anche sull’importanza di accettare le proprie fragilità e condividerle con chi ci è amico e può aiutarci. Come fanno Chiara e Lucio, che alla fine crescono insieme grazie all’aiuto reciproco.

  405. 1
    kiradeandre ( Castel Ivano ) 28/11/2018

    Il libro “Cento passi per volare” racconta la montagna con gli “occhi “ di un ragazzo non vedente. Lucio nonostante la sua cecità vive la sua esperienza in modo pieno con delle descrizioni molto approfondite e coinvolgenti. L’autore ti invoglia ad avanzare con le pagine, usando un linguaggio semplice e vivace.

  406. 1
    Verofire3natsu ( Egna ) 27/11/2018

    Ciao Giuseppe quando ho scelto di leggere questo libro ho capito la sua bellezza solo dalla copertina perché amo le aquile, non ho ancora finito di leggerlo, ma lo trovo fantastico. Complimenti, lei ha un grande talento.😄

  407. 1
    Bubu2 ( Cavalese ) 27/11/2018

    Sono al capitolo 6, sono contenta di aver scelto questo libro perché mi emoziona e voglio leggerlo tutto d’ un fiato.

  408. 1
    izabela ( Riva del Garda ) 27/11/2018

    Caro Giuseppe Festa, volevo dirti che il tuo libro è fantastico, lo adoro.
    A me prima non mi piacevano i libri… ma quando o visto questo libro e lo l’etta, mi sono cambiata!
    Ho scelto questo libro perchè ci tenevo tanto , è proprio una bella storia!!
    Tanti saluti da Izabela.

    • 1
      Giuseppe Festa 29/11/2018

      Ciao Izabela, quello che hai scritto è un bellissimo regalo per me, sai? Non c’è niente di più bello di sapere che un ragazzo o una ragazza si sono avvicinati alla lettura grazie a un proprio libro. Grazie per aver condiviso con me questa cosa, buoni sentieri, spero che Cento passi sia solo il primo… passo e che leggerai molti altri libri.

  409. 1
    NIK07 ( Cles ) 27/11/2018

    Il libro mi ha fatto capire che le persone cieche (in questo caso Lucio) nonostante non possano vedere possono sviluppare altri sensi meglio delle persone che vedono. Giuseppe spero che tu mi risponda

    • 1
      Giuseppe Festa 29/11/2018

      Ciao Nik07, hai ragione, in molte cose vedono meglio di chi può usare gli occhi. Soprattutto sanno scrutare a fondo nel cuore delle persone. Buini sentieri, Giuseppe

  410. 1
    mca digital ( Cavalese ) 27/11/2018

    Nel vedere la copertina questo libro mi ispira anche perché mi piacciono gli animali.Giuseppe Festa sei proprio bravo!!!!!

  411. 1
    melinda ( Baselga di Pinè ) 26/11/2018

    Ho gia letto il libro è bellissimo parla di una bella avventura, è ammirevole Lucio

  412. 1
    SEDOOOOOO ( Valle di Cavedine ) 26/11/2018

    Questo libro mi é piaciuto perché anche se lungo molto divertente di facile lettura con pochi termini difficili.
    Dovrebbe vincere questo libro perché mi è piaciuto davvero tanto.

  413. 1
    annabellissima ( Valle di Cavedine ) 26/11/2018

    Ciao ho pensato che era una bella idea di farti i complimenti per questo bel libro.
    Io l’ho letto con molto piacere di nuovo😌👏🏼

  414. 1
    Struzzo ( Taio ) 26/11/2018

    Ho appena preso questo libro in biblioteca, dalla copertina e dal parere della bibliotecaria sembra molto interessante.
    Non vedo l’ ora di cominciare a leggerlo!

  415. 1
    EAGLE ( Mezzolombardo ) 26/11/2018

    Ciao Giuseppe Festa volevo dirti che il tuo libro è bellissimo soprattutto la parte dove Zefiro torna nel nido e il personaggio che mi è piaciuto tanto è Lucio perchè è molto simpatico, altruista e sicuro di se.
    Tanti saluti EAGLE

    • 1
      Giuseppe Festa 29/11/2018

      Grazie Eagle, vedo che dal nick che hai scelto devi essere un amante delle aquile. Buoni voli immaginari, Giuseppe

  416. 1
    nasio ( Arcivescovile ) 26/11/2018

    Ciao, devo ancora leggere il tuo libro… speriamo sia bello! 🙂

  417. 1
    ginny07 ( Ala ) 26/11/2018

    Caro Giuseppe Festa, ho letto il suo libro e mi è piaciuto molto, soprattutto quando l’aquilotto tornato nel suo nido”riabbraccia”sua madre Levante. Poi mi è piaciuta anche la parte in cui Chiara scoppia a piangere e abbraccia Lucio.
    Saluti Ginny07

    • 1
      Giuseppe Festa 29/11/2018

      Ciao Ginny07, grazie mille. Ti segnalo un breve video che ho girato qualche anno fa e che racconta proprio di un “riabbraccio” tra un aquilotto e i suoi genitori. Una storia molto commovente che è stata di grande ispirazione per me https://m.youtube.com/watch?v=1l52NZZKw9M

  418. 1
    Matte2.0 ( Cavalese ) 26/11/2018

    Ciao,Giuseppe
    il tuo libro è molto bello perché parla di un bambino a cui piace la montagna come me.
    un caro saluto.

  419. 1
    HERMES ( Cavalese ) 26/11/2018

    il libro mi è piaciuto tantissimo,è una lettura molto scorrevole!

  420. 1
    zoe ( Taio ) 25/11/2018

    ***spoiler***

    Il libro mi ha coinvolto da subito, tanto che, l’ho letto tutto d’un fiato! Le parti che mi sono piaciute di più sono: quando Lucio ha accettato l’aiuto di Chiara e quando alla fine ha immaginato di volare con Zaffiro.Questo libro mi ha insegnato che le persone cieche come Lucio possono vedere le cose in un modo più profondo rispetto a quelle vedenti. Secondo me le diversità sono qualità.

    • taio@biblio.infotn.it 28/11/2018

      Ciao zoe! Grazie per i tuoi commenti, ho aggiunto la scritta ***spoiler*** perché stavi rivelando parti salienti del libro così chi legge il tuo commento può decidere da se sé scoprirli o meno.
      BiblioTaio

    • 1
      Giuseppe Festa 29/11/2018

      Ciao Zoe, la tua ultima frase è bellissima e credo che sarebbe bello se molte persone se la scrivessero sulla mano e ogni tanto la rileggessero 🙂

    • 1
      Ragu31 ( Taio ) 01/12/2018

      ciao Zoe hai scritto un bellissimo commento, tanto bello che mi è venuta voglia di leggere il libro!

  421. 1
    matthew ( Valle di Cavedine ) 25/11/2018

    Questo libro mi ha colpito perché è molto realistico e anche perché Lucio riusciva a percepire tantissime cose nonostante fosse completamente cieco. Ad esempio lui riconosceva lo zucchero di canna dallo zucchero normale.
    Però sarei stato più contento che ci fosse stata una cura per la malattia di Lucio.

  422. 1
    unicorni ( Predazzo ) 25/11/2018

    ho già iniziato il libro ed finora è il migliore che ho letto

  423. 1
    Juvecr7 ( Cles ) 25/11/2018

    😃😀😄😀😃😄

  424. 1
    Juvecr7 ( Cles ) 25/11/2018

    Lucio è incredibile come riesce ad immaginare come è la natura.
    E immaginare che Lucio sia così tanto coraggioso da non tirarsi indietro e da voler combattere la sua cecità.

    Mi è piaciuto tanto il libro. 👍

  425. 1
    lapolpetta ( Andalo ) 24/11/2018

    ciao Giuseppe penso sempre al libro che hai scritto !!

    • 1
      Giuseppe Festa 29/11/2018

      Spero che ti abbia lasciato qualcosa di positivo (non vorrei che ci pensi perché popola i tuoi incubi! 🙂
      A parte scherzi, grazie per ciò che hai scritto, quando un libro rimane con noi anche dopo averlo letto è una cosa bellissima, grazie!

  426. 1
    Cavalli ( Cembra Lisignago ) 24/11/2018

    Si vede che questo libro è scritto con il cuore! Secondo me hai pensato ad altre persone, invece di pensare al denaro e solo a te stesso.
    La parte che mi è piaciuta di piu’ è stata quella in cui Peccio e Gracco facevano finta di non aver rapito Zefiro!

  427. 1
    Wizard ( Cembra Lisignago ) 24/11/2018

    Seconda parte:

    anch’io assomiglio a Lucio e nella sua situazione mi sarei comportato come lui per far capire che io riesco a fare le cose da solo. Alle volte aiutare gli altri e farmi aiutare fa sembrare le cose difficili molto facili, infatti anche Lucio si fa aiutare da Chiara e da Astro il suo nuovo amico a 4 zampe che lo fa sentire meno solo. Leggendo gli incubi di Lucio ho provato paure infatti quando anche io ho degli incubi corro a farmi consolare. Alla fine pensavo che Lucio si volesse davvero buttare dal dirupo ma poi ho capito che stava volando con le ali di Zefiro con i suoi ricordi e con la fantasia.
    P.S. Bravo Giuseppe!

    • 1
      Tom de ( Valle di Cavedine ) 24/11/2018

      Mi è molto piaciuta l’idea che il soggetto della storia sia un bambino cieco.Questo libro insegna che anche i bambini che hanno qualche difficoltà possono essere molto bravi nel distinguere le cose e abbiano molta sensibilità negli altri sensi.

    • 1
      Giuseppe Festa 29/11/2018

      Grazie di cuore, Wizard, è molto bello ciò che hai scritto. Ammettere con se stessi di avere dei punti deboli ci rende più forti. Dico sempre che chi vuol vincere sempre, in fondo è un perdente. Perché è con le cadute che si impara a vivere e a spiccare il volo.

  428. 1
    cat ( Riva del Garda ) 24/11/2018

    Ciao Giuseppe devo ancora incominciare a leggere il tuo libro perché me lo hanno dato ieri però dalla copertina devo dire che stimola molto la voglia di incominciare a leggerlo.
    Questo è il secondo libro che leggerò, ma già dalla copertina non vedo l’ora di leggerlo.

  429. 1
    Wizard ( Cembra Lisignago ) 24/11/2018

    Prima parte:
    questo libro mi è piaciuto molto perchè ho capito che le persone cieche possono vedere e fare cose straordinare meglio a volte delle persone che possono usare gli occhi. Se provo a chiudere gli occhi, mi sento un pò strano, avverto una sensazione di paura, ma sento profumi e rumori che con gli occhi aperti non riesco a percepire, come ad esempio il battito del mio cuore e il trascorrere del tempo che passa più lento.

    • 1
      Giuseppe Festa 28/11/2018

      Grazie Wizard,
      sono contento che tu abbia fatto questo esperimento. Mentre scrivevo il libro anche io ci ho provato. Un giorno sono andato nel bosco vicino a casa e mi sono bendato, sono rimasto due ore così, e alla fine è stato sorprendente come i miei altri sensi si fossero amplificati. Questa semplice esperienza ci può far comprendere quanto ricco di sensazioni possa essere il mondo di Lucio, nonostante non veda con gli occhi. Grazie e buoni sentieri, Giuseppe

  430. 1
    lapolpetta ( Andalo ) 24/11/2018

    Salve Giuseppe io ho letto il tuo libro è molto bello

  431. 1
    Falco341 ( Cembra Lisignago ) 24/11/2018

    Non sono mai stato in alta montagna,ma forse è meglio delle scottature al mare,giusto?😀😄

  432. 1
    Falco341 ( Cembra Lisignago ) 24/11/2018

    Ciao Giuseppe.
    Non è bello essere ciechi.
    Non si vede più niente.
    Capisco come si sente Lucio.
    Comunque la maggior parte (dei ciechi)stanno bene.Quindi sono ben fortunati
    Ciao Giuseppe e come sempre grazie mille per la disponibilità!E saluti dalla mia famiglia!😄😄

  433. 1
    Falco341 ( Cembra Lisignago ) 24/11/2018

    Ciao Giuseppe,
    Sto leggendo il tuo libro,e devo dire che è molto bello.Nel leggere, questo libro,mi ha suscitato tantissime emozioni (ovviamente positive).
    Che bella,poi l’amicizia tra Lucio e Chiara!😄
    Spero che farai tanti altri libri bellissimi come questo e”La luna è dei lupi”che ho già letto!
    Grazie mille per la disponibilità.😄
    Saluti dalla mia famiglia.🙂!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

    • 1
      Giuseppe Festa 28/11/2018

      Caro Falco341,
      grazie per le tue parole. Sì, il rapporto che si crea fra Lucio e Chiara è proprio speciale ed entrambi si aiutano a vicenda per superare le proprie fragilità. Ricambio i saluti a te e alla tua famiglia 🙂

  434. 1
    gelato ( Malè ) 23/11/2018

    Il libro mi è piaciuto tantissimo perché Lucio era cieco ma invece sembrava essere normale.
    Mi è piaciuta tanto la sua memoria e la sua capacità di usare gli altri sensi , fa di lui un bambino molto speciale.
    La parte finale è stata la più bella di tutte perché con Astro il cane si è fatto molti amici;è sempre bello farsi nuovi amici.

  435. 1
    Pam10 ( Romeno ) 23/11/2018

    Questo libro è tratto da una storia vera?

  436. 1
    digigno ( Predazzo ) 23/11/2018

    ciao Giuseppe,il tuo libro lo ho gia letto e mi è piaciuto molto è stato il primo libro che ho letto e lo ho preso per primo perchè tutti ne parlavano baennissimo e quindi mi è venuta molta voglia di prenderlo anche io.
    questo libro mi è piaciuto molto e secondo me io tiferò questo al concorso.

    • 1
      Giuseppe Festa 28/11/2018

      Grazie Digigno, accetto volentieri il tuo tifo. Mi raccomando, alla festa finale voglio vedere striscioni, bandiere e trombette da stadio 🙂 🙂

  437. 1
    AGLAIA2008 ( Telve ) 23/11/2018

    Questo romanzo ha suscitato in me molte emozioni.In alcune parti mi ha tenuta con il fiato sospeso. Mi è piaciuto perchè parla di un bambino che, anche nelle difficoltà, riesce a trovare un soluzione per tutto.Inoltre questo libro è perfetto per chi da sempre sogna di volare.

    • 1
      Giuseppe Festa 28/11/2018

      Grazie Aglaia2008, non posso che augurarti voli immaginari mozzafiato, a presto e grazie ancora, Giuseppe

  438. 1
    renna ( Ossana ) 23/11/2018

    Io non ho mai letto un libro più lungo di 30 pagine perchè dopo un po’ i libri mi annoiano, ma questo invece non mi ha annoiato per niente anzi ero curiosa di arrivare alla conclusione e ci sono arrivata senza saltare direttamente dalla prima all’ ultima pagina! Mi è piaciuto davvero tantissimissimo. Ciao e salutami Zefiro se lo rivedi e se lo riconosci…

  439. 1
    rossonero ( Andalo ) 23/11/2018

    questo libro è stato molto bello !!!!!!

    bravo

  440. 1
    gioia ( Fiera di Primiero ) 22/11/2018

    CIAO, GIUSEPPE IL LIBRO È BELLISSIMO E BEN RACCONTATO . MI PIACE COME DESCRIVI IL PAESAGGIO
    COMPLIMENTI !

  441. 1
    jacbomber ( Riva del Garda ) 22/11/2018

    Bravissimo devi vincere 👍👌

    • 1
      jacbomber ( Riva del Garda ) 22/11/2018

      Lucio, quattordici anni, ha perso la vista da piccolo ma ricorda ancora le forme e i colori e, forse proprio per questo, vive molto dolorosamente il proprio stato. Ama tantissimo la montagna, dove va spesso con zia Bea, una delle poche persone che lo capiscono profondamente. Qui Lucio è felice perché il vento porta profumi, suoni e versi di animali che lui, a differenza di noi vedenti, percepisce e riconosce e che, ogni volta, riescono ad emozionarlo. Ed è proprio sulle Dolomiti, durante un’escursione con la sua nuova amica Chiara, che Lucio salverà Zefiro, un aquilotto rapito dal nido da bracconieri senza scrupoli. Ed è sempre qui che lui scoprirà la gioia di farsi aiutare, di potersi fidare delle persone e di lasciarsi andare ai sentimenti.Bel libro!!!🖐👍👌

    • 1
      Giuseppe Festa 28/11/2018

      Sto già incrociando le dita delle mani e dei piedi 😉 Grazie Jacbomber, G

  442. 1
    jacbomber ( Riva del Garda ) 22/11/2018

    spero che vincerai

  443. Peio Biblioteca 22/11/2018

    SALVE Giuseppe. Stai andando alla grande anche per la tua assiduità nelle risposte. Ti chiederei la cortesia di leggere due commenti di giorni addietro di una ragazzina (sei già “passato da quelle parti” e hai già risposto ad alcuni lettori). Per visualizzarli dalla pagina gestione commenti del tuo account, inserisci nella finestrella “Cerca Commenti” in alto a destra il nickname volpina88. Abbi pazienza… “mea culpa, mea maxima culpa!” …. purtroppo li ho approvati una settimana dopo la stesura. Sono molto carini e meritevoli di una tua risposta, con tua libertà di scelta, naturalmente… Grazie e … buoni ‘percorsi’ di scrittura. Un ciao dalle aquile del Parco Stelvio in Val di Pèio 🙂 rinaldo

    • 1
      Giuseppe Festa 28/11/2018

      Grazie, ho appena risposto a Volpina88, che candiderei come miglior critica “negativa”, è stata simpaticissima e delicata 🙂

  444. 1
    happy2008 ( Rumo ) 22/11/2018

    Io ho letto il libro “Cento passi per volare”, veramente il libro più bello che abbia mai letto. Trasmette tensione, paura, felicità e sollievo. Mi è piaciuto in particolare quando l’amica Chiara è riuscita a fra capire a Lucio che è bello dipendere uno dall’altro aiutandosi a superare le proprie paure.

    • 1
      Giuseppe Festa 28/11/2018

      Grazie mille Happy2008, le tue bellissime parole hanno reso speciale la mia giornata. Grazie ancora e a presto, Giuseppe

  445. 1
    Betty ( Ala ) 22/11/2018

    Caro Giuseppe Festa,
    per essere uno dei primi libri che leggo ( che non sia un fumetto ) mi è piaciuto moltissimo.
    Il volo nuziale era descritto benissimo.Ho capito tutto quello che provava perché anch’io come Chiara sono molto timida;credo che sia stato molto difficile per Chiara aprirsi e raccontare i suoi sentimenti a Lucio. Grazie per le tante emozioni provate leggendo il suo libro.
    Betty

    • 1
      Giuseppe Festa 28/11/2018

      Ciao Betty, mi fa piacere che tu ti sia riconosciuta in Chiara. Spero anche che la sua storia e il modo in cui ha affrontato la timidezza possa esserti di ispirazione. Buoni sentieri e grazie ancora, Giuseppe

  446. 1
    sergio07 ( Ala ) 22/11/2018

    Ho letto il suo libro, ed il capitolo che mi ha colpito di più è stato il n.56, perché ho capito come le aquile riescano ad accoppiarsi i cosiddetti “voli nuziali “.
    Quindi questo mi ha posto una domanda da farle : lei ha visto un volo di corteggiamento delle aquile ed ha provato descriverlo oppure se l’ è immaginato?
    Inoltre mi è piaciuto il capitolo in cui lei ha scritto : “-Mistral e Levante scalavano sentieri d’aria calda.
    Mentre veleggiavano sulle correnti ascensionali, i due rapaci perlustravano i pendii sottostanti.
    I voli nuziali erano ormai un ricordo della primavera, quando la coppia aveva disegnato traiettorie e festoni tra le nuvole, come i ripetuti
    giri della morte,picchiate e scambi aerei di prede.
    ora le acrobazie aeree servivano a lanciarsi nei dirupi a caccia di prede per il loro aquilotto .”-
    Grazie perché leggendo mi è sembrato di vedere questa scena con i miei occhi.

    • 1
      Giuseppe Festa 28/11/2018

      Sono felice che questo passaggio ti abbia fatto volare con l’immaginazione, un po’ come è successo a Lucio alla fine del libro. Purtroppo non sono mai riuscito a vedere un volo nuziale, me lo hanno descritto degli amici guardaparco e ho visto dei filmati. Però ho assistito al primo volo di un aquilotto, tanto tempo fa, ed è stato molto emozionante. Temevo per lui, ma il suo istinto l’ha condotto a buttarsi senza esitazione seguento sua mamma. Che momento! Non me lo dimenticherò mai. Grazie per il tuo commento e… buoni voli immaginari 🙂

  447. 1
    Federik4 ( Ala ) 22/11/2018

    Caro Giuseppe
    appena ho letto il suo libro,l’ho sentito col cuore,come se l’avessi vissuto in prima persona ,mi piacerebbe rileggerlo fino all’infinito…

    • 1
      Giuseppe Festa 28/11/2018

      Che bella cosa che hai detto, Federik4! Sentire col cuore un libro… è il più bel complimento che puoi fare a uno scrittore, ma il merito è soprattutto tuo. Come diceva Conrad, un autore scirve solo la metà del libro, l’altra metà dipende da chi lo legge. E tu l’hai letta col cuore, grazie, Giuseppe

  448. 1
    Miri_08 ( Ala ) 22/11/2018

    Mi ha colpito molto l’espressione:”Il cielo sopra alla sua testa era stato lavato dal vento e asciugato dal sole”.
    Lei per me è un bravissimo scrittore.Per me questo libro merita un sacco perché mi ha fatto anche divertire grazie alle battute come ad esempio,”sto sudando come un cammello oppure quando uno dei due bracconieri era appeso alla montagna come un salame”.Un’ altra cosa che mi ha colpito molto sono state le personificazioni, per esempio: “il grido acuto tagliò in due il cielo, gli piangeva il cuore, il vento cominciò ad urlare il sole salutò la valle”.
    Grazie mille

    • 1
      Giuseppe Festa 28/11/2018

      Grazie Miri08, vedo che hai letto il libro con attenzione, non soffermandoti solo sulla trama ma anche sulla scrittura e sulle figure retoriche. Mi fa molto piacere, grazie di cuore. Buoni sentieri, Giuseppe

  449. 1
    Davide ( Ala ) 22/11/2018

    Caro Giuseppe mi è piaciuto il suo libro verrei che scrivessi altri libri, perché sei molto bravo XD

  450. 1
    Nikappaola ( Ala ) 22/11/2018

    !!! Attenzione SPOILER (anticipazione di una parte della trama)

    A me è piaciuto il suo libro,ma sopratutto la parte finale perché ti immedesima nel personaggio e ti mette molta ansia ma poi scopri che stava sognando ad occhi aperti.

  451. 1
    Alessia 33 ( Ala ) 22/11/2018

    Caro Giuseppe Festa , il tuo libro mi è piaciuto un sacco .
    La parte dei voli nuziali delle aquile l’ho letta tutta d’un fiato perché era molto affascinante quando Levante ruotava su se stessa mentre Mistral fingeva di attaccarla dall’alto. Vorrei chiederti a questo proposito se questa parte è frutto della tua immaginazione o hai avuto modo di osservare dal vivo il volo di corteggiamento delle aquile ?

  452. 1
    Tom ( Ala ) 22/11/2018

    Caro Giuseppe Festa ho letto il suo libro, mi è piaciuto tanto, soprattutto la parte in cui i bracconieri rubano il piccolo Zefiro.
    Perché ha scelto proprio un’aquila come protagonista di questo romanzo?
    Grazie!

    • 1
      Giuseppe Festa 28/11/2018

      Perché volevo un animale che insegnasse a Lucio a “spiccare” il volo, anche se poi è stata soprattutto Chiara ad aiutarlo a capire che non c’è nulla di male a farsi aiutare e a condividere le proprie fragilità. Grazie per il tuo commento Tom, G

  453. 1
    ginevrolly21 ( Ala ) 22/11/2018

    Caro Giuseppe Festa , questo libro è stupendo , perché ogni pagina che leggevo mi faceva immaginare la scena , anche perché negli ultimi giorni sono stata in montagna a San Valentino , e mi sono fermata in una baita , e successivamente a fare un’ escursione . Poi mi è piaciuto molto quando hai scritto che Lucio era in camera che maneggiava il bastone come un moschettiere , in quel momento mi sono immaginata me con le mie amiche , nella camera in cui abbiamo dormito a Madonna della Neve grazie al progetto SCUOLA MONTAGNA .

    • 1
      Giuseppe Festa 28/11/2018

      Cara ginevrolly21, sono davvero contento che tu abbia fatto questa esperienza in montagna e che ciò ti abbia riportato alla mente alcuni passaggi del libro. Grazie per aver condiviso questi tuoi pensieri con me, ti auguro ancora tantissimi bei sentieri fra le tue montagne, G

  454. 1
    miele ( Ala ) 22/11/2018

    Caro Giuseppe Festa , del suo libro mi è piaciuto quando dice ” Chiara si gettò al collo di Lucio e lo abbracciò forte ” . A me piace leggere libri in cui si parla di ragazzi e dei loro sentimenti. GRAZIE

  455. 1
    IRENE ( Ala ) 22/11/2018

    Carissimo Giuseppe Festa amo tantissimo il suo libro “Cento passi per volare” è veramente eccellente di sicuro le darei cento stelle.
    Mi sono soffermata su una parte: quello del volo delle aquile , mi stavo immaginando la scena delle aquile le acrobazie in volo
    che fanno per amore .
    Grazie

  456. 1
    seba10 ( Ala ) 22/11/2018

    Caro Giuseppe Festa
    Il libro mi è piaciuto perché descrive bene le caratteristiche degli animali come le aquile e le marmotte. Descrive bene anche l’ambiente con gli alberi e i burroni, che io conosco bene poiché vado spesso a camminare in montagna e nei boschi. Spero che scriva altri libri e di incontrarla a Trento.
    Cordiali saluti, seba10

    • 1
      Giuseppe Festa 28/11/2018

      Grazie Seba10, sono felicissimo che ti piaccia camminare in montagna. In Trentino siete davvero fortunati perché avete le montagne più belle del mondo!

  457. 1
    Nikki07 ( Ala ) 22/11/2018

    !!! Attenzione SPOILER (anticipazione di una parte della trama)

    caro signor Festa.
    il suo libro mi è piaciuto molto perché aveva molti particolari e lo ho trovato molto interessante, mi è piaciuto anche quando alla fine del libro Lucio si è buttato nel precipizio e alla fine invece se lo stava solo immaginando, è stato molto bravo a lasciare tutti col fiato sorpreso in quella parte e sopratutto è come se ci avesse fatto vivere non solo l’avventura di Lucio ma anche quella delle aquile, delle marmotte e dei camosci spero di leggere tanti altri dei suoi libri perché mi è piaciuto molto quello letto a scuola mi piacerebbe leggere anche la luna è dei lupi. cordiali saluti
    nikki07

    • 1
      Giuseppe Festa 28/11/2018

      Caro Nikki07,
      sono molto felice che il finale abbia funzionato e che vi abbia fatto tenere il fiato sospeso, era quello che speravo. Spero anche che ti piacciano gli altri miei libri, sono particolarmente affezzionato a La luna è dei lupi e mi auguro che tu possa immedesimarti nell’avventura del lupo Rio e dei suoi compagni. Buoni sentieri, Giuseppe

  458. 1
    Fulmine.12 ( Ala ) 22/11/2018

    Caro Giuseppe Festa, lei è uno scrittore eccellente. La parte del libro che mi ha più colpito è quella in cui Levante attacca una colonia di marmotte. Mi ha affascinato leggere come la marmotta sentinella comunicava alle altre marmotte l’imminente pericolo.
    Mi è piaciuto come è riuscito ad esprimere i sentimenti dei personaggi, ma non solo dei ragazzi, ma anche dell’aquilotto Zefiro, di Mistral e Levante e delle marmotte.
    Spero di incontrarla a Trento

    • 1
      Giuseppe Festa 28/11/2018

      Ciao Fulmine.12, sono felice che il libro ti sia piaciuto. Anche io sono affascinato dal modo che hanno gli animali di comunicare fra loro e dall’eterna lotta fra predatori e prede, fatta di astuzie, tranelli e trovate a volte geniali. Spero anche io di vederti a Trento, buon volo, Giuseppe

  459. 1
    Spirit ( Ossana ) 22/11/2018

    Ciao Giuseppe,
    il tuo libro mi è piaciuto molto mi raccomando vai avanti così.

  460. 1
    Andrea 123 ( Valle di Cavedine ) 21/11/2018

    molto bello!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

  461. 1
    ALESUPERSTAR ( Castel Ivano ) 21/11/2018

    Cento Passi per volare è bellissimo, molto realistico

  462. 1
    Orso polare ( Taio ) 21/11/2018

    ***spoiler***

    Il tuo libro é meraviglioso. Mi é piaciuta molto la parte dove Lucio va con la sua amica a vedere la liberazione dell’aquilotto.

    • taio@biblio.infotn.it 28/11/2018

      Ciao Orso polare! Grazie per il tuo commento, ho aggiunto la scritta ***spoiler*** perché stavi rivelando parti salienti del libro così chi legge il tuo commento può decidere da se sé scoprirli o meno.
      BiblioTaio

  463. 1
    Ghepard ( Malè ) 21/11/2018

    Questo libro mi è piaciuto molto perché è bello sapere allo stesso tempo la vita di un cieco e di un cucciolo d’aquila e perché alla fine Lucio capisce che serve chiedere aiuto.

  464. 1
    Andrea 123 ( Valle di Cavedine ) 21/11/2018

    Ciao Giuseppe, il tuo libro è molto bello, mi ha colpito molto la parte finale e mi è piaciuta questa frase “la parola impossibile non c’è nel mio vocabolario”; espressa da Lucio. Il contenuto è molto carino, questo libro mi ha conquistato perché l’ambientazione e la forza di volontà di Lucio nell’affrontare le sue difficoltà (l’essere ciechi) mi ha insegnato a non arrendersi mai. Mi è piaciuto tantissimo e infatti l’ho messo nei miei primi tre libri preferiti, per precisare il secondo.

    ANDREA

    • 1
      Giuseppe Festa 28/11/2018

      Grazie per il tuo bellissimo commento, Andrea. Un caro saluto e buoni sentieri, Giuseppe

  465. 1
    Flash07 ( Denno ) 21/11/2018

    Ciao Giuseppe, volevo chiederti se questo libro è un po’ vero. Non vedo lora di capire come finisce la storia!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

  466. 1
    pikachu ( Cembra Lisignago ) 21/11/2018

    ciao non ho ancora iniziato a leggere il tuo libro ma mi piace già

  467. 1
    lince ( San Michele all’Adige ) 21/11/2018

    Ciao Giuseppe Festa.
    Io ho letto questo libro e mi ha stupito, in oltre mi sono immersa nella lettura facilmente.
    In bocca al lupo

  468. 1
    Tiger ( Valle di Cavedine ) 21/11/2018

    CIAO il tuo libro non mi è piacuto

  469. 1
    Fenice Astrale ( Telve ) 21/11/2018

    Ciao Giuseppe il tuo libro mi ha appassionato molto.
    Ogni pagina mi ha suscitato un’emozione nuova.
    Continua così.
    grazie ciao.

  470. 1
    Dark Eagle 7 ( Cembra Lisignago ) 20/11/2018

    Buongiorno Giuseppe.
    Quando ho avuto il tuo libro ho iniziato subito a leggerlo.
    Non l’ho ancora finito,ma per adesso è super ballissimo!😄🤩

    • 1
      Falco341 ( Cembra Lisignago ) 21/11/2018

      Bellissimo,scusami, sbaglio dappertutto.

    • 1
      Giuseppe Festa 28/11/2018

      Ciao Dark Eagle, anche l’aggettivo “ballissimo” era divertente. Possiamo cominciare a usarlo, magari quando ci riferiamo a un testo che contiene un sacco di bugie 🙂 🙂

  471. 1
    Eli ( Baselga di Pinè ) 20/11/2018

    Caro Giuseppe, il tuo libro è molto bello e interessante. Spero che anche il finale sia bello e non mi deluda.
    Ciao.!

  472. 1
    Rideboy ( Baselga di Pinè ) 20/11/2018

    Ciao Giuseppe Festa, sono solo all’inizio del tuo libro, ma ti posso dire che mi piace molto. Soprattutto è molto commovente quello che è successo al protagonista anche se i suoi genitori hanno fatto di tutto per impedirlo. Anch’io sono fan della montagna e questo mi rende entusiasta del libro. Ciao e grazie.

  473. 1
    NEVE GIOIOSA ( Castel Ivano ) 19/11/2018

    All’inizio questo libro mi è sembrato noioso, ma dopo un po’ di pagine mi sono immersa nel racconto e non l’ho più abbandonato. A questo libro dò 10, lo consiglio a tutti.

    • BiblioCastel-Ivano 20/11/2018

      Ciao! Ti ringrazio moltissimo per il tuo commento, molto vero e molto bello! Ho cambiato il tuo nickname, scusami! L’Ho fatto perché così come l’avevi scritto risultava essere molto simile al tuo vero nome. Sceglilibro vuole che per postare i commenti non si adoperino i propri nomi veri, ma si usino nickname, pseudonimi, nomi di fantasia. Se non ti piace quello che ho messo, al prossimo accesso, puoi modificare il tuo nickname, seguendo ciò che dice Sceglilibro. Grazie ancora e avanti tutta! 😉

    • 1
      Giuseppe Festa 28/11/2018

      Grazie Neve Gioiosa, mi prendo questo 10 con moltissima gioia, a scuola non ne prendevo mai 😉

  474. 1
    felicie08 ( Valle di Cavedine ) 19/11/2018

    Mi è piaciuto da morire il libro soprattutto perché adoro gli animali. Ed è bellissimo il fatto che il bambino cieco sorprenda sempre le altre persone.

  475. 1
    gattinomiao ( Tione ) 19/11/2018

    ciao, il tuo libro mi è piaciuto molto, a parte l’inizio,che non mi ha coinvolto molto, ma è bello sapere che ci sono ragazzi che pur avendo dei problemi di vista riescono comunque a cavarsela da soli anche in montagna,un posto pieno di pericoli e avventura.

  476. 1
    neveforever ( Romeno ) 19/11/2018

    Questo libro mi è piaciuto e ho imparato che anche se abbiamo problemi fisici (ad esempio Lucio) non vuol dire che dobbiamo rinunciare a fantastiche escursioni sia in montagna, sia in altre zone. Ci insegna a non arrenderci mai!!!

  477. 1
    freestyle ( Sen Jan di Fassa ) 19/11/2018

    Ciao Giuseppe Festa ho appena cominciato il tuo libro spero mi piaccia però già all’inizio ho visto che potrebbe essere fantastico, spero che questa avventura sia bella perchè ora ti svelo in mio segreto io quando leggo i libri faccio finta di essere con il personaggio narrato

  478. 1
    cenerentola ( Telve ) 19/11/2018

    Ciao Giuseppe Festa , ho letto il tuo libro e mi è piaciuto molto soprattutto per il fatto che è ambientato in montagna e per le aquile.
    Complimenti! Cento passi per volare è molto bello e divertente da leggere .
    Lo considero uno dei libri più belli che abbia mai letto!
    Un caro saluto

  479. 1
    castorina ( Telve ) 18/11/2018

    Caro Giuseppe Festa, il tuo libro è molto bello e anche divertente. Ho riso molto quando Lucio si accorge che stava camminando male perché era pieno di vesciche.
    Una delle cose che mi è piaciuta del tuo libro è che racconta della montagna, perché anche io vado spesso a camminare sui monti e mi piace molto.
    Grazie per questo libro, perché ci hai insegnato che un bambino cieco può essere molto coraggioso soprattutto in montagna, dove bisogna stare molto attenti. Ciao.

    • 1
      Giuseppe Festa 19/11/2018

      Ciao Castorina, anche a me piace camminare in montagna. Grazie per il tuo messaggio, ti auguro buoni sentieri e molte aquile! Giuseppe

  480. 1
    MIKI ( Dimaro Folgarida ) 18/11/2018

    Caro Giuseppe
    perchè hai scelto come protagonista un bambino cieco?
    Aspetto la tua risposta.
    a presto

  481. 1
    annabellissima ( Valle di Cavedine ) 18/11/2018

    il tuo libro mi ha fatto riflettere che nel mondo siamo tutti diversi ci sono:
    quelli ciechi, quelli che non ci sentono QUELLI NORMALI…. dovresti specificare di più alla fine CHE COSA SUCCESSE

    UN BACIONE DA ANNABELLISSIMA E A Più PRESTO

  482. 1
    Discovery ( Fiera di Primiero ) 18/11/2018

    Ciao Giuseppe, quando le è venuta l’ispirazione di scrivere questo libro? Io non leggo quasi mai, ma quando trovo un libro che mi piace arrivo alla fine senza fermarmi per la curiosità di vedere come va a finire. Questo libro mi è piaciuto moltissimo, in particolare Lucio, perché è simpatico e anche se è cieco vive normalmente.

    • 1
      Giuseppe Festa 28/11/2018

      Ciao Discovery, ti ringrazio molto! L’ispirazione mi è venuta quando ho conosciuto Sandro, il ragazzo che ha ispirato il personaggio di Lucio, un incontro che mi ha aperto gli occhi 🙂

  483. 1
    animals power ( Baselga di Pinè ) 18/11/2018

    Questo libro mi ha fatto capire quanto sono fortunata ad avere la vista e come si sentono i ciechi. Sono stata anche molto stupita nel vedere come le persone che non vedono, riescano a fare le cose che facciamo noi. Un complimento a Giuseppe Festa!

  484. 1
    Girasole ( Telve ) 18/11/2018

    Gentile signor Giuseppe, il suo libro mi è piaciuto tantissimo infatti ľ ho letto in due giorni.
    Tante sono le cose che ho scoperto: come si comporta ľ aquila, cosa fanno le guardie forestali, ma soprattutto le difficoltà delle persone cieche. In particolare una frase di Lucio mi ha colpito:”la parola impossibile non ć è nel mio vocabolario” cioè tutto si può fare solo se si ha la volontà. Ho anche capito che ognuno di noi ha un limite, per Lucio era ľ esser cieco, per Chiara la timidezza, ma che entrambi hanno superato.
    quest’ estate ho anche letto “la luna è dei lupi” che anche mi è piaciuta, ma” cento passi per volare” ľ ho trovato più bello perché era più facile.

    • 1
      Giuseppe Festa 19/11/2018

      Grazie di cuore, Girasole. Che bello leggere le tue parole! Spero di incontrarti a Trento alla festa finale, buon inverno e buoni sentieri sotto le stelle, Giuseppe

  485. 1
    annabellissima ( Valle di Cavedine ) 18/11/2018

    il tuo libro mi è piaciuto molto

  486. 1
    gianpiero ( Mezzolombardo ) 17/11/2018

    *** ATTENZIONE QUESTO COMMENTO RIVELA LA TRAMA ***

    Lucio è un ragazzo cieco a cui piace andare in montagna con sua zia Bea. Per camminare in questo ambiente roccioso il ragazzino è legato alla cintura tramite una sciarpa di seta. Nonostante la disabilità lui è molto determinato. Camminare in montagna gli fa percepire odori e suoni rilassanti. Nel racconto il protagonista incontra nuove persone, ma soprattutto una famiglia di aquile minacciata dai bracconieri.
    La parte del romanzo che mi è piaciuta di più è quando Tiziano, la guardia forestale, è rimesto bloccato sulla parete rocciosa. In quel momento le aquile lo hanno aggredito perché pensavano che fosse una minaccia per l’aquilotto. Lucio ha raccolto tutto il suo coraggio: si è fatto portare dall’amica Chiara sull’orlo del precipizio e ha imitato il verso del corvo imperiale. In quel momento le aquile hanno lasciato in pace Tiziano per proteggere il nido dal corvo.
    Questo episodio mi è sembrato molto avventuroso!

    Complimenti Giuseppe Festa 👍!!

    • 1
      Giuseppe Festa 19/11/2018

      Grazie Gianpiero! Hai ragione, quello è sicuramente il momento più avventuroso del libro 🙂 Buoni sentieri, Giuseppe

  487. 1
    CANNONDALE1a ( Fiera di Primiero ) 17/11/2018

    Giuseppe Festa,ho letto già molto del tuo libro: mi é piaciuto moltissimo!!!!!
    Non vedo l’ora di incontrarti!

  488. 1
    CANNONDALE1a ( Fiera di Primiero ) 17/11/2018

    Perche Lucio è cieco???

  489. 1
    Maserati ( Mezzolombardo ) 17/11/2018

    Caro Giuseppe Festa il tuo libro , per me è uno dei libri più belli che io abbia mai letto. Mi piacerebbe tanto sapere dove prendi , queste idee . E devo dire che mi piacerebbe leggere anche “La luna è dei lupi ” .
    ciao .

    • 1
      Giuseppe Festa 19/11/2018

      Ciao Maserati, grazie mille. Le idee mi vengono soprattutto stando attento a ciò che accade attorno a me. La vita dà un sacco di spunti e di idee. Per esempio, Lucio è ispirato a un ragazzo in carne ed ossa che mi ha fatto scoprire quanto sia ricco di sensazioni e emozioni il mondo di un non vedente. E quanto possa essere grande la voglia di fare ed esserci anche per una persona con degli handicap gravi. Un caro abbraccio, Giuseppe

  490. 1
    Robbi ( Tione ) 17/11/2018

    Che bel libro complimenti è accattivante stimolante avventuroso davvero molto interessante mi piacerebbe sapere da cosa hai preso lo spunto.

  491. 1
    astonmartin ( Dimaro Folgarida ) 16/11/2018

    ciao oggi inizio a leggere il tuo libro e non vedo l’ora

  492. 1
    Nobody ( Tione ) 16/11/2018

    ciao Giuseppe ti faccio una domanda veloce: ci sei andato veramente sulle dolomiti??e quali???

  493. 1
    ALFA ( Sen Jan di Fassa ) 16/11/2018

    Non vedo l’ora di leggerlo

  494. 1
    lince ( San Michele all’Adige ) 16/11/2018

    oggi ho iniziato a leggere il tuo libro e già l’inizio è molto bello

  495. 1
    jobanana ( Denno ) 15/11/2018

    ciao Giuseppe Festa, il tuo libro mi ha entusiasmato così tanto che l’ho letto in pochissimi giorni. Mi è piaciuta moltissimo la parte finale… Secondo me l’unica cosa da rivedere è la copertina che non da l’idea di un libro così bello. Il racconto mi ha insegnato che anche se una persona ha dei problemi di salute può fare del bene. Complimenti davvero e spero di leggere altri libri tuoi così belli.

    • 1
      Giuseppe Festa 19/11/2018

      Ciao Jobanana, grazie di cuore per le tue parole, le custodirò con cura (anche i suggerimenti sulla copertina :-)))

  496. 1
    Pam10 ( Romeno ) 15/11/2018

    Ciao Giuseppe Festa,
    Questo libro mi ha colpito molto,fa capire le differenze che ci sono nel mondo: ciechi, sordi, muti ecc…
    Poi si ambienta in montagna e a me piace molto andare in montagna. E’ un libro che fa sentire il lettore coinvolto nella vicenda.
    Quando Lucio incontra Chiara tutti e due si sentono in sintonia fra di loro e a me questo è piaciuto molto. La parte che mi ha appassionato di più è stata quando Lucio è andato sul Picco del Diavolo sorprendendo tutti.

    • 1
      Giuseppe Festa 19/11/2018

      Grazie Pam10, sono molto contento che il libro ti sia piaciuto e che ti abbia aiutato a vedere il mondo in modo un po’ diverso. Buoni sentieri e a presto, Giuseppe

  497. 1
    Lettrice ( Lavarone ) 15/11/2018

    Mi piace molto il tuo libro e come questo ragazzo riesce a fare queste cose: pur essendo cieco riesce a vedere a modo suo. Bel libro

  498. 1
    Form53 ( Canal San Bovo ) 15/11/2018

    Caro signor Giuseppe Festa,
    il suo libro mi é piaciuto molto.
    La cosa che mi ha colpito di più é la forza e il coraggio che ha il protagonista, Lucio, per superare il suo problema, la cecità. Trova un sacco di soluzioni e stratagemmi per affrontare le cose senza vederle. Ha la fortuna di avere una grande memoria visiva così che possa ricordare tutto ciò che aveva visto i primi anni di vita.
    GRAZIE PER TUTTI GLI INSEGNAMENTI CHE MI HAI DATO GIUSEPPEEE!😀

    • 1
      Giuseppe Festa 19/11/2018

      Grazie a te per le tue belle parole, Form53! Sai, Lucio (o meglio, il ragazzo reale che ha ispirato il personaggio di Lucio) ha dato tanti insegnamenti anche a me. Per esempio, che tutti abbiamo fragilità e che condividerle con chi ci può aiutare può farci superare tanti ostacoli, nel mondo e dentro noi stessi.

  499. 1
    Abramo lincoln ( San Michele all’Adige ) 15/11/2018

    Ciao Giuseppe festa questo libro spero che mi piacerà,anche se ne sono quasi sicuro che mi piacerà, nella nostra classe abbiamo letto La luna è dei lupi,molto bello.

  500. 1
    GiorgiaPazza ( Sen Jan di Fassa ) 15/11/2018

    Mi ha ispirato subito vi consiglio di votare

  501. 1
    bolp ( Sen Jan di Fassa ) 15/11/2018

    ciao sto iniziando il tuo libro spero che sia molto bello

  502. 1
    Stellino ( Denno ) 15/11/2018

    caro Giuseppe Festa ho appena iniziato a leggere il suo libro e devo dire che è molto bello ma la copertina a volte
    mi confonde un po’ ( lo apro al contrario ). Avresti potuto mettere delle aquile che volano.

    • 1
      Giuseppe Festa 19/11/2018

      Ah ah ah!!! Caro Stellino, questa non me l’avevano mai detta, mi hai fatto tanto ridere. Girerò il tuo suggerimento al grafico della casa editrice così la prossima volta farà copertine che confondono di meno 🙂

  503. 1
    anonimus 7 ( Denno ) 14/11/2018

    Lucio è riuscito a convivere con una malattia che lo ha portato alla cecità, e che per la quale io, una volta, prima di leggere il libro pensavo non ci fosse “cura” cioè non vedevo vita e speranza se fosse capitato a mè. Dire “MALATTIA SENZA CURA” è una grandissima bugia! perché la cura è dentro di noi è la forza interiore di Lucio che lo fa affrontare con serenità ogni situazione, rispetto al protagonista siamo molto più superficiali. Ci poniamo meno domande e riflettiamo poco su cosa possiamo captare dagli altri sensi che abbiamo come l’udito, la tonalità di una voce ad esempio è per Lucio un libro aperto da cui capiva se chi aveva davanti era giovane o vecchio, deciso o timoroso, oppure dagli odori, o dal semplice toccare un oggetto riusciva a capire molte cose. Mi sono reso conto che io in confronto non entro nei particolari, e a volte mi perdo sensazioni ed emozioni spettacolari. Sono felice di aver conosciuto Lucio, e vorrei imparare ad essere profondo come lui!

    • 1
      Giuseppe Festa 19/11/2018

      Caro Anonimus 7, in realtà leggendo il tuo messaggio si capisce che sei profondo tanto quanto Lucio. Grazie per aver scritto queste parole, le ho apprezzate davvero tanto. Giuseppe

  504. 1
    KTM65 ( Fiera di Primiero ) 14/11/2018

    Ciao Giuseppe. Il tuo libro mi ha incuriosito molto, all’inizio non si comprendeva tanto bene cosa volessi scrivere ma andando avanti ho capito la storia e io avrei arricchito il racconto con qualche immagine.
    Io vorrei farti delle domande: cosa ti ha spinto a scrivere libri? E perché hai scritto questo romanzo? Ciao

  505. 1
    peo b-2 ( Predazzo ) 14/11/2018

    ciao mi piace molto perchè hai preso spunto da un ragazzo che esiste davero.

    • 1
      Giuseppe Festa 19/11/2018

      Grazie Peo b-2 🙂 Il ragazzo che ha ispirato Lucio è stato un grande esempio per me. Buoni sentieri, Giuseppe

  506. 1
    Ermes ( Castel Ivano ) 14/11/2018

    Questo libro non mi piace molto perché non si capivano bene chi erano i personaggi, comunque non saprei cosa dirti, mi dispiace… (Però era divertente quando dicevano le parolacce…) Ciao ciao.

    • 1
      Giuseppe Festa 19/11/2018

      Ciao Ermes, tu devi essere amico di Ares, vero? :-)))))) Grazie ugualmente per avermi scritto, anche se il libro non ti ha convinto. Spero che fra gli altri titoli in gara troverai quello per te, sono tutti bellissimi! G

  507. 1
    Apollo ( Castel Ivano ) 14/11/2018

    Questo libro mi è piaciuto tanto perché aveva dei personaggi molto simpatici. Io sono un appassionato di animali e in questo libro c’e un animale che mi piace tanto l ‘aquilotto Zefiro. Nella storia ci sono anche i due predoni che mi hanno fatto un po’ ridere però sono stati molto cattivi con Zefiro soprattutto Peccio.

    • 1
      Robbi ( Tione ) 17/11/2018

      Bel libro.

    • 1
      Giuseppe Festa 19/11/2018

      Ciao Apollo, grazie! Anche a me piacciono tantissimo gli animali, infatti nei miei libri non mancano mai. Forse perché sono cresciuto a Milano e mi è mancata tanto la natura quando ero un ragazzo. Ti auguro buoni sentieri, Giuseppe

  508. 1
    Posaidone ( Castel Ivano ) 14/11/2018

    Il libro mi è piaciuto, avrei voluto sapere che fine hanno fatto Gracco e Peccio .
    La fine forse doveva essere più dettagliata e spiegata meglio.
    La parte in cui Lucio ha ingannato le aquile facendo il verso del corvo è stata la parte più bella.

    • 1
      Giuseppe Festa 19/11/2018

      Grazie Posaidone, prenderò nota dei tuoi suggerimenti per il prossimo libro 😉

  509. 1
    Ares ( Castel Ivano ) 14/11/2018

    Questo libro non mi è piaciuto molto perché non capivo bene chi erano i personaggi, da dove è sbucato il cane, che nome è Gegè e quale agente ha aiutato Tiziano. Mi è piaciuto quando hanno detto le parolacce…

    • 1
      Giuseppe Festa 19/11/2018

      Ares, tu mi sai che sei un birbante! Mi raccomando, non diventare come Peccio e Gracco, da grande, intesi? :-))))

  510. 1
    Polifemo ( Castel Ivano ) 14/11/2018

    Il libro non mi è piaciuto molto perché la storia non era molto prevedibile e a me piacciono le storie prevedibili.
    Però mi ha colpito questo ragazzo che pur essendo cieco ha voglia di vedere col cuore tutto ciò che lo circonda.

    • 1
      Giuseppe Festa 19/11/2018

      Caro Polifemo, grazie ugualmente per avermi scritto anche se la storia non ti è piaciuta. Io, se devo essere sincero, preferisco invece le storie imprevedibili, dove la trama mi sorprende. Ma ovviamente è un gusto personale e rispetto il tuo. Un abbraccio, Giuseppe

  511. 1
    Atena ( Castel Ivano ) 14/11/2018

    A me il libro è piaciuto molto, a parte la presenza di alcune parolacce. Non ho capito molto bene il finale…
    E non c’è scritto se i due bracconieri sono andati in prigione.

    • 1
      Giuseppe Festa 19/11/2018

      Purtroppo i bracconieri vanno molto raramente in prigione, perché la legge è troppo permissiva per crimini contro gli animali (spesso se la cavano con delle multe). Per il finale e le parolacce, leggi il mio commento ad Artemide qui sotto, ok? Grazie e a presto, Giuseppe

  512. 1
    Artemide ( Castel Ivano ) 14/11/2018

    Il libro mi è piaciuto molto, a parte il finale, che mi è sembrato un po’ triste . Nel libro ci sono parolacce e penso che avrebbero potuto essere evitate. Io avrei allungato il finale .

    • 1
      Giuseppe Festa 19/11/2018

      Ciao Artemide,
      grazie per le tue parole e scusa per le parolacce, le ho fatte dire a quei furfanti di Peccio e Gracco per sottolineare ancor di più che sono dei tipi spregevoli e pure volgari. Mi dispiace che il finale ti sia sembrato triste, in realtà a me non è sembrato triste mentre lo scrivevo. Il volo immaginario di Lucio (mica si è buttato veramente 🙂 rappresenta la sua nuova vita, il fatto di aver capito che accettando le proprie fragilità può spiccare il volo nella vita. Ti auguro buoni sentieri,. Giuseppe

  513. 1
    Afrodite ( Castel Ivano ) 14/11/2018

    Il libro ”Cento passi per volare” è molto bello anche se ci sono alcune parolacce e anche se non ho capito molto bene il finale. Chiara alla fine della storia risulta essere molto socievole con Lucio.
    È evidente che di questo bellissimo libro ci deve essere la seconda parte.
    Io ammetterei che tra i due ragazzi nasce una simpatia particolare.
    Detto questo è un libro scritto molto accuratamente con particolari essenziali.

    • 1
      Giuseppe Festa 19/11/2018

      Cara Afrodite, visto che hai scelto come nickname il nome della dea dell’amore, il tuo commento è davvero perfetto e fai bene a sperare che fra Chiara e Lucio possa scoccare una scintilla particolare che vada oltre l’amicizia. Chissà, se scriverò un seguito potrebbero anche innamorarsi (ma secondo me, sotto sotto, sono già un po’ innamorati, che dici?)
      Per il finale, in effetti non è facilissimo da capire. Provo a spiegartelo in due parole: Lucio compie un volo immaginario, cosa che non era riuscito a fare nemmeno in sogno. Questo volo rappresenta il suo cambiamento (avvenuto grazie alle parole di Chiara) che gli hanno fatto capire che non c’è niente di male ad accettare le proprie fragilità e che questa consapevolezza può anche essere un modo per spiccare il volo nella vita, come succede a lui quando accetta di farsi aiutare da Astro, il cane guida.

  514. 1
    Demetra ( Castel Ivano ) 14/11/2018

    Il libro ” Cento passi per volare ” è un libro molto fantasioso, mi sarebbe piaciuto molto se alla fine Lucio avesse incontrato di nuovo Chiara e fossero tornati a fare le loro passeggiate insieme a Bea e Tiziano!

    • 1
      Giuseppe Festa 19/11/2018

      Grazie Demetra, hai ragione, quella passeggiata non l’ho descritta, ma il bello di questa cosa è che ora puoi immaginartela tu e far succedere con la fantasia ciò che vuoi. E’ la forza dei libri!! 🙂 Grazie per le tue parole e buoni sentieri, Giuseppe

  515. 1
    Scannaplayer ( Mezzolombardo ) 13/11/2018

    Buona sera Giuseppe Festa.Ho appena preso in biblioteca il libro Cento passi per volare e spero di divertirmi con questo libro.Cordialmente Scannaplayer.

  516. 1
    Slanderman ( Denno ) 13/11/2018

    Mi dispiace tanto Giuseppe Festa ma il tuo libro è andato a ruba, spero di finire presto il libro che ho preso ora per leggere il tuo libro. =-(
    Slanderman. ciaooooooo!!!!!!!!!!!!!!!!!!

  517. 1
    volpina88 ( Peio ) 13/11/2018

    Caro Giuseppe Festa, scusa se ti scrivo un’altra volta ma volevo commentare bene il libro.
    All’inizio del libro si parlava di Peccio e Gracco e non si capiva chi fossero, poi verso metà libro ho capito che erano due bracconieri e questa cosa non era il massimo pero c’è stata una sera che mentre leggevo la mamma mi diceva vai a letto che era tardi e dovevo andare a dormire però mi ero immersa talmente tanto che non riuscivo a smettere di leggere e ho smesso dopo tanto; ho anche notato che certe volte le cose non si spiegavano bene comunque devo dire che sei un bravo scrittore però so che se stai un po’ più attento puoi fare meglio!!! Comunque non ti voglio criticare ho solamente detto quello che penso…

  518. 1
    volpina88 ( Peio ) 13/11/2018

    Ciao Giuseppe Festa ho letto il tuo libro, è veramente favolso. Mi è piaciuta molto la parte in cui sono riusciti a salvare Zefiro!!! Poi io adoro leggere e questo è uno dei libri che mi è piaciuto di più, ho letto anche il passaggio dell’orso, veramente bello anche quello!!! Poi mi ha stupito molto che Lucio sappia distinguere le cose pur essendo cieco.
    In questo libro ho anche capito le difficoltà che si possono dire e devo dire che è un libro davvero magnifico!!! un bacione, a presto!! Aspetto la risposta…

    • 1
      Giuseppe Festa 28/11/2018

      Ciao Volpina88, grazie di cuore. Anche io mi sono stupito tantissimo di ciò che riesce a fare Sandro, il ragazzo cieco al quale è ispirato Lucio. Secondo me ha dei superpoteri! Grazie anche per i suggerimenti contenuti nel tuo commento precedente, le critiche sono davvero importantissime se si vuole migliorare e io le accetto sempre molto volentieri. Ti auguro buone letture e buoni voli immaginari 😉 Giuseppe

  519. 1
    Princy07 ( Telve ) 13/11/2018

    Caro Giuseppe Festa, il suo libro è stato molto interessante, la storia che racconta è molto bella, divertente e significativa. Il linguaggio che usa è adeguato a noi alunni di 1^ media.
    Lo consiglierò ai miei compagni di classe.

    • 1
      Giuseppe Festa 19/11/2018

      Grazie Princy07, sono molto felice che ti sia piaciuto e ti ringrazio per la tua recensione! Buoni sentieri, Giuseppe

  520. 1
    GABRIELE2008 ( Telve ) 13/11/2018

    A me è piaciuto questo libro perchè mi piacciono la natura e gli animali. Mi è piaciuta sopratutto l’ultima parte dove Lucio si immaginava di volare con Astro e Zefiro.Questo libro lo consiglio a chi piace la natura , e a chi piace un libro coinvolgente.

  521. 1
    g911f3 ( Predazzo ) 13/11/2018

    Ciao giuseppe festa. Fra poco inizierò a leggere il magnifico libro CENTO PASSI PER VOLARE.
    Spero di divertirmi.g911f3

  522. 1
    gatto ( Fiera di Primiero ) 12/11/2018

    Bellissimo libro, però potevi aggiungere la domanda di “Bea” al gestore del rifugio 100 passi” se il motivo per cui il rifugio si chiama così è perché dista 100 passi dal prato come aveva contato Lucio, sarei stato curioso di sentire la risposta!!!

    • 1
      Giuseppe Festa 19/11/2018

      Anche io, gatto! :-))) La risposta a quella domanda è rimasta un mistero per tutti, anche per me 😉 Ma nella vita qualche mistero ci vuole, vero?

  523. 1
    gioia ( Fiera di Primiero ) 12/11/2018

    ciao, il libro è bellissimo.
    Mi piace tanto come riesci ha trovare cosi tanti aggettivi per descrivere il paesaggio

    • 1
      Giuseppe Festa 19/11/2018

      Ciao Gioia, grazie mille. Devo dire che all’inizio non è stato facile, perché in questo libro ho deciso di non usare descrizione legate al senso della vista. Poi, però, ciò mi ha aiutato comprendere quanto sia ricco di sensazioni il mondo di chi non vede con le mani, il naso, le orecchie… e il cuore.

  524. 1
    Utente 9 Lou ( Terres ) 12/11/2018

    Ho letto la trama e mi sembra un libro interessante

  525. 1
    Giada2008 ( Castel Ivano ) 12/11/2018

    Mi è piaciuto questo libro,soprattutto la parte finale.
    All’ inizio infatti non ero molto incuriosita perchè non avevo mai letto un libro che trattava di questi argomenti, ma poi il libro è diventato sempre più interessante. Mi ha fatto scoprire che quando vado in montagna o faccio qualcosa di nuovo posso vedere le cose non solo con gli occhi

  526. 1
    anonimus 7 ( Denno ) 12/11/2018

    Di questo libro mi ha stupito come il protagonista che riflettendo su ogni cosa che sente, odora, avverte, coglie molte più informazioni rispetto a noi che con la vista ci facciamo un’idea superficiale di quello che abbiamo di fronte senza porci tante domande, mentre Lucio il protagonista che non vede, coglie maggiori particolari anche da una semplice tonalità di voce, e in conclusione lui ha più un’idea precisa di ciò che lo circonda anche se non l’ha vista, solo perchè ci ha ragionato di più.

  527. 1
    pec07 ( Telve ) 12/11/2018

    Buongiorno Giuseppe,
    non ho mai letto un libro così emozionante, mi ha catturato fin dalle prime pagine e mi ha invogliato a leggere sempre di più per la curiosità di vedere come proseguiva.
    La mia parte preferita è quella quando Lucio, Chiara, Tiziano e la zia Bea si incamminano verso il Picco del Diavolo.
    Complimenti per aver scritto questo libro e sicuramente a tanti bambini, come me, piacerà.
    Io penso di rileggerlo….
    Ciao
    Pec07

    • 1
      Giuseppe Festa 19/11/2018

      Ciao Pec07, grazie di cuore. Ti auguro buoni sentieri e spero di incontrarti alla festa finale a Trento, Giuseppe

  528. 1
    anonimus 7 ( Denno ) 12/11/2018

    caro
    Giuseppe non s il perchè non ho mai letto un libro così sentimentale
    e istruttivo.
    Io sono un tipo da libri fantasy ma questo libro mi ha fatto capire quante difficoltà possono
    trovarsi lungo il cammino della vita e di come riuscire a combattere problemi e malattie ……
    Un bacione ANONIMUS

    • Denno 12/11/2018

      Ciao Anonimus. Sono contento che il libro ti stia piacendo. Non ti offendere se ho apportato alcune correzioni al tuo post, che dice dell cose davvero giuste e importanti. Ho sostituito il tuo “istruttevole” con “istruttivo”, che è l’aggettivo che immagino volevi usare. a presto!

    • 1
      Giuseppe Festa 19/11/2018

      Grazie di cuore, sono felicissimo per quello che hai scritto. Questo libro e l’esempio di Sandro (il ragazzino a cui è ispirato il personaggio di Lucio) ha insegnato tantissime cose anche a me! Un caro abbraccio, Giuseppe

  529. 1
    Falco341 ( Cembra Lisignago ) 12/11/2018

    Ho già letto però uno dei tuoi libri:”La luna è dei lupi”,e devo dire che è molto bello.

  530. 1
    Falco341 ( Cembra Lisignago ) 12/11/2018

    Non ho ancora letto il tuo libro,ma penso che sia bellissimo.🤩🤩

  531. 1
    Pepsy07 ( Denno ) 12/11/2018

    Il libro “cento passi per volare” mi é piaciuto molto perchè é ben descritto e ha un lessico molto scorrevole.
    Però a volte non si capisce bene chi é il personaggio che parla.

  532. 1
    Coccinella ( Fiera di Primiero ) 09/11/2018

    Ciao Giuseppe il tuo libro mi è piaciuto tantissimo ,io ho giá letto dei tuoi libri ma quello che mi è piaciuto di piú è stato questo. Mi ha incuriosito molto come Lucio sfrutta i suoi sensi rimanenti invece noi che li abbiamo tutti consideriamo che senza vista non si puó vivere. Questo libro mi ha insegnato che non bisogna fermarsi al primo ostacolo ma andare avanti e superare le difficoltá. Non avrei mai creduto che questo libro finisse così, difatti sono rimasta un pó allibita. Mentre leggevo mi sono venuti dei momenti di tristezza e di gioia ,di paura e di felicita, insomma un via vai di emozioni.
    Spero di avere l’occasione di leggere anche altri tuoi libri.
    Ciao, spero di incontrarti al piú presto.

    • 1
      Giuseppe Festa 19/11/2018

      Cara Coccinella, le tue parole mi emozionano, grazie, le custodirò con cura in un luogo segreto :-))) Spero anche io di incontrarti presto, G

  533. 1
    anonimus 7 ( Denno ) 09/11/2018

    salve caro giuseppe il tuo romanzo è stato amore a prima vista e la mia candela della curiosità si è accesa all’improvviso. ora che sono Solo al 3 capitolo so che sara proprio il tuo libro a vincere il concorso

    • 1
      Giuseppe Festa 19/11/2018

      Grazie per l’augurio, Anonimus 7. I libri in concorso sono tutti bellissimi e alcuni li hanno scritti dei miei cari amici, quindi sarò felicissimo se vincerà uno di loro 🙂 Spero che proseguendo la lettura la candela della tua curiosità non si spenga 😉

  534. 1
    MIKI ( Dimaro Folgarida ) 09/11/2018

    Caro GIUSEPPE
    sono a pagina 51 e mi piace tanto il tuo libro.
    Potresti scriverlo anche in corsivo.
    ti contatterò appena l’avrò finito.
    ciao…

  535. 1
    Super cat ( Romeno ) 09/11/2018

    Caro Giuseppe Festa, il tuo libro mi ha colpito molto perché anche se hai una difficoltà niente può fermare la tua voglia di fare.
    Lucio ha dimostrato il suo coraggio, la sua voglia di camminare e la sua passione per la natura.

    • 1
      Giuseppe Festa 11/11/2018

      Grazie super cat, hai colto in pieno lo spirito di Lucio! Buoni sentieri! Giuseppe

  536. 1
    e-pet.8 ( Castel Ivano ) 09/11/2018

    questo libro è molto appassionante! vorrei però consigliare all’ illustre autore di scrivere un libro sulla maestosa lince o sul misterioso puma grazie!

  537. 1
    Sparu ( Tione ) 08/11/2018

    Ciao Giuseppe, ho divorato il tuo libro perché mi ha fatto avvicinare ancor più alla natura e all’ambiente in cui vivo. Mi hai ricordato che ciechi e sordomuti sono uguali a noi perché grazie ai loro sensi possono fare quello che facciamo noi; giocare a tennis come Lucio o suonare. Ho sentito la montagna vicino a me ed ho ricordato le mie gite, soprattutto quelle sulle Dolomiti.
    Quando faccio i temi piacerebbe anche a me avere queste idee e la tua sensibilità.
    Spero di incontrarti presto.

  538. 1
    Slanderman ( Denno ) 08/11/2018

    Ciao Giuseppe Festa, non vedo l’ora di leggere il tuo libro perché mi piacciono molto le montagne. La copertina è bella, ma non troppo, non sto dicendo che non mi piace, però secondo me l’ aquila stona. Spero che il tuo libro mi regali molte emozioni belle e brutte per fare un altro commento che magari mi farà vincere.Ciao Giuseppe Festa.
    Slanderman =-)

    • 1
      Giuseppe Festa 11/11/2018

      Ciao Slanderman, grazie. Spero che la storia ti piaccia di più della copertina ;-). Buona lettura e a presto

  539. 1
    jobanana ( Denno ) 08/11/2018

    ciao! Il tuo libro mi incuriosisce molto,non vedo l’ora di leggerlo.

  540. 1
    cube 10-51 ( Romeno ) 08/11/2018

    Questo libro mi è davvero piaciuto, ha aperto una finestra nella mia mente che prima era chiusa, ma adesso se mi ci affaccio vedo la vita dal punto di vista di una persona cieca, poi, per un amante degli animali come me, questo è un libro perfetto.

    • 1
      Giuseppe Festa 11/11/2018

      Grazie cube 10-51, le tue parole mi hanno davvero emozionato e non posso che ringraziarti per avermele scritte! :-)))

  541. 1
    cester ( Castel Ivano ) 08/11/2018

    Il libro mi è piaciuto moltissimo perché fa capire le difficoltà di essere cieco. Ma Lucio dopo tanti anni di cecità è riuscito a sviluppare nuove strategie , per essere come gli altri. E mi sembra che ci sia riuscito. Ciao Ciao.

    • 1
      Giuseppe Festa 11/11/2018

      Ciao Cester, anche a me sembra che ci sia proprio riuscito! :-))) Grazie mille e buoni sentieri, Giuseppe

  542. 1
    Flash07 ( Denno ) 08/11/2018

    Ciao Giuseppe Festa, questo libro mi ispira molto, anche se devo ancora iniziarlo a leggere, perchè ho già letto il tuolibro “La Luna è dei Lupi” e mi è piaciuto veramente tanto;Infatti a me piacciono sopprattuttoi libri di avventura di animali e natura.Spero che anche questo libro mi piaccia come quello che ho letto.Ciao!

  543. 1
    unicorno08 ( Tione ) 07/11/2018

    Caro Giuseppe io ho appena iniziato a leggere il tuo libro e mi sembra molto interessante. Il tuo libro non è uguale agli altri per me, quando a scuola ci hanno letto una pagina del tuo racconto ho capito quanto sia difficile la vita per qualche persona con dei problemi. Io penso che questo libro sia uno dei libri più belli che io abbia mai letto!Un bacio unicorno08.

  544. 1
    k.c. ( Telve ) 07/11/2018

    Egregio Sig. Festa, il suo romanzo è stupendo, interessante e bellissimo. Perchè ha spiegato bene i problemi di un cieco. Arrivederci al prossimo libro.

    cordiali saluti

  545. 1
    Dori.060 ( Valle di Cavedine ) 07/11/2018

    Ciao, del tuo libro mi è piaciuto tanto quando Tiziano ha riportato Zefiro nel suo nido. Mi è sembrato di stare li con lui.

    • 1
      Giuseppe Festa 11/11/2018

      Grazie Dori.060! Lo sai che la storia di Zefiro è ispirata a dei fatti veri? Guarda questo breve video che ho girato qualche anno fa in Sicilia, parla di bracconieri spietati come Peccio e Gracco, e di uomini che amano le aquile e che sono riusciti a ridare la libertà a un aquilotto! Buona visione https://www.youtube.com/watch?v=1l52NZZKw9M&t=13s

  546. 1
    NUTELLA ( Baselga di Pinè ) 07/11/2018

    Caro Giuseppe Festa mi è piaciuto molto ciao

    • 1
      Giuseppe Festa 11/11/2018

      Ciao Nutella (il tuo nick mi mette una fame!!!!!), grazie mille, sono felice che ti sia piaciuto. A presto, G

  547. 1
    stellina08 ( Fiera di Primiero ) 06/11/2018

    Bellissimo

  548. 1
    agentevioi ( Valle di Cavedine ) 06/11/2018

    il libro era un po’ pauroso ma mi è piaciuto

  549. 1
    agentevioi ( Valle di Cavedine ) 06/11/2018

    il libro era fantastico e mi è piaciuto moltissimo

    • 1
      Giuseppe Festa 11/11/2018

      Grazie agentevioi, sono felice che ti sia piaciuto! A presto e grazie ancora, Giuseppe

  550. 1
    biatleta07 ( Peio ) 05/11/2018

    Mi è piaciuto molto questo libro e in particolare il rapporto che ha Lucio con la natura.

  551. 1
    Posh ( Fiera di Primiero ) 05/11/2018

    Caro Giuseppe Festa,
    questo libro è interessante e spiega che i vari problemi (cecità, sordità, mutismo) si possono rimediare con la forza di volontà e con tanta pazienza. Da questo libro bisogna trarre l’insegnamento di non allontanarsi, ma avvicinarsi alle persone con handicap.
    Ci sono tre storie contemporanee, ma molto chiare. I personaggi sono descritti in modo chiaro e specifico.
    Il suo libro è molto bello; dal libro lei sembra un signore molto aperto. GRAZIE!!!

    • 1
      Giuseppe Festa 11/11/2018

      Grazie mille, Posh! Io sono convinto che la storia di Lucio sia la storia di ognuno di noi. In fondo, chi non ha delle fragilità? Spesso vogliamo nasconderle e non le accettiamo, e per questo soffriamo ancora di più e fatichiamo a “spiccare” il volo. Lucio e Chiara, invece, ci insegnano che anche una piuma è fragile, ma che può anche sorreggere un’aquila in cielo, vero?

    • 1
      Posh ( Fiera di Primiero ) 15/11/2018

      Hai SUPER RAGIONE!
      Questo libro mi ha lasciato un segno nel cuore!

  552. 1
    Immobile08 ( Dimaro Folgarida ) 05/11/2018

    Ciao Giuseppe ho letto il tuo libro in due giorni, la storia mi ha molto entusiasmato. Spero che tu ne scriva ancora di così belli.

    • 1
      Giuseppe Festa 11/11/2018

      Grazie Immobile08!!! Sono già al lavoro su altri libri 😉 Buoni sentieri, Giuseppe

  553. 1
    Pleiadi ( Baselga di Pinè ) 05/11/2018

    Ciao Giuseppe mi piace molto questo libro perché il rapporto di un uomo con delle disabilita alla natura e fantastico ma volevo sapere come mai in ogni tuo libro parli di animali? Ciao

    • 1
      Giuseppe Festa 11/11/2018

      Ciao Pleiadi, grazie per il messaggio. Il fatto è che gli animali e la natura mi piacciono un sacco, forse perché quando ero piccolo vivevo in una grande città, Milano, e il mondo naturale mi mancava tantissimo! Buoni sentieri, Giuseppe

  554. 1
    STADEL ( Fiera di Primiero ) 01/11/2018

    CIAO GIUSEPPE FESTA ,VOLEVO DIRTI CHE QUESTO LIBRO MI E’ PIACIUTO TANTISSIMO.
    LA STORIA DA TE DESCRITTA MI HA FATTO MOLTO RIFLETTERE SULLE DIFFICOLTA’ CHE SI POSSONO INCONTRARE NELLA VITA E COME SI POSSONO SUPERARE.
    IL PERSONAGGIO CHE MI E’ PIACIUTO DI PIU’ E’ LUCIO CHE NONOSTANTE LA CECITA’ REAGISCE AL MAGLIO NEI MOMENTI DI DIFFICOLTA’.
    HO PRESO UNO SPAVENTO QUANDO NELL’ ULTIMO CAPITOLO, LUCIO HA SOGNATO DI LANCIARSI DAL PRECIPIZI0!
    LEGGENDO QUESTO LIBRO HO PROVATO TANTE EMOZIONI: PAURA, TRISTEZZA FELICITA’ E CURIOSITA’ CHE MI HA FATTO LEGGERE IL LIBRO IN POCO TEMPO.

    • 1
      Giuseppe Festa 11/11/2018

      Ciao Stadel, che bel messaggio che hai scritto, avrò molta cura delle tue parole, grazie. Lucio (e il ragazzo che lo ha ispirato, Sandro) sono diventati un modello da seguire anche per me 🙂 Buoni sentieri e a presto; Giuseppe

  555. 1
    Willy ( Baselga di Pinè ) 01/11/2018

    Ciao Giuseppe, questo libro mi è piaciuto molto, anche se fra i tuoi libri mi è piaciuto di più ” La luna è dei lupi “. Mi piace molto questo tuo libro ( “Cento passi per volare” ) perché i racconti che parlano di un amicizia tra uomo e animale e che parlano della natura mi appassionano molto, e in più è anche un po’ emozionante perché parla di un ragazzo cieco. Secondo me questo libro merita il primo posto!
    Ciao da Willy!!

    • 1
      Giuseppe Festa 11/11/2018

      Grazie Willy, lo sai che Lucio è ispirato a un ragazzo vero che si chiama Sandro? Conoscerlo dal vivo per me è stato un grande onore, e mi ha insegnato tante cose sul mondo dei non vedenti, che è molto più ricco e pieno di emozioni di quanto non pensassi. Buoni sentieri, Giuseppe

  556. 1
    zampa ( Peio ) 31/10/2018

    Ciao Giuseppe, come stai? A me piace molto il tuo libro ma mi piaceva di più quello precedente che hai proposto due anni fa “La luna è dei lupi”. Le aquile sono i miei animali preferiti, dopo i lupi ovviamente, e quindi mi sono divertita fin da subito leggendo questo fantastico libro. Spero che ci rivedremo presto!

    • 1
      Giuseppe Festa 11/11/2018

      Ciao Zampa, i lupi sono animali magici e non è facile scrivere un libro su animali più speciali di loro. Spero che tu possa trovare qualcosa di emozionante anche nella storia di Lucio, Chiara e Zefiro. Buoni sentieri, Giuseppe

  557. 1
    PERVINCA ( Fiera di Primiero ) 28/10/2018

    Ciao Giuseppe Festa,ho letto tutti i tuoi libri tranne “L’ombra del gattopardo”e devo dire che “Cento passi per volare” è il libro più bello di tutti quelli che hai scritto. Ho avuto anche il piacere di conoscerti dal vivo,quando sei venuto nella mia scuola a Primiero ,ciao e buona sera!!!

    • 1
      Giuseppe Festa 11/11/2018

      Ciao Pervinca, grazie mille, sono molto felice che il libro ti sia piaciuto, la storia di Lucio ha insegnato molte cose anche a me che l’ho scritta 😉 Spero che vorrai leggere anche L’ombra del gattopardo che, tra i libri che ho scritto, è il mio preferito, forse perché mi ricorda dei luoghi e un’esperienza bellissima che ho vissuto da ragazzo. Buoni sentieri, Giuseppe

  558. 1
    B0O9S8C7O6 ( Peio ) 27/10/2018

    Ciao Giuseppe Festa!
    Non vedo l’ ora di leggere il tuo libro.
    Secondo me sarà interessante e bello come il libro “La luna è dei lupi”.

  559. 1
    VADILUNA ( Fiera di Primiero ) 25/10/2018

    QUESTO LIBRO NON LO HO ANCORA LETTO MA DALLA COPERTINA SEMBRA UNA GRANDE FIGATA SPERO CHE MOLTI BAMBINI COME ME LO LEGGANO PERCHE’ LEI E UNO SCRITTORE MOLTO FAMOSO. SPERO MI RISPONDA AL PIU’ PRESTO. CIAO CIAO DA VADILUNA.

    • 1
      Giuseppe Festa 11/11/2018

      Wow, allora speriamo che la copertina sia all’altezza della storia, cara Vadiluna 🙂 Buona lettura e a presto!

  560. 1
    noemina ( Castel Ivano ) 25/10/2018

    Ciao Giuseppe Festa non vedo l’ora di leggere il tuo libro!! Buona serata a tutti!!

  561. 1
    noemina ( Castel Ivano ) 25/10/2018

    Non vedo l’ora di leggere questo libro!

    • 1
      agentevioi ( Valle di Cavedine ) 06/11/2018

      perché non scrivi altri libri?

      • 1
        cutrone ( Arco ) 13 days ago

        Il libro è molto simpatico e divertente. Però a volte non si capisce molto bene quando si cambia scenografia passando dalla scalata di Lucio e i suoi amici a quando Gracco e Peccio cercano di rubare Zefiro. Mi ha colpito in particolare il modo in cui Lucio percepisce le sensazioni visive pur essendo cieco, utilizzando gli altri sensi.