La valigia di Adou

di Zita Dazzi
il castoro

Adou e Oreste sono due bambini che raccontano una storia di immigrazione tratta da un incredibile fatto di cronaca; attraverso la loro narrazione a voci alterne ci fanno scoprire com’è avvenuto il loro incontro.
Adou è un bambino africano che vuole raggiungere l’Italia. il suo sogno si realizza anche se in modo drammatico: viaggia da solo, chiuso dentro una valigia fino al momento in cui viene aperta da Oreste… e qui inizia la storia della loro amicizia! I due protagonisti hanno entrambi dieci anni e un po’ alla volta scoprono di avere tante più cose in comune di quello che pensavano.

Leggi l’estratto

 

Lascia il tuo commento

1781 Commenti

  1. 1
    Fiore SILVER 1 day ago

    È il libro che mi è piaciuto di più. L’incontro di questi due bambini che nonostante diversità di colore e origini diverse fa nascere una grande amicizia. L’innocenza di questi bambini ci insegna l’amore e la pace, perché ogni essere umano di ogni razza ha il diritto di vivere con dignità…. in un mondo di tanti colori, come dice il Papa.

  2. 1
    il02248yt ( Taio ) 1 day ago

    Ciao Zita,
    il tuo libro è stato il primo che ho letto e mi è piaciuto moltissimo. A parere mio questo libro è molto significativo e costruttivo!
    La tua idea di un bambino Africano che per arrivare in Italia si è nascosto nella valigia per tutto il viaggio mi è piaciuta moltissimo quest’idea, a parere mio è bellissima e originale come idea.
    Io volevo farti alcune domande:
    Ma come ti è venuta l’idea di fare questo libro?
    Hai preso ispirazione da qualcuno oppure è stata frutto della tua immaginazione?
    Dato che non voglio riempirti di domande in caso te ne chiederò altre in un altro momento…
    Io ho votato te perchè il tuo libro mi è piaciuto PIù di tutti!!
    un bacio… Ciao!!!!

    • 1
      Zita Dazzi 12 hours ago

      Ciao, grazie delle tue domande. Devi sapere che alla base del libro c’è una storia vera e che non ho dovuto inventare molto, purtroppo. IL vero Adou è arrivato in Spagna qualche anno fa ed è stato scoperto subito, all’aeroporto, grazie ai raggi X nei quali è stato passato il bagaglio. Per fortuna la vicenda si è conclusa bene. In fondo al libro trovi una piccola spiegazione più detagliata, se vuoi. Grazie della tua lettura, un bacio

  3. 1
    Martina Rita Ziller ( Coredo ) 2 days ago

    cara rita dazzi il tuo libro è stato il primo che ho letto mi è piaciuto molto ed è stato molto significativo e mi sono immedesimata nel personaggio di Adou

    • 1
      Zita Dazzi 12 hours ago

      Nel personaggio di Adou?? Dai, che bella cosa, pensavo che ti fossi trovata di più nel personaggio di Oreste.. ma vedi, forse hai capito le sensazioni che deve aver provato quel bimbo chiuso nella valigia anche se spero una cosa del genere non ti sia mai capitata.
      Un grande abbraccio

  4. 1
    giu007 ( Riva del Garda ) 2 days ago

    io sono in un certo senso entrata nella storia di adou perche i miei genitori una volta tenevano un bambino dell’africa pero a distanza e quindi grazie a questa storia mi sono ricordata tutti i singoli momenti passati scrivere con lui e volevo ringraziarti tantissimo per questo meraviglioso libro.
    grazie veramente tanto

    • 1
      Zita Dazzi 1 day ago

      Ciao Giu, che bella storia mi stai raccontando tu! ti ringrazio tantissimo e mi fai felice dicendomi che hai pensato al tuo amico lontano grazie al mio libro. Vi abbraccio tutti e due e spero che un giorno vi possiate incontrare davvero come Oreste e Adou. Ciao!!

  5. 1
    Parix ( Castel Ivano ) 3 days ago

    Molto bello, mi piace l’idea di mettere un bambino africano che viaggia attraverso una valigia per arrivare in Italia

    • 1
      Zita Dazzi 1 day ago

      Ciao Parix, io preferirei che viaggiassero comodi, la valigia è un po’ pericolosa come mezzo di trasporto. Però per giocare è divertente. Grazie del tuo messaggio
      ciao!

  6. 1
    criceto ( Borgo Valsugana ) 3 days ago

    Ciao Zita Zazzi, la mia classe ha aderito al progetto. Non mi è piaciuto tanto il libro perchè Adou è stato sempre rinchiuso in una valigia e trasportato per molto tempo.
    La parte che mi è piaciuta è stata quando l’anziano lo accoglie e gli offre l’acqua. Non mi è piaciuto tanto perchè io sono un bambino a cui piacciono tanto gli animali.

    • 1
      Zita Dazzi 1 day ago

      Ciao Criceto, capisco dal tuo nome l’amore per gli animali. In effetti in questo libro non ce ne sono, ma ne hai altri due pieni di animali in concorso. Allora buona lettura!

  7. 1
    eleumas 72 ( Canal San Bovo ) 3 days ago

    Scusa se ti disturbo ma sono un bambino anche se poi non fa tanta differenza.

    • 1
      Zita Dazzi 12 hours ago

      Eleumas, grazie della segnalazione! ciao e viva la differenza

  8. 1
    SC16 ( Arco ) 3 days ago

    Mi sa che voterò il tuo libro.

  9. 1
    SC16 ( Arco ) 3 days ago

    Ciao Zita Dazzi. Il tuo libro mi è piaciuto molto, solo che all’inizio non capivo bene chi parlava. Mi è piaciuta molto l’ idea di far parlare un bambino africano e poi uno italiano.😃

    • 1
      Zita Dazzi 1 day ago

      Grazie Sc16, grazie del messaggio, contenta che poi tu abbia capito come funzionava il libro: non era difficile ! un bacio

  10. 1
    Lettricesfegatata ( Cles ) 3 days ago

    Ciao,
    il tuo libro è molto carino,la mia parte preferita è quando Adou e Oreste si incontrano a casa di Adou!
    Ciao lettricesfegatata.

    • 1
      Zita Dazzi 1 day ago

      ciao Letrice sfegatata che bel nick name! grazie di avermi scelta fra le tue letture. Ti mando un bacione

  11. 1
    Frate007 ( Folgaria ) 3 days ago

    Ciao Zita
    Sono rimasto colpito dal tuo libro sopprattutto da come riesce Adou a stare stretto stretto in una valigia.
    Mi sono sentito come Oreste quando gli sta per nascere sua sorella perchè so come ci si sente perchè i tuoi genitori non ti vedono perchè devono guardare il bambino

    • 1
      Zita Dazzi 1 day ago

      Grande Frate! Eh lo so, perché anch’io ho quattro figli e ogni voolta che ne arrivava uno picoclo, quelli più grandi si ingelosivano. Però poi sono stati tanto felici di avere fratelli e sorelle e vedrai che sarà lo stesso per te. Grazie di avermi scritto! un baciotto

  12. 1
    icef08 ( Arco ) 3 days ago

    Ciao!!! Di questo libro mi è piaciuto che i capitoli parlassero prima di Adou e poi di Oreste.
    All’inizio, quando sentivo i miei compagni che lo dicevano, pensavo che non si capisse molto ma invece è tutto chiarissimo.
    forse perchè lo sapevo prima di iniziare il libro o forse l’avrei capito lo stesso.
    Comunque il libro mi è piaciuto moltissimo. 🙂 🙂 🙂

    • 1
      Zita Dazzi 1 day ago

      Sono sicura che l’avresti capito lo stesso! E’ nun libro che richiede un piccolo sforzo ma che poi racconta una storia diversa dal solito, anzi una dobbia storia, vero? Ti abbraccio

  13. 1
    La pinu ( Riva del Garda ) 3 days ago

    Zita Dazzi, il tuo libro era molto bello

  14. 1
    Diario ( Riva del Garda ) 3 days ago

    Zitta Dazzi il tuo libro non mi è piaciuto moltissimo però sei una brava scrittrice.

    • 1
      Zita Dazzi 1 day ago

      Beh se non ti è piaciuto forse non sono prorio una grande scrittrice, ma spero che troverai libri adatti a te. Buona ricerca!

  15. 1
    MattaMatita07 ( Riva del Garda ) 3 days ago

    devo dire la verità che all’inizio mi aspettavo tanto da questo libro ed all’inizio non mi dispiaceva nemmeno tanto però nel comlesso è stato tipo.. con lo svolgimento corto un bellissimo inizio pero devo dire!! quello che mi ha dato più fastidio è che oreste è definito un bambino di 11 anni ma per come è descritto sembra ne abbia 5 o 6. poi sono andata su google a cercare la storia vera e secondo me era molto più interessante di quella che hai raccontato tu/lei. mi è piaciuta l’idea di raccontare la storia da 2 prospettive, anche pk mi dicono sempre di guardare anche la vita da 2 prospettive e tutto è migliore, ma per i miei gusti c’era tipo troppa confusione..
    quale era il tuo obbiettivo nel far leggere questo libro a noi ragazzi?? scusa per i tipo ma nn riesco ne a scrivere ne a parlare senza di luii!!spero che mi rispondi ciaooooooooooo
    Matta

    • 1
      Zita Dazzi 1 day ago

      ciao Matta Matita, tipo che mi9 piace risponderti come mi hai scritto tu, in modo un po’ confuso, ma anche pieno di curiosità e di idee, tipo quando mi dici che all’inizio ti piaceva ma poi sei andata a cercare su google e hai trovato una storia che ti interessava di più, e tipo io credo che sia bello che unn libro ti abbia fatto fare questo sforzo e questa tua ricerca. E non mi offendo se mi dai un giudizio non tanto positivo, perché comunque mi dici che anche tu cerchi sempre di metterti nei panni dgeli altri e di vedere tutto da due prospettive, Questa è una grande cosa. Quindi buona fortuna con altri libri che ti invoglino a pensare. Ciao!!

  16. 1
    willyagri ( Taio ) 3 days ago

    Buongiorno cara Zita Dazzi!
    All’inizio della lettura del suo libro mi è sembrata un po’ ripetitiva però questo fantastico libro mi ha fatto scoprire il valore dell’amicizia che supera ogni barriera di razza, di nazionalità, religione, coltura…
    ARRIVEDERCI BUONA GIORNATA! 🙂 🙂

    • 1
      Zita Dazzi 1 day ago

      Grazie. Sai perché all’inizio ripeto certe frasi? Perché oreste è da solo, al buio, chiuso in uno spazio ristretto ed è assillato da tanti pensieri negatitivi, anche se cerca di scacciarli quelli tornano, e lui continua a ripetersi delle frasi per tranquillizzarsi. E’ insomma una scelta narrativa, non è che mi mancassero le parole o le idee! Serviva a sottolineare una situazione. Grazie di aver letto fino in fondo. UN bacio

  17. 1
    coperta163 ( Arco ) 3 days ago

    Ciao il tuo libro è bello

  18. 1
    lucianone ( Riva del Garda ) 3 days ago

    la valigia di adou e stato un libro molto bello complimenti zita dazzi. la copertina mi attirava molto complimenti

  19. 1
    elhachimimoa ( Egna ) 3 days ago

    Ciao signora Dazzi,sono Moad.
    Il suo libro “La valigia di Adou” mi è piaciuto tanto; soprattutto la parte quando Adou e Oreste si incontrano e diventano amici, però mi è dispiaciuto quando il nonno di Oreste chiama la polizia perché scopre che Oreste nascondeva Adou nella casa.
    Grazie di avere scritto questo libro.
    Moad

    • 1
      Zita Dazzi 1 day ago

      Ciao caro Moad, grazie di aver letto questa storia e di avermi scritto. Capisco che ti dispiaccia quello che ha fatto il nonno, ma non aveva molte altre scelte, c’è una legge e chi trova un bambino che non è suo, non può tenerlo. Deve per forza chiamare qualcuno dello Stato che se ne occupi e che cerchi i suoi genitori. INfatti poi come hai visto lui ritrova la sua famiglia e questo fa contenti tutti, anche Oreste e il nonno. Spero di conoscerti alla festa finale. UN grande abbraccio

  20. 1
    aifaouiyos ( Egna ) 3 days ago

    Buongiorno signora Dazzi io mi chiamo Yosef.
    Mi è piaciuto molto il suo libro;Adou ha vissuto una bella avventura e ha anche rivisto la sua famiglia.
    Ho avuto paura,leggendo, che la polizia arrestasse Adou ma non lo hanno preso. Mi è dispiaciuto che il nonno chiama la polizia perché ha scoperto che Oreste nascondeva Adou e non ha capito che erano amici.
    Cordiali saluti
    Yosef.

    • 1
      Zita Dazzi 1 day ago

      Caro Yosef, grazie del messaggio e di aver letto il libro con tanta passione. Sai che la polizia non arresta mai i bambini, ma li protegge, soprattutto quando sono in pericolo e hanno perso i genitori. Adou infatti viene aiutato e anche se per Oreste è difficile accettare che lo portino via, questo serve a fare le indagini e a rintracciare la sua mamma. Il nonno ha fatto una cosa necessaria, e poi, hai visto alla fine è lui a raccontare ad Oreste che Adou è salvo. Tutto è finito bene, grazie alla pazienza anche dei due bambini. Ti auguro altre belle letture che ti raccontino il mondo in cui viviamo e ti facciano sempre senire a casa con fiducia. UN bacione!

  21. 1
    gianfro ( Riva del Garda ) 4 days ago

    Il libro è coinvolgente, anche se devo ammettere che il continuo cambio di narratore mi ha gettato un po’ in confusione. Viene affrontato un tema delicato perchè parla di immigrazione e di tutti i dolori legati ad essa ma la narrazione lascia speranza e fa capire che nella vita l’amicizia fa la differenza e che rimane sempre amicizia in tutti i colori delle pelli del mondo. Sinceramente la tematica affrontata non mi incuriosisce tanto, perche sono più portato per altri generi, anche se non posso dire che non mi interessi… però confrontandomi con altri lettori dello stesso libro mi sono reso conto che tanti altri lo abbiano trovato davvero interessante. CIAO! 🙂

    • 1
      Zita Dazzi 1 day ago

      Ciao Gianfro, grazie per questo tuo articolato commento che tiene conto di cose diverse, grazie anche per aver sperimentato una lettra di un genere che non ti interessa tanto e di esserti confrontato con i tuoi compagni. Mi sembrano tutte ottime cose. Buone letture future: Abbraccio

  22. 1
    Vacanza38 ( Riva del Garda ) 4 days ago

    Ciao Zita ti volevo solo dire che il tuo libro è stato molto interessante e bello pk comunque è basato su una bella storia ti ringrazio tanto per aver scritto questo libro!

  23. 1
    paracolpi ( Riva del Garda ) 4 days ago

    mi è piaciuto ma è un po noioso

  24. 1
    stef6384 ( Riva del Garda ) 4 days ago

    mi è piaciuto tantissimo il tuo libro è uno dei pochi che mi è piaciuto, di solito non mi piace leggere ma questo mi sono interessato.
    la storia era originale e molto dettagliata. 🙂

    • 1
      Zita Dazzi 1 day ago

      Woww grazie! che bella cosa: uno che non legge tanto che incontra una storia che gli piace. Mi hai detto una cosa che mi fa felice. Adesso prova a leggere ancora, vedrai che troverai altri libri belli! Sono sicura: TI bacio

  25. 1
    raf ( Riva del Garda ) 4 days ago

    Cara Zita il tuo libro mi è piaciuto molto è uno dei libri più belli che abbia mai letto io.
    Di solito i libri non mi piacciono ma questo mi è piaciuto moltissimo soprattutto ho imparato che bisogna stare anche con le persone straniere quello che nella vita di tutti i giorni io vedo poco.
    del tuo libro do 9.7

    • 1
      Zita Dazzi 1 day ago

      Ciao Raf grazie, sono contenta che ti sia piaciuto e che ti abbia fatto venire voglia di conoscere qualche bambino straniero. Ma poi nessuno è davvero straniero, siamo tutti abitanti dello stesso mondo e fratelli come esseri umani
      bacini

  26. 1
    spiderman ( Riva del Garda ) 4 days ago

    ciao zita!! il tuo libro per me è il più bello perchè racconta una bella storia ma allo stesso tempo strana. io voterò il tuo libro ciao

    • 1
      Zita Dazzi 1 day ago

      Grazie mille, le storie strane sono le più belle, baci !!

  27. 1
    Walter ( Canal San Bovo ) 4 days ago

    Ciao, questo libro mi è piaciuto molto, ha avuto un’idea bellissima.

  28. 1
    eleumas 72 ( Canal San Bovo ) 4 days ago

    Questo libro mi è piaciuto, ma non più di tutti perché all’inizio non si capiva chi parlava, ma dal capitolo 3 sono riuscito a capirlo.

    • 1
      Zita Dazzi 3 days ago

      beh dai già il fatto che dal capitolo tre tu sia riuscita a capire, vuole dire che non ci hai messo molto. In realtà non è difficile, basta leggere con attenzione! grazie comunque dello sforzo e spero che tu trovi libri che ti siano di facile comprensione. un abbraccio

  29. 1
    manuel 77 scalet ( Fiera di Primiero ) 4 days ago

    Questo libro non mi è piaciuto perché all’inizio non si capisce chi parla.

  30. 1
    faillagin ( Egna ) 4 days ago

    Salve signora Zita,io sono Ginevra.
    Il suo libro: “LA VALIGIA DI ADOU” mi è piaciuto tanto perché è molto avventuroso.
    Lo consiglierei ai miei amici perchè mi ha fatto capire quanto
    l’amicizia tra Oreste e Adou era importante , si sentivano come fratelli e si proteggevano.
    Avrei una domanda da farle,Adou è un bambino marocchino o tunisino?
    Grazie.
    Ginevra.

    • 1
      Zita Dazzi 3 days ago

      Adou è un bambino della Costa d’Avorio che è un paese africano un po’ più a sud del Marocco e della Tunisia.
      Grazie di aver letto il libro e di averlo definito avventuroso. Un grande abbraccio

  31. 1
    brunale ( Egna ) 4 days ago

    Buongiorno signora Zita,sono Alessia.
    Il suo libro é il libro più bello che ho mai letto perché parla di un bambino che viene dall’Africa e di uno che vive in Italia.
    Adou e Oreste hanno molte cose in comune, ad esempio, amano tutti e due il calcio.
    Questo libro ci insegna che bisogna essere molto coraggiosi e pazienti per riuscire a realizzare i propri sogni e che il colore della pelle non fa la differenza tra le persone.
    Vorrei chiederle…come ha fatto a finire Adou nella valigia?
    Grazie e tanti saluti da
    Alessia

    • 1
      Zita Dazzi 3 days ago

      ciao Alessia, grazie del tuo essaggio. Adou nella valigiaci si è infilato da solo perché nonaveva altro modo per entrare in Europa. Siccome era un bambino piccolo e magro, non ha avuto molta difficoltà a farlo. Ma speriamo che un giorno non sia più necessaio a nessuno fare una cosa così pericolosa. Il mondo è di tutti. Un abbraccio

  32. 1
    banana ( Terres ) 4 days ago

    ciao Zita, è stata molto brava a scrivere il libro e le faccio i complimenti perchè la storia è tratta da una storia vera.
    Se l’avessi scritto io avrei cambiato il nome di Oreste e di sua sorella Luigina perchè non mi piacevano. Per il resto non cambierei di una virgola.
    Grazie e al prossimo libro!

    • 1
      Zita Dazzi 3 days ago

      ciao Banana,, e che nomi avresti scelto? Io ho messo luigina perché è una mia amica e le volgio bene, Oreste, invece è un personaggio che compate in molte opere del passato e ho anche un amico che si occupa di irica e si chiama in quel modo. Dammi i tuoi suggerimenti, magari li userò per un’altra storia. Ciao !!!!

  33. 1
    vivi04 ( Arco ) 5 days ago

    Molto bello questo libro ma una cosa mi ha colpito di più, che Zita Dazzi non ha scritto il solito libro su avventure fantastiche o viaggi interstellari, ma lei ha avuto il coraggio e la volontà di scrivere un libro diverso da tutti, unico in se stesso, un libro che fa conoscere le difficoltà che ci sono nel mondo e che non esistono solo rose e fiori ma esiste anche la guerra, la carestia e la paura. Grazie😘

    • 1
      Zita Dazzi 3 days ago

      Grazie a te che l’hai letto e che hai capito l’importanza di raccontare ai bambini anche delle storie vere, senza allontanarsi troppo nello spazio. UN grandissimo abbraccio

  34. 1
    Montagna di rapaci ( Lavis ) 5 days ago

    Carissima Zita ,
    mi è piaciuto molto il tuo libro, anche se non è del mio genere. Ho già letto tutti i libri e sono indecisa fra il tuo e un altro. Continua cosi !!!
    Ciao!!
    P.S. Scrivi anche dei libri umoristici .

  35. 1
    pandacorno ( Castel Ivano ) 5 days ago

    Ciao Zita, il tuo libro mi è piaciuto anche se continuavo a confondere i personaggi.

    • 1
      Zita Dazzi 3 days ago

      se ti è paciuto, io penso che in realtà tu abbia capito bene che un capitolo parla Adou e uno Oreste. Ti tingrazio di avere letto la storia nononstante la tua iniziale confusione… un abbracco

  36. 1
    GJOJA2008 ( Ala ) 6 days ago

    Questo libro mi è piaciuto moltissimo, perché racconta una storia realmente accaduta. Mi sono immedesimata talmente tanto nel racconto arrivando alla fine senza essermene accorta. Penso che questo libro sia uno dei migliori che io abbia mai letto.😊 COMPLIMENTI!

    • 1
      Zita Dazzi 3 days ago

      I complimenti li faccio io a te che hai letto tutto d’un iato senza fare fantica e senza fermarti Grazie
      abbraccio

  37. 1
    alice20 ( Riva del Garda ) 6 days ago

    Ciao Zita,
    ho letto il tuo libro tutto d’un fiato..complimenti!!
    Leggendolo ho provato diverse emozioni. Inizialmente ho avuto paura per Adou e andando avanti con la lettura mi ha rincuorato la presenza di Oreste..un VERO AMICO che non ha mai smesso di cercarlo e di volergli bene. E’ una storia incredibile e penso che se tutti avessero la sensibilità di Oreste e di suo nonno forse le cose cambierebbero. Grazie per avermi fatto riflettere ed emozionare.

    • 1
      Zita Dazzi 3 days ago

      che bello il fatto che tu abbia usato la parola emozionare! E’ proprio quello che spera uno che scrive un libro: riuscire a regalare emozioni ai lettori, far sì che loro si identifichno e capscano la storia. Grazie di avermelo scritto. un bacio

  38. 1
    ALOLA08 ( Arcivescovile ) 6 days ago

    Questo libro mi è piaciuto, soprattutto la parte finale quando la sorellina di Oreste racconta di avere un’amica invisibile nel muro… e di come suo fratello e Adou siano grandi amici.

  39. 1
    Alas siempre ( Arco ) 6 days ago

    Ciao Zita,
    avrei una domanda da farti, a che cosa ti sei ispirata per scrivere questo libro?

    • 1
      Zita Dazzi 3 days ago

      Ciao, se leggi bene in fondo al libro, c’è un captoletto in cui lo spiego. Comunque è una storia vera, successa qualche anno fa! Un baciotto

  40. 1
    VeRa goSvi ( Arco ) 7 days ago

    Buona sera Zita ,
    il suo libro è stato il primo che ho letto e commentato nell’ambito dell’iniziativa “Sceglilibro”.
    Ho deciso di riscriverle per riportarle le sensazioni che mi ha trasmesso il testo.
    Devo ammettere che mi è piaciuto molto e che mi ha trasmesso delle sensazioni strane, un miscuglio tra positività e paura mista a volontà e sforzo.
    La ringrazio per aver scritto questo bellissimo libro e per aver descritto in modo semplice un problema che in questo periodo è molto comune e diffuso.

    • 1
      Zita Dazzi 3 days ago

      ciao Vera vedi quante emozioni suscita una storia dentro a un libro? sono contenta che tu abbia vissuto questi stati d’animo diversi e che tu sappia descriverli. Ti ringrazio tanto per il tuo messaggio. Un bacino

  41. 1
    MarLau SILVER 7 days ago

    Ho letto tutti i cinque libri, ognuno con la sua storia di vita.
    Sono tutti belli, educativi, c’è tanto da imparare e mettere in pratica… Grazie a voi che avete scritto queste storie!

    • 1
      Zita Dazzi 7 days ago

      Grazie a lei per averli letti tutti! Che pazienza!
      un caro saluto

  42. 1
    Lukasik ( San Michele all’Adige ) 7 days ago

    Cara Zita, volevo per prima cosa farti i complimenti per il tuo libro. La valigia di Adou mi è piaciuto tantissimo, soprattutto la parte dove i poliziotti sono andati a casa di Orestese, io pensavo che Orestese avesse fatto un furto, invece erano li per riportare Adou dalla sua mamma e dal suo papà. In quel momento mi sono emozionato tanto. Questo libro mi ha insegnato che bisogna prendersi cura degli altri, specie se in quel momento hanno bisogno.

  43. 1
    cassetto ( Tione ) 8 days ago

    A me è piaciuto il tuo libro perché il racconto si basa da due punti di vista e anche di come due ragazzi si incontrano nel modo più assurdo che nessuno(secondo me)si sarebbe mai aspettato.

    • 1
      Zita Dazzi 7 days ago

      Più che assurdo il modo, è assurdo il mondo in cui viviamo, non trovi? E’ un gioco di parole, ma funziona.
      un abbraccio e grazie della tua lettura

  44. 1
    frullatoallatte98 ( Roncegno ) 8 days ago

    La valigia di Adou è una meraviglia, è particolare, è una storia che non si sente quasi mai però mi ha preoccupato quando è stato messo nella valigia ma mi è piaciuto moltissimo.
    Grazie di avermi fatto conoscere questo libro

    • 1
      Zita Dazzi 7 days ago

      Grazie a te di averla letta e di avermi scritto questo tenero messaggio. Un baciotto

  45. 1
    lollo ( Arco ) 8 days ago

    Cara Zita Dazzi il suo libro è molto bello, è quasi incredibile che un ragazzino della mia età sia entrato in una valigia è abbia fatto un viaggio così lungo. Mi sa che voto il suo libro perchè una storia così dovrebbe essere conosciuta. Io mi congratulo con lei perché ha scritto davvero un bel libro. Spero che vinca il suo libro perché è una storia quasi incredibile ma allo stesso tempo potrebbe essere realistica. Non vedo l’ ora di incontrarla. E buona fortuna.

    • 1
      Zita Dazzi 7 days ago

      Ciao Lollo, ma che bel messaggio mi scrivi e grazie della tua scelta. Mi piace che la motivi dicendo che questa storia merita di esser conosciuta, è lo stesso motivo esatto per cui io ho deciso di raccontarla. Anch’io spero proprio di incontrare te e i tuoi compagni al più presto così ci potremo dire tutte queste cose a voce. Ma ormai manca poco. A presto !!!!! baci

  46. 1
    abcdef ( Peio ) 8 days ago

    Cara Zita Dazzi il tuo libro mi è piaciuto molto e mi ha impressiono la storia di Adou che ha fatto un lungo viaggio chiuso dentro una valigia per poter avere una vita migliore; mi sembra quasi impossibile che tutto questo sia accaduto realmente.

    • 1
      Zita Dazzi 8 days ago

      Ciao, in effetti è abbastanza una storia incredibile, per questo l’ho scelta, era veramente significativa. Poi ce ne sono anche tante altre , più o meno impressionanti, tutte comunque molto forti e dolorose per i protagoisti, come ben saprai. Alcuni di questi bambini, io li ho anche incontrati. Bisogna essere amici !
      Un abbraccio

  47. 1
    TFEU ( Arco ) 9 days ago

    CARA ZITA DAZZI IL SUO LIBRO MI E’ PIACIUTO MOLTO.
    IO SONO UN LETTORE ABBASTANZA DIFFICILE DA ACCONTENTARE, PER CUI CERTI LIBRI LI TROVO NOIOSI.
    INVECE IL SUO LIBRO E’ STATO BREVE (NON MI SONO MANCO ACCORTO DI AVERLO LETTO), MA ALLO STESSO TEMPO SIGNIFICATIVO.
    COMUNQUE LEI SCRIVE MOLTO BENE.
    NON VEDO L’ORA DI CONOSCERLA A TRENTO, CREDO CHE NELLA VOTAZIONE IL MIO VOTO LO ESPRIMERO’ PER LEI.
    CORDIALI SALUTI

    • 1
      Zita Dazzi 8 days ago

      Cia Tfeu, hai scritto un messaggio molto divertente. Anche il fatto che tu abbia dteto “manco” mi fa sorridere come la scelta dello stampatello. Sono contenta che ti sia divertito e che tu sia arrivato fio in fondo senza troppo annoiarti. Grazie di avermelo scritto e spero di vederti alla festa finale. CIAOOOOO!

  48. 1
    Tommy03 ( Folgaria ) 9 days ago

    Egregio signora Zita, mi chiamo Thomas le parti del suo libro mi sono piaciute molto soprattutto la parte in cui Adou ritrova sua madre, quella parte mi ha fatto sentire un emozione fortissima. Il libro suscitava molte emozioni un esplosione emotiva, i miei più grandi complimenti!!!!

    • 1
      Zita Dazzi 8 days ago

      Egregio signor Thomas, attenzione a non esplodere davvero, anche se soo per l’emozione positiva. E’ importante che tu arrivi sano e salvo fino alla festa e anche dopo la festa, anche nei prossimi anni. Però leggi ancora tanto se ti provoca quest’effetto così esplosivo ed emozionante. Non succede mica a tutti ! Un abbraccio

  49. 1
    scricciolo ( Taio ) 9 days ago

    Ciao Zita, bel racconto, mi è piaciuto così tanto che la sera mi ripropone di leggerne alcune pagine, poi invece l’ ho divorato!
    Se dovessi dare un voto, sarebbe….
    💯💯💯💯💯💯💯💯💯💯💯💯💯💯💯💯💯💯💯💯💯💯💯💯💯💯💯💯💯💯💯💯💯💯💯💯💯💯💯💯💯💯💯💯💯💯💯💯infinite volte.
    Spero avrò l’ opportunità di leggerne altri. Allora aspetto!
    Grazie mille per aver scritto questo libro.
    # magnifico

    • 1
      Zita Dazzi 7 days ago

      Ciao scricciolo, ma che bella cosa… che ti piaccia un libro così tanto che lo finisci in fretta. Mi fai molto felice a dirmelo e anche sapere che hai voglia di leggerne altri, mi fa ancora più piacere. Perché lo scopo di un libro è proprio quello di far venire voglia di leggere ancora. Sai che per me quelli che leggono tanto sono i migliori? Perché vivono attraverso i libri tante vite, conoscono tanti paesi, diversi mondi ed epoche storiche, coltivano emozioni e raccolgono pensieri. Grazie del tuo messaggio . un bacio

  50. 1
    Luminosa08 ( Castel Ivano ) 9 days ago

    Ciao Zita,
    questo libro mi è piaciuto molto. La storia di Adou è una storia speciale che aiuta a capire a noi bambini le difficoltà di queste povere persone che scappano dal loro paese per trovare la pace.

  51. 1
    priscilla ( Mezzolombardo ) 9 days ago

    Grazie a te perchè ho potuto avere l’occasione di leggere questo libro.

    BACI e ABBRACCI
    Priscilla

    • 1
      Zita Dazzi 8 days ago

      grazie a te per i baci e gli abbracci, che ricambio con grande intensità

  52. 1
    quadro ( Cembra Lisignago ) 9 days ago

    Ciao Zitta Dazzi sono il tuo amico quadro ho finito il tuo libro e mi è piaciuto molto ma mi mancha ancora un libro ciao il tuo amico quadro

  53. 1
    LUCIO 9 days ago

    Questo libro mi è piaciuto e mi ha commosso .Purtroppo storie dei giorni nostri.

  54. 1
    aboulkhirmal ( Egna ) 9 days ago

    Buongiorno signora Dazzi,
    il suo libro “La valigia di Adou”mi è piaciuti tanto. Era interessante; per me la parte più emozionante è stata il capitolo 29 quando, Adou e Oreste prendevano in giro Luigina chiamandola Gigiagigetta e anche quando, Oreste rideva di sua sorella perché parlava con un’amica immaginaria che abitava nel muro ma non ha ammesso che anche lui, da piccolo, ne aveva uno.
    Consiglierei questo libro ad altre persone perché spiega delle cose che sono già successe in Italia e anche che i legami più forti, a volte, nascono nei modi più inaspettati.
    Avrei una domanda da farle: da quale stato viene Adou?
    Grazie per aver scritto un libro così bello!

    Cordiali saluti

    Malak

  55. 1
    Mario Anti-Pro ( Lavarone ) 10 days ago

    Ciao Zita,
    ho appena iniziato il libro e mi piace tantissimo!
    Sopprattutto l’inizio!
    A presto!

  56. 1
    Mattitt ( Castel Ivano ) 10 days ago

    All’inizio è un po’ triste ma poi comincia l’avventura

    • 1
      Zita Dazzi 8 days ago

      Eh sì… ciao Matitt. E ti è piaciuta l’avventura?
      bacetto

  57. 1
    Cleopatra ( Pinzolo ) 10 days ago

    Questo è un libro “strano” ed è l’unico (finora) per il quale non mi viene spontaneo un commento appena finito di leggerlo … forse perché fa pensare, ma non è così coinvolgente. Mi è piaciuta la trama, che racconta dell’amicizia tra due bambini così diversi, che per tutta la storia si pensano e solo alla fine si trovano. Ho apprezzato meno la narrazione in prima persona, che dà voce indifferentemente ad Adou e ad Oreste e non permette di capire subito chi sta parlando, costringendo a volte a rileggere le pagine precedenti per comprendere l’intreccio delle due storie parallele.

    • 1
      Zita Dazzi 8 days ago

      Ciao Cleopatra, bella questa cosa che hai scritto: i due bambini che per tutto il libro si pensano e solo alla fine si incontrano. Sembra una storia d’amore. Fantastico. Grazie
      bacino

  58. 1
    Falco341 ( Cembra Lisignago ) 10 days ago

    Ciao Zita, ho letto il tuo libro e devo dire che mi è davvero piaciuto. Dall’inizio mi ha stupito la strategia che i genitori di Adou hanno usato per fuggire dall’Africa per cercare una vita migliore.
    Poi mi ha stupito quando sua zia aveva scambiato la valigia con quella del nonno di Oreste che prima non voleva il bambino e poi sì. Mi dispiace che Adou non ha visto la sua mamma e sua zia per così tanto tempo. La fine mi è piaciuta molto quando Oreste ha di nuovo incontrato Adou. Grazie per aver scritto questo libro e saluti a tutti!!

  59. 1
    sofi3000 ( Cavalese ) 10 days ago

    allora libro veramente bellissimo,….ho iniziato a leggerlo da pochi giorni e mi è subito piaciuto!!!!!! veramente brava zita…ti stimo

  60. 1
    Alberona ( Mezzolombardo ) 10 days ago

    Questo libro mi è piaciuto molto e mi sono immedesimata in Adou qualche volta perché anche io vengo da un altro paese e all’inizio avevo un po’ paura delle cose che non conoscevo. Io sono però più fortunata di Adou perchè sono arrivata con tutta la mia famiglia. Adou è un bambino molto coraggioso e la sua storia è molto triste; per fortuna il finale è positivo. Ho fatto un po’ fatica a capire tutto ma il suo libro mi ha aiutato ad imparare anche parole nuove.

    • 1
      Zita Dazzi 10 days ago

      cara Alberona, penso spesso ai bambini che vengono da altri paesi e che si trovano a leggere questa storia. Sono anche molto contenta che tu mi abbia scritto e che tu abbia trovato il libro interessante. Mi commuovono molto le tue parole e vorrei abbraccairti forte perché capisco quanta fatica e quanta emozione biosgna fare per adattarsi a un paese nuovo e sentirsi osservato dagli altr. Voi siete il nostro futuro e ho grande speranza per un?Italia che sappia essere accogliente con te e con tutti i bambini del mondo. Un grande bacio carissima lettrice, spero di conoscerti alla festa finale, ciao!

  61. 1
    NUTELLA ( Baselga di Pinè ) 11 days ago

    Ciao Zita questo libro mi è piaciuto molto perchè parla delll’ amicizia di due bambini che riescono a superare insieme qualsiasi paura e qualsiasi
    problema.
    Ciao Nutella

    • 1
      Zita Dazzi 8 days ago

      Ciao Nutella, che bel nome che ti sei scelta! Viva i bambini che superano i problemi e le paure, tutti possiamo farlo. Un abbraccio

  62. 1
    scal073 ( Fiera di Primiero ) 11 days ago

    Ciao , questo libro è molto entusiasmante quando si legge Questo libro si provano molte emozioni e per questo è molto bello. 😁😢😐😯😅😆

  63. 1
    Felicity ( Ala ) 11 days ago

    Questo libro mi è piaciuto tantissimo e mi ha anche un po’commossa😢.L’amicizia di Adou e Oreste è molto speciale.

    Ciao Zita e buona fortuna con i tuoi libri🤗

    • 1
      Zita Dazzi 10 days ago

      grazie Felcicity, mi sa che anche tu sei un po’ speciale e le tue parole commuovono anche me. un bacio

  64. 1
    priscilla ( Mezzolombardo ) 11 days ago

    ciao Zita sono Priscilla,
    il tuo libro mi è piaciuto molto soprattutto nell’ultimo capitolo quando parla la sorellina di Oreste, Luigina.
    Volevo chiederti perchè hai voluto raccontare questa storia.
    Mi ha fatto un po’ di confusione il fatto che ha capitoli alterni: parla prima uno e poi l’altro protagonista.
    Ma, a parte questo, ho trovato molto bella la storia che hai raccontato.

    Cordiali saluti.

    • 1
      Zita Dazzi 10 days ago

      Ciao Priscilla, a parte la confusione fra i capitoli, ti ringrazio per essere arrivata fino in fondo gustarti l’ultimo capitolo dedicato a Luigina, che anche a me è un personaggio che piace molto.
      Ho scritto questa storia per lanciare un messaggio di amicizia e per racconare una storia vera che potesse far pensare a quel che succede nel mondo di oggi, un mondo dove tutti pensabo soprattutto solo a se stessi. A parte voi bambini che siete molto generosi e simpatici,. Un grande abbraccio

  65. 1
    Teodolinda love ( Mezzocorona ) 11 days ago

    Gent.ma sig.ra Zita Dazzi il libro che ha scritto non mi è piaciuto per niente proprio per niente!! Proprio perchè non mi è piaciuto ci tenevo a spiegarle il perchè. A me l’idea di un bambino che arriva in Italia dentro una valigia piace. Questo non vuol dire che trovarsi nella situazione di Adou sia bello ma per un racconto è un’ottima idea. Quello che non mi è piaciuto è che dalla recensione sembra che il libro parli dell’amicizia fra Adou e Oreste ma nel racconto l’inizio della loro amicizia avviene solo negli ultimi due capitoli. Inoltre non mi è piaciuto il carattere dei personaggi: per primo mi ha dato fastidio che Oreste odiasse la sua sorellina ancora prima di averla conosciuta!! Inoltre ha dimostrato durante tutta la prima parte del racconto di essere molto capriccioso addolcendosi solo alla fine. Adou invece era sul disperato il che è perfettamente comprensibile e commovente (cosa che penso lei abbia fatto intenzionalmente) ma a me non è piaciuto.
    Ho fatto fatica a leggere il suo libro anche perchè sentendo parlare molto del problema dei migranti, ci ho riflettuto molto ma non sono ancora riuscita a capire perchè in un paese ci sia tanta miseria, povertà e spesso anche la guerra, da spinger le persone a rischiare la vita per arrivare illegalmente in un altro paese. L’unica cosa che mi è piaciuta è stato alla fine quando l’autrice ha spiegato che la storia era tratta da un fatto di cronaca che l’aveva commossa.
    Cordiale saluti Teodolina love

    PS: Marilù l’assistente sociale che assiste Adou nel centro di accoglienza è veramente simpatica e carina con lui

    Per favore rispondi!
    Grazie e di nuovo cordiali saluti Teodolina love

    • 1
      Zita Dazzi 10 days ago

      ciao Teodolinda, anche se i,libro non ti è piaciuto io ti ringrazio molto per la tua recensione, che mi è piaciuta per la foga con cui esprimi le tue opinioni. Ti spiego solo che Oreste non è arrabbiato con la sua sorellina in arrivo, ma è un po’ geloso, cosa che ogni tanto accade. fa amicizia con Adou quando lo vede, infatti gli regala un gioc, lo accudisce com epuò, vorrebbe parlargli: anche questa è amicizia. Sulla questione dell’immigrazione, c’è poco da capire: io penso che anche tu se vivessi in un paese dove c’è la guerra e la fame, cercheresti di metterti in salvo, è ovvio che nessuno voglia morire di fame o sotto un bombardamento. Non pensi?

    • 1
      Zita Dazzi 10 days ago

      risposta 2, cara Teodolinda, sono contenta comunque che questa lettura abbia scatenato in te la voglia di scrivere una lunga recensione che ha la forma di una protesta, a questo servono i libri, ad accendere le passioni. Se poi non ti sei trovata bee con questa storia, spero che tu abbia più interesse per gli altri libri in concorso. ti mando un grande abbraccio

  66. 1
    @http.alicedance ( Ala ) 12 days ago

    Cara Zita , ho finito il tuo libro : penso che voterò questo . All’ inizio me ne parlavano male ma io non ci credevo . Le frasi che mi sono piaciute di più e che secondo me insegnano un qualcosa che non so spiegare sono queste due : – Siamo diventati fratelli per caso , saremo amici per sempre ! –
    -Ti cercherò fino a quando ti troverò e potremo stare assieme , questa è la mia missione
    mi sono persino emozionata e fidati che far emozionare una persona che ha il mio carattere non è facile , e pure tu ci sei riuscita !!

    • 1
      Zita Dazzi 10 days ago

      Ti ringrazio perché hai voluto sperimentare tu se questo libro ti piaceva senza fidarti di quel che ti diceva qualche amico, e sono contenta che tu lo abbia apprezzato. ti mando un grande bacio

  67. 1
    JUVE08 ( Lavis ) 12 days ago

    questo libro mi è piaciuto un po’

  68. 1
    letore ( Mezzolombardo ) 12 days ago

    Ciao Zita,
    Il tuo libro mi e piaciuto tantissimo, perche un capitolo racconta Adou ,e un altro Oreste e alla fine racconta la sorella di Oreste.

  69. 1
    ginger ( Peio ) 13 days ago

    Ciao Zita, il tuo libro mi è piaciuto tantissimo. Mi hai fatto anche commuovere.
    La storia di Adou è una storia speciale che aiuta a capire a noi bambini le difficoltà di queste povere persone che scappano dal loro paese per trovare la pace. La parte che mi è piaciuta di più è quando Oreste e Adou si ritrovano dopo alcuni anni.
    Stai scrivendo un nuovo libro? Un abbraccio, Ginger

    • 1
      Zita Dazzi 12 days ago

      Ciao Ginger, grazie mille. Sono contenta che questa storia sia arrivata fino a te e che tu mi abbia scritto.
      Sto sctivendo anche altre storie, e ne ho scritte alcune che sicuramente puoi già trovare in biblioteca. Te ne consiglio una: La banda dei gelsomini, sempre edita dal Castoro. Spero ti piaccia
      abbraccio

    • 1
      Zita Dazzi 12 days ago

      iao Ginger, grazie mille. Sono contenta che questa storia sia arrivata fino a te e che tu mi abbia scritto.
      Sto sctivendo anche altre storie, e ne ho scritte alcune che sicuramente puoi già trovare in biblioteca. Te ne consiglio una: La banda dei gelsomini, sempre edita dal Castoro. Spero ti piaccia
      abbraccio

  70. 1
    emma07 ( Ossana ) 13 days ago

    Questo libro mi è piaciuto molto, soprattutto perché è ispirato ad una vicenda vera.
    La parte in cui Adou era nelle valigia mi ha fatto trattenere il fiato e ho tirato un sospiro di sollievo quando finalmente, Oreste e suo nonno l’hanno aperta liberandolo da lì.
    Non vedevo l’ora di terminare il libro per scoprire se Adou era riuscito a trovare la sua mamma e a riunirsi con la sua famiglia.
    Con questo libro ho potuto riflettere sul come sarebbe se fossi stata al posto di Adou, sul cosa significhi essere in un paese straniero senza conoscere nessuno ma anche su possibili amicizie che possono nascere tra persone di culture diverse.

    Un saluto e complimenti all’autore.

    • 1
      Zita Dazzi 10 days ago

      Cara Emma dici delle cose molto giuste sul sentirsi stranieri in un paese che non è quello dove sei sempre stato, e sulle amicizie e i ponti che si ososno costruire fra culture diverse,
      Non pensavo che la storia potesse tenere un bambno così in ansia e che creasse tanta attesa, ma quetso mi fa piacere. Vuol dire che almeno non era noioso! grazie e un abbraccio

  71. 1
    Mimi18 ( Riva del Garda ) 13 days ago

    Buongiorno Zita,
    hai scelto una bellissima storia e l’hai raccontata divinamente.
    Mi hai fatto emozionare ed allo stesso tempo preoccupare per Adou.
    Certe volte mi sembrava di essere con i personaggi e provare i loro sentimenti.
    Non riuscivo più a smettere di leggerlo ed a staccarmi dal tuo libro.
    Hai fatto benissimo a raccontare questa storia.
    Spero di ritrovare altri libri scritti da te che mi stupiranno😉

    • 1
      Zita Dazzi 12 days ago

      Ciao Mimì, che bello, sai che entrare in un libro come hai fatto tu è il sogno di ogni scrittore? sapere che un lettore si immedesima con i personaggi è una grande soddisfazione perché vuol dire che le parole trasmettono emozioni sincere e questo è il senso della scittura, oltre che il piacere della lettura. In effetti le due cose sono strettamente legate! Grazie della tua lettera, bacio

  72. 1
    izabela ( Riva del Garda ) 14 days ago

    Cara Zita Dazzi il tuo libro è bellissimo ed ha anche un bellissimo inizio ciao e lasciami un messaggio 😘

    • 1
      Zita Dazzi 12 days ago

      Ciao Izabela, certo che ti lascio un messaggio e anche un abbraccio. E anche tu sei sicuramente bellissima !

  73. 1
    tittyneve10 ( Dimaro Folgarida ) 14 days ago

    Ciao Zita, mi è piaciuto TANTISSIMISSIMO il tuo libro. Appena ce lo ha presentato, il bibliotecario, mi ha subito attirato, come una calamita. Solo dalla copertina mi piaceva. Ma dimmi un po’, è una storia vera? Un’ altra domanda: perché all’ ultimo capitolo fai parlare Luigina? Ad ogni modo sei stata non molto, ma MOLTISSIMO BRAVA a scrivere il libro!!! Spero di conoscerti a Trento. COMPLIMENTI ZITA!!!!!!!!!!!

    • 1
      Zita Dazzi 10 days ago

      Grazie,sono molto conteta che ti sia piaciuta la storia, che certo, è vera, coe racconto in fondo al libro, insomma, io ho un po’ romanzato, ma la storia del bambin che ha fatto un viaggio in una valigia è successa qualche anno fa. Se vai su internet potrai anche trovare le foto che sono uscite sul giornale.
      Ciao e a presto!

  74. 1
    vito ( Telve ) 14 days ago

    è stato molto bello e mi ha fatto davvero riflettere.l’ho trovato molto bello

  75. 1
    quadro ( Cembra Lisignago ) 14 days ago

    buon pomeriggio Zita Dazzi io sono il tuo amico quadro ho appena finito di leggere il tuo libro e mi è piaciuto molto ma adesso devo ancora leggere un’altro libro il tuo libro mi è piaciuto molto la parte che mi è piaciuto di più è che Adou a trovato un amico adesso ti lascio Damiano

  76. 1
    Pinkbook ( Riva del Garda ) 14 days ago

    Cara Zita è un po che non ti scrivo perché io penso che le persone leali Non abbiano bisogno di essere perseguitate dai propri ammiratori perché io ti ammiro molto però Non per il bel libro che hai scritto perché io leggo sempre racconti horror , di avventura ecc … infatti ho già letto tutti quelli di Harry Potter e di Percy Jakson, Le sfide di Appollo il Dio del sole … ma tu mi hai fatto venire voglia di leggere anche i libri che magari non rispettano la battuta più bella , il fumetto più bello …. tu hai guardato che avevano un significato perciò io ti chiedo continua a far venire voglia di leggere alla gente !!!😉

    • 1
      Zita Dazzi 12 days ago

      Pink book, ma tu sei un genio! E in più sei troppo simpatico (o simpatica??? ) comunque mi piace tutto quello che hai scritto, anche l’idea degli ammiratori che perseguitano gli autori..ahahaha ! fantastico. Comunque ti assicuro che è una bella persecuzione da subire!
      E mi fa molto piacere che il mio libro ti abba fatto gustare un tipo di racconto diverso da quello che preferisci, cioé l’horror… anche se a dire il vero un po’ horror è anche questa storia: pensa a quando lui sta chiuso nella valigia, poveretto! Altro che Hary potter, è una magia che lui sia sopravvissuto. Anche Adou ha i super poteri, non trovi? Un bacione

  77. 1
    Mirtillotto ( Canal San Bovo ) 14 days ago

    Salve Zita! Il tuo libro mi piace molto anche se, all’inizio, non capivo bene di chi si parlasse. Narra di una storia che sfortunatamente capita ad alcuni bambini. Sicuramente questa storia farà capire ai lettori che sono fortunati a non vivere questi momenti tristi e bui. Sono contenta per il finale positivo dove Adou ha ritrovato la madre e la zia.

    • 1
      Zita Dazzi 10 days ago

      Ciao Mirtillotto, spero che faccia passare tante ose, non solo che faccia senire fortunati i bimbi dei paesi ricchi come il nostro. l’importante è essere amcii di quelli che hanno biosgno del nostro aiuto e del nostro sorriso, questa è la cosa più necessaria, io credo. Poi è vero, siamo fortunati noi italiani, anche se non è colpa nostra se siamo nati qui, possiamo però fare tanto per chi ha meno di noi, come Adou. Grazie per il tuo messaggio e un abbraccio

  78. 1
    Boai SILVER 15 days ago

    Una storia da prendere con positività e che rispecchia le attuali problematiche dell’immigrazione. Anche se due persone sono diverse possono trovare una bella amicizia che arricchisce tutti e due. Storia che può fare sicuramente bene ai nostri ragazzi al di là dei messaggi spesso negativi che sentono in televisione sull’argomento da parte di vari politici.

    • 1
      Zita Dazzi 12 days ago

      Grazie Boai di aver capito che in fondo anche io spero davvero che storie come questa riescano a sfatare un po’ di luoghi comuni e pregiudizi. Anche spero serva a capire che dietro alla parola slogan immigrazione ci sono tante storie singole, storie di esseri umani. Ma forse in quetso i bambini sono molto più bravi di noi.
      Un caro saluto

  79. 1
    rocky ( Mezzocorona ) 15 days ago

    Il libro era interessante perchè inizia con un capitolo di un personaggio e poi di un altro personaggio, perchè spiegava anche come si sente una persona straniera quando viene in italia.

  80. 1
    Spirit8 ( Peio ) 15 days ago

    Ciao Zita come stai? Io bene; il tuo libro mi è piaciuto, è molto bello perché è preso da una storia reale. Sono molto felice che Adou è riuscito nella sua impresa. Ora ti saluto il tuo libro l’ho finito stammi bene

    • 1
      Zita Dazzi 12 days ago

      Ciao Spirit, io sto bene e tu? Stammi bene anche tu, mi raccomando. E grazie di aver letto il mio libro. U n bacioneee !

  81. 1
    joker08 ( Riva del Garda ) 16 days ago

    Ho trovato questo libro interessante,sopratutto la parte in cui Adou e Oreste si conoscono e anche il coraggio della signora,che ha nascosto il protagonista nella valigia affrontando molti rischi.

    • 1
      Zita Dazzi 12 days ago

      Ciao Joker, la signora è la zia., un po’ matta a fare quela cosa, ma forse quando c’è una necessità, si fanno anche cose matte.
      Un bacino

  82. 1
    acquaviva04 ( Baselga di Pinè ) 16 days ago

    Questo libro l’ho letto con grande attenzione e interesse perché è una storia vera.Racconta un viaggio che purtroppo, molte persone come Adou, sono costrette ad affrontare per cercare una vita migliore lontano dal loro paese o per causa della guerra, o per la fame o perché non c’è lavoro. Leggendo ho provato tante emozioni tutte diverse come tenerezza, tristezza, rabbia, gioia, ma soprattutto ho capito come sono fortunato a non vivere questa esperienza e come è importante aiutare le persone in difficoltà ed essere loro amico.Ho anche capito che l’ amicizia non ha confini e non bisogna guardare l’aspetto esterno delle persone, ma quello che hanno nel cuore.

    • 1
      Zita Dazzi 12 days ago

      Acquaviva hai fatto una grande sintesi molto accurata e giusta del tema del libro, dei diversi spunti che ci sono, delle idee che si possono trarre da questa storia. IO spero che nel mondo che abiterete voi domani ci siano meno ingiustizie e che nessuno più debba fare queste avventure complicate per salvarsi. Ma sono sicura che voi bambini farete tutto il possibile perché le cose vadano meglio di come vanno oggi.
      un abbraccio

  83. 1
    Tarocchina ( Mezzolombardo ) 16 days ago

    Ciao Zita,
    ho appena finito di leggere il tuo libro e l’ho trovato bellissimo ed interessante .
    Ti volevo fare alcune domande:
    -come hai avuto l’ idea di scrivere questo libro?
    -come ti sei sentita quando avevi finito di scrivere questo libro?
    -da dove hai avuto l’ aspirazione di diventare scrittrice?
    Spero che mi rispondi.
    Buona serata.

    • 1
      Zita Dazzi 12 days ago

      wow quante domande, peccato che qui non ci sia tanto spazio ma magari ci vediamo alla festa e ti potrò spiegare tutto per bene. Comunque l’idea mi è venuta perché era una bella storia da raccontare ai bambini della vostra età. Quando ho finito mi sono sentita scarica ma bene, soprattutto quando ho visto il libro stampato, e quando vedo voi ragazzini che leggete. E l’ispirazione di diventare scrittrice l’ho avuta perché mi piacere legere e quindi alla fine, dopo tante letture, mi sono ritrovata che avevo imparato a scrivere. Pensa tu!
      un abbraccio

  84. 1
    Mongolfiera ( Fiera di Primiero ) 16 days ago

    Ciao, il libro (La valigia di Adou) è molto bello. Perché ci sono tante emozioni e fa capire che ci sono tanti bambini stranieri che hanno bisogno di aiuto. Bel libro veramente

  85. 1
    Etoile ( Riva del Garda ) 16 days ago

    Mi ha emozionato molto questo libro.
    È davvero interessante e quando lo inizi a leggere non vorresti più smettere.
    La storia mi é piaciuta molto e mentre leggevo mi sembrava di essere lì insieme ai protagonisti.
    Potresti scrivere altri libri, sei bravissima!😉

    • 1
      Zita Dazzi 12 days ago

      Potrei scrivere altri libri… e in effetti li ho già scritti e altri ne scriverò ! Se vai in biblioteca li trovi! Fammi sapere neh…. un grande abbraccio a chi sta assieme ai personaggi delle storie che sono dentro ai libri

  86. 1
    ENKI2008 ( Borgo Valsugana ) 16 days ago

    BRAVO, MOLTO BELLO. QUANDO HO INIZIATO A LEGGERE IL LIBRO NON MI ERA CHIARO CHI FOSSE NELLA VALIGIA, POI HO CAPITO. CONSIGLIO A TUTTI DI LEGGERE QUESTO LIBRO.

  87. 1
    giuseSILVER 16 days ago

    Il coraggioso Adou che percorre una strada lunghissima rinchiuso dentro una valigia per trovare un mondo migliore di quello nel quale viveva… l’incontro casuale con il ragazzino Oreste, il sogno di un’amicizia vera si concretizza!
    Bella questa lettura: ci insegna i veri valori.

    • 1
      Zita Dazzi 12 days ago

      Grazie Giuse, che bel messaggio ! Anche per me una bella lettura. A presto!

  88. 1
    cerbiatto1 ( Folgaria ) 16 days ago

    Cara Zita, il libro mi è piaciuto molto perchè la storia è semplice e scorrevole, in certi momenti divertente e in altri triste; raccontata dal punto di vista di due bambini, quindi ancora più accattivante.
    Ispirata ad una vicenda reale in cui i legami forti e inaspettati vincono la paura del diverso.

    • 1
      Zita Dazzi 12 days ago

      Grazie Cerbiatto, hai proprio ragione! Niente paura del diverso!

  89. 1
    Fantasy08 ( Arco ) 16 days ago

    Ciao Zita Dazzi!
    il tuo libro mi è piaciuto troppo per il fatto che prima Oreste da “piccolo” aveva un amico immaginario che abitava nel muro, poi è nata sua sorella ed è successa la stessa cosa! Mi è piaciuto anche che il libro era a “strati” una volta parlavi di Adou e una volta parlavi di Oreste, mi ha commosso un po’ la fine quando Adou e Oreste si erano rincontrati. Povero bambino “Adou nascosto in una valigia tutto rannicchiato. Mi ha stupito quando i poliziotti hanno portato via Adou. A questo libro il voto che darei è 1.000.000.000.000.000.000.000.000.000.000.000.000.000 P.S. sei grande nel libro ai messo che Oreste ascoltava la canzone di “Fedez” e che ad Adou hanno regalato la maglietta di Messi (il giocatore preferito di Adou Oreste e mio)

    • 1
      Zita Dazzi 12 days ago

      Fantasy, che bel messaggio, anch’io mi commuovo se lo leggo, sei proprio un tesoro- Fedez l’ho messo perché l’ascoltava mio figlio che aveva la vostra età quando ho scritto questa storia, e Messi piaceva veramente al vero Adou. Anche tu hai un amico nel muro? Ho scoperto che tanti bimbi ce l’hanno. Però è meglio averne uno in care e ossa, come Oreste, che ne dici?
      Grazie del tuo bellisismo messaggio , un bacino

  90. 1
    Rudi2008 ( Mezzocorona ) 17 days ago

    Ciao Zita Dazzi ,questo libro mi è piaciuto molto perchè racconta una storia vera ed io sinceramente non ce l ‘avrei mai fatta ad attraversare il mare dentro a una valigia. La parte che mi è piaciuta di più è stata l’ ultimo pezzo dove Adou e Oreste prendevano in giro Luigina e anche quando Luigina aveva un ‘ amica nel muro come Oreste.

    • 1
      Zita Dazzi 10 days ago

      E tu ce l’hai mai avuto un amico o un’amica nel muro? IO no, ma penso che sia un’idea divertente.
      Grazie di aver letto la mia storia e di avermi scritto, ciao!!!!!!!

  91. 1
    B0O9S8C7O6 ( Peio ) 17 days ago

    Ciao Zita Dazzi. Il tuo libro mi è piaciuto tantissimo. Mi è piaciuta molto l’ambientazione. A me è piaciuto anche il tuo modo di scrivere con parole semplici ma chiare. Poi il libro è scritto molto bene perché in ogni capitolo fai notare i punti di vista e i sentimenti di entrambe i ragazzi. I miei personaggi preferiti sono Adou e Oreste.
    Adou perché è molto coraggioso in tutta questa “avventura” anche se qualche lacrima non riesce a trattenerla. Oreste perché ha un cuore grande pieno di amore per tutti. La parte che mi è piaciuta di più è quella quando Oreste abbraccia la sorellina con affetto. Quello è un momento davvero bello ed emozionante.
    Io ne ho letti tanti di libri, ma, fino adesso, questo è il mio preferito. Il voto finale che do a questo libro è 10.

    • 1
      Zita Dazzi 12 days ago

      Urca che bello sapere che fra tanti libri letti questo sia quello che ti è piaciuto di più! che cosa grossa che mi dici! Mi piacciono le frasi che usi, soprattutto quando dici “un cuore grande pieno di amore per tutti” una bellissima immagine , magari la tirerò fuori in un libro futuro perché voi bambini mi state regalando ognuno un bellissimo spunto. Ti abbraccio e ti ringrazio ancora

  92. 1
    Asia ( Malè ) 17 days ago

    La valigia di Adou è un libro che mi ha toccato nel profondo perché parla di un bambino che sembra sia strano perchè non è abituato a vivere in città e ad avere tutto quello che abbiamo noi , ma in realtà siamo noi quelli strani , che non abbiamo mai avuto la sua esperienza , che anche se difficile fa diventare più rispettosi degli oggetti , ambienti e persone e fa crescere dentro … Fa diventare migliori le persone e ti fa pensare a tutte le cose veramente importanti della vita a cui noi giovani non pensiamo , infine vorrei ringraziare l’ autore di questo libro perchè fa riflettere molto su quanto noi siamo fortunati e che dovremmo imparare da Adou , io ho provato molti sentimenti meravigliosi … comunque bellissimo libro …

    • 1
      Zita Dazzi 12 days ago

      Grazie Asia delle tue belle parole, di queste sensazioni. E’ giusto quando dici che siamo noi quelli “strani” che non abbiamo ben presnete il vero valore dlele cose e l’importanza di quello che noi diamo per scontato – il cibo, l’acqua, la scuola, la presenza dei genitori, la pace etc etc – ma che sono cose non garantte a tanti bambini in tante parti del mondo. Questo è uno dei messaggi veri del mio libro e mi fa piacere che tu lo abbia scoperto e capito così a fondo. TI mando un grande abbraccio

  93. 1
    STEISI2008 ( Borgo Valsugana ) 18 days ago

    A questo libro darei come voto 10 perchè mi è piaciuto tanto soprattutto la parte in cui Oreste va a cercare Adou nel posto in cui l’avevano portato.

    • 1
      Zita Dazzi 17 days ago

      Grazie Steisi, in effetti quella parte del libro piace molto anche a me. UN baciotto

  94. 1
    Hermione Granger ( Lavis ) 18 days ago

    Signora Zita, il vostro libro è sensazionale in tutto: scrittura, linguaggio e contenuto!
    Mi sono affezionata talmente tanto al vostro libro che ci ho pure dormito insieme.
    Questo è il più bel libro che io abbia mai letto ( dopo Harry Potter ).

    • 1
      Zita Dazzi 17 days ago

      Grande Hermione che dormi con i libri! Che bell’immagine che mi regali, non avevo mai sentito di qualcuno che invece del pupazzo dormisse con un romanzo: grande grande grande!
      E poi mettermi vicino ad Harry Potter… via, mi fai sentie importante! Grazie mille . Tanti baci

  95. 1
    DRAGO123FUOCO ( Lavis ) 18 days ago

    Questo è il racconto di Adou e Oreste, due ragazzi come noi ma con storie e radici diverse. Quando ho letto i il libro, ho cercato di immedesimarmi nel personaggio di Adou mentre stava raggiungendo l’Italia chiuso in una piccola valigia, senza la sua mamma e lontano da casa.Ho provato un grande senso di vuoto e tristezza: credo che io, al suo posto , non ce l’avrei mai fatta. Mi sono reso conto da questa lettura che a volte ci si lamenta per motivi davvero stupidi nonostante si abbia la fortuna di avere quello che davvero conta, ossia la famiglia, le amicizie e una casa in cui vivere.

    • 1
      Zita Dazzi 18 days ago

      Ciao Drago spero che dalla lettura tu abbia trovato anche motivi di gioia e di speranza, soprattutto perché alla fine il bimbo Adou si ritrova con la sua famiglia e si sistema, va a scuola e riesce a sentirsi parte della nuova società nella quale è arrivato. Credo che tutti, quando sono messi alla porva, riescono a sviulppare dei sistemi di resistenza, E poi ognuno nella sua giornata ha dei piccoli e grandi ostacoli, che deve superare, questo certamente capita anche a te e tu ce la fai. Biosgna aver fiducia. Ti abbraccio e a presto!

  96. 1
    Cucciola ( Fiera di Primiero ) 18 days ago

    Cara Zita Fazzi, mi è piaciuto molto il tuo libro. Perché a tratti sempre di essere con Adou. Bellissimo libro. Grazie di averlo scritto. Cordiali saluti da Cucciola.

    • 1
      Zita Dazzi 17 days ago

      Ciao Cucciola, tanti cordiali saluti anche a te, sono contenta che hai tenuto compagni ad Adou con la tua lettura. Un abbraccio

  97. 1
    Chicca 08 ( Arco ) 19 days ago

    **********ATTENZIONE SPOILER!!!*************
    Cara Zita Dazzi,
    Il tuo libro mi è piaciuto molto per i fatto che un bambino africano non possa viaggiare tranquillamente su un treno per cercare di cambiare vita trasferendosi in italia da sua zia, ma debba viaggiare tutto nascosto e rannicchiato in una valigia.
    Dopo tante ore di viaggio la sua valigia viene scambiata con un’altra. La valigia con il bambino viene presa da un anziano signore che va in visita alla sua famiglia in cui c’è un bambino della sua stessa età. Fra i due bambini nasce immediatamente qualcosa di speciale, un’amicizia inspiegabie, che nonostante vengono immediatamente separati nei loro cuori rimane comuque un legame forte.
    Dopo vari episodi e un lungo periodo di tempo i due bambini si ritrovano e non si lasceranno più, diventano come due fratelli.
    Sicuramente è un libro che sottolinea la grande amicizia di due bambini provenienti da due mondi completamente diversi che superano qualsiasi ostacolo e qualunque diversità.

    • 1
      Zita Dazzi 18 days ago

      Vabbè; lo spoiler è un bel riassunto, quindi è ampiamento accetttato e lodato. In poche righe hai raccontato un libro: potesrti fare la giornalista come me! Ci hai mai pensato?
      Buone future letture e pensieri belli legati alle storie che incontrerai. Un grande abbraccio

  98. 1
    Einstein 2008 ( Arco ) 19 days ago

    Cara Zita,
    il tuo libro mi è piaciuto tanto. Mi sono ispirata al tuo racconto e, con l’aiuto di una mia compagna di classe egiziana, ho scritto un testo che parla appunto di come ci si sente ad essere in un paese che non è il tuo.
    Il tuo libro mi ha dato lo spunto per fare l’intervista!
    GLI UOMINI DI CULTURE DIFFERENTI SONO COME LE NOSTRE MANI… UNA SOLA NON RIESCE A SOLLEVARE QUALCOSA DI PESANTE, MA SE L’ALTRA LA AIUTA POSSONO FARCELA, QUINDI COLLABORIAMO E VEDRETE CHE NON CI SARANNO PIU’ GUERRE!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

    • 1
      Zita Dazzi 18 days ago

      Einstein, ma che bella cosa mi racconti ! E bellissima la frase sulle mani che si uniscono per sollevare qualcosa di pesante, come al diffidenza, come la violenza, come il razzismo. Tutte faccende che restando uniti e aiutandosi, si può riuscire a sconfiggere. Mi piace quello che hai scritto. Grazie ! e salutami anche la compagna di classe egiziana, un bacio a tutti e due

  99. 1
    Ema008 ( Riva del Garda ) 19 days ago

    Ciao Zita, il tuo libro mi è piaciuto molto perché descriveva benissimo tutti i paesaggi. Mi è piaciuto anche perché parlava di bei sentimenti e amicizie.

  100. 1
    Saturn V ( Baselga di Pinè ) 19 days ago

    Il libro mi è piaciuto perché la scrittura è scorrevole e facile da leggere e perché la storia anche se è un po’ triste mi è piaciuta perché parla di un’ amicizia

    • 1
      Zita Dazzi 17 days ago

      Grazie Saturn, una storia triste che finisce bene, per fortuna. UN abbraccio

  101. 1
    Fortunella ( Cles ) 19 days ago

    Il libro era stupendo. Brava Zita Dazzi.
    La parte più bella è stata quando Adou e Oreste si sono incontrati perché ho provato tanta felicità in quel momento.

  102. 1
    ddale46 raptor ( Fiera di Primiero ) 19 days ago

    Ciao Zita Dazzi, il tuo libro è molto bello e interessante e mi è piaciuto quando Adou e Oreste si sono ritrovati e quando alla fine è Luigina a narrare. All’inizio è un po’ difficile da capire perché cambia persona continuamente ma il resto del libro è molto bello.Ciao e buona fortuna da DDALE46 RAPTOR!!!!!!!!!!!!

    • 1
      Zita Dazzi 17 days ago

      Wow che nick name complicato. Ci scommetto che non sei un vero raptor nel senso di velociraptor, il dinosauro… no? grazie dlla tua lettura e dell’aver resistito alle difficoltà iniziali. un baciotto

  103. 1
    Lol ( Valle di Cavedine ) 19 days ago

    mi è piaciuto molto questo libro perché è molto significativo e poi l’ amicizia tra i due bambini è una cosa stupenda. Però era difficile da capire, perché un capitolo parla si Adou e l’ altro del suo amico. Comunque molto bello!

    • 1
      Zita Dazzi 18 days ago

      Ma no, dai Lol, sono sicura che dopo poco hai capito come funzionava, grandi lettori come quelli del Trentino non ci sono altrove! Grazie del tuo messaggio e un baciotto

  104. 1
    MONSTER2008 ( Castel Ivano ) 19 days ago

    Mi è piaciuto questo libro, ma in particolare la fine quando Oreste ha incontrato Adou

    • 1
      Zita Dazzi 18 days ago

      Ciao, che nick name ti sei scelto! come mai? comunque grazie della tua lettura e a presto ! bacio

  105. 1
    volpina88 ( Peio ) 20 days ago

    Cara Zita Dazzi, volevo farle i complimenti per il bel libro, ma anche ringraziarla di averlo scritto perché ci fa capire che non bisogna illudersi e arrendersi se trovi qualche difficoltà ma che bisogna lottare per raggiungere i propri obbiettivi e realizzare i propri sogni!!! Oppure che si può essere amici di tutti anche se sono di lingua o colore diverso. In questo caso come Oreste e Adou!!!
    Cordiali saluti Volpina88.

    • 1
      Zita Dazzi 18 days ago

      Ciao Volpina, hai capito proprio bene e sono contenta che la storia ti sia piaciuta, che ti abbia lasciato dei pensieri e dei buoni propositi. Viva i libri che fanno ragionare i bambini, via i bambini che leggono!
      Ti abbraccio

  106. 1
    Sara08 ( San Michele all’Adige ) 20 days ago

    Questo libro mi è piaciuto molto e mi ha fatto anche pensare a quanto io sia fortunata a non dover affrontare le difficoltà che tanti bambini, senza averne colpa, si trovano davanti. La gentilezza dell’operatrice dell’orfanotrofio, la vera amicizia e l’amore di una mamma e del suo bambino, vincono le sfide che la vita ha in riserbo per Adou e lasciano nel cuore tanta speranza. E’ stato facile leggere il libro perché la curiosità mi faceva girare una pagina dopo l’altra e mi è dispiaciuto quando sono arrivata alla fine; spero che molta gente possa capire tramite la lettura che il colore della pelle non ha nessuna importanza, la differenza la fa il cuore di ognuno di noi.

  107. 1
    seba2008 ( Riva del Garda ) 21 days ago

    Cara Zita Dazzi, il suo libro mi è piaciuto perché la storia è successsa veramente ed è incredibile!

  108. 1
    tennisgo2018 ( Ville d’Ananunia ) 21 days ago

    Questo libro mi è piaciuto molto,specialmente la parte in qui Oreste apre la valigia e trova Adou. Secondo il mio parere questo libro è emozionante e allo stesso tempo istruttivo. Il mio personaggio preferito è Adou ,perchè nonostante abbia perso la zia e la mamma, è riuscito con la calma ad aspettare che lo trovassero.

  109. 1
    fisert5 ( Predazzo ) 21 days ago

    Ciao Zita il tuo libro mi è piaciuto un sacco il voto è 10 e lode è veramente commuovente la scena che mi è piaciuta di piu è lo scambio di valigie hai in mente altri libri. Sei un ottima scrittrice.
    Ci vediamo alla festa finale aspetto risposte fisert5.
    Ci vediamo presto.
    CIAOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOO

    • 1
      Zita Dazzi 18 days ago

      Cuao Fisert, grazie del 10 e lode! voto molto alto wowowow ! grazie ancora
      certo che ci vediamo alla festa finale- latri libri? e ho scritti un po’, se vuoi li trovi i biblioteca e poi ne uscirà presto uno nuovo, ve lo rpoto quando arrivo in Trentino
      un abbraccio

  110. 1
    lepre2008 ( Mezzocorona ) 21 days ago

    Cara Zita, il tuo libro parla di due bambini provenienti da due mondi diversi, ma dal primo momento che si sono visti è iniziata fra loro una vera amicizia. Ammiro il coraggio di Adou chiuso in una valigia al buio, solo, pronto per partire per un lungo viaggio alla scoperta del nuovo mondo.
    Trovo bellissimo come hai scritto il racconto: alternare la vita quotidiana di Oreste e quella di Adou mi ha portato a leggere il libro con più interesse.
    Continua così baci

  111. 1
    Lilli ( Peio ) 21 days ago

    Ciao mi è piaciuto molto il tuo libro, bello anche perché hai preso spunto dalla vita reale. Sembrava di viaggiare insieme a lui.
    Domanda:come si chiama il nonno di Oreste? Ciao a presto.

    • 1
      Zita Dazzi 20 days ago

      Ciao, sai che mi fai una domanda alla quale non so rispondere, puoi scegliere un nome che piace a te, che ne dici?
      un bacione

  112. 1
    Peterpan ( Arco ) 22 days ago

    Il libro non mi è piaciuto molto perchè parla di un tema un po’ serio, ma mi è piaciuta la fine in cui scrive Luigina la sorella di Oreste, è divertente. Il titolo ci sta molto bene. Comunque ho letto tutto il libro.

    • 1
      Zita Dazzi 18 days ago

      Grazie Peter pan che hai letto anche se non ti piaceva tanto! Sei stato bravissimoooo!!!

  113. 1
    gigigi ( Arco ) 22 days ago

    molto bello

  114. 1
    gigigi ( Arco ) 22 days ago

    BELLISSIMO

  115. 1
    Bepi ( Vermiglio ) 22 days ago

    Ciao,Zita
    il tuo libro mi è piaciuto molto.

  116. 1
    Stiwi ( Valle di Cavedine ) 23 days ago

    Il tuo libro non mi è piaciuto tanto ciao

    • 1
      Zita Dazzi 18 days ago

      Fa niente, ma prova con un altro libro, non abbandonare la lettura!
      Ciao!

  117. 1
    Alli ( Cavalese ) 23 days ago

    Ciao Zita!
    Il tuo libro mi è piaciuto molto perché leggendolo mi sentita parte della storia

  118. 1
    D.F.12 ( Mezzocorona ) 23 days ago

    Cara Zita Dazzi , il tuo libro mi è piaciuto molto perché insegna che anche quando sembra andare tutto storto , alla fine si può trovare una soluzione.

  119. 1
    franchi ( San Michele all’Adige ) 23 days ago

    questo libro ci vuole trasmettere che l’amicizia è molto importante e non solo con i tuoi simili, ma anche con persone diverse e non far ostacolare la vostra amicizia per il parere degli altri. Bisogna essere coraggiosi.

  120. 1
    2.0.0.8.N.N. ( Mezzolombardo ) 23 days ago

    mi dispiace ma a me questo libro non mi è piaciuto

    • 1
      Zita Dazzi 22 days ago

      E mi spiace, ma magari ce ne sarà uno che è più adatto a te. Prova a leggere altro. UN bacio

  121. 1
    KATNISS ( Tione ) 23 days ago

    Se devo essere sincera questo è il più bel libro che io abbia mai letto, partendo dal significato .
    Devo anche dire che è l’ unico libro di cui ho letto la parte finale dove c’ è la nota dell’ autore, e di questo non me ne pentirò mai perché non riesco a credere che il mondo che dovrebbe essere un posto per tutti è lo stesso mondo che emargina persone che in realtà sono uguali a noi , cambia solo lingua e il colore della pelle ma non è una scusa per togliere i diritti ad una persona.
    Non dimenticherò mai una frase che ho trovato in questo libro : ” SONO UN CITTADINO, NON DI ATENE O DELLA GRECIA MA DEL MONDO”.
    FA PIANGERE SOLO A PENSARE CHE PERSONE MUOIONO PER LA GUERRA E ALCUNE NON RIESCONO NEANCHE A SALVARSI PERCHÉ NON HANNO I SOLDI E I RAZZISTI NON VOGLIONO DARE LORO LA VITA CHE SI MERITANO : UNA CASA , LA SALUTE E I DIRITTE CHE APPARTENGONO A TUTTI .
    Complimenti Zita hai scritto il libro che potrebbe far aprire gli occhi a tutti ! Continua così.

  122. 1
    Heidi ( Valle di Cavedine ) 23 days ago

    Cara Zita Dazzi, ti faccio i complimenti per il tuo libro. Mi è piaciuto molto. Sei riuscita ad esprimere bene il valore dell’amicizia tra due bambini molto diversi tra loro. Ti ringrazio, ne farò tesoro.. Per me chi trova un amico trova un tesoro!
    Grazie per aver scritto questo bellissimo libro.
    Heidi.

  123. 1
    EmyGym-22 ( Ala ) 23 days ago

    Carissima Zita Dazzi….
    -Piango. Ma cerco di farlo in silenzio. Di non farmi sentire e mi spiace perché quando apriranno mi vedranno così e penseranno che sono un bambino frignone. Fa niente. Basta che mi facciano uscire.- Questa è una delle frasi che mi hanno colpito di più. “Mondo mal spartì” come si suol dire qui in Trentino. Veramente, non è per niente giusto il fatto che al giorno d’oggi, noi ragazzini, ci lamentiamo per tutto. Ma veramente, per qualunque cosa abbia una “minimissima” parte che non ci piace. Adou invece dopo tutto quello che ha passato non può, o almeno non vuole piangere, perché ha paura che chi lo vedrà penserà che lui è un bambino frignone. Non è possibile! Ma soprattutto è un ingiustizia! Il suo libro mi ha fatto riflettere sul fatto che più cose uno ha, più ne vuole.
    Ma in realtà, come ho letto una volta su una figurina, non bisogna pensare a quello che ci manca ma ha quello che abbiamo la fortuna di avere altrimenti passeremo la vita a lamentarci di tutto e per tutto. Mi ha fatto riflettere sul valore dell’amicizia, su quanto è bella la diversità perché, come dice sempre la nostra professoressa, è molto più bello un prato pieno di fiori colorati che un prato tutto verde. Insomma mi ha fatto riflettere su molte cose. E pensare che all’inizio dell’anno, quando ci avevano presentato i libri del concorso, non mi aveva ispirato molto, cioè sì, mi sembrava un bel libro, ma niente di speciale… Tanti dei miei compagni che l’aveva letto mi dicevano che era bellissimo ma nessuno di loro è riuscito a convincermi totalmente.
    Quando l’ho preso ed ho iniziato a leggerlo ho capito che mi sbagliavo, qualche sera fa mi sono “persa” ed ho continuato a leggere anche se sarei dovuta andare a dormire… Leggendo questo libro mi sono successe cose che solo certi libri riescono a fare: ho riso, riflettuto, ma cosa che mi ha colpito di più è il fatto che ho pure pianto di felicità ma anche di tristezza quando Adou si ricordava del suo villaggio, di suo padre… Da questo libro ho capito una cosa: qualunque cosa succeda non dobbiamo mai dimenticarci delle nostre origini, dei nostri veri amici, dei nostri parenti… ma soprattutto non dobbiamo mai dimenticarci chi siamo!
    Non me lo aspettavo…. Veramente una storia emozionante e bellissima, mi piacerebbe molto arrivare a scrivere temi e storie (non proprio al suo livello perché è molto improbabile…) con una tale fantasia (per le parti inventate) e scrivere così bene…
    Grazie mille di avere scritto questo libro, tanti saluti e complimenti da EmyGym-22. ☺☻

    P.S.= Spero di non averla stancata o stufata con questo commento per niente breve.

    • 1
      Zita Dazzi 18 days ago

      Cara Emy Gym, ma tu sei una grande scrittrice, io alla tua età non avrei mai saputo esprimermi così bene, trovare le belle parole che hai scelto tu, pensare tutte queste cose e non sarei mai stata in grado di spiegarle con questa scioltezza, questa poesia. Non ti conosco ma leggendo questa bellissima pagina che mi hai mandato, mi hai commossa, mi hai fatto pensare tu, mi hai regalato quest’immagine di una ragazzina che attraverso un libro riesce a fare un viaggio, a immedesimarsi nella vita di un altro, a farsi delle domande e anche a inventare delle risposte. Questo è quel che dovrebbero fare i libri e mi riempie di orgoglio pensare che la mia piccola storia di Afdou sia riuscita ad emozionarti e a lasciarti la voglia di scrivermi un testo così bello. (Segue)

    • 1
      Zita Dazzi 18 days ago

      (2 )E’ un vero regalo quello che mi hai fatto, prendendoti del tempo per mettere le tue idee sulla carta, anzi sulla tastiera, e farle arrivare fino a Milano, dove mi trovo ora, seduta nel mio ufficio, mentre dovrei lavorare, e invece leggo i messaggi che mi arrivano dal Trentino.
      Anche voi ragazzi di questo concorso mi state aiutando a capire che cosa ha dentro veramente la storia di Adou e quali significati può contenere per i ragzzzi italiani, che non hanno tutti i problemi che hanno i bimbi profughi, quelli che vediamo alla televisione, quando arrivano sui barconi, quando muoiono in fondo al mare.Insomma, sono contenta che tu ti sia tuffata in questa storia, anche se all’inizio eri diffidente, anche se non ti fidavi di quel che dicevano gli altri tuoi compagni. (Segue)

    • 1
      Zita Dazzi 18 days ago

      Anch’io spesso quando un libro è troppo pubblicizzato, non ho tanta voglia di leggerlo. ma è vero, che nei libri può sempre esserci una sorpresa e che non bisogna giudicare dalla copertina o da quel che dicono gli altri. Bisogna provare, assaggiare la storia, leggendo qualche pagina. Grazie di averlo fatto e di avermi scritto tutte queste belle cose. Spero che troverai altri libri per continuare i tuoi viaggi e per alimentare la tua fame di storie e di pensiero. Un grande abbraccio a te Ps. non mi hai stufata affatto. Anzi!!!! (ho dovuto dividere il testo in tre parti perché non ci stava tutto in uno, Baci)

  124. 1
    ste ( Malè ) 24 days ago

    il libro è molto interessante e coinvolgente.
    è moto bello perché parla di due bambini che non si conoscono e che fanno amicizia;
    più vai avanti nella lettura più diventa interessante. I bambini riescono a fare più amicizia degli adulti , perché non si fanno troppe domande sulle differenze.
    Il suo libro è fantastico!!!!!

  125. 1
    St007 ( Riva del Garda ) 24 days ago

    Ciao Zita. Il tuo libro mi è piaciuto molto non solo per la storia che racconta ma anche per il modo in cui sono scritti i capitoli.

    • 1
      Zita Dazzi 23 days ago

      Che bello! IN effetti oltre alla trama, conta se il modo di scrivere trasmette qualcosa e io sono felice che tu me lo dica. Un baciotto

  126. 1
    pescerentola_07 ( Mezzocorona ) 24 days ago

    Buon giorno Zita Dazzi, il suo libro mi ha fatto riflettere molto sull”amicizia e il fatto che il bambino di 10 anni sia dentro una valigia è uno di quegli episodi che fanno pensare come ti potresti sentire tu se fossi al suo posto in un luogo chiuso dove c”è un foro dove riesce a respirare; il fatto che Oreste sin da subito si comporti bene con Adou e il fatto che il nonno chiami la polizia proprio nel momento in cui loro stavano diventando amici, fa sì che il lettore continui a leggere il libro per scoprire se un giorno si incontreranno di nuovo.
    Forse alcuni prima di leggere il suo libro pensavano che il colore cambiasse la persona ,ma io credo che dopo aver letto questo libro meraviglioso non lo pensino ancora e spero che tutti la pensino come me .

    • 1
      Zita Dazzi 22 days ago

      Ciao Pescerentola, intanto che bellissimo nick name che ti sei scelta. E poi grazie mille per questa tua recensione così dettagliata e piena di speranze positive. Ti sono molto riconoscente e ti mando un grande bacio

  127. 1
    Icardi09 ( Tione ) 24 days ago

    Buongiorno Zita Dazzi questo libro è stupendo e fantastico per me sei una scrittrice bravissima👍👍👍👍😍😍😍😍😍😍

  128. 1
    clarenz6 ( Predazzo ) 25 days ago

    Questo racconto mi ha particolarmente interessata perché è tratto da una storia vera. Tratta di un tema attuale che sento spesso al telegiornale : gli sbarchi in Italia. Così come Adou che dall’Africa arriva qui da noi dentro una valigia. Mi è piaciuta tanto l’amicizia tra Adou e Oreste. Vorrei tanto avere un’amicizia così come loro! Nonostante avessero il colore diverso. Questo racconto ci insegna che non essere uguali non vuol dire essere nemici, ma possiamo essere tutti amici.

    • 1
      Zita Dazzi 20 days ago

      Ciao Clarenz, grazie di aver letto il libro. Credo che se tu vuoi avere un’amicizia come la loro, non devi far altro che guardarti attorno. Ci saranno tanti altri bambini che pensano la stessa cosa, devi solo farti avanti. Sono felice che il libro ti abbia dato questo spunto e incoraggiamento. un abbraccio

  129. 1
    HAJAR2008 ( Borgo Valsugana ) 25 days ago

    Questo libro è beeeeeeelllllllllliiiiiiissssssssiiiiiimmmmmmooooo❤️❤️❤️❤️❤️❤️ C’è anche il nome di mio fratello Mohammed adorooooooooooooooooooo❤️❤️❤️❤️❤️❤️❤️❤️❤️❤️❤️❤️❤️❤️❤️❤️❤️❤️❤️❤️❤️

  130. 1
    mica653 ( Lavis ) 25 days ago

    Buon giorno, questo libro è molto bello, perché mi ha insegnato che il colore della pelle non conta perché i sentimenti valgono molto più, di quello che si pensa. La ringrazio per il libro molto interessante.

    • 1
      Zita Dazzi 23 days ago

      E io ringrazio te per questo bella frase che mi scrivi e che illumina la giornata. Un bacione

  131. 1
    Mattia_07 ( Ala ) 25 days ago

    Egregia signora Zita Dazzi il suo libro è veramente favoloso, mi piace perché parla dell’amicizia tra due ragazzi di paesi diversi che si incontrano in una valigia, ed a un certo punto il nonno di Oreste di nome Bianchi si stufò e andò a dirlo alla polizia e portarlo ai suoi genitori, ma quando il nonno porto Adou dalla polizia, Oreste e Adou stavano diventando amici. Oreste era molto dispiaciuto e qua è stato davvero bello quando parla dell’amicizia, mi ha emozionato tantissimo questa frase.
    A quelli che si emozionano subito e che gli piace l’amicizia lo consiglierei molto. Il libro che ha fatto, è favoloso, perché lei signora Zita Dazzi fa capire ai ragazzi che lo leggono l’amicizia e a non prendere in giro i ragazzi di un altro paese. Il libro è scritto con un lessico molto semplice, ma poco descritto. Il mio giudizio: questo libro è molto interessante ed educativo e contemporaneamente piacevole da leggere. Lo consiglierei tantissimo ai miei compagni e a tutti i miei coetanei. Mi sono un po’ stufato all’ inizio altrimenti per il resto, da favola. Un applauso a Zita Dazzi. Quindi il mio voto è 9.

    • 1
      Zita Dazzi 23 days ago

      Grazie Mattia di queta lunga recensione molto piena di pensieri ed emozioni, anche diverse, dallo stufarsi all’essere contento, al favoloso. Ti mando un grande grande abbraccio e mi raccomando insiste a leggere!

  132. 1
    Infinito ( Taio ) 25 days ago

    Buon giorno

    Il suo libro non mi è piaciuto molto ….,
    Mi aspettavo di più ma fa lo stessi
    Alla prossima (spero non la prenda male ,ma il libro da votare è 1 non 5)
    😆😆😆

    • 1
      Zita Dazzi 23 days ago

      Figurati se mi offendo, ugnuno ha il suo libro preferito, la cosa importante è che ce ne siano che ti piacciono. Grazie comunque per averlo letto e un abbraccio

  133. 1
    tigredomestica ( Cembra Lisignago ) 26 days ago

    Cara Zita, grazie di avermi risposto…avevi ragione,se fossi stata nei panni di Adou avrei dovuto morsicare i poliziotti che mi stavano portando via dal mio nuovo amico ,ma avrei avuto troppa paura!!!
    Comunque io adoro il modo in cui hai raccontato la storia e la fine ancora di più 😍…questo libro che ho appena finito di leggere è così entusiasmante che credo che non dimenticherò facilmente la VERA storia di Adou !😍😍😍

  134. 1
    ingera ( Pinzolo ) 26 days ago

    il libro è magnifico

  135. 1
    Gigajoy ( Arcivescovile ) 26 days ago

    Questo libro è molto bello. 😃Mi ha insegnato che l’amicizia è la cosa più importante e viene prima di ogni cosa!!!! Grazie.😉

  136. 1
    Richi ( Baselga di Pinè ) 26 days ago

    Questo libro mi è piaciuto tanto perché l’amicizia non conosce confini e i due protagonisti nonostante le molte difficoltà riescono a ritrovarsi e a diventare amici speciali

    • 1
      Zita Dazzi 23 days ago

      Certo, Richi, l’amicizia è un bel regalo da fare alle persone che incontri, penso che voi bambini sappiate insgenarci bene queste cose. UN grande abbraccio

  137. 1
    iottac ( Riva del Garda ) 26 days ago

    Zita Dazzi. Il tuo libro non mi è piaciuto perché è sempre la solita cosa Adou fa il viaggio in una valigia e non è possibile poi come fanno a scambiare le due valige? il tuo libro era troppo incredibile! e quindo non mi è piaciuto

    • 1
      Zita Dazzi 23 days ago

      Ciao Iottac, pensa che il viaggio nella valigia è avvenuto davvero. So che sembra incredibile, ma così è andata. LO scambio di valigia magari ti sembrerà impossibile, ma sai, un libro è un po’ anche un sogno, una favola, una storia che serve a immaginare e a pensare. Se non ti è piaciuto, poco male. Spero che gli altri libri siano più adatti a te. ! Ciao caro

  138. 1
    bella ( Riva del Garda ) 26 days ago

    questo libro è bellissimo sopratutto il finale!!!!!!!!!

  139. 1
    superchris ( Malè ) 26 days ago

    Che bello questo libro!! Mi ha fatto riflettere sul nostro stile di vita così diverso da quello dei bambini africani… Ad esempio quanta scelta abbiamo noi al supermercato in confronto a loro che hanno solo il necessario per vivere e a volte neppure quello… Mi è piaciuto tanto Oreste perché ha dimostrato di voler prendersi cura di Adou. Oreste è un ragazzino molto simile a me e mi ha colpito la sua sensibilità.
    Zita, hai fatto un buon lavoro!!

    • 1
      Zita Dazzi 23 days ago

      Ecco, prendersi cura è proprio un bel verbo. Fantastico che tu abbia detto questa cosa che secondo me è una di quelle più importanti nella vita. Sono molto felice se questo è il messaggio che tu hai colto perché penso sia quello centrale di tutta la storia. Prendiamoci cura gli uni degli altri, prendiamoci cura del pianeta e del suo futuro. Grazie e un grande abbraccio

  140. 1
    KAMIS2008 ( Ala ) 27 days ago

    Questo libro mi è piaciuto molto perché racconta una storia realmente accaduta ed ha un tema che sento quotidianamente parlare alla TV: l’immigrazione. Questa storia mi ha fatto riflettere molto e mi ha fatto capire quanto sono fortunato; io nel Paese dove vivo ho tutto: la famiglia, gli amici, una casa. Adou invece non ha nulla di tutto questo nel suo Paese ed è costretto a scappare senza genitori affrontando da solo tanti pericoli. Lo trovo molto coraggioso per un bambino della nostra età. Ciò che mi ha rallegrato è l’amicizia che nasce fra Adou e Oreste,nonostante parlino lingue diverse e provengano da mondi completamenti diversi a testimonianza che l’amicizia non ha confini.

    • 1
      Zita Dazzi 23 days ago

      Bello che tu dica che ti ha rallegrato l’amicizia fra i due protagonisti. MI piace molto l’idea che un libro rallegri, sai che anch’io leggo per sentirmi meglio? Sembra strano, ma i libri sono un grande aiuto nella vita e una grande compagnia. Bello che tu lo abbia scoperto con Adou. Adesso leggi ancora e rallegrati sempre per le storie che conoscerai. UN abbraccio

  141. 1
    obk ( Baselga di Pinè ) 27 days ago

    Ciao Zita Dazzi,il tuo libro mi è piaciuto tanto.
    Ma sopratutto l ‘inizio:l’hai descritto molto bene,le emozioni del bambino ,i suoi pensieri…,davvero complimenti.
    Ciao!!

  142. 1
    jacbomber ( Riva del Garda ) 27 days ago

    Mi è piaciuto il tuo libro !!! soprattutto il finale ciao Zita!!!

  143. 1
    valangabianca ( Pinzolo ) 27 days ago

    Ciao Zita, il tuo libro mi è piaciuto molto perché non posso immaginare come un bambino, da solo, rinchiuso in una valigia, al buio, per tanto tempo, possa da solo affrontare il mondo. Mi ha fatto capire come la volontà, la voglia di raggiungere la sua famiglia e l’amicizia, siano valori importanti che fanno di un bambino un grande uomo, in grado di affrontare anche un lungo viaggio. Continua a scrivere così che io ti leggo…Ciao ciao 🤗

    • 1
      Zita Dazzi 26 days ago

      Che bello, Valangabianca, questa tua frase finale mi dà sicurezza! Almeno un lettore ce l’avrò per sempre. Un abbraccio

  144. 1
    Zaffirolunare ( Mezzolombardo ) 27 days ago

    Buongiorno !
    Ho incominciato a leggere il suo libro .
    Mi piace …

    • 1
      Zita Dazzi 23 days ago

      Ciao Zaffirolunare. allora adesso vediamo se arrivi fino alla fine. Buona lettura!

  145. 1
    MaRica SILVER 28 days ago

    In questa storia parti certo da un fatto di cronaca, quindi una vicenda realmente accaduta, poi però la parte di invenzione mi è parsa un po’ troppo fantasiosa, con lo scambio delle valige e l’incontro con il ragazzo italiano. In ogni caso per i ragazzi lettori è una bella storia di amicizia, che può far loro bene e li aiuta a riflettere.

    • 1
      Zita Dazzi 26 days ago

      Sì, questo era lo scopo, nei libri per rawgazzi un po’ di fantasia ci vuole, sempre
      grazie della sua lettura adulta
      zita

  146. 1
    lince ( San Michele all’Adige ) 28 days ago

    Ciao Zita Dazzi ho letto il tuo libro e non riuscivo più a staccarmi , questo romanzo fa riflettere molto,è un titolo caldo perchè mi ha incuriosito capitolo per capitolo conplimenti

    • 1
      Zita Dazzi 23 days ago

      Complimenti a te che sei rimasto incollato fino alla fine, un grande abbraccio

  147. 1
    matthews 34 ( Pinzolo ) 28 days ago

    Cara Zita , a me è piaciuto il tuo libro soprattutto quando Adou ritrova sua zia , sua cugina e sua mamma. Tantissimi complimenti!!!!!!!!!!!!!!!!!!

  148. 1
    SUPER LIBRI ( Arco ) 28 days ago

    Ciao Zita il tuo libro mi è piaciuto molto.
    La cosa che mi ha colpito di più è stata che alla fine del libro c’era scritto che la storia era tutta vera!
    Ero spaventata perché non avrei mai pensato che un bambino fosse stato nascosto in una valigia!😮
    Comunque è un bellissimo libro🙄

    • 1
      Zita Dazzi 26 days ago

      Ciao Super libri, che bello il tuo messaggio con quest’emozione paurosa che viene fuori così sinceramente
      Grazie di averlo letto. un abbraccio

  149. 1
    DRIS ( Ala ) 28 days ago

    Ciao Zita ,volevo raccontarti delle mie impressioni che sono nate in me grazie al tuo libro.Mi é piaciuto il capitolo in cui si racconta del ritrovamento di Adou in una valigia ,scambiata per caso.
    Ciò che mi ha colpito é stata la tenerezza e la dolcezza che mostra il nonno di Oreste verso questo bambino africano.Posso capire le sue paure e la sua tristezza, si sente perso e solo, perché non riesce a capire la lingua italiana e non sa comunicare con quelle persone per lui sconosciute.Purtroppo l’ esperienza di Adou é molto vicina alla realtà vissuta da tanti bambini africani che arrivano clandestinamente in Italia.
    Questo libro mi é piaciuto perché tratta dell’ amicizia,un valore molto forte che non conosce limiti, ne differenza di cultura e di razza.
    Non importa se si ha un colore diverso della pelle,o se si appartiene ad un’ altra cultura,perché i sentimenti umani come l’amore e l’amicizia ci rendono tutti simili e ci tengono uniti.

    • 1
      Zita Dazzi 23 days ago

      Ciao Dris, che bella recensioni e quante riflessioni che hai fatto a partire dalla storia di Adou. FRa l’altro hai una scrittura molto bella, profonda e anche elegante. Credo che tu abbia letto tanti altri libri visto che scrivi così bene. Ottimo, è una grande risorsa. Ti abbraccio e ti ringrazio

  150. 1
    Matsystar ( Mezzocorona ) 29 days ago

    Ciao!!
    Come stai?
    Il tuo libro mi è piaciuto un sacco!
    Hai descritto tutto in modo molto immaginabile, perciò è stato come essere entrata nel libro stesso.
    Mi è piaciuta molto la descrizione del viaggio, quando Adou era nella valigia e ripensava al suo passato nel suo vecchio villaggio.
    È emozionante sia quando Adou ritrova la sua famiglia, sia quando si ritrovano lui e Oreste.
    La sorella di Oreste è stata descritta in modo molto dettagliato.
    Leggere questo libro è stato davvero emozionante.
    Ho finito di leggerlo la sera prima di un importante descrizione che avrei dovuto fare il giorno dopo. Perciò anche in questo mi ha aiutato.
    Spero davvero che in futuro tu possa scrivere libri belli ed emozionanti come questo.

    • 1
      Zita Dazzi 23 days ago

      Ah che bella cosa che mi dici. IN effetti credo anch’io che leggere un libro che ti appassiona, poi ti possa aiutare a spiegarti meglio, a scrivere meglio, a pensare delle belle cose. Quando io scrivo un libro, per esempio, leggo sempre tanto la sera, perché questo poi miaiuta quando devo mettere le parole che ho nella testa sulla carta.
      Mi par di capire che tu sia una forte lettrice, si vede dalla morbidezza dei tuoi pensieri e delle tue frasi. Bravissima, vai avanti a leggere. Se vuoi in biblioteca trovi di sicuro altri miei libri che magari possono piacerti, lo spero. Un grande abbraccio

  151. 1
    Freedom ( Riva del Garda ) 29 days ago

    Cara Zita , è da un po’ che non ti scrivo , volevo comunque dirti , anche se ho già finito da un po’ il tuo libro, che mi è rimasto nel cuore il tuo messaggio, non solo in certi momenti quando lo leggevo mi sentivo bene e spensierata e con una voglia pazzesca di leggere. Il tuo libro è fantastico!!!!!!!!!!!!! Freedom

    • 1
      Zita Dazzi 26 days ago

      Ciao Freedom, ben ritrovata. Che bello che mi scrivi ancora. Sarebbe bello conoscerci. Ma riesci a venire alla festa finale a Trento il 17 maggio? Se vieni, fatti viva ! E nel frattempo trova tanti altri bei ibri nei quali tuffarti, così il tempo passerà più in fretta. TI mando un bacio super grande e ….. al prossimo messaggio…

  152. 1
    Icardi09 ( Tione ) 29 days ago

    Bellissimo

  153. 1
    Icardi09 ( Tione ) 29 days ago

    Questo romanzo è molto belle e interessante e già dalla copertina mi sembrava bellissimo. Io ci ho dedicato tante ore e spero che vinca tu 😍😍😍👍

    • 1
      Zita Dazzi 23 days ago

      Cioa, grazie dell’augurio. Evviva quelli come te che passano le ore sui libri e sui romanzi! Bravissimo !

  154. 1
    libri08 ( Mezzocorona ) 29 days ago

    ciao Zita! Sono libri08, il suo libro mi ha trasmesso tantissime emozioni che non avrei mai provato con nessun altro libro, mi chiedo come sarebbe stato se io fossi in quella situazione.E poi pensare che tanti devono fuggire dai propri paesi, cosa che a me non piacerebbe proprio. Il suo libro è il più interessante e bello che ho letto fino adesso. Complimenti! E poi l’amicizia tra i due amici era bellissima,anche se non si conoscevano ancora tanto bene. Come a tanti anche a me è piaciuta la frase ” i legami più forti nascono nei modi più inaspettati” perchè secondo me è proprio vero! Spero di leggere altri dei suoi libri. Ciao!!! Da libri08

    • 1
      Zita Dazzi 23 days ago

      Ciao a te. Grazie delle tue belle parole sulle emozioni, che sono una delle cose più importanti nella vita. Credo anch’io che leggere trasmetta tanti sentimenti oltre a farti conoscere delle storie e sono felice di sapere che questo libro funzioni i questo senso.
      I legami nascono in tanti modi, anche questo libro, vedi, ha creato un legame fra di noi, chi l’avrebbe mai detto? Non bisogna avere pregiudizi e biosgna essere aperti verso il prossimo, come fanno Oreste e Adou
      grazie della tua lettura, in biblioteca ne trovi se vuoi anche altri miei. UN bacino

  155. 1
    GIGI 13 ( Fiera di Primiero ) 29 days ago

    Ciao, alla festa finale mi faresti un autografo??????????????
    CIAO DA GIGI 13

  156. 1
    cuore ( Mezzocorona ) 29 days ago

    Ciao Zita Dazzi. Il tuo libro è meraviglioso, così bello che l’ho letto in soli due giorni. Quando lo leggevo mi mettevo nei panni dei protagonisti Adou e Oreste, da quanto la lettura è semplice e comprensibile. Non è per niente facile scrivere un libro del genere, ma almeno c’è qualcuno che lo sa fare. Quando ho letto il pezzo che Oreste trovava Adou non me l’aspettavo che la polizia veniva a prendere Adou, io credevo che restava con Oreste per sempre. Ogni capitolo ti incuriosiva di più a leggere l’altro, senza mai fermarti. Dopo questo libro sono sicura che leggerò altri tuoi libri, di sicuro saranno bellissimi e avventurosi come questo. Firmato cuore

    • 1
      Zita Dazzi 23 days ago

      Ciao Cuore, leggere in due gorni un libro è un bel record! Grande, sono contenta che ti abbia sorpreso in alcune parti e che tu abbia voluto leggere un capitolo dietro l’altro senza fermarti. Vuol dire che è proprio piaciuto. Evviva. Trovi altri libri miei in biblioteca di sicuro. Un abbraccio e a presto!

  157. 1
    Taurus ( Denno ) 21/02/2019

    Questo romanzo fa molto riflettere, è interessante e coinvolgente. Fa davvero pensare: come ci si può sentire a stare ore ed ore in una valigia nel buio più totale? Questo libro fa capire lo sforzo che molti adulti e bambini fanno per salvarsi, abbandonano la propria famiglia, la propria casa e il proprio villaggio in cerca di un futuro migliore.

    • 1
      Zita Dazzi 29 days ago

      Certo Taurus. Spero che non sia stato uno sforzo per te leggere questa storia ma che ti abbia anche dato qualche ragione di speranza e in qualche pagina anche strappato un sorriso. Un abbraccio

  158. 1
    @http.alicedance ( Ala ) 21/02/2019

    Ciao Zita Dazzi ho iniziato a leggere il tuo libro e devo dire che fino ad adesso mi è piaciuto molto.
    All’inizio non capivo se era un sogno quello dove c’era Adou è il nonno o se era realtà. Poi ho capito che era nel sogno.Un abbraccio😁👋🏻.ALICE

    • 1
      Zita Dazzi 29 days ago

      Ciao Alice, sembra un sogno, ma è la realtà, la storia incredibile di questo bambino che arriva. vedrai che capirai man mano che procedi nella storia . O almeno spero.. che non sia così difficile
      Fammi sapere
      ciao!

  159. 1
    willyagri ( Taio ) 21/02/2019

    CIAOOO Zita Dazzi ieri ho terminato di leggere il tuo magnifico libro intitolato “La valigia di Adou” già dall’ inizio, ad osservare la copertina, mi ha colpito molto e anche dal titolo molto curioso.
    Ho trovato molto interessante e divertente l’iniziativa che ha lanciato la scuola a noi ragazzi di poter contattare i vari autori dei libri questo secondo me è un buon motivo per appassionarsi nel leggere libri.
    Mi complimento con te per la bravura che c’è nel tuo animo nel creare libri molto belli e interessanti…
    CIAO spero tu mi risponda! 🙂 🙂

    • 1
      Zita Dazzi 29 days ago

      Ciao Willyagri, certo che ti rispondo! In effetti questo gioco di scrivere a voi ragazzi lettori è molto divertente anche per me. Certo, ogni giorno ho un piccolo lavoro da fare perché i messaggi sono molti, pensa, ormai oltre 1400! Ma mi piaccciono perché sono tutti diversi e ogni bambino riesce a tirare fuori con le sue parole un’emozione diversa. Un grande abbraccio e buone future letture!

  160. 1
    Zaffirolunare ( Mezzolombardo ) 21/02/2019

    Ciao,
    ho incominciato a leggere il suo libro e mio fratello quando gli ho raccontato la trama ha voluto che leggessi a voce alta in modo che sentisse anche lui . E’ molto curioso come me di vedere cosa succede ! Ne hanno già spifferato in classe ma non mi impediranno di leggere da sola la storia ! Ciao, ti scriverò un po’ più avanti perchè sono solo al 4 capitolo !

    • 1
      Zita Dazzi 29 days ago

      Ciao Zaffirolunare, fai venire anche a me un po’ di curiosità perché se tu vuoi sapere come va a finire il libro, io sono curiosa di sapere se ti piacerà. Sono olto contenta che tu legga anche a tuo fratello la storia, mi sembra una bellissima cosa. Leggere ad alta voce è un gesto molto carino verso le persone che ci interessano, crea un nesso forte fra le persone, un clima speciale. Brava ! e a presto !

  161. 1
    DE ( Taio ) 21/02/2019

    Il tuo libro mi è piaciuto molto ogni volta che leggevo una pagina mi veniva sempre più voglia di vedere come andava a finire.Comunque complimenti

  162. 1
    zucchero.filato.6 ( Mezzocorona ) 21/02/2019

    Cara Zita Dazzi, il tuo libro mi è piaciuto da matti soprattutto nella parte dove partiva il nonno di Oreste dalla Calabria per andare a Milano e vederlo.Mi ha commosso la parte dove Adou non sa dove si trova però anche la parte dove non sa dove si trova la sua mamma.Questo libro me lo ricorderò per sempre.Un bacione da Elisa.

    • 1
      Zita Dazzi 23 days ago

      GRazie Elisa, che promessa importante. Sono contenta che tu ti sia commossa ed emozionata, anche se spero che in qualche punto sia stato un po’ divertente e non troppo triste. UN bacione a te e buone future letture

  163. 1
    SaxBrina ( Cembra Lisignago ) 21/02/2019

    il libro mi ha fatto un po’ piangere, però quando Adu e Oreste si sono incontrati mi sono rallegrata.

    • 1
      Zita Dazzi 29 days ago

      Oddio, mi spiace se ti ha fatto piangere. Non pensavo che fosse così coinvolgente. Spero che poi andando avanti con la storia ti sia consolata ! Grazie del tuo messaggio, abbraccio

  164. 1
    BETTYEMA ( Arcivescovile ) 21/02/2019

    Meraviglioso! Il libro mi è piaciuto tantissimo! E’ bello il fatto che un ragazzo senza passaporto riesca comunque ad arrivare in Italia dentro una valigia; mi è piaciuta molto la parte in cui i due protagonisti si incontrano.
    Davvero un ottimo lavoro sig.ra Zita Dazzi!

    • 1
      Zita Dazzi 23 days ago

      Grazie cara della tua lettura e delle belle cose che mi scrivi . Non sai in quanti strani modi i ragazzi stranieri arrivano in Italia ….
      bacino

  165. 1
    Bell ( Mezzolombardo ) 21/02/2019

    Cara Zita Dazzi ho letto il tuo libro e mi paceva la parte in cui Adou e Oreste sono ritornati insieme

  166. 1
    Danger.girl ( Ala ) 21/02/2019

    Buongiorno sig.ra Zita Dazzi, il suo libro mi è piaciuto molto perché parla di Adou, questo ragazzino Africano (di colore) che pur non avendo il passaporto è riuscito ad arrivare in Italia chiuso in una valigia. Quando ho letto questo libro ho pensato che alla fine Adou avrebbe potuto andare in Italia non chiuso dentro una valigia ma camminando sui suoi piedi e dimostrando che tutti hanno il diritto di fare, di dire, e di parlare. Perché in fin dei conti siamo tutti diversamente uguali con pregi e difetti tutti diversi che ci permettono di distinguerci ed essere unici.
    Lo consiglio a tutti quelli che in questo momento stanno leggendo la mia recensione: siate voi stessi con i vostri pregi e i vostri difetti ma non seguite la massa di finti perfetti, perché un giorno anche loro si renderanno conto che è un dono essere tutti diversi perché se fossimo tutti uguali il mondo non avrebbe senso, e nemmeno noi avremmo senso.
    Io sono una persona che non è molto alla moda, cioè la seguo anche io e lo ammetto: mi piace essere vestita bene e tutto questo, come penso la maggior parte delle ragazze; noi possiamo seguire la moda possiamo fare tutto però dobbiamo restare noi stessi senza cambiare, solo per stare insieme alla massa.
    E niente questo libro è molto bello e lo consiglio a tutti di leggere, senza saltare l’inizio e le pagine perché sennò non ne capirete il senso. Perché ha un grande senso, molto significativo.
    Spero che farà una continuazione di questo libro, perché sono molto entusiasta di leggere anche gli altri suoi libri. Un saluto , spero che lei riesca a rispondere alla mia recensione…Ciao!

    • 1
      Zita Dazzi 21/02/2019

      Danger Girl, la tua bravura e capacità di scrittura quasu mi intimidisce! Ma non i credo che sei alle elementari! non è possibile. Oppure è possibile ma tu sei una super lettrice. Brava brava brava. MI piace anche molto il contenuto di questo messaggio, la tua tranquilla sicurezza sulla capacità di accettarsi e sulla necessità di non adeguarsi per forza agli stili correnti. Che poi spesso certo non meritano di essere seguiti. Certo, alla vostra età – ma un po’ sempre nella vita – per fare questo bisogna avere coraggiio, perché chi no si allinea viene visto come una persona strana, un diverso, una minoranza. Ma come dici tu, la diversità è ricchezza. Viva un mondo vario in cui ognuno ha il diritto di essere se stesso. Un abbraccio grande e complimenti per la tua scrittura e il tuo pensiero

    • 1
      NIKI123 ( Ville d’Ananunia ) 21/02/2019

      Questo libro mi è piaciuto molto. E’ scritto molto bene è facile da capire,ed è scorrevole. La storia è avvincente e mi ha emozionata ed invogliata a continuare la lettura.Il capitolo più bello è quando Adou ed Oreste si incontrano e da lì nasce una forte amicizia !
      Ciao a presto , la lettura mi è piaciuta molto !

      • 1
        Zita Dazzi 29 days ago

        Ciao Niki, bello questo tuo messaggio sull’amicizia. E grazie di aver letto il libro, spero che ne leggerai anche altri e che ti appassioni sempre di più alle letture, che sono un grande aiuto nella vita. Un bacione!

  167. 1
    Dybala-Ronaldo.10-7 ( Baselga di Pinè ) 21/02/2019

    Questo libro è bellissimo vorrei leggerlo un milione di volte brava Zita Dazzi bel libro.

    • 1
      Zita Dazzi 23 days ago

      UN miliardo di volte è troppo! prova a leggere anche altri libri, un miliardo di libri !!

  168. 1
    Icardi9 ( Riva del Garda ) 21/02/2019

    Mi è piaciuto molto questo libro perché parla di amicizia vera tra le persone.E mi è piaciuta in particolare la frase: “Come due vecchi amici che si rincontrano dopo un lungo tempo”.

  169. 1
    An.Mega_08 ( Riva del Garda ) 21/02/2019

    il libro mi è piaciuto tantissimo anche se è molto commovente, non vedevo l’ora di vedere come finiva!!
    COMPLIMENTI!

  170. 1
    samu2 ( Ala ) 21/02/2019

    Questo libro mi è piaciuto tanto perché tratta una storia molto appassionante. L’idea di scrivere un capitolo raccontato da Oreste e uno da Adou è molto originale e la parte che mi è piaciuta di più è quando Adou ritrova sua zia. Come si ispirata per scrivere questa storia? E’ vera?
    Sono felice di aver letto questo libro.

    • 1
      Zita Dazzi 21/02/2019

      Ciao Samu, sì, la storia nasce una una notizia che è uscita sui giornali tre anni fa. Io l’ho un po’ rivisitata ma sono partita da una storia vera di un bambino africano che attraversa il mare chiuso in una valigia e arriva in Europa sperando nel futuro. Cosa che dovebbero fare tutti i bambini, immaginarsi un domani migliore per sé e per gli altri.
      un abbraccio, grazie della tua lettura

  171. 1
    simo8 ( Ala ) 21/02/2019

    Buongiorno,
    questo libro è molto bello, però mi è dispiaciuto, a pagina 2, che Adou si allontana da sua mamma. Lei gli ha parlato molto dell’Italia , e dove tutti hanno il cellulare, la televisione e il cibo da mangiare e acqua pulita. Ottimo lavoro.

    • 1
      Zita Dazzi 21/02/2019

      Per fortuna poi Adou ritrova sua mamma , che ne dici? sempre nella vita ci sono momenti belli e momenti tristi, biosgna cercare un equilibrio e avere fiducia che le cose si sistemino
      grazie del tuo messaggio ,. ciao!

  172. 1
    gabriele ( Ala ) 21/02/2019

    A me questo libro è piaciuto molto .Dovrebbe farne molti altri come questo .Mi sono piaciute moltissimo i paragoni, anche se ce ne erano pochi. .Mi sembrava di essere dentro il libro e con le descrizioni sembrava che tutti i personaggi stessero parlando a me e non a Oreste o ad Adou. Lei ha scritto una cosa che tutti dovrebbero fare: aiutare gli emigrati .Mi è piaciuta molto la frase “i legami più forti nascono nei modi più inaspettati” perché mi ricorda tutti gli amici che ho avuto nel corso degli anni.

    • 1
      Zita Dazzi 21/02/2019

      Bravo Gabriele, che ami i paragoni e che quando leggi un libro ti ci immergi fino a diventarne un protagonista. Significa che leggi in modo profondo e che quelle storie resteranno dentro di te tenendoti compagnia e facendoti crescere,
      un grande abbraccio

  173. 1
    marta13 ( Ala ) 21/02/2019

    Buongiorno Zita,
    mi è piaciuto molto il suo libro. Mi ha fatto capire che quelli con la pelle diversa dalla nostra sono delle persone uguali a noi e che un’ amicizia può nascere anche fra due ragazzi di colore diverso provenienti da paesi diversi. Questo racconto mi ha trasmesso il messaggio di non smettere mai di sognare e di sperare e mi ha insegnato la vera amicizia. Davvero complimenti!

    • 1
      Zita Dazzi 21/02/2019

      Non smettere di sognare:ç ecco un bel proposito per le nostre vite. Hai scritto una bellissima frase che conserverò per me. Grazie della tua recensione e di aver letto il libro
      abbraccio

  174. 1
    Guido SILVER 20/02/2019

    Questa vicenda che nasce dalla cronaca di fatti veri è stata sviluppata in maniera simpatica e positiva. Bello sarebbe che tutti i vari Adou che si spostano con la famiglia o soli, forzatamente per cercare una vita migliore, possano trovare veramente un amico fraterno, come il rapporto descritto da te fra Oreste e Adou. Infatti la sorella era invidiosa del loro legame, quasi più fratelli fra loro due che con lei.

    • 1
      Zita Dazzi 21/02/2019

      Certo Guido, grazie della sua lettura e delle parole che mi scrive
      un caro saluto

  175. 1
    scimmietta ( Cembra Lisignago ) 20/02/2019

    ciao Zita,
    il tuo libro mi ha suscitato tantissime emozioni.A me il momento più bello della storia è stato quando il bambino è uscito dalla valigia in cui era nascosto.

    • 1
      Zita Dazzi 29 days ago

      Ciao Scimmietta. ben arrivata alla fine della storia, in effetti quando esce dalla valigia, tiriamo tutti un respiro di sollievo, pensa che coe stava schiacciato, poveretto! Viva le tue emozioni di lettrice ! un bacione

  176. 1
    ggl ( Mezzocorona ) 20/02/2019

    Guardando la copertina di questo libro la mia prima impressione non era positiva, però, quando ho iniziato a leggerlo ho capito che era bellissimo.
    A dire la verità, non sono un grande appassionato di libri, però questo libro mi è piaciuto molto perché è utile per conoscere meglio l’immigrazione ma anche perché è una grande avventura d’amicizia e di fratellanza.

    • 1
      Zita Dazzi 21/02/2019

      Grande Ggl, molto orgogliosa di averti convinto a vincere la tua poca passione per i libri, che potranno magari diventare invece tuoi amici e compagni di vita. Lo spero tanto, un grande grazxie di aver letto Aodu
      abbraccio

  177. 1
    suso ( Peio ) 20/02/2019

    Il libro mi è piaciuto molto, spero che tu vinca perché fino ad ora è per me il libro più bello. Mi è piaciuto molto quando c’era quella parte in cui Adou si è ritrovato con sua zia e sua mamma ed erano veramente felici.

  178. 1
    sofia3 ( Ala ) 20/02/2019

    Cara Zita Dazzi,
    il suo libro, secondo me, è il libro più bello che ho letto nel concorso “scegli libro”, perché lo stile narrativo e il modo in cui ha descritto le vicende mi hanno fatto entrare nei vari personaggi e vivere le loro emozioni.
    All’inizio è stato un po’ difficile entrare nel racconto perché mi è risultato faticoso intuire che in un capitolo si esprime Adou e nell’altro si esprime Oreste ….
    Il personaggio a mio avviso più riuscito è Oreste: di lui mi è piaciuta tanto la sua determinazione nel cercare Adou quando lo hanno portato all’orfanotrofio, però mi è piaciuta tanto anche Marilù perché ha accolto Adou sin dal primo momento e lo ha accudito come se fosse suo figlio. L’ amicizia che c’è tra Adou e Oreste è speciale, spero che anche la sorellina di Oreste , Luigina, possa trovare una amica che non viva nel muro come Luisa. L’ultimo capitolo mi ha colpito tanto perché mi fa capire che Luigina anche essendo la piccola di casa è triste perché Oreste ha un amico mentre lei no. Non deve essere stato per niente facile essere chiamata “Gigiagigetta” per tutta l’infanzia da Oreste e Adou. Spero che da grande potrà vendicarsi di tutti gli scherzi che facevano a lei.

    • 1
      Zita Dazzi 21/02/2019

      Ciao Sofia, quante cose mi scrivi. Parto dal fondo perché la parola vendetta non mi piace per niente. Nella vita bisogna secondo me cercare di non essere mai vendicativi e di no portare rancore, anche quando ci sentiamo un po’ offesi per qualcosa. Nel caso di luigina poi si tratta di uno scherzo, non di una cosa grave, quindi speraimo che lei sappia semplicemente trovare un modo divertente per rivalersi su suo fratello. IO credo che lei furbetta com’è troverà tante amiche vere e no immaginarie. Come Marilù che hai ragione, è un bel personaggio. Grazie di averlo notato. UN bel bacio e a presto

  179. 1
    Auryestate2007 ( Arcivescovile ) 19/02/2019

    Cara Zita, mi è piaciuto moltissimo il suo libro. Lei mi ha fatto riflettere, su quanti bambini e adulti arrivano in questo brusco modo in Italia, senza nessun punto di riferimento. Mi è piaciuta molto l’ idea che ad ogni capitolo cambi il personaggio che racconta la storia.

  180. 1
    bolp ( Sen Jan di Fassa ) 19/02/2019

    ciao non mi e’ piaciuto tanto il tuo libro perche’ quando hai detto che se non si fosse comportato bene lo avresti chiuso nella valigia non euna cosa bella da dire

    • 1
      Zita Dazzi 21/02/2019

      Ciao, mi sa che non ricordo questa frase, sei sicuro? comunque io sto dalla parte di Adou, se non si era capito! e mai metterei un bambino in una valigia
      grazie comunque del tuo messaggio , abbraccio

  181. 1
    jennifer5 ( Ala ) 19/02/2019

    I LEGAMI Più FORTI NASCONO NEI MODI Più INASPETTATI” , mi è piaciuta perché questa frase mi ricorda il legame con le mie vecchie
    amiche e di quelle di adesso . Mi piace questo libro e sopratutto mi ha stupito il modo in cui scrivi , poetico e riflessivo .
    Certe volte sentivo gli occhi che mi sussurravano parole come : “Quanto pesa una lacrima? La lacrima di un bambino capriccioso pesa meno
    del vento, quella di un bambino affamato pesa più di tutta la terra ” . Se uno ha letto veramente col cuore questo libro capisce subito
    quanto è importante , per me , rispettarci , non conta il colore , tanto alla fin dei conti siamo tutti esseri umani . Mia mamma mi ripete
    sempre questa frase : ” la vita va , non lasciarti fermare da nessuno ” grazie di avermi trasmesso tutte queste emozioni Zita …..
    grazie e anche tu rimarrai sempre nel mio cuore .

    • 1
      Zita Dazzi 21/02/2019

      Jennifer, che bellissimo messaggio commovente e pieno di emozioni. Grazie a te di avermi scritto queste bellissime frasi e riflessioni.
      E’ vero la vita va e non si deve avere paura, ma credo che tu non ne avrai, da come scriovi si capisce che sei una persona forte. E poi hai gli occhi che sussurrano parole, un’immagine straordinaria
      Grazie e un abbraccio a te e alla mamma

  182. 1
    Queen T ( Telve ) 19/02/2019

    Ciao Zita,devo dire che il tuo libro mi è piaciuto molto.All’inizio non capivo bene perché prima parlava Adou poi Oreste ma poi ho iniziato a capire.Questa storia parla di amicizia e dell’importanza di andare d’accordo con i propri amici.
    Tanti saluti da Queen T 🤗

  183. 1
    evelina7 ( Ala ) 19/02/2019

    cara Zita Dazzi il libro mi è piaciuto molto perché ti insegna la vera amicizia. Io credo che Adou è stato molto coraggioso pesche non sapeva dove si trovava ed era spaventato ma lui si è fatto forza ed è diventato amico di Oreste.
    Un po’ mi è dispiaciuto quando Adou è stato portato via dalla polizia quando aveva appena fatto amicizia con Oreste, ma questa cosa mi ha fatto riflettere e mi immaginata se io fossi stata al suo posto. Questo libro ti insegna com’è la vera amicizia che non si rovinerà mai.

    • 1
      Zita Dazzi 21/02/2019

      La vera amicizia non si rovina, hai scritto una grande verità
      E anche se arriva la polizia, anche quando le cose sembrano mettersi male, in realtà poi una strada si trova, una soluzione arriva.
      Grazie della tua lettura, abbraccio

  184. 1
    Saretta07 ( Ossana ) 18/02/2019

    Buon pomeriggio Zita, “la valigia di Adou” è stato uno dei libri più belli che abbia mai letto, mi è piaciuto molto il suo modo di scrivere riguardo ai capitoli iniziali: prima il punto di vista di un bambino e poi quello del secondo. Mi sono piaciuti molto anche i termini usati nel descrivere la sorellina di Oreste ed è stato molto istruttivo e interessante questo libro. Bello il fatto che ogni capitolo ti invoglia a continuare la lettura. Ero talmente coinvolta e presa dalla storia che l’ho letto tutto d’un fiato. Alla prossima Zita Dazzi.

    • 1
      Zita Dazzi 19/02/2019

      Grazie Saretta del tuo bellissimo entusiasmo e delle belle parole che hai scritto sul libro e sulla tua esperienza di lettura, Ti auguri tanti altri libri interessanti. Un abbraccio

  185. 1
    gigio ( Sen Jan di Fassa ) 18/02/2019

    Buongiorno signora Zita, il suo libro è molto bello e mi ha colpito molto quando il nonno di Oreste, per sbaglio, prende la valigia della zia di Adou. E’ la prima volta che leggo un libro sugli immigrati. vorrei che queste persone non dovessero scappare dalla loro casa.

    • 1
      Zita Dazzi 21/02/2019

      Grande Gigio, sono contenta che il libro ti sia piaciuto anche se racconta una storia strana e mai sentita su un tema di cui prima non ti era capitato di leggere. Ti ringrazio della tua attenzione e ti mando un bell’abbraccio

  186. 1
    Pinkbook ( Riva del Garda ) 18/02/2019

    Cara Zita , è un po che non ti scrivo, il tuo libro l’ ho adorato fino in fondo , è dolce come il miele , non posso non dire che non ci hai messo moltissimo impegno !!! Io amo la gente onesta e capace di adorare ciò che ha e tu so che non mi deluderà mai è poi mai !!!!!! 😉

    • 1
      Zita Dazzi 19/02/2019

      Wow Pinkbook ! E’ un po’ che non ti sento e vedo che ti sei molto caricato (o caricata?) in questo tempo. Spero di non deluderti eventualmente in altri libri che potrai trovare facilmente in biblioteca, perché è molto importante che tu vada avanti a leggere tante altre belle cose. Superbacio

  187. 1
    Stella2007 ( Denno ) 18/02/2019

    Buon pomeriggio Zita, sono una ragazzina della scuola secondaria di Denno(TN). Ho letto il suo libro e mi ha suscitato un mondo di emozioni e di idee. Mi sono piaciuti i sentimenti che provavano Adou e Oreste l’uno per l’ altro. Secondo me il libro è ben scritto e ben curato. La citazione secondo me è stata questa : ” I LEGAMI Più FORTI NASCONO NEI MODI Più INASPETTATI” , mi è piaciuta perché questa frase mi ricorda il legame con le mie vecchie amiche e di quelle di adesso. Ciao Zita Dazzi

    • 1
      Zita Dazzi 19/02/2019

      Ciao Stella, hai scelto proprio una bella frase, molto densa di significati e di possibili interpretazioni. TI ringrazio di avermi scritto. un abbraccio

  188. 1
    masey 3458 ( Terres ) 18/02/2019

    Cara ZITA Dazzi, sono un alunno della scuola primaria di XXX.
    Ho letto il suo libro e mi è piaciuto molto, mi è piaciuto molto che Oreste e Adou sono diventati amici del cuore.
    Non mi è piaciuto quando Adou era chiuso nella valigia : mi ha dato una sensazione brutta, di oppressione.
    Ho gradito molto che abbia pensato di scrivere una storia “vera” a me non piacciono le storie di fantasia.E’ un libro molto bello !

    • 1
      Zita Dazzi 18/02/2019

      Beh, vedi, con Adou hai gradito una storia mezza vera e mezza di fantasia, perché come sai sono partita da una storia accaduta veramente ma l’ho immaginata a modo mio, l’ho fatta svolgere in Italia, facendo incontrare Adou con un bimbo milanese… così nascono i romanzi
      grazie delle tue parole e della lettura
      abbraccio

  189. 1
    frappe ( Terres ) 18/02/2019

    Salve signora Zita, sono una bambina della scuola primaria di XXX, ho letto il suo bel libro.
    Del libro mi è piaciuto che anche quando ha ritrovato la mamma, Adou stava in contatto con Oreste.
    Vorrei dirle che il suo libro è molto bello e che l’ho letto in poco tempo perché ogni volta che finivo un capitolo volevo leggerne un altro per scoprire cosa sarebbe successo.
    Di diverso avrei scritto che il nonno non chiamava la polizia ma teneva Adou con loro e durante quei giorni il nonno provava a rintracciare la mamma di Adou, nel frattempo Oreste lega tanto con Adou e gli insegna l’ italiano.
    Grazie per il bel libro!

    • 1
      Zita Dazzi 18/02/2019

      Grazie a te Frappe di questa bella recensione e del tuo desiderio che il nonno tenga Adou a casa senza avvertire la polizia. Capisco questa idea e immagino che tu avresti fatto così. Purtroppo ci sono le leggi e non si può nascondere un bimbo trovato per caso. Per fortuna poi Adou ritrova la sua famiglia e anche il suo amico
      ti abbraccio

  190. 1
    fiorellina ( Terres ) 18/02/2019

    Buongiorno signora Zita il suo libro è molto bello, è stato uno dei miei libri preferiti.
    Ma perché non hai fatto restare Adou con Oreste? Io gli avrei fatti restare insieme a cercare la mamma loro da soli.
    Del suo libro mi è piaciuto che Oreste ha creato un legame così forte fin da subito con il bambino.
    Grazie e mi faccia sapere quando esce il prossimo libro!

    • 1
      Zita Dazzi 18/02/2019

      POteva essere anche quella una strada, in effetti. Far ribellare i due bambini alle leggi dei grandi. Ma sarebbe stato un po’ irreale, visto come sono le leggi oggi
      grazie di questa proposta, comunque
      il prossimo libro esce presto, ma ne trovi altri che ho scritto in passato
      un bacio

  191. 1
    fioccodineve ( Terres ) 18/02/2019

    Buongiorno signora Zita, sono una bambina della scuola primaria di XXX.Ho letto con entusiasmo il suo libro che mi è piaciuto molto .
    Io avrei scritto che il nonno di Oreste poteva non chiamare la polizia, ma tenerlo con sé, almeno per un po’ di tempo.
    Almeno Adou e Oreste potevano diventare amici. Adou poteva aspettare l’arrivo della sorellina di Oreste, Luigina.
    Però Adou era in un posto sicuro, dove lo curavano, gli davano da mangiare, come una famiglia.
    E’ stato proprio bello il libro!
    A presto.

    • 1
      Zita Dazzi 18/02/2019

      Cioa Fioccodi nevve, questa proposta me l’hanno già fatta alcuni tuoi compagni di scuola. Immagino che ne abbiate parlato fra di voi e capisco molto bene questo vostro desiderio. Che è anche il desiderio di Oreste, infatti lui va alla polizia per ritrovare il suo amico
      mi fa piacere che abbiate immaginato una trama diversa per la nostra storia: siete dei bravi lettori
      un abbraccio

  192. 1
    ert ( Mezzocorona ) 17/02/2019

    bellissimo libro

  193. 1
    ranocchia.oo7 ( Riva del Garda ) 17/02/2019

    Questo libro mi è piaciuto perché anche due bambini di nazionalità diverse sono amici senza distinzioni e infatti l’ amicizia non ha confini.

  194. 1
    mica635 ( Dimaro Folgarida ) 16/02/2019

    Ciao Zita ti volevo dire che mi è piaciuto molto il tuo libro !!|!!|!!!!!!!!! Mi è PIACIUTO IL FINALE DEL LIBR!!o!!!! COMPLIMENTI CIAO ALLA PROSSIMA UN BACIO DA MICA 635

  195. 1
    cavallino ( Roncegno ) 16/02/2019

    Ciao Zita Dazzi il tuo libro mi è piaciuto moltissimo soprattutto la parte che il nonno e Oreste aprono la valigia e trovano dentro Adou .Mi piace anche quando Oreste dà la macchinina ad Adou per giocare e gli dà anche del cibo e dell’acqua.

    • 1
      Zita Dazzi 18/02/2019

      Ciao Cavallino, grazie di questa immagine che hai conservato dal libro
      un bacio

  196. 1
    Kai2008 ( Lavis ) 16/02/2019

    Ciao Zita. Ho terminato il tuo bel libro. Mi ha molto emozionato mentre lo leggevo, in particolar modo quando Adou ritrova la sua mamma. Molto bello leggere e immaginarsi l’amicizia tra Adou e Oreste, due bambini con una cultura così diversa ma che hanno gli stessi sentimenti.. un’amicizia reale e senza barriere. Grazie mille per il bellissimo libro. Buona fortuna per il concorso!!

    • 1
      Zita Dazzi 18/02/2019

      Grazie mille, mi piace la tua recensione e il modo in cui scrivi
      bacio

  197. 1
    Nima007 ( Salorno ) 15/02/2019

    Lei è stato bravissimo a inventare questo libro mi è piaciuto dall’immagine beh io AMO l’Amicizia grazie ❤

  198. 1
    Dolce Unicorno ( Lavis ) 15/02/2019

    Cara Zita,
    l’argomento del tuo libro mi è piaciuto moltissimo perché parla di diversità e della difficoltà degli immigrati per raggiungere un posto di pace e serenità. Quello che mi ha fatto riflettere è che il tuo racconto è tratto da una storia vera in cui Adou ha affrontato molti pericoli. Se io fossi stata al suo posto, per prima cosa non so come avrei fatto a stare in una valigia così piccola😂, poi non sarei riuscita a non parlare, mi sarei spaventata di più di lui e sarei morta di fame. La parte che mi è piaciuta di più è quella in cui Adou e Oreste si sono ritrovati. Secondo me è il libro migliore che ho letto finora. Spero che il tuo libro vinca. Ti meriti un 10 e lode!!!!! 😊😊
    Ciao,
    Dolce Unicorno
    P.S. Una domanda: è bello fare la giornalista?

    • 1
      Zita Dazzi 18/02/2019

      Ciao Dolce unicorno, il tuo messaggio è proprio dolce. E fanno molto ridere le cose che hai raccontato su quello che avresti fatto tu se fossi stato (o stata?) al posto di Adou. Ti piace chiacchierare e hai sempre fame, immagino!! Grazie degli auguri che mi fai. TI abbraccio
      Fare la giornalista è divertente, ma anche un po’ stancante. Forse dovrei solo scrivere libri e girare per le scuole: ci sto pensando infatti …. Un abbraccio

  199. 1
    Evan ( Malè ) 15/02/2019

    a me non è paciuto tanto ma la parte dei due bambini mi è piaciuta

    • 1
      Zita Dazzi 18/02/2019

      Bene Evan.. anche perché la parte dei due bambini è praticamente tutto il libro…
      prova gli altri libri , magari ti piaceranno di più.
      un baciotto

  200. 1
    Dragon332 ( Salorno ) 15/02/2019

    L’ho iniziato a leggere da poco e mi ha incuriosito dalla prima pagina

  201. 1
    fam-NBZP ( Taio ) 15/02/2019

    Questo libro è molto bello!
    quanto ci hai messo a scriverlo?

    • 1
      Zita Dazzi 18/02/2019

      Ciao, ci ho messo qualche mese a fare la prima stesura, poi altri mesi a sistemarlo e rileggerlo. Un po’ come fate voi nei tetsi per la scuola
      Contenta che ti sia piaciuto
      bacio

  202. 1
    Anguilla ( Riva del Garda ) 14/02/2019

    Ciao Zita, il tuo libro mi è piaciuto molto perché anche se i due bambini non parlavano la stessa lingua sono riusciti a creare un legame molto forte tra di loro .Mi è piaciuto anche che le cose che accadono nella storia vengono raccontate dal punto di vista dei due bambini. Un saluto da Anguilla. 😉

    • 1
      Zita Dazzi 15/02/2019

      Grazie: sono contenta che tu non abbia avuto difficoltà con il dialogo fra le due voci dei protagonisti. Questo mi rassicura. Grazie di avermelo scritto. un abbraccio

  203. 1
    Pigna ( Cles ) 14/02/2019

    Questo libro mi è piaciuto perché insegna ai bambini, anche se di una cultura diversa o di un diverso stato, che in realtà siamo tutti uguali. Non contano il colore della pelle oppure il credo religioso, ma in fondo siamo tutti accomunati dai medesimi sentimenti: tristezza, gioia, felicità, rabbia, paura, nostalgia…
    Ciò non significa doversi volere tutti bene o piacersi per forza gli uni gli altri, ma accettarsi nelle proprie differenze, ritenendo la diversità una ricchezza.

    • 1
      Zita Dazzi 15/02/2019

      Wow che belle parole e che belle intuizioni in così poche righe. hai detto cose molto sagge, sulla diversità e sulla convivenza, anche quando ci si accorge di essere differenti, anche quando biosgna mediare e imparare ad accettarsi. Per vivere assieme ci vuole pazienza e tolleranza, capacità di vedere nell’altro un essere umano con i suoi sentimenti e anche con le sue particolarità.
      Grazie di questa bella recensione , un bacino

  204. 1
    iCavalliNellaNeve ( Dimaro Folgarida ) 14/02/2019

    Secondo me questo libro é uno dei più belli in assoluto,
    mi ha fatto emozionare molto, ma la parte in cui Adou e Oreste si incontrano e stanno assieme é troppo corta!
    Nel complesso mi è piaciuto molto.

    • 1
      Zita Dazzi 15/02/2019

      Sai perché è tropo corta? perché dovrebbe iniziare lì un secondo libro, magari un giorno lo farò, visto che in tanti vi siete incuriositi di quel che succede dopo,
      bene! vuol dire che il libro ha funzionato. MI fate contenti
      un bacione

  205. 1
    Trudi ( Riva del Garda ) 14/02/2019

    ciao Zita, mi piace il tuo libro quando lo letto mi sono commossa più volte ma, in certi momenti non capisci se sta parlando Oreste o Adou… diciamo che la storia è anche bella ma, ha leggerlo ho avuto qualche difficoltà! ciao🖐

    • 1
      Zita Dazzi 15/02/2019

      Ciao Trudi, in realtà i capitoli sono alternati, uno a testa, lo sforzo di capire il meccanismo della narrazione è una specie di gioco, spero non sia stato troppo faticoso, ma anzi.. sono sicura che ce l’avete fatta benissimo. Un baciozzo

  206. 1
    Jelly348 ( Cembra Lisignago ) 14/02/2019

    CIAO ZITA DAZZI, MI PIACE MOLTISSIMO IL LIBRO “VALIGIA DI ADOU” OGNI VOLTA CHE CAMBIAVA PERSONAGGIO , IO MODIFICAVO LA VOCE . QUANDO IN FONDO HO LETTO CHE AL LIBRO C’è IL VERO
    ADOU SU GOOGLE , IO L’HO VISTO.
    NON ME LO IMMAGINAVO COSI’ , PENSAVO CHE FOSSE MOLTO PIU’ GRANDE E INVECE NO.
    MI DIVERTIVO A LEGGERLO, ERO SEMPRE A CHIEDERMI SE AVREBBE RITROVATO SUA ZIA E SUA MAMMA.

    • 1
      Zita Dazzi 18/02/2019

      Grande Jelly che leggi ad alta voce . Grande Jelly che hai fatto la ricerca su Google. Ti meriti un super abbraccio

  207. 1
    Cucciolotta08 ( Cembra Lisignago ) 14/02/2019

    Cara Zita,
    il tuo libro è molto bello perché c’è la conoscenza di due bambini,l’ amicizia,la felicità e un po’ di tristezza

    • 1
      Zita Dazzi 18/02/2019

      Un po’ di tristezza c’è sempre nelle storie, l’importante è coltivare i sentimenti positivi e avere fiducia che le cose si risolvano prima o poi. Vedi che anche ad Adou poi è arrivata una bella sorpresa?
      Grazie di avermi scritto e letto
      bacio

  208. 1
    Giulinda SILVER 14/02/2019

    C’è tanta spontaneità nel raccontare di Adou e Oreste in questo libro. Ed è bello pensare che il rapporto fra i due sia fondato su una bella amicizia senza nessuna barriera. Sarebbe auspicabile che questa possa accadere anche nella realtà.

    • 1
      Zita Dazzi 14/02/2019

      Eh sì, grazie per questa speranza
      e per la lettura
      abbraccio

  209. 1
    koala.7 ( Riva del Garda ) 13/02/2019

    Cara Zita Dazzi,
    la mia classe si è “divisa” in due perché alcuni dicono che non è bello il suo libro, invece altri pensano che sia mooolto bello; secondo me è bello e con un messaggio importante. Mi è piaciuto soprattutto quando dice – è tutto nero qui dentro, ma ormai sono abituato-
    spiega che lui è dentro la valigia da tanto tempo, che non c’è nulla da fare e deve solo rassegnarsi e stare buono.
    (di sicuro lo voterò)👍👍👍👍
    P.S.questo libro è molto educativo quindi mi è piaciuto!!!😊👋👋

    • 1
      Zita Dazzi 15/02/2019

      Ciao Koala, grazie del tuo appoggio. Sono contenta di quel che mi hai raccontato anche perché noi autori non ci immaginiamo che discussioni voi ragazzi lettori facciate in classe sui nostri libri.
      Hai visto che Adou poi alla fine non è nemmeno tanto rassegnato, infatti scappa dalla comunità dove l’avevano messo. Ha un bel coraggio!
      Un abbraccio

  210. 1
    Marasialota ( Fiera di Primiero ) 13/02/2019

    Cara Zita Dazzi il tuo libro è molto bello perché è originale e vorrei prendere un altro tuo libro quale mi consigli?grazie ci vediamo!!

    • 1
      Zita Dazzi 15/02/2019

      Ti consiglio Bella e Gustavo, è un libro molto carino e anche in quello c’è un argomento di attualità
      Spero ti piaccia
      abbraccio

  211. 1
    Ettopazzo ( Riva del Garda ) 13/02/2019

    Zita Dazzi, questo libro mi è piaciuto tantissimo perché insegna che tutti hanno il permesso di essere liberi e che siamo tutti uguali, il tuo libro mi ha aperto il cuore. Grazie. ETTOPAZZO

    • 1
      Zita Dazzi 15/02/2019

      bellissima definizione: il permesso di essere liberi, speriamo che nessuno debba mai chiederlo e che tutti abbiano il diritto di essere liberi, che ne dici?
      un bacio

  212. 1
    cate002 ( Cavalese ) 13/02/2019

    Ciao Zita Dazzi il tuo libro mi é piaciuto molto ed è stato molto bello vedere quando Adou ritrova la sua mamma 😘❤️🧡💛💚💙💜💖

    • 1
      Zita Dazzi 15/02/2019

      Bene, sì, in effetti quello è un bel momento per tutti
      grazie di averlo detto
      abbraccio

  213. 1
    serpente ( Arco ) 13/02/2019

    Ciao, questo libro mi è piaciuto un sacco soprattutto perchè Oreste ha dimostrato di essere tanto amico di Adou ed è perfino scappato di casa per lui. Ammiro molto questo libro.

    • 1
      Zita Dazzi 15/02/2019

      ahaha il coraggioso Oreste che approfitta del pisolino del nonno! Grazie della tua lettura

  214. 1
    Dragon332 ( Salorno ) 13/02/2019

    Finalmente oggi ho preso il mio primo libro, e ho scelto proprio questo… mi ispira fiducia! Poi ti farò sapere il mio parere, ciao Dragon

  215. 1
    Gattina Bianca ( Roncegno ) 13/02/2019

    Ciao zita, il tuo libro mi è piaciuto moltissimo soprattutto la parte in cui Oreste e Adou si incontrano perché è la parte più divertente di tutto il libro. Ma mi è anche piaciuto il compleanno della sorella di Oreste cioè l’ultimo capitolo.

    Un bacione da Gattina Bianca

  216. 1
    eastpak ( Riva del Garda ) 12/02/2019

    E’ stato bellissimo il libro, peccato che all’inizio non capivo che facevano un capitolo a testa .
    Fortunatamente poi l’ho capito, Oreste all’inizio mi sembrava un po viziato ma poi quando ha incontrato Adou mi sembrava diverso molto emozionante grazie mille!!!

    • 1
      Zita Dazzi 14/02/2019

      Un po’ viziato perché non voleva l”arrivo della sorellina, immagino. In effetti…. grazie della tua lettura
      abbraccio

  217. 1
    Freedom ( Riva del Garda ) 12/02/2019

    Cara Zita , sono Freedom, ma da dove prendi spunto per scrivere i tuoi libri? Freedom

    • 1
      Zita Dazzi 14/02/2019

      Ciao Freedom, mi ispiro sia a fatti che sono successi veramente, sia un po’ alla mia fantasia, anche in questo libro ho fatto così. grazie del tuo messaggio

  218. 1
    quadro ( Cembra Lisignago ) 12/02/2019

    Ciao Zitta Dazzi sono quadro e ho cominciato a leggere il tuo libro e mi sta piacendo molto il tuo libro mi sta piacendo piu degli altri pero non so perché mi manca ancora cento passi per volare gia dal titolo mi ha un po commosso poi anche cento passi per volare mi ha un po commosso dal titolo e dalla spiegazione adesso ti devo lasciare perché devo andare a suonare ciao alla prossima

  219. 1
    Volpina07 ( Borgo Valsugana ) 12/02/2019

    Questo libro mi ha fatto venire i brividi.
    È bellissimo, mi è piaciuta l’amicizia tra Oreste e Adou anche se sono diversi.
    La storia di Adou mi ha emozionata molto. Mi piace anche che in un capitolo parla Oreste e nel seguente Adou . Sei stata veramente brava a creare questo libro!!!

    • 1
      Zita Dazzi 15/02/2019

      Grazie Volpina, spero che tu abbia trovato un golfino per riscaldarti dopo i brividi, magari negli ultimi capitoli, quando tutto si sistema. Grazie di questa bella immagine che mi ha raccontato
      un abbraccio

  220. 1
    Tegola1000 ( Terres ) 12/02/2019

    Buon giorno signora Zitta Dazzi, io sono un bambino della scuola primaria di XXX cl 5^ elementare.
    Del suo libro mi è piaciuto tutto, la parte più brutta è stata quando Adou è stato chiamato “negro” davanti a una pizzeria.
    Mi sono riconosciuto in Oreste,il bimbo bianco, perché come me ha tanta fortuna,è socievole e ha fatto amicizia subito con Adou.
    Il libro è molto bello, mi ha fatto capire che quelli con la pelle scura sono delle persone come noi, che hanno il diritto di vivere qui da noi senza essere maltrattati.
    Bello il rapporto che hanno creato i due bambini .
    Io di diverso avrei scritto che Adou invece di andare nella casa insieme ad altri bambini, sarebbe rimasto a casa di Oreste fino al ritorno ella mamma e della zia. Secondo me i due bambini avrebbero fatto subito amicizia perché già dal primo sguardo si sono capiti.
    Grazie veramente del bel libro!

    • 1
      Zita Dazzi 14/02/2019

      Ciao tegola, capisco il tuo desiderio di far rimanere Adou nella casa di Oreste fino all’arrivo della sua mamma. Anche Oreste, come hai letto, era della tua idea!!! Però la legge non lo consentivva
      In effetti la scena davanti alla pizzeria è molto avvilente. Ogni tanto ci sono persone razziste, purtroppo. ma Un giorno quando voi sarete grandi, speriamo che il mondo diventi migliore. Un abbraccio

  221. 1
    Chiocciolina14 ( Arco ) 11/02/2019

    Cara Zita,
    questo tuo libro mi ha trasmesso un bellissimo significato: quello di non smettere mai di sperare e di sognare.
    mi è piaciuto molto come hai saputo esprimere i sentimenti di Adou e Oreste in capitoli diversi, proprio come le loro opinioni,
    perché io penso che ogni persona debba vedere il mondo a modo suo, come Adou che all’inizio era molto spaventato, mentre Oreste era curioso.
    Volevo farti anche i complimenti per il finale, che mi è piaciuto moltissimo, e mi fa anche pensare che ci sia un altro libro…
    se si quando uscirà?
    a presto.

    • 1
      Zita Dazzi 14/02/2019

      Ciao Chiocciolina, magari ci sarà un altro libro, me lo stanno chiedendo tanti lettori, dovrei adare ad incontrare Adou in Spagna dove oggi vive per pensare a un seguito, chissà…. grazie delle tue parole. abbraccio

  222. 1
    GreenX ( Cles ) 11/02/2019

    Stupendo libro, molto emozionante (la mamma ha pianto un paio di volte mentre leggevo a voce alta), spero di incontrarti a Trento.
    😁🥇

    • 1
      Zita Dazzi 14/02/2019

      Oh povera mamma!! sono orgogliosa che questo libro piaccia anche ai genitori, salutamela, e grazie per averle letto alcune pagine . un abbraccio

  223. 1
    Vioz ( Peio ) 11/02/2019

    Ciao Zita. Il tuo libro è stato molto interessante soprattutto perché è trattato da una storia vera. Durante la lettura mi sono immedesimato in Adou provando le sue stesse sensazioni. Ti faccio i complimenti perché da una vicenda tragica sei riuscita a scrivere un libro per bambini a volte anche divertente. Ciao

    • 1
      Zita Dazzi 14/02/2019

      Grazie Vioz, bello che tu abbia porvato delle sensazioni leggendo il libro, è proprio quello che spera un autore quando scrive. Un abbraccio

  224. 1
    Raffi ( Arco ) 11/02/2019

    É stato un libro bellissimo!
    Non ho capito bene il perché Oreste parlava male della sua sorellina, anche se non la voleva é comunque sua sorella.
    E poi la valigia aveva un lucchetto, ma perché, tanto non ci guardano comunque.

    • 1
      Zita Dazzi 14/02/2019

      Hai ragione Raffi, ma sai a volte quando sta per arrivare un fratello o una sorella, l’altro figlio può provare un po’ di gelosia. Per fortuna dopo passa e si capisce che essere in più bambini in una famiglia è una grande fortuna.
      Grazie della tua lettura, abbraccio

  225. 1
    TommyBerta ( Taio ) 11/02/2019

    Questo libro mi è piaciuto molto perchè racconta il viaggio di un bambino emigrato dall’Africa che fa amicizia con un bambino italiano che non aveva mai visto. Ho trovato molto interessante anche il modo in cui è stato scritto.

  226. 1
    TRATTORE 02 ( Altopiano della Vigolana ) 11/02/2019

    Mi è piacuto molto il nome Luigina complimenti !!!!!

  227. 1
    giulia zanoni ( Lavis ) 11/02/2019

    questo libro è molto interessante spiega con parole semplici un argomento importante.
    mi piace molto.

  228. 1
    Pitbikepatrick ( Altopiano della Vigolana ) 11/02/2019

    Quando narra Oreste non vedo l’ora di leggere il capitolo raccontato da Adou per vedere come va la storia. Poi quando narra Adou voglio subito leggere la parte di Oreste. Un capitolo tira l’altro!

  229. 1
    pepe460 ( Altopiano della Vigolana ) 11/02/2019

    Mi è molto piaciuto l’alternanza dei personaggi. E’ molto originale.

  230. 1
    totoro17 ( Altopiano della Vigolana ) 11/02/2019

    Mi sono commossa quando Adou rivede la zia.

  231. 1
    Moto125 ( Altopiano della Vigolana ) 11/02/2019

    Bella l’idea di avere due narratori che raccontano la stessa storia da due punti di vista.

  232. 1
    Gattino Angelico ( Altopiano della Vigolana ) 11/02/2019

    Mi è piaciuto come Oreste si sia subito affezionato ad Adou.

  233. 1
    Cagnolino789 ( Altopiano della Vigolana ) 11/02/2019

    Io sono colpito dalla storia del bambino che per vivere in un posto migliore viaggia dentro una valigia.

  234. 1
    Toni0108 ( Altopiano della Vigolana ) 11/02/2019

    Mi piace la narrazione fatta da due punti di vista.

  235. 1
    Freedom ( Riva del Garda ) 10/02/2019

    Ciao Zita, sono Freedom….. del tuo libro mi è piaciuta molto la trama e anche il significato…secondo me era un po’ pesante all’inizio perchè ripeteva molte volte che aveva paura, poi, secondo me, sempre all’inizio non si capisce molto bene di Oreste…
    Non avrei mai pensato che fosse una storia vera, perchè trovare un bambino in una valigia è una cosa stranissima….
    Sono state fatte benissimo le descrizioni , e mi sono piaciute anche tanto. E’ veramente bello! Freedom

    • 1
      Zita Dazzi 14/02/2019

      grazie Freedom, la scelta di ripetere la frase della paura all’inizio è voluta perché è un pensiero che il bambino non riesce ad allontanare.

  236. 1
    akil 2 ( Roncegno ) 10/02/2019

    Il suo libro mi è piaciuto tanto perché racconta una storia vera e ci fa capire, che anche se le persone sono diverse, possono andare d’accordo, diventare amiche e volersi bene.

  237. 1
    rob2007 ( Riva del Garda ) 10/02/2019

    Mi è piaciuto molto questo libro perché emozionante
    ps : penso che lo voterò

  238. 1
    chiara ( Cles ) 10/02/2019

    Ciao Zita Dazzi, il tuo libro “La valigia di Adou” mi è piaciuto molto. Il testo è molto chiaro semplice da leggere, parole non erano difficili da capire, mi ha fatto provare un sacco di emozioni. Ciao e grazie

  239. 1
    Daniela SILVER 09/02/2019

    Ho trovato interessante questo libro per la vicenda, perché tratta l’argomento dell’immigrazione che è attualità scottante. Con la tua scrittura sei riuscita a coinvolgere, a far capire le situazioni tragiche di queste persone costrette a cambiare vita, hai ben illustrato la storia di amicizia che può nascere fra ragazzi di mondi diversi. Grazie.

    • 1
      Zita Dazzi 10/02/2019

      Grazie a lei Daniela per la sua lettura e per le frasi che scrive
      grazie

  240. 1
    ricki e nicki ( Pinzolo ) 09/02/2019

    La storia di Adou tratta un tema attuale, lui oltre ad arrivare in Italia per sperare in una vita migliore trova una cosa speciale: l’amicizia con Oreste. Questo libro mi ha affascinato e cercherò di sfruttare gli insegnamenti nella vita quotidiana. La diversità di culture è simbolo di condivisione e di fratellanza.

  241. 1
    modric ( Telve ) 09/02/2019

    Buongiorno Signora Dazzi,
    il coraggio di Adou mi ha fatto molto riflettere sulla situazione di tanti bambini meno fortunati di me. Il libro mi è davvero piaciuto perché anch’io gioco a calcio e sogno di incontrare un calciatore famoso. L’unica cosa che mi ha deluso un po’ è che il poliziotto della storia non porta Oreste e Adou a vedere una partita di Messi.

  242. 1
    Frost Walker ( Mezzolombardo ) 09/02/2019

    Cara Zita il tuo libro mi e piaciuto molto ( penso che lo votero!!!!!)

  243. 1
    Tartosso47 ( Mezzocorona ) 08/02/2019

    Zita sono sincero all` inizio il libro mi piaceva ma poi non più perché i capitoli erano corti e andavano dritti al sodo ti consiglio (per il prossimo libro) di allungarli un pochino .Ciao da Tartosso47

  244. 1
    Clarinetto007 ( Mezzolombardo ) 08/02/2019

    Wow,che storia favolosa! Non credevo che si potessero fare tanti sacrifici solo per riuscire ad abbandonare una situazione di povertà che se vissuta chiunque vorrebbe lasciare e dimenticare. Inizialmente,quando ci hanno presentato i vari libri,era quello che mi ispirava di meno,però,iniziata la lettura,soprattutto dopo alcuni capitoli,mi è sembrato di essere lì a vedere ogni singola scena di questa magica storia. La parte che mi ha emozionato di più è sicuramente il finale perchè c’è una conclusione davvero commovente. Ho trovato un’espressione che mi ha davvero riempito il cuore di gioia ed è:”Ogni fine è un inizio”. Inizialmente mi sembrava che gli avvenimenti fossero confusionari,infatti non si capiva subito,passando da un capitolo all’altro,se si parlasse di Adou o Oreste. Comunque mi devo congratulare con te fin da subito del modo semplice con cui spieghi a noi ragazzi un problema di grande attualità che si spera si riesca presto a risolvere.

    • 1
      Zita Dazzi 10/02/2019

      Ciao Clarinetto, grazie, da come scrivi, mi sono chiesta quanti anni hai! Usi un linguaggio molto sciolto e ricco di espressioni, hai una bella prosa, molto articolata. Infatti mi stupisce leggere che tu si sia trovato in difficoltà nei primi capitoli per l’alternanza delle voci. Direi che sei un lettore sgamato (o lettrice?) e non avrei detto che non riuscissi subito a entrare nel gioco dei capitoli alternati. Comunque sono felice che la storia ti abbia appassionato e che quella frase ti sia piaciuta. Grazie mille e un abbraccio

  245. 1
    Principessina ( Sen Jan di Fassa ) 08/02/2019

    Il tuo libro è molto bello , mi piace la storia di due bambini che prima non si conoscevano e che dopo sono diventati amici , la storia è un po’ drammatica ma alla fine sono tutti felici e questo è molto bello.

  246. 1
    Rosy ( Vermiglio ) 08/02/2019

    Bel libro, mi è piaciuto molto anche perché non si “spoilera” subito ma ok nel libro!! ❤️❤️

  247. 1
    Marghe SILVER 08/02/2019

    La storia di Adou è veramente singolare e commovente. Si fa fatica a credere che un bambino possa stare in una valigia, al buio in treno per migliaia di chilometri. È un bambino veramente bravo e ubbidiente a mamma e zia. I due ragazzi della storia, Oreste e Adou, si guardano e si capiscono senza parole… Quando si ritrovano dopo le varie traversie, l’incontro è emozionante e diventano amici inseparabili.
    Grazie Zita perché è un bel messaggio che ci dai.

    • 1
      Zita Dazzi 08/02/2019

      Grazie Marghe. Se vai a cercare su Google e scrivi Adou e valigia, vedrai le foto del vero Adou quando è stato scoperto dalla polizia in Spagna. Si vedono anche le immagini del suo ricongiungimento con la mamma. Capirai che la storia che ho scritto non è molto farina del mio sacco, in realtà. Non ho dovuto immaginare molto. A volte la realtà supera ogni fantasia, nel bene e nel male… grazie di avermi letta
      un caro saluto

  248. 1
    stellaluna ( Fiera di Primiero ) 07/02/2019

    Ciao, il tuo libro mi è piaciuto molto e con la mamma ho anche trovato in rete la foto del bambino vero nella valigia che mi ha molto impressionata, grazie per aver raccontato questa storia!

    • 1
      Zita Dazzi 08/02/2019

      Grazie a te Stella di luna di averla letta e a tua mamma di esserti stata vicina mentre guardavi quelle fotografie. Un abbraccio

  249. 1
    sabrina2007 ( Ville d’Ananunia ) 07/02/2019

    Ciao Zita, il suo libro mi è piaciuto soprattutto per l’argomento molto attuale che tratta. E’ scritto in modo semplice e scorrevole, l’ho letto molto velocemente. Mi sarebbe però piaciuto leggere il punto di vista della mamma e della zia … altrimenti sembra che manchi un pezzo di storia. Forse pubblicherà il seguito? grazie .

    • 1
      Zita Dazzi 08/02/2019

      Ciao sabrina 2007, che bella curiosità hai! Magari potrei sì fare un seguito, vari bambini me l’hanno chiesto e mi piace sapere che la storia vi ha appassionato. Siete fantastici! un abbraccio

  250. 1
    PIE ( Arco ) 07/02/2019

    Il libro mi è piaciuto molto perché mi ha fatto riflettere sull’uguaglianza tra le persone, sulla fortuna di essere nati in una parte del mondo anziché in un altra 🙂

    • 1
      Zita Dazzi 08/02/2019

      Ciao Pie, grazie e viva l’uguaglianza ! Sai come dicevano durante la rivoluzione francese? liberté, egalité, fraternité

  251. 1
    fanaticpower2 ( Telve ) 07/02/2019

    Cara Zita mi è piaciuto moltissimo il tuo libro e mi ha fatto capire che non c’è differenza perchè siamo tutti uguali.
    Comunque consiglio a tutti questo libro soprattutto a chi ha voglia di leggere e di imparare leggendo,e credo che questo è uno dei libri più belli del concorso o forse anche il più bello ma sicuramente è quello che mi ha fatto riflettere di più.

  252. 1
    unicorno 07 ( Arco ) 06/02/2019

    Questo libro mi è piaciuto moltissimo è stato l’unico libro che anche se ero stanca volevo leggerlo per vedere che cosa succedeva, ero curiosa di sapere se i due ragazzi si sarebbero rincontrati.

    • 1
      Zita Dazzi 07/02/2019

      Anche se eri stanca volevi leggere e sapere coe andava a finire? Ma che bel regalo, una dichiaraizone d’amore. Un abbraccio a te !

  253. 1
    POLLO ( Riva del Garda ) 06/02/2019

    Innanzitutto ti faccio i complimenti per come hai descritto il viaggio della speranza di Adou. Ero in lacrime mentre leggevo come hai raccontato il modo in cui Adou cercava di sopportare e alleggerire le sue condizioni disumane dentro quella valigia e come, con una grande positività, sperasse nella fine di quell’incubo per poter vivere in un mondo migliore con la sua famiglia. Purtroppo, al giorno d’oggi, ci sono molte storie come quella di Adou, ma non tutte hanno un lieto fine. Mi sento di dire, con un’assoluta certezza, che da sempre siamo tutti cittadini del mondo e non di un solo paese. Non mi sembra giusto che una persona, per scappare dalla fame, dalla guerra, dalla miseria, o semplicemente per migliorare a propria vita debba viaggiare su un barcone o addirittura in una valigia…. è veramente ingiusto. Comunque, ispirato dallo spirito positivo di Adou, ho imparato una cosa importante: LA SPERANZA NON MUORE MAI!
    Un grande saluto, e grazie per questo bellissimo libro.

    • 1
      Zita Dazzi 10/02/2019

      Grazie Pollo, che fantastica recensione, e che bella scrittura. Ancora una volta, mi pare difficile credere che tu sia alle elementari con questa capacità di sintesi e di descrizione, con questo bel vocabolario, con queste idee chiare e forti. Ti faccio i miei complimenti e ti dico che sono completamente d’accordo con te su come va il mondo e come speriamo che vada in futuro. Un grande abbraccio e buone letture future

  254. 1
    Mila ( Arco ) 06/02/2019

    Cara Zita, questo libro ha qualcosa di speciale, è il fatto che Oreste non vuole abbandonare questo bambino che non lo ascoltava, anche quando dopo Adou capisce che il bambino bianco. Mi ha fatto capire siamo tutti uguali e non bisogna differenziare ma bisogna dire che siamo tutti uguali proprio tutti!!!!!!!!!!!!

    • 1
      Zita Dazzi 07/02/2019

      Certo MIla, hai capito bene. il concetto fondamentale è che siamo tutti fratelli in questo mondo complicato. Ti ringrazio di aver letto il libro
      abbraccio

  255. 1
    lupacchiotta ( Arco ) 06/02/2019

    Il tuo libro mi è piaciuto molto perché ci aiuta a capire che bisogna essere amici di tutti sopratutto di quelli che ne hanno più bisogno per far si che anche noi stessi diventiamo più buoni.
    Unica cosa che non mi è piaciuta è il nome di Luigina la sorellina di Oreste.
    Bravissima hai fatto un bellissimo libro coinvolgente.

    • 1
      Zita Dazzi 07/02/2019

      Ciao Lupacchiotta. E che nome avresti dato tu a quella sorella piccoletta?
      Un baciotto

      • 1
        lupacchiotta ( Arco ) 08/02/2019

        Io avrei dato Luce perché è un nome che mi piace tanto, come penso tu abbia dato Luigina perché è un nome che piace a te, vero? Il libro mi è piaciuto, anche perché vedo che ci penso. Ciao e grazie

  256. 1
    Picciqu ( Riva del Garda ) 06/02/2019

    Ciao
    Il libro mi piace tantissimo anche perché un capitolo parla Adou e in un altro Oreste
    Molto bella e anche commovente perché alla fine si rincontano
    Ciao 🙂

  257. 1
    Freezer ( Arco ) 06/02/2019

    Cara Zita,
    il libro che hai scritto è molto importante per me perchè mi ricorda sempre di aiutare chi ha bisogno e chi è in difficoltà e che deve essere salvato e non lasciato in mezzo al mare a morire ; per esempio Adou, un bambino che arriva chiuso in una valigia . E’ stato anche molto interessante e specifico della vita di Adou e di Oreste e mi fa capire che se tu hai un amico non devi lasciarlo in difficoltà ma devi andarlo a salvare con tutte le tue forze.

    • 1
      Zita Dazzi 07/02/2019

      Eh sì, non bisogna lasciare in difficoltà nessuno, gli amici e anche i non amici. Anche quelli che non si conoscono, se sono in pericolo, magari su una nave in mezzo alle onde del mare, hanno diritto ad essere aiutati. Questo è una regola base del vivere umano, chi non la rispetta è disumano. Sei d’accordo?
      abbraccio

  258. 1
    Pomodorina1012 ( Arco ) 06/02/2019

    Ciao Zita! All inizio nn mi sembrava tanto interessante ma dopo sono andata avanti ad leggerlo…in poche parole mi é piaccciiiiiiuuuuutttttttoooooooo TANTISSIMO e fa capire che nn bisogna insultare o giudicare le persone per il colore della pelle o della razza e che se una persona/persone hanno dei problemi bisogna aiutarla! E mi dispiace che nel mondo ci sono queste “violenze”😐😥😣 ma come ho gia detto e molto molto interessante!!!❤😍😍😎😎🤩🤩

    • 1
      Zita Dazzi 07/02/2019

      Brava Pomodorina, è giusto definire violenze le discriminazioni che avvengono nel mondo per via del colore della pelle, della nazionalità, per chi viene da lontano e non ha casa, non ha niente.
      Sono contenta che nonostante la prima diffidenza, questo libro ti sia piaciuto. Grazie della tua lettura e del messaggio

  259. 1
    STE-08 ( Riva del Garda ) 06/02/2019

    Quando ho letto questo libro mi è sembrato un sacco di essere il personaggio. A me piacciono tantissimo i libri in prima persona quindi per questo e per un sacco di altri motivi è stato tra i libri che mi sono piaciuti di più!

    • 1
      Zita Dazzi 10/02/2019

      bene, sono contenta che questo libro in prima persona ti abbia comunicato delle belle emozioni. Grazie per averlo letto e continua a cercare nuovi libri e nuove avventure. Un bacione

  260. 1
    lunasplendente18 ( Rumo ) 06/02/2019

    Il libro è bellissimo ,però un pò triste. Mi ha fatto riflettere molto sulla amicizia e che non è importante se hai un colore di pelle diverso.

    • 1
      Zita Dazzi 08/02/2019

      Giusto Lunasplendente. Spero che poi alla fine ti sia tornato il sorriso. Un abbraccio

  261. 1
    supermati5 ( Castel Ivano ) 06/02/2019

    Cara Zita, mi è piaciuto molto il tuo libro. Mi ha fatto riflettere sull’importanza di non esclude mai gli altri anche se apparentemente sono diversi da noi, perché potrebbero sentirsi soli e tristi.

    • 1
      Zita Dazzi 07/02/2019

      siamo tutti uguali, in fondo. Di diverso ci può essere qualche dettaglio esteriore, il modo di parlare, il luogo dove si è nati, ma uguale è la materia di cui siamo fatti e i desideri di vivere in pace.
      un bacione

  262. 1
    IMLM ( Vezzano ) 05/02/2019

    Ciao Zita il tuo libro è stato favoloso mi è piaciuto molto e l ho letto quasi tutto ad un fiato…

  263. 1
    fufi ( Peio ) 05/02/2019

    Cara Zitta Dazzi, il tuo libro è stupendo ma anche un po’ triste perché è una storia vera. Però parla anche di una amicizia molto forte anche se sono due bambini di colore diverso, mentre tanti bambini guardano l’aspetto anziché quello che hanno dentro, i sentimenti.

    • 1
      Zita Dazzi 07/02/2019

      Quello che è importante non si vede con gli occhi, dice il Piccolo principe, come forse ti ricorderai. I sentimenti non si vedono, ma ci sono e sono più importanti dell’aspetto. Di sicuro
      grazie della stua ottima sintesi
      abbraccio

  264. 1
    Cocco Bello Lu 7 ( Arco ) 05/02/2019

    Ciao Zita Dazzi,
    Il tuo libro oltre a essere BELLISSIMO (secondo me ) è un segno di vita!!!!
    Grazie per aver scritto questo libro poichè ci INSEGNA tantissime cose.

    • 1
      Zita Dazzi 07/02/2019

      Grazie a te Coccobello di queste poche e importanti aprole che mi dici: un libro che diventa un segno di vita è un’immagine meravigliosa.
      abbraccio

  265. 1
    panda08 ( Castel Ivano ) 05/02/2019

    Buongiorno Zita Dazzi,
    il tuo libro mi ha entusiasmato perchè mi ha fatto capire che l’amicizia vale più di tutto e non importa il colore della pelle, la lontananza da dove vieni.
    Insomma Oreste e Adou sono due grandi!
    Mi hai dato dei bei insegnamenti con il tuo libro. Grazie

    • 1
      Zita Dazzi 07/02/2019

      Due Grandi: che bella definizione. Anche tu sei grande ad averla scritta. un bacio e grazie a te

  266. 1
    EM.08 ( Lavis ) 04/02/2019

    Relativamente a questo libro posso dire che alcune parti mi sono piaciute ed altre meno. Ho avuto modo di riflettere quanto io sia fortunata e dia per scontato ciò che ho e che altri purtroppo non hanno; ho una famiglia con cui trascorro momenti felici, una casa accogliente, una scuola e tanti compagni con cui condividere esperienze e la possibilità di praticare uno sport che mi piace… Niente di tutto questo per molti, troppi bambini, è scontato ed è davvero orribile.
    Non ho apprezzato molto il fatto che non fossero presenti discorsi diretti che io amo molto.
    Mi piacerebbe leggere il proseguo di questo libro: un Adou, bambino scampato alla guerra e sopravvissuto, che visita le scuola della nostra Nazione e racconta la sua storia…

    • 1
      Zita Dazzi 07/02/2019

      Em8…. che modo di scrivere da grande che hai!!! acciderbola. MI fai sentire una piccola… scrittrice. Credo che tu sia una grande lettrice e potresti avere un futuro nell’editoria.. Che ne dici?
      Grazie comunque della lettura e del messaggio forbito
      abbraccio

  267. 1
    Jastin2007 ( Egna ) 04/02/2019

    Ciao Zita questo libro mi ha comosso moltissimo perchè tutti hanno il diritto di viaggiare e vedere il mondo

    • 1
      Zita Dazzi 07/02/2019

      Ciao Jastin spero che la tua commozione sia stata allegra e non triste. E’ vero tutti hanno diritto di spostarsi, il mondo è di tutti, chi l’ha dteto che dobbiamo restare per forza a vivere nel posto dove siamo nati?
      un abbraccio

  268. 1
    Fioretta ( Predazzo ) 04/02/2019

    Ciao, Zita Dazzi ho appena finito di leggere il tuo libro.
    Volevo dirti che è fantastico,è uno dei più belli che avessi letto.
    stai per scrivre un altro libro percaso?

    • 1
      Zita Dazzi 07/02/2019

      Ciao Fioretta, grazie delle tue parole. Di libri ne ho scritti altri e ne scriverò ancora. In biblioteca puoi senz’altro trovare quelli vecchi.
      buone letture
      abbraccio

  269. 1
    rosequarze ( Arco ) 04/02/2019

    Ciao Zita Dazzi il tuo libro mi è piaciuto abbastanza, però mi dispiace che questi avvenimenti accadano ancora …..😡😭 Ci sono persone che si credono MIGLIORI considerando il colore della pelle; nel mio cuore❤💕 cè tanto dolore, perchè tutti siamo uguali ma ognuno è unico.

    tanti saluti ROSEQUARZE .💎❤🧡💛💚💙💜🖤☯☯☯☯

    • 1
      Zita Dazzi 07/02/2019

      beh, se ti è piaciuto abbastanza, non è male. Magari altri libri ti piaceranno di più, l’importante è continuare e a leggere e a pensare.
      Grazie delle idee che mi hai suggerito
      abbraccio

  270. 1
    kiradeandre ( Castel Ivano ) 04/02/2019

    Il libro mi è piaciuto fin dal principio perchè questo ragazzino arriva in Italia in modo veramente strano e tutto solo.
    Le sue paure sono un po’ anche le nostre, quando siamo lontani dalla nostra famiglia.
    Per fortuna anche Adou ritrova sua zia e sua mamma e soprattutto trova un nuovo amico: Oreste.

    • 1
      Zita Dazzi 07/02/2019

      Le sue paure sono un po’ anche le nostre: che bella frase, che sintesi pazzesca del libro in poche parole. geniale !
      un abbraccio super

  271. 1
    mose ( Castel Ivano ) 04/02/2019

    Ciao Zita,
    il tuo libro non mi è piaciuto molto perchè ho trovato complicato seguirlo in quanto un capitolo parlava di Adou e uno di Oreste e quindi dovevo tornare al capitolo precedente e rileggere.

    • 1
      Zita Dazzi 07/02/2019

      ah mose, mi spiace che sia stato difficile orientarti nei capitoli alternati, hai ragione si potrebbero stampare a caratteri diversi, così sarebbe più semplice capire. Ma era un po’ anche un gioco.
      vedrai che altri libri ti piaceranno di più
      buone letture future. abbraccio

  272. 1
    cane ( Castel Ivano ) 04/02/2019

    Complimenti Zita, è molto bello il tuo libro.
    Secondo me volevi mettere in evidenza il fatto che essere di pelle scura, pelle chiara o di religioni diverse non è importante.
    L’importante è essere amici!

    • 1
      Zita Dazzi 07/02/2019

      Esattamente, hai capito giusto
      grazie della tua lettura
      bacio

  273. 1
    Sushi ( Arco ) 03/02/2019

    Ciao Zita il tuo libro non mi è piaciuto molto perchè non è il mio genere di libro pero mi piace l’idea che un bambino di colore incontri un bambino di colore bianco.
    Alla fine siamo tutti uguali e dopo tutto la nostra pelle non è bianca ma è un marroncino chiaro chiaro.🤜🤛🏿
    CIAO 🍣
    Ma questa ė veramente una storia vera ?

    • 1
      Zita Dazzi 04/02/2019

      Ciao Sushi, sì la nostra pelle è di varie sfumature dal rosa pallido al nero scuro, passando per infinite gradazioni, ma non è quello che conta, anche gli occhi hanno varie sfumature, ma nessuno ci pensa e ci costruisce sopra teorie su superiorità e inferiorità.
      Questa storia sì, è veramente accaduta, anche se con qualche sfumatura diversa. grazie di <verla letta anche se non ti è piaciuta tanto
      un bacione

  274. 1
    Kika ( Cavalese ) 03/02/2019

    ciao Zita il tuo libro è fantastico e anche triste perché fa pensare a tutti i bambini che hanno vissuto questa esperienza viaggiando in una valigia per arrivare qui in Italia! Però è felice quando su ritrovano e diventano come una famiglia😀CIAO UN ABBRACCIO

    • 1
      Zita Dazzi 04/02/2019

      Ciao Kika speriamo che non siano tanti quelli a cui è capitata questa cosa… !!! grazie di aver letto la storia e delle tue belle speranze
      abbraccio

  275. 1
    Eren Blaze ( Telve ) 03/02/2019

    Ciao Zita, il tuo libro mi é piaciuto tantissimo e non vedo l’ora che ne arrivi presto un’ altro così fantastico. Continua così ciao

    • 1
      Zita Dazzi 04/02/2019

      ciao Erene Blaze, mi fa piacere che ti sia piaciuto. Guarda che in biblioteca ne puoi trovare altri di bei libri, miei e non miei, da leggere! Vai e comincia a leggere. UN grande bacio n

  276. 1
    scavatore ( Castel Ivano ) 03/02/2019

    Scusa Zita dazzi ho sbagliato libro

  277. 1
    scavatore ( Castel Ivano ) 03/02/2019

    Ciao Tommaso, ho iniziato a leggere il tuo libro e non capisco qualcosa; il libro non mi piace però lo leggerò tutto che magari alla fine mi piacerà. Questa storia è successa davvero? Ciao e buona giornata

  278. 1
    Richy08 ( Cavalese ) 02/02/2019

    Ciao Zita;il tuo libro mi è piaciuto perché per questa incredibile amicizia tra Adou e Oreste mi è rimasta nel cuore,ognuno di noi dovrebbe avere un amico così

    • 1
      Zita Dazzi 04/02/2019

      Certo, Ricky ognuno dovrebbe avere un amico, questa è una grande verità. Se possibile, anche più di uno! Che e dici? Grazie della tua lettura entusiasta
      abbraccio

  279. 1
    Jastin2007 ( Egna ) 02/02/2019

    Questo libro mi è piaciuto tantissimo raconta la vera storia, perchè la gente quando deve viaggiare tutti hanno il dirito di vedere il mondo e perquesto che mi è piaciuto

  280. 1
    Gattina ( Valle di Cavedine ) 02/02/2019

    Ciao,
    volevo dirti che il tuo libro è bello perché vedere Oreste che prova di tutto per ritrovare il suo amico Adou è veramente magnifico.
    Mentre leggevo ero triste per Adou sia durante il suo viaggio in valigia,sia quando era nel centro minori perché era solo e senza genitori e zia.
    Sono felice che sia finito tutto bene.
    Il tuo libro è stupendo!

    • 1
      Zita Dazzi 07/02/2019

      Ciao Gattina, mi sopiace se ti ho rattristato. Per fortuna il libro finisce bene, così ti sarai fatta tornare il sorriso, spero,
      un grande abbraccio di consolazione

  281. 1
    sole ( Arco ) 02/02/2019

    il suo libro e stato molto bello e interessante…..

    complimenti e continui cosi e spero tanto che tutti gli altri suoi libri siano scritti cosi bene….

    le faccio ancora i miei complimenti

    • 1
      Zita Dazzi 04/02/2019

      Ciao Sole, ce ne sono diversi altri adatti per la vostra età, li trovi alla biblioteca, fammi sapere se ti piacciono,. Grazie e un abbraccio

  282. 1
    Nyke2018 ( Lavis ) 02/02/2019

    Cara Zita,
    il tuo libro mi è piaciuto tantissimo perchè cerchi di coinvolgere le persone e di far capire cosa Oreste e Adou provano l’uno per l’altro con un racconto che è sicuramente dei giorni nostri.
    I primi capitoli erano un po’ ripetitivi (sopratutto quando parlavi dei pensieri di Oreste verso la sorella e delle emozioni di Adou all’interno della valigia) ma dopo il libro si è fatto sempre più interessante e coinvolgente.
    Lo consiglierei a tutti anche agli adulti per farli pensare e riflettere sulle emozioni che provano i bambini.
    Un caro saluto da Nyke

    • 1
      Zita Dazzi 07/02/2019

      Secondo me i libri per bambini vanno bene anche per gli adulti, anzi il massio è quando un adulto legge un libro a un bambino, è un modo per stare assieme, per condividere un’emozione. Sei d’accordo?
      Grazie della tua lettura nonostante le ripetizioni….
      abbraccio

  283. 1
    Pinkbook ( Riva del Garda ) 02/02/2019

    Il libro che hai scelto di scrivere è fantastico! !! 😄 Ma sono curiosa di sapere qual ‘ è il libro più appassionanteche hai scritto , ( anche se sono certa che lo siano tutti ) Un abbraccione a te e ai tuoi libri! !! 😆😊👬💟✌

    • 1
      Zita Dazzi 04/02/2019

      Ah… non saprei qual è il libro più appassionate, magari ti piace anche Bella e Gustavo, un’altra storia di amicizia, con una storia vera al centro e un cane come coprotagonista. Oppure ti può piacere la Banda dei gelsomini. Fammi sapere . Buone letture future

  284. 1
    janktop ( Arco ) 02/02/2019

    Ciao Zita, questo libro mi è piaciuto molto perchè è emozionante e ti coinvolge nella storia.
    Il particolare che mi ha colpito di più è quando il bambino Oreste e il nonno aprono la valigia e trovano Adou è stato un colpo di scena per tutti.

    • 1
      Zita Dazzi 04/02/2019

      Non te l’asepttavi che uscisse Adou dalla valigia? In effetti dev’essere stata una grande sorpresa per Oreste. Se capitasse a te che faresti? Chi vorresti che uscisse dalla tua valigia?
      Un abbraccio

      • 1
        janktop ( Arco ) 05/02/2019

        Bella domanda, non so cosa farei ma penso che ci giocherei insieme. Vorrei che uscisse un cagnolino. Ciao e grazie per la tua risposta; buoni messaggi

  285. 1
    xoxo07 ( Pinzolo ) 01/02/2019

    Ciao Zita,
    il tuo libro mi è piaciuto molto. L’argomento che hai trattato è un argomento non molto facile da descrivere, ma tu ci sei riuscita e anche bene.
    complimenti continuerò a leggere i tuoi libri.

    • 1
      Zita Dazzi 04/02/2019

      Grazie, mi fa molto piacere che questo libro ti abbia invogliato a leggerne altri. Che tipo di storia vorresti trovare? Ser ti piacciono le avventure, prova con la Banda dei gelsomini , anche se è un po’ diverso da Adou. Fammi sapere come vanno le tue prossime letture

  286. 1
    scavatore ( Castel Ivano ) 01/02/2019

    Buongiorno ho finito questo meraviglioso libro; all’inizio non capivo molto perché parlavi prima di Adou dopo di Oreste dopo di Adou…
    Comunque il libro era Bellissimo.
    Spero di leggere altri libri scritti da te.

    • 1
      Zita Dazzi 01/02/2019

      ciao, grazie, sono contenta che dopo l’iniziale spaesamento dovuto ai capitoli alternati, il libro ti sia piaciuto. Per fortuna!!!
      altri libri li trovi in biblioteca, buone letture!

    • 1
      sole ( Arco ) 01/02/2019

      Il tuo libro è stupendo!!!!

  287. 1
    XoxoLove ( Vezzano ) 01/02/2019

    Ciao Zita, sono io, Xoxolove!!!! Io ho ridato già il libro in biblioteca e mi è piaciuto un sacco come immaginavo nel primo commento che ti ho scritto… mi è piacuta molto l’ultima parte, dove scrive Luigina 😂😆 è un nome molto fantasioso, da dove gai preso sp

    • 1
      XoxoLove ( Vezzano ) 01/02/2019

      Ciao Zita, sono Xoxolove!!!!! Io ho già riportato il libro alla biblioteca, mi è piaciuto un mondoooo!!!!!!!!!!! Me lo immaginavo già dall’ inizio guardando la coprtinaaa!!!!!😀😀😀 mi è piacuta tanto l’ultima parte: dove scrive Luigina…. poverina con quei dueee!!!!!! 😫😫 ho letto, alla fine del libro, la tua nota dove dici di un bambino, di nome Adou Ouattara, venuto in Italia dentro un trolley 😨😨😨io sarei già andata in “iperventilazione” là dentro!!😵😵 Complimenti per la seconda volta!!!👏👏
      PS: Sai, mi piace molto scrivere, leggere e disegnare!

  288. 1
    lupo120 ( Ville d’Ananunia ) 31/01/2019

    Questo libro mi è piaciuto tanto perché parla di una storia che riguarda anche noi ed è scritto molto bene. Inoltre è una storia incredibile quella di Adou che è uscito da una valigia.

    • 1
      Zita Dazzi 01/02/2019

      Il bambino venuto dalla valigia è in effetti un titolo straordinario, oltre che una storia incredibile, se non fosse che è successa veramente. Grazie di averla letta
      abbraccio

  289. 1
    robin ( Sen Jan di Fassa ) 31/01/2019

    la valigia di Adou mi é piaciuto tanto

  290. 1
    ROSPETTO.05 ( Mezzocorona ) 31/01/2019

    Ciao,Zita Dazzi,mi è piaciuto il tuo libro, soprattutto nell’ultima parte quando Adou reincontra Oreste .Mi è piaciuto avere il tuo autografo al biblioigloo .
    Ciao ci rincontreremo a maggio .ARRIVEDERCI .

    • 1
      Zita Dazzi 07/02/2019

      Ciao Rospetto , grazie di avermi scritto. Sono contenta che ci rivedremo a maggio e tu avrai già il libro firmato quindi!!
      bacione

  291. 1
    ludovalle ( Folgaria ) 31/01/2019

    cara autrice, ho letto il suo libro con molto interesse, è veramente “STRAMEGABELLISSIMO” , mi è piaciuto davvero molto, mi ha trasmesso emozioni che non avevo mai provato per nessun libro .
    le parte che mi é piaciuta di più è quella dove Oreste vuole andare a riprendere Adou , però anche quella quando i due ragazzini si sono rincontrati è stato proprio emozionante, per non dimenticare quando Oreste gli regala la jeep verde e Adou gli da il suo libro preferito è stato commovente!
    ne rifarà un altro? spero proprio di sì! volevo chiederle l’ultima cosa, ma il libro si tratta da una storia vera?

    • 1
      Zita Dazzi 04/02/2019

      Ciao Ludovalle, sì certo, che scriverò altri libri, quando uno comincia, non finisce più. Ne ho già fatti anche altri, se li cerchi li potrai trovare in biblioteca. Bene che vuopi leggere ancora, questo mi fa molto felice. abbraccio

  292. 1
    Panda10 ( Lavis ) 31/01/2019

    Ciao il tuo libro mi è piaciuto tantissimo. Quando lo avevo cominciato non vedevo l’ora di sapere come finiva e che cosa accadeva a Adou.

  293. 1
    Pam10 ( Romeno ) 30/01/2019

    Cara Zita Dazzi,
    il tuo libro mi ha affascinato molto.
    L’amicizia fra Adou e Oreste è fortissima non so se anche io ne ho una così forte con le mie amiche.
    Non hai mai pensato di raccontare anche della mamma e della zia di Adou?
    Quando si rivedono l’amicizia diventa indistruttibile; quella è la parte che mi piace di più.
    Hai mai pensato di continuare la storia con un altro libro?.
    Ciao Zita.
    Pam10.

    • 1
      Zita Dazzi 04/02/2019

      Ciao Pam 10, ho pensato a vari modi per continuare la storia, poi in realtà, credo che quetso libro vada bene così. Forse se incontrassi Adou e sapessi com’è proseguita la sua vita, potrei fare un seguito, mai dire mai
      comunque troverai altri bei libri in biblioteca, vai a cercare e fammi sapere che cosa hai pescato! un bacione

  294. 1
    cagnolino ( Riva del Garda ) 30/01/2019

    Cara Zita, il tuo libro mi è piaciuto molto, in particolare quando Oreste e suo nonno hanno visto Adou nella valigia senza sapere nè da dove veniva, nè cosa ci faceva lì. Oppure quando nel viaggio non sentiva più la voce di sua zia e si preoccupava molto perchè, in realtà, non lo stava tirando sua zia, ma il nonno di Oreste.

    • 1
      Zita Dazzi 01/02/2019

      Ciao cagnolino, hai notato un particolare picclo ma importante, che suggerisce quanti pensieri siano passati per la testa di Adou in quel viaggio fatto nella valigia. Bravo ! e grazie della tua lettura
      zita

  295. 1
    The Champ ( Arco ) 30/01/2019

    Mi è piaciuto questo libro perché parla di attualità, perché molte persone provano a scappare in tutti modi possibili.

  296. 1
    star fire 2008 ( Castel Ivano ) 30/01/2019

    Il libro mi è piaciuto in sacco, veramente fantastico!!!!
    Spero che tu vinca il concorso e cosi potrò leggere anche il 2°. Il mio voto è per il tuo libro è 10/10
    Un bacione

  297. 1
    Titty ( Castel Ivano ) 30/01/2019

    Il libro di Adou mi è piaciuto anche se all’inizio non tanto perché era un po’ ripetitivo.
    Quando ho letto i capitoli successivi, però, mi è piaciuto di più. La parte che mi ha colpito maggiormente è quando nasce la sorella perché Oreste non la voleva. Mi è piaciuto anche quando si ritrovano Adou e Oreste perché prendono in giro la sorella.
    Questo libro mi ha fatto capire che è difficile scappare senza farsi notare come lui.

    • 1
      Zita Dazzi 31/01/2019

      Ciao Titty, che sintesi originale hai fatto ! Non è esattamente che lui non volesse farsi notare, il problema era il fatto che non aveva i documenti per venire in Europa, quindi ha dovuto nascondersi. Ma speriamo che non ci debbanno sesere più bambini costretti a “non farsi notare” come scrivi tu
      grazie della tua lettura nonostante la difficoltà iniziale
      bacio

  298. 1
    Ubaldo ( Castel Ivano ) 30/01/2019

    Il libro mi è piaciuto perché Adou affronta una vita dura che non tante persone riuscirebbero a fare.
    Non è finzione ma è realtà perché molti bambini vengono dall’Africa senza genitori, amici, senza nulla e affrontano tanti rischi e pericoli.
    E’ un libro che ci fa riflettere.

    • 1
      Zita Dazzi 31/01/2019

      Esatto: è un romanzo ma non è finzione, è la storia dei nostri tempi. Il prossimo libro potrebbe essere sui bambini che non possono sbarcare alle navi in mezzo al mare perché i governi chiudoo i porti… grazie delle tue riflessioni

  299. 1
    NewPaxstor87 ( Castel Ivano ) 30/01/2019

    La valigia di Adou è un libro che mi è piaciuto molto perché parla di un fatto attuale e serio.
    Fa provare la malinconia e la paura di stare lontani dalla propria famiglia.
    Ho apprezzato il fatto che ad ogni capitolo cambi il punto di vista tra i due bambini protagonisti.
    Mi è piaciuta la conclusione perché è un bellissimo lieto fine con la riconciliazione di tutti.

    • 1
      Zita Dazzi 31/01/2019

      Ciao NewPaxtor, che strano nick name che hai trovato.. hai riassunto molto bene alcuni punti fondamentali del messaggio implicito in questa storia. Sono contenta che ti siano piaciute le voci alternate e il lieto fine.. grazie della tua lettura

  300. 1
    XoxoLove ( Vezzano ) 29/01/2019

    Cara Zita Dazzi, sono ancora io: Xoxolove, ho finito il libro, è stato fantastico, come mi immaginavo, mi è piacuta molto la fine dove dice che saranno amici per sempre e dove scrive Luigina, poverina quei due non la lasciano stare e non gli dicono niente!!! Ho letto anche la tua nota alla fine del libro dove dici che a Maggio del 2015 vedi sul giornale quel bambino Africano di nome Adou Ouattara che veniva dalla Costa D’ Avorio e aveva 8 anni: sembra un sogno ma in realtà è tutto vero e quindi mi è piaciuto moltissimo il tuo libto!!! 👏👏bellissimoo!! Ho cercato su Google Adou Ouattara e mi sono veniute delle foto di lui con sua mamma e di lui in quel trolley, ma io penso: “come ah fatto a stare lì dentroo?? Io sarei già stressatissima e spaventata!!” 😓😱se io voterei i libri per il concorso non saprei chi scegliere perché per ora sono tutti belli e quindi complimenti a tutti gli autori!!!! 😁😁😁🤗🤗😘😘 per favore Zita mi puoi rispondere? 😀😀😀😀😀😀😀😀😀😀 Grazie.

  301. 1
    Giady ( Telve ) 29/01/2019

    Cara Zita Dazzi ,
    il suo libro mi è proprio piaciuto. Anche se il primo pezzo era un po’ triste il resto del libro era veramente fantastico. Mi è piaciuta la parte in cui Oreste e Adou si sono incontrati ma anche quando hanno fatto amicizia nonostante venissero da terre, culture e avessero lingue diverse. Questo significa che l’ amicizia vera non ha limiti. Mi è sembrato ingiusto che Adou sia stato portato via da Oreste, anche se capisco che il nonno di Oreste lo ha fatto per il suo bene.
    Il suo libro lo consiglierei a tutti!!
    Ma Adou esiste veramente??
    Ciao!!

    • 1
      Zita Dazzi 31/01/2019

      Ciao Giady, sì, c’è un Adou davvero in Spagna, il bambino dalla cui storia sono partita quando ho scritto il libro.
      Anche a me è sembrato ingiusto tutto in quella vicenda che avevo letto sui giornali, per fortuna che si è risolta
      tanti baci e grazie della tua lettura
      baciotto

  302. 1
    ILOVEDOGS ( Dimaro Folgarida ) 29/01/2019

    Ciao Zita,
    oggi ho finito il tuo libro!
    Mi è piaciuto molto perché quando lo leggevo mi sembrava di vivere la storia!
    Mi è piaciuto anche perché dopo tutta quest’avventura Adou e Oreste si ritrovano!

    • 1
      Zita Dazzi 31/01/2019

      Grazie, anche a me piace quello che mi hai scritto. A presto !

  303. 1
    Errore ( Cles ) 29/01/2019

    Ciao,ho sempre sognato di parlare con una autrice è la mia prima volta e sono molto emozionata.Comunque volevo dirle che mi piace un sacco il suo libro è veramente un grande successo,em…non ho mai letto un libro del genere il suo libro fra i 5 che ho letto (non li ho ancora letti…)
    Il suo secondo me è veramente il migliore”SENZA OFFESA agli altri autori”ma veramente complimenti. BENE.
    Spero che il mio discorso ti sia piaciuto e spero di avere una bella risposta da parte sua.GRAZIE.E arrivederci.😅😅😄

    • 1
      Zita Dazzi 01/02/2019

      Ciao amico Errore, grazie del tuo messaggio e del tuo incoraggiamento, in effetti è un libro un po’ strano, perché ha due protagonisti, due voci, due storie incrociate, anzi tre, con quella della sorella. Anch’io sono emozionata per le vostre belle parole e tutti questi complimenti. Vi bacerei tutti e comincio col baciare te. ciao e a presto!

  304. 1
    sciorni ( Sen Jan di Fassa ) 29/01/2019

    Cara Zita Dazzi, il libro mi è piaciuto molto.
    L’ ho appena finito ma sto rivivendo ancora quelle emozioni.
    Mi piace anche perché ti fa provare le stesse emozioni degli immigrati che ogni anno sbarcano a milioni in Italia ma anche in altri paesi.
    Lo consiglio. da SCIORNI

    • 1
      Zita Dazzi 29/01/2019

      Ciao Sciorni, grazie. Mi piace questa frase “sto ancora rividendo quelle emozioni”. rende bene lo scopo e l’utilità della lettura, la sua capacità di metttere in circolo sensazioni. Un abbraccio

  305. 1
    zefiro ( Castel Ivano ) 28/01/2019

    E’ stato un libro fantastico, ADOU era molto simpatico. La sorella era molto impicciona.

    • 1
      Zita Dazzi 29/01/2019

      Povera Luigina: impicciona……??? dai poveretta, è curiosa, impertinente, è una sorella… a me sta simpatica, ci voleva una voce femminile,
      a te un bacione

  306. 1
    misterantenucci ( Castel Ivano ) 28/01/2019

    Bellissimo, perché la vita di Adou è difficile e lui l’affronta con coraggio

    • 1
      Zita Dazzi 29/01/2019

      Tutte le vite sono un pochino difficili in certi momenti, ma bisogna pensare positivo e molto spesso poi le cose si sistemano
      O almeno si spera
      ti abbraccio

  307. 1
    Imperiale ( Roncegno ) 28/01/2019

    La storia è stata molto bella e adatta ai giorni nostri per via dell’ emigrazione. Mi ha molto colpito come si capivano le emozioni dei due ragazzi: la paura di Adou di essere solo e la preoccupazione di Oreste di non sapere dov’era il suo nuovo amico. Il finale è molto commovente.

    • 1
      Zita Dazzi 29/01/2019

      GRazie IMperiale, sono contenta di averti mostrato bene i sentimenti, è un grande complimenti che mi fai
      abbraccio

  308. 1
    FRAXX20 ( Roncegno ) 27/01/2019

    proprio oggi nel giorno della Memoria ho terminato di leggere il tuo attualissimo racconto. Questo libro mi ha fatto riflettere molto sulla condizione di tanti ragazzi di allora ma purtroppo anche di oggi che sono costretti ad abbandonare anche in modo tragico i loro affetti, casa,famiglia e amici. Ringrazio tanto il destino , fortuna o come la vogliamo chiamare di non essere tra quei disperati, non è certo un merito, e lo terrò a mente per le scelte che farò da grande. Grazie Zita.

    • 1
      Zita Dazzi 28/01/2019

      Mi piacciono le parole che hai usato nel tuo messaggio, il concetto che la fortuna non è certo un merito è molto importante. E anche la proessa di ricordarti da grande quando dovrai fare delle scelte, mi sembra una bellissima cosa. Grazie mille
      abbraccio

  309. 1
    Luna2008 ( Arco ) 27/01/2019

    Questo libro mi è piaciuto molto perchè racconta una storia vera. E’ una storia molto triste all inizio ma poi il finale è bello ed emozionante. La parte che ho preferito è quella dove Adou rivede la sua famiglia dopo molti giorni.
    Lo consiglio a tutti perchè è un libro pieno di emozioni.

  310. 1
    stefi08 ( Baselga di Pinè ) 27/01/2019

    Mi è piaciuto molto il libro perché fa capire come ogni giorno qualcuno deve anche soffrire per arrivare in un altro Paese. Mi è piaciuto anche perché fa capire che bambini di religioni e culture diverse possono diventare amici tra loro e arricchirsi grazie a questa amicizia.

  311. 1
    felicie08 ( Valle di Cavedine ) 27/01/2019

    Ciao Zita,il tuo libro mi è piaciuto molto perché :
    -parla di una cosa molto importante perché l’immigrazione c’è ancora adesso. Perché è una cosa che molta gente è contraria, ma in in Italia “la legge è uguale per tutti” e perciò anche i bambini poveri devono andare a scuola come tutti.
    -Questo libro tratta una cosa molto importante che fa pensare a tutti quelli che lo leggono che ognuno deve avere un trattamento uguale a quello altrui.
    -La cosa molto bella invece è che la mamma in qualunque modo vuol far avere al bambino un’ infanzia felice.

    • 1
      Zita Dazzi 31/01/2019

      Grande, che bello spunto hai trovato ! Anche l’Onu ha una convenzione sui diritti die bambini che dovrebbe garantire a tutti il diritto ad avere una casa, una vita serena, la giustizia, la pace, la scuuola, la salute.. ma spesso le leggi non vengono rispettate. Ci penserete voi uomii e donne di domani, speriamo. Un bacio

  312. 1
    MATTIA08 ( Ala ) 27/01/2019

    Cara Zita il tuo libro mi è piaciuto molto perchè è commovente ma alla fine mi ha fatto felice perchè tutto si è risolto per il meglio grazie di averci raccontato questa storia vera un saluto da parte mia

    • 1
      Zita Dazzi 28/01/2019

      un saluto anche da parte mia e grazie per avermi scritto
      ciao !

  313. 1
    Gianpiercristianterzo ( Rumo ) 27/01/2019

    La valigia di Adou mi è piaciuto molto, è un bel libro che mi ha colpito. Parla di questo bambino che è in una valigia per scappare dall’Africa e per venire in Italia. Però il suo viaggio è pieno di imprevisti che lo ostacolano molto. Poi c’è Oreste che lo vuole aiutare e per fortuna alla fine Adou riesce a tornare dalla sua mamma, da sua zia e da sua cugina. Le due famiglie, quella di Oreste e di Adou, si uniscono e diventano una grande famiglia.

    • 1
      Zita Dazzi 31/01/2019

      Una famiglia allargata, sì, bella idea, hai proprio ragione
      grazie di avermi letta
      un abbraccio

  314. 1
    chiara15 ( Ala ) 27/01/2019

    Ciao Zita,
    il tuo libro mi è piaciuto tantissimo.
    La storia di Adou e Oreste che si incontrano per puro caso mi ha fatto capire che, nonostante il diverso colore della pelle e le diverse culture l’amicizia e i sentimenti non hanno confini. La parte che mi è piaciuta di più è stata quando Adou ritrova la mamma, la zia e la cugina e inizia per loro una nuova vita, e quando si incontra di nuovo con Oreste e il nonno.
    Una storia che finisce bene come una favola…e che dona un augurio a tutte quelle persone che come Adou e la sua famiglia lasciano la loro terra facendo un viaggio “incredibile” in cerca di un futuro migliore. ♥☻!♥☻

    • 1
      Zita Dazzi 28/01/2019

      Bello: i sentimenti non hanno confini! che belle definizioni che trovate. Grazie di quetsi bei regali di parole che mi fate
      abbraccio

  315. 1
    nama ( Predazzo ) 26/01/2019

    cara scrittrice
    Il suo meraviglioso libro mi ha fatto riflettere molto sulla situazione Africana e quella Italiana.Mi sono resa conto quanto siamo fortunati noi italiani.Questo libro è davvero interessante , appena ho iniziato a leggerlo non riuscivo a togliere lo sguardo da esso.Mi sono tuffata nel libro,mi sentivo come se fossi lì con Adou e Oreste .
    Spero che da grande diventerò brava come lei a scrivere.
    Cordiali saluti

  316. 1
    delphin07 ( Mezzolombardo ) 26/01/2019

    Non ho parole per questo libro! Una storia molto commovente. Un po’ triste all’inizio ma poi veramente fantastica. La parte che mi è piaciuta di più è stata quando Oreste, il nipote del signore che aveva scambiato la valigia e trovato Adou, va in comune per scoprire se le persone che lavoravano lì sapevano dove si trovava Adou in quel momento. Questo è un gesto che solo le persone che tengono a te sanno fare. Quando Adou ritrovò la mamma e la zia fu un momento emozionantissimo!
    Lo consiglio a tutti perché ti fa provare emozioni, quelle vere! E inoltre rappresenta la vita di molti bambini africani che magari la mamma non l’hanno mai avuta. Ma comunque Adou una mamma la ha e sicuramente anche tanti nuovi amici.
    Complimenti a Zita Dazzi per aver scritto un romanzo così commovente.

    • 1
      Zita Dazzi 28/01/2019

      Anche a me piace molto il capitolo del commissariato, grazie di averlo notato e segnalato.
      Per fortuna tutti hanno una mamma, compresi i bambini africani !
      buone future letture
      abbraccio

  317. 1
    Vick 13 Blacklist ( Dimaro Folgarida ) 26/01/2019

    Questo libro è molto bello . Molto travolgente, ti viene sempre voglia di andare avanti , e quando finisce è un peccato. Perchè vorresti andare ancora avanti. Questo libro ha un finale belliiissimo. Mi fa capire molto la situazione degli immigrati che vengono dall’Africa. Fanno di tutto per entrare nel nostro paese per avere una vita migliore che merita ogni essere umano.
    GRAZIE PER AVER SCRITTO QUESTO LIBRO, CONTINUA COSì!

  318. 1
    lollo23 ( Ala ) 26/01/2019

    Cara Zita Dazzi
    Il tuo è un libro molto bello per il significato e per l’incredibile storia di questo bambino riuscito a raggiungere l’italia in una valigia.Una cosa che non mi è piaciuta molto che mi creava un po’ di confusione era il continuo cambiare di personalità ad ogni capitolo:un capitolo racconta un momento di storia vissuta dal bambino africano Adou a quello dopo la stessa storia vissuta nello stesso momento dal bambino italiano Oreste.
    Un ripetersi cosi fino alla fine del libro che da un lato fa notare i due modi di vivere e di ragionare dei due bambini,ma a me personalmente creava un po’ di confusione sopratutto all’inizio del libro

    • 1
      Zita Dazzi 28/01/2019

      Un po’ di confusione ci vuole e poi credo che questo ti abbia stimolato a trovare il meccanismo del libro, una specie di gioco letterario per futuri grandi lettori, come spero che tu diventerai
      un grande abbraccio

  319. 1
    lupetta08 ( Malè ) 26/01/2019

    Ciao scrittrice questo libro mi ha coinvolto molto, ora capisco la difficoltà che certi bambini devono affrontare tutti i giorni.
    Il tempo che ho passato a leggere il suo libro, mi ha fatto riflettere molto, mi sono resa conto di quanto io sia fortunata.
    La cosa che mi è piaciuta di più di questo libro è quando Adou e Oreste si sono rincontrati.E che non conta di che colore sei ma se hai un cuore.

  320. 1
    Generale Pony Rampante ( Folgaria ) 26/01/2019

    Buongiorno signora Dazzi, di questo libro mi ha colpito che molte persone per avere una vita migliore hanno fatto viaggi incredibili rischiando la propria vita e se non lo avessi letto avrei pensato che non fosse vero.
    Le parole si comprendevano tutte, con le quali non ho avuto problemi a capire i sentimenti che erano in gioco nel libro.
    C’erano scritte parole semplici, ma precise.
    Mentre leggevo ho provato tante emozioni come quelle di Adou: paura, felicità… Praticamente è come se fossi io il protagonista e se avessi vissuto veramente quella situazione, avrei avuto tantissima paura.
    Da questo racconto ho imparato che devo avere tanta pazienza e se ho un buon obbiettivo non devo mai rinunciare, devo andare avanti finché non l’ho raggiunto.
    Mi congratulo con Lei per questo bellissimo libro!
    Mi è piaciuto molto.
    Ciao da Generale Pony Rampante.

    • 1
      Zita Dazzi 28/01/2019

      Ciao generale Pony rampante1 Che nome ti sei scelto!
      E’ vero la pazienza è la virtù dei forti e la costanza quella di chi vuole arrivare all’obettivo. Sono contenta che ti sia immedesimato nel protagonista, vuol dire che il libro funzionava. Bello! grazie !
      un grande abbraccio

  321. 1
    Lucia883 ( Ala ) 26/01/2019

    Questo libro è molto bello! Mi ha messo però tristezza leggere come Adou è arrivato in Italia, chiuso in una valigia, e come molti altri arrivino sui barconi. Mi ha stupito invece, perché non me lo aspettavo, leggere che Adou e Oreste ascoltano e cantano le canzoni di Fedez, il mio cantante preferito.

    • 1
      Zita Dazzi 28/01/2019

      ahahaha anche il mio bambino ascolta Fedez e guarda anche le sue foto su Istagram…. l’ho messo apposta, così vi ritrovate. Un bacione buone letture future

  322. 1
    La scrittrice pensierosa ( Lavis ) 26/01/2019

    Grazie! Non so bene come ho iniziato… So solo che fin da piccola ho sempre avuto una grande passione per la scrittura e la lettura… 😉
    Ora guarderò i tuoi articoli su Internet…
    Grazie. Una curiosità: tu hai animali?!?
    P. S. : io ho 2 gatti…

    • 1
      Zita Dazzi 29/01/2019

      Ciao scrittrice pensierosa. Io ho un piccolo cane molto brutto e molto scemo, sembra un grosso topo, un pipistrello senza ali, con due orecchioni neri. Si chiama Lola, è una femmina, una cagneta, quindi, le voglio molto bene anche se è un po’ vecchietta e rimbambita…. e tu? hai animali?

  323. 1
    Acr0B0x ( Riva del Garda ) 26/01/2019

    Ottimo lavoro!
    Ho finito il libro e mi è piaciuto soprattutto l’ultima parte.

  324. 1
    Massimo ( Borgo Valsugana ) 26/01/2019

    Cara scrittrice,
    questo libro mi ha fatto molto riflettere sulla situazione attuale che c’e in Italia.Ora capisco quante difficolta’ devono affrontare
    molti bambini per poter arrivare nel nostro territorio per avere un po’ più di felicita’.La parte del libro che mi ha colpito di più è stato il lungo e angosciante viaggio che ha fatto Adou dentro la valigia.
    Ora so grazie a lei che la mia vita è molto fortunata,anche se a volte non me ne rendo conto!
    Tanti saluti Max

    • 1
      Zita Dazzi 28/01/2019

      Ciao Max, sono contenta di averti fatto immaginare com’è la questione che riguarda i bambini che emigrano dai loro paesi, in effetti non c’è come ascoltare le storie delle persone per uscire fuori dai pregiudizi e dagli stereotipi.
      Grazie della lettura, un baciotto

  325. 1
    lorenzo5674 ( Baselga di Pinè ) 26/01/2019

    Ciao Zita Dazzi. Mi è piaciuto molto il tuo libro sopratutto quando Adou rivede Oreste (il suo migliore amico.)

  326. 1
    ciao ( Baselga di Pinè ) 25/01/2019

    Ciao!
    Il tuo libro rappresenta un amicizia bellissima fra due amici,
    come ti è venuta in mente perché a me piace tanto

    • 1
      Zita Dazzi 28/01/2019

      Ciao, la storia non l’ho inventa, ma l’amicizia col bambino italiano sì, mi pareva un bel modo per dare una svolta comprensibile ai bambini.. che ne dici?

  327. 1
    Rainbowgirl08 ( Roncegno ) 25/01/2019

    Cara Zita,
    Il tuo libro mi è piaciuto molto per i seguenti motivi:

    – è stato davvero ammirevole il coraggio di Adou dell’entrata in una valigia
    – mi ha colpito come Adou si fidava della sua mamma perché come narra il libro gli adulti non sempre promettono le cose che dicono
    – mi é piaciuta molto la gentilezza di Oreste nei confronti di Adou, l’ha accolto in casa sua come un amico
    – ho apprezzato particolarmente il coraggio di Oreste nell’uscire di casa da solo per cercare Adou
    – mi ha fatto sorridere il modo in cui Oreste descriveva la sua sorellina!
    – e per finire mi é piaciuto molto quando Adou e Oreste si sono rivisti e abbracciati come se fossero amici da sempre

    Questo libro mi ha fatto capire che pur essendo diversi,di nazionalità e nel colore della pelle, l’amicizia è una cosa unica per tutti!

    Ciao!

    • 1
      Zita Dazzi 28/01/2019

      Che bella sintesi, cara Raimbow girl. Bravissima ! hai notato aspetti che piacicono anche a me., anche la descrizione della soellina in effetti speravo facesse sorridere, Grazie di avermelo scritto
      ti abbraccio

  328. 1
    gatto207 ( Mezzolombardo ) 25/01/2019

    la valigia di Adou mi sembra un libro molto completo e nello stesso tempo facile da capire,mi è piaciuta molto la parte dove il protagonista trova i suoi parenti.

  329. 1
    chiara15 ( Ala ) 25/01/2019

    Ciao Zita,
    il tuo libro mi è piaciuto tantissimo
    La storia di Adou e Oreste che si incontrano per puro caso, mi ha fatto capire che nonostante il diverso colore della pelle e le diverse culture
    l’amicizia e i sentimenti non hanno confini.
    la parte che mi è piaciuta di più è quando Adou ritrova la sua mamma,la zia e sua cugina e inizia per loro una nuova vita, e poi quando si incontra di nuovo con Oreste e il nonno.
    Una storia che finisce bene come le favole, che dona un augurio a tutte le persone come Adou e la sua famiglia,che lasciano la loro terra facendo un viaggio “incredibile” rischiando anche la vita, in cerca di un futuro migliore.♥☺♥☺♥

    • 1
      Zita Dazzi 28/01/2019

      I sentimenti non hanno confini! Bellissimo ! Anche l’amicizia senza confini, senza muri. Bello che lo diciate voi che siete il nostro futuro. Grazie !

  330. 1
    lapolpetta ( Andalo ) 25/01/2019

    ciao Zita io devo leggere il tuo libro e non vedo l’ora

  331. 1
    MollyPrimavera ( Lavis ) 25/01/2019

    ciao ho letto questo libro e devo dire che è molto carino ma a me non piaceva che all’inizio quando trovavano Adou nella valigia praticamente raccontavano le cose due volte e questo non mi piaceva la parte che mi è piaciuta di più è stata quando parlava Luigina

  332. 1
    18007 ( Cavalese ) 25/01/2019

    Gentile autrice,
    le scrivo per dirle che la sua storia mi è piaciuta molto , soprattutto quando Adou ritrova la sua famiglia . Lei mi ha insegnato una cosa molto importante e cioè che non c’è differenza tra neri o bianchi . L’ho finito in un giorno perché il suo racconto mi è piaciuto un sacco ; la ringrazio per aver scritto una storia di amicizia così bella , spero che vinca il concorso.
    Cordiali Saluti .ti adoro.

  333. 1
    25007 ( Cavalese ) 25/01/2019

    Gentile autrice ,
    le scrivo per suggerirle di fare un testo più lungo e con più personaggi solo questo.La sua storia è stata stupenda soprattutto le parti quando :Adou incontra la zia che era venuta a prenderlo.E quando Adou andò al supermercato.E quando rincontra Oreste.in generale il raccoto mi è piaciuto molto cioè tantissimo
    Cordiali saluti.

  334. 1
    Olaf ( Cavalese ) 25/01/2019

    Gentile autrice
    Vorrei ringraziarla per aver scritto una storia dove i bianchi e i neri non sono diversi e possono diventare amici. In generale il racconto mi è piaciuto molto. Ho trovato molto bello la parte in cui dove Adou e Oreste si sono incontrati, si sono abbracciati e quando si sono scambiati degli oggetti. La ringrazio per aver scritto una storia di amicizia e gentilezza.

  335. 1
    tosca ( Peio ) 24/01/2019

    Cara signora Dazzi mi è sembrato unico il suo modo di scrivere. Il suo libro mi ha fatto riflettere sul problema dell’emigrazione, di come tante persone devono lasciare il proprio paese e la propria terra perché non ci sono le condizioni minime per vivere. Mi ha anche colpito l’amicizia che è nata tra Adou e Oreste, come sia diventata indivisibile.
    Grazie, ci vediamo alla premiazione!

    • 1
      Zita Dazzi 25/01/2019

      Un’amicizia indivisibile è una bella immagine, grazie
      ci vediamo sì, alla premiazione. ciao!

  336. 1
    pandacorna ( Cavalese ) 24/01/2019

    bellissimo. Brava Zita !!!

  337. 1
    cate002 ( Cavalese ) 24/01/2019

    ciao Zita Dazzi il tuo libro è molto carino e mi piace quando i capitoli cambiano Adou e oreste dicono la propria opinione su come stanno vivendo. Ciao spero tu mi risponda

  338. 1
    Sonoio ( Cles ) 24/01/2019

    Buongiorno, ho appena cominciato a leggere il tuo libro. Spero che mi piacia. Ciao

  339. 1
    nirak ( Mezzocorona ) 24/01/2019

    Ciao Zita ho letto il tuo libro e devo dire che è fantastico, io generalmente non leggo molto, ma dopo aver letto le prime dieci pagine del libro “La Valigia Di Adou ” non sono più riuscita a smettere. Questo libro mi ha fatto capire molte cose, ma sopratutto che ci sono bambini che nel mondo non hanno niente mentre io ho tutto.

    • 1
      Zita Dazzi 25/01/2019

      Per me la cosa più bella è che ti sia piaciuto leggere, soprattutto se dici di non essere stata finora una gran lettrice. Spero che tu possa continuare a trovare libri che ti piacciono. Comunque il problema non sei tu che hai le cose che ti servono , ma i governi del mondo che non aiutano i paesi poveri e quelli che scappano dalle guerre.
      un abbraccio

  340. 1
    procione86 ( Baselga di Pinè ) 24/01/2019

    ciao Zita,il tuo libro mi è piaciuto molto.Dopo il tuo libro ho letto altri 3 libri , e il tuo è quello che mi è piaciuto di più

    • 1
      Zita Dazzi 25/01/2019

      Grande Porcione, che bella notizia mi stai dando. bello che hai letto tre libri! bravissimo
      abbraccio

  341. 1
    sdit ( Arco ) 24/01/2019

    Ciao, per il mio parere il tuo libro mi è piaciuto abbastanza, ma mi sembrava un po’ monotono, però Zita Dazzi sei una bravissima scrittrice ti faccio i complimenti!!

    • 1
      Zita Dazzi 25/01/2019

      Beh se era monotono non sono una grande scrittrice, o forse la storia per te era un po’ noiosa, comunque grazie di aver letto il libro. Prova con gli altri , magari saranno più adatti ai tuoi gusti
      abbraccio

  342. 1
    BLAZE-simone-YT ( Ala ) 24/01/2019

    Egregia Zita Dazzi il suo libro è magnifico però non si capisce bene quando parla uno e quando parla l’ altro ma la cosa bella è che il libro racconta cose che succedono ai giorni nostri. Le auguro buona giornata

  343. 1
    Orso polare ( Taio ) 24/01/2019

    Il testo te lo manderò mercoledì.
    Ieri ho finito il tuo libro “Sciroppo di lumache e altri rimedi”e mi è piaciuto molto.

    • 1
      Zita Dazzi 25/01/2019

      ahahaha ! sai che quello è stato il mio secondo libro! ma sei inarrestabile, caro Orsopolare!

  344. 1
    swag 76 ( Denno ) 24/01/2019

    Cara Zita,
    la “VALIGIA DI ADOU” fa riflettere molto.E’ un libro bello per la storia del ragazzo anche se non mancano situazioni tristi come ad esempio quando Adou viene portato in un casa di ragazzi abbandonati.Questo libro mi ha aiutato a pensare : molti bambini soffrono di fame ed è triste vantarsi dei vestiti,del telefonino o del cibo . Ho trovato la parola “negro” , questa parola non si può dire a chi ha la pelle più scura perchè fa capire che la gente si vanti di essere bianchi e disprezza gli altri.
    complimenti per il libro

    • 1
      Zita Dazzi 25/01/2019

      Grazie, sì, la parola negro che qualcuno usa in modo dispregiativo è molto brutta, anche se ensa, c’era un grande potea africano, che si chiamava Senghor che aveva scritto un poema sulla “negritudine” in senso positivo,
      ma in genere oggi lo usano come insulto, che brutta cosa
      grazie della tua lettura
      abbraccio

  345. 1
    gio_2007 ( Mezzocorona ) 24/01/2019

    ciao questo libro è stato bellissimo perchè mi ha fatto capire che nel mondo ci sono persone che soffrono e noi le sottovalutiamo

    • 1
      Zita Dazzi 25/01/2019

      eh sì non bisogna mai sottovalutare la sofferenza degli altri, anche se noi spesso pensiamo di essere gli unici ad avere dei problemi
      sono contenta che il libro ti sia piaciuto
      zita

  346. 1
    alidifalco ( Mezzolombardo ) 24/01/2019

    Questo libro mi è piaciuto molto perché mi ha fatto ricordare le persone povere dell’Africa che non hanno niente da mangiare.
    Quando sarò grande ed avrò un lavoro, con una parte dei miei guadagni mi piacerebbe fare del bene ed aiutare le persone meno fortunate di me.
    Penso che l’autore di questo libro, tratto da una storia vera, abbia voluto far capire ad alcuni bambini nati in paesi economicamente agiati, tra i quali pure io, che sono molto fortunati e che dobbiamo riflettere e ringraziare ogni giorno per tutto quello che abbiamo e non dare niente per scontato.
    Saluti
    Federico

    • 1
      Zita Dazzi 25/01/2019

      Ecco, sì, Federico, hai colto un aspetto molto importante. Quello che non bisogna mai dare per scontato le cose che abbiamo, bisognerebbe sempre fare uno sforzo per pensare che quello che a noi sembra normale, è già un bel privilegio. Invece molti amano lamentarsi, sentirsi sfortunati, compiangersi, senza un vero motivo. Io vorrei che nessuno di voi bambini si sentisse in colpa, non è problema vostro se in tanta parte del mondo si fa la fame, la responsbailità è degli adulti e dei governi. ma è molto bello che voi vi accorgiate delle disparità che esistono sulla terra. Un abbraccio

  347. 1
    braholliama ( Egna ) 24/01/2019

    Buongiorno signora Dazzi, sono Amanda, ho letto il suo libro e mi è piaciuto moltissimo.
    Mi ha emozionata la parte in cui Adou ha ritrovato la sua mamma ed anche quando lui e Oreste ,si sono ritrovati.
    Questa lettura mi ha insegnato che un’amicizia vera, come quella di Adou e Oreste, dura per sempre !
    Volevo chiederle,da che paese arriva Adou..?
    Questo libro lo consiglierei a tante persone perché
    è triste all’inizio ma alla fine si conclude nel migliore dei modi.
    Cordiali saluti.
    Amanda

    • 1
      Zita Dazzi 25/01/2019

      Ciao Amanda, il vero Adou è nato in Costa D’Avorio, adesso vive in Spagna con i suoi genitori e va a scuola. Mi pare che la sua situaizone si sia risolta bene, speriamo per gli altri bambini che si sono messi in viaggio e per quelli che sono in mare in quetsi giorni sperando di poter sbarcare in Europa.
      Abbraccio
      zita

  348. 1
    Rosarossa ( Arco ) 24/01/2019

    Ciao Zita Dazzi,
    il tuo libro mi è piaciuto molto una bella storia che esprime tanti sentimenti, uno dei libri che mi è piaciuto di più!
    A presto.

  349. 1
    Vani ( Mezzocorona ) 24/01/2019

    Ciao Zita Dazzi!
    A me è piaciuto molto questo libro perché Oreste poteva non volere Adou solo perché è di un’altra razza, invece è voluto essere il suo migliore amico.
    Questa parte mi ha colpito molto.
    Vani

    • 1
      Zita Dazzi 25/01/2019

      BRava Vani, ma il termine razza se possibile non usiamolo mai. E’ proprio un brutto nome e tanti anni fa venne usato per discriminare interi popoli. Siamo tutti della stessa razza umana.
      Grazie del tuo messaggio, bacio

  350. 1
    liegen ( Vermiglio ) 24/01/2019

    se non sbaglio è una storia vera?

    • 1
      Zita Dazzi 25/01/2019

      E’ una storia che nasce da un fatto di cronaca vero, ma io l’ho reinventato. Ti è piaciuta?

  351. 1
    liegen ( Vermiglio ) 24/01/2019

    Buongiorno.
    mi è piaciuto molto il suo libro, é il più bel libro del mondo. Mi sono sentita al posto di Adou, quando era chiuso dentro mi sono sentita sudata, poi quando si era trovato a casa di Oreste mi sono sentita straniera ma molto straniera, quando sono venuti i poliziotti mi sono sentita spaventata e la parte più bella é quando ha trovato la zia e la mamma, il mio cuore è saltato dalla felicità.
    La parte che mi ha fatto sentire nel libro è quando Oreste e Adou si sono ritrovati di nuovo.
    E’ il miglior libro mai letto, per la verità lo ho letto solo in due giorni.
    Credo che lei vincerà di sicuro.

    • 1
      Zita Dazzi 25/01/2019

      Liege, ma che bel messaggio mi hai scritto ! Mi piacciono tantissimo le immagini che hai usato: hai sudati, ti sei spevantat, si sei sentita “molto straniera”. Sei una fantastica scrittrice, molto efficace, vorrei proprio conoscerti.
      Grazie di avermi scrittro queste frasi, ti auguro ogni felicità e tanti altri libri che stimolino la tua fantasia
      abbraccio super

  352. 1
    perucattifil ( Egna ) 24/01/2019

    Buongiorno signora Zita il suo libro “ La valigia di Adou mi è piaciuto tanto; leggere dell’amicizia note tra Adou e Oreste è stato davvero interessante.
    La parte che più mi è piaciuta è stata quando, al compleanno della sorellina di Oreste, lui ha invitato tutta la famiglia di Adou a casa sua.
    Mi è dispiaciuto invece leggere, della loro rottura quando il nonno ha deciso di chiamare la polizia .
    Adou e Oreste però si sono a scuola ritrovati e si sono abbracciati fraternamente.
    L’amicizia tra le persone è bellissima quando è vera.
    Tanti saluti da Filippo.

    • 1
      Zita Dazzi 25/01/2019

      Ciao Filippo. la vera amicizia è uno dei doni più preziosi, hai scritto proprio giusto. E hai fatto bene a cogliere l’aspetto della rottura fra Oreste il nonno. E’ il momento in cui appare chiaro che adulti e bambini ragionano in modo diverso e che i piccoli hanno spesso un cuore più grande dei loro parenti adulti. Grazie di averlo scoperto!

  353. 1
    ART663 ( Valle di Cavedine ) 23/01/2019

    Mi è piaciuto tantissimo il fatto che questi due ragazzi così diversi si incontrano e diventano amici!!! E’ un’ idea veramente bella quella che alla fine si scriva il punto di vista della sorella! Spero di leggere un altro dei tuoi libri Zita!!! CIAO

    • 1
      Zita Dazzi 25/01/2019

      Ciao, grazie di aver apprezzato la parte risrevata a Luigina. anche a me piace quel capitolo. Se vupoi leggere altri libri, prova in biblioteca, vedrai che ne hanno. UN abbraccio

  354. 1
    Pinkbook ( Riva del Garda ) 23/01/2019

    Io penso che tu abbia avuto una magnifica idea a scrivere questo libro ! Puoi far capire alle persone che il mondo sarebbe NOIOSISSIMO se non ci fossero amici di altre lingue con cui fare amicizia !🐹

  355. 1
    Nicole ( Folgaria ) 23/01/2019

    Ciao Zita,
    Il tuo libro mi è piaciuto molto anche se devo dire la verità all’inizio facevo un po’ di fatica perchè non mi piaceva molto però andando avanti con il libro l’ho adorato.
    Grazie di averlo scritto.
    Ciaoo

    • 1
      Zita Dazzi 25/01/2019

      Grazie a te, Nicole, di essere andata avanti anche se all’inziio ti affaticava un po’. Sono contenta che alla fine non sei rimasta delusa. Un abbraccio

  356. 1
    mastro ( Vezzano ) 23/01/2019

    QUESTO LIBRO MI E’ PIACIUTO TANTISSIMO, SOPRATTUTTO IL RACCONTO DEL VIAGGIO NELLA VALIGIA, POVERO ADOU. NON CREDO CHE CE L’AVREI FATTA IO. BRAVA ZITA

  357. 1
    Killer Frost ( Sen Jan di Fassa ) 23/01/2019

    All’inzio scettica sulla originalità della trama però alla fine mi ha lasciato a bocca aperta.
    L’autrice secondo me è riuscita a trasmettere il suo messaggio come pochi riescono con una storia avvincente.

    • 1
      Zita Dazzi 25/01/2019

      Sì il tema è un po’ tanto trattato in questi ultimi anni, ma come vedrai alla televisione si tratta di un argomento così di attualità, che più se ne parla, meglio è. Più si cerca di capire, meno tragedie avverranno. Spero proprio di essere riuscita a trovare dlele parole giuste e non scontate per affrontare questo racconto , ma da quel che dici mi rassicuro. Un abbraccio

  358. 1
    Lina SILVER 23/01/2019

    Dei cinque libri proposti, questo è stato il primo che ho letto, perché a suo tempo la vicenda del bambino trovato in una valigia mi aveva colpita molto. Devo dire che mi è piaciuto molto e mi ha coinvolta emotivamente, a tal punto che, mentre leggevo, ho spesso pensato: “Ma se, sia il nonno che la zia si sono rivolti subito alla Polizia, quanto ci vuole a ricongiungere Adou ai suoi famigliari?” Ottimo anche il finale!

    • 1
      Zita Dazzi 25/01/2019

      Eh LIna, come lei sa, i tempi della giustizia e della burocrazia sono molto più lenti di quelli dei sentimenti e della ragionevolezza. Adou anche nella realtà è stato a lungo in un cnetro per minori, poi per fortuna le cose si sono sistemate. Ma quanta fatica per quanti altri bambini immigrati!
      Grazie di avermi scritto abbraccio

  359. 1
    gaia1 ( Ala ) 23/01/2019

    Egregia Zita Dazzi…
    Ho letto il suo libro “La valigia di Adou”
    Io consiglio questo libro perchè è divertente,
    simpatico e ti racconta la vita di una famiglia e di Adou.
    TRa la prima e l’ultima pagina mi è capitato di ridere, il libro era un po’ serio ma
    mi sono divertita comunque.
    Da 1 a 10 il libro mi è piaciuto 10.
    Per ultima cosa volevo ringraziarla.

    • 1
      BLAZE-simone-YT ( Ala ) 24/01/2019

      brava

    • 1
      Zita Dazzi 25/01/2019

      IO anche Gaia, per prima cosa, ti volgio ringraziare per queste frasi che mi hai scritto. E per aver sorriso nelle parti più divertenti di un libro che per molti capitoli è un po’ tanto serio e denso di cose drammatiche. Un abbraccio

  360. 1
    MieleMiao! ( Valle di Cavedine ) 23/01/2019

    La valigia di ADOU mi è piaciuto tantissimo. Per ora è quello che mi è piaciuto di più!
    Sei stata bravissima ZITA DAZZI. CIAO!!! A presto!

  361. 1
    emoji07 ( Tione ) 22/01/2019

    Buongiorno signora Zita, il tuo libro mi è piaciuto molto, volevo farle una domanda, ma questo racconto è successo veramente?
    Se fossi io al posto di Adou sarei restata a casa di Oreste, visto che Oreste non voleva la sua sorellina.
    La mia parte preferita è stata quando Adou e Oreste si sono riscontrati.
    Complimenti per il suo libro, è stato uno di quelli più belli che ho mai letto!!
    Cordiali saluti

  362. 1
    Tata ( Moena ) 22/01/2019

    Ciao, ho letto il tuo libro….E devo dire che è molto bello!
    La sera quando lo leggo non riesco più a smettere, perché è molto interessante!!!
    BRAVISSIMA!

  363. 1
    Grandevulcano5 ( Riva del Garda ) 22/01/2019

    Questa storia è veramente stupenda mi ha fatto appassionare di più perché prima leggevo tanto poi mi è passata un po la voglia però questa storia me l’ha fatta ritornare cara zita hai scritto un libro grandioso che sicuramente comprerò. La storia di questa amicizia riscalda il cuore veramente! Lo consiglio a tutti quanti❤❤

  364. 1
    LUDOFOX23 ( Arcivescovile ) 22/01/2019

    Cara Zita Dazzi sto iniziando a leggere il tuo libro e mi sta entusiasmando molto. Non vedo l’ora di leggere la fine e scoprire come va a finire la storia. Immagino già che la fine sarà bellissima. Un caro saluto.

  365. 1
    ononimo ( Arco ) 22/01/2019

    Mi é piaciuto moltissimo quando loro due scappano uno dopo l’altro. Arrivederci e spero di leggere un’ altro libro dei tuoi libri, ciao.

    • 1
      Zita Dazzi 23/01/2019

      In effetti anche a me piace molto quella parte del libro, quando loro due passano alla riscossa contro i grandi ! Bravo! abbraccio

  366. 1
    conigliogrigio ( Lavis ) 22/01/2019

    Ciao Zita, sono ancora conigliogrigio. Pensavo che non è niente male la riflessione che si trova verso la fine del libro. Anche a me ogni tanto, come è successo ad Adou, capita di pensare se tutte le cose che abbiamo o che vogliamo (ad esempio la macchina grande, il telefono nuovo e le scarpe alla moda, come scrivi tu nel libro) servono davvero o si possa farne a meno senza tanti problemi. Ogni sera quando leggevo il tuo libro, pensavo un po’. Grazie per il tuo libro ricco di riflessioni.

    • 1
      Zita Dazzi 23/01/2019

      Ben ritrovato coniglio grigio. Sono contenta se il libro ti ha fatto riflettere, è prioprio questa l’utilità della lettura, che fa pensare, che mette i moto il cervello. Ed quando me lo sento dire, sono molto felice. Buone future letture e buoni pensieri postivi. Abbraccio
      zita

  367. 1
    Orso polare ( Taio ) 22/01/2019

    Sì basta che mi dici dove mandartelo.

  368. 1
    happy201819 ( Riva del Garda ) 22/01/2019

    bellissimo

  369. 1
    happy201819 ( Riva del Garda ) 22/01/2019

    ma è una storia vera?

  370. 1
    happy201819 ( Riva del Garda ) 22/01/2019

    ciao Zita, come va?
    Sto leggendo il tuo libro è davvero appassionante e completamente coinvolgente nella storia.
    Pieno di colpi di scena che non mi sarei mai aspettata, la cosa più importante è che sia molto ! divertente !

  371. 1
    Nimimi-story_1408 ( Mezzolombardo ) 22/01/2019

    Ciao Zita, mi è piaciuto moltissimo il tuo libro! Non l’ho ancora finito ma mi piace molto la storia perchè fai capire che anche se un bambino è di colore bisogna accettarlo così perchè tutti siamo uguali. Oltre alla storia, è bellissimo il fatto che in un capitolo parla ADOU e nel seguente parla ORESTE. Mi piace tutto del libro, è perfetto dal mio punto di vista. COMPLIMENTI!!!!

    • 1
      Zita Dazzi 23/01/2019

      Certo, siamo tutti uguali. Non è neanche da dire “bisogna accettarlo” coe se fosse un peso necessario, la cosa normale sarebbe non pensare mai alle differenze, non stare a guardare i colori, le nazionalità e altro. Siamo tutti nello stesso mondo con gli stessi diritti di vivere in pace e stare sereni, che e dici? immagino sarai d’accordo
      Grazie della lettura che hai fatto . baci

  372. 1
    GIGI 13 ( Fiera di Primiero ) 22/01/2019

    Grazie di avermi risposto!!!!!!!!!!!!!!! 😉 🙂

    CIAO DA GIGI 13

  373. 1
    gioia ( Fiera di Primiero ) 21/01/2019

    ma è una storia vera?

    • 1
      Zita Dazzi 22/01/2019

      si, tratta da una storia vera. Poi io ci ho messo del mio, ma in sostanza è accaduta veramente

  374. 1
    Orso polare ( Taio ) 21/01/2019

    Ciao Zita, in questi giorni a scuola la maestra, visto che stiamo studiando il giornale, ci ha fatto scrivere un articolo su una giornata speciale trascorsa prima o durante le vacanze di Natale. Io ho scelto di scrivere di quando sono venuto ad Andalo a conoscerti.
    orso polare

    • 1
      Zita Dazzi 22/01/2019

      Grande Orso Polaro, amico mio, grande scrittore. Poi e lo farai leggere?
      abbraccio doppio o triplo

  375. 1
    conigliogrigio ( Lavis ) 21/01/2019

    Cara Zita, ho letto il tuo libro e mi è davvero piaciuto. Ho scoperto che è ispirato a una storia vera e così sono andato a cercare altre informazioni su internet. Mi hai fatto riflettere sulle difficoltà che incontrano tante persone che abbandonano il loro Paese alla ricerca di un posto dove poter vivere meglio. Ho trovato triste la parte quando Adou vive in una comunità in attesa che venga ritrovato qualche suo parente. Tu in quelle pagine dici che il bambino si sentiva senza passato e senza futuro. Alla fine il tuo romanzo per fortuna è più allegro: Adou trova la zia e poi anche la mamma e si sistemano in Italia. Mi ha colpito la frase “non ci piace quando ci dicono stranieri come fossimo marziani”.
    Grazie Zita, è stata proprio una bella lettura!

    • 1
      Zita Dazzi 22/01/2019

      Grazie Coniglio grigio, bravissimo che sei andato a documentarti! avrai quindi visto anche le foto del vero Adou… immagino..si trovano facilmente su Google.. povero bambino, chissà che paura ha avuto. Per fortuna, davvero, le cose si sono sistemate. Speriamo si sistemino anche le cose nel mondo prima o poi! Speriamo che voi bambini da grandi riusciate a fare meglio di quanto facciamo noi adulti oggi!

  376. 1
    Cavalli ( Cembra Lisignago ) 21/01/2019

    Ciao cara Zita,questo libro mi è piaciuto tanto e vorrei farti i complimenti!C’è stato veramente un bambino dentro una valigia? Sai qualcosa di lui? QUESTO LIBRO E’ MERAVIGLIOSO!!!

    • 1
      Zita Dazzi 23/01/2019

      Ciao, sì, c’è stato un bambino nella valigia, certo, se leggi in fondo al libro c’è la storia di Adou Outtara, alla quale sono partita per scrivere il mio libro. E’ successo in Spagna nel 2015.
      Sono contenta che il libro ti sia piaciuto
      abbraccio

  377. 1
    mortebianca ( Andalo ) 21/01/2019

    ciao,mi è molto piaciuto il tuo libro soprattutto il finale perchè mi da l impressione che sia stata luigina a inventare la storia perchè Oreste parlava della valigia dove ha viaggiato Adou per venire in Italia ma credeva che fosse falso

  378. 1
    carota ( Riva del Garda ) 21/01/2019

    Ciao Zita Dazzi, il tuo libro mi è piaciuto tanto perchè hai saputo rappresentare un modo fantastico per evitare la guerra nascondendosi in una valigia piccola e stretta. Spero che farai altri libri così belli!! Complimenti.

    • 1
      Zita Dazzi 22/01/2019

      Ah che bella interpretazione molto insolita del mio libro: un bambino che evita la guerra mettendosi nella valigia! in realtà io pensavo solo che lui scappasse dalla guerra, ma in effetti, come dici tu, anche la evita, se la evita a se stesso. Sarebbe meglio evitarle del tutto, eliminando le armi e la violenza, ma anche la metafora che hai pensato tu, è bella! Bravo

  379. 1
    cainelligem ( Egna ) 21/01/2019

    Buongiorno signora Dazzi sono Gemma, ho letto il suo libro e mi è molto piaciuto!
    Volevo chiederle : Adou è un bambino marocchino o tunisino? mi In particolare, la parte in cui Oreste dà la macchinina ad Adou e non la richiede indietro, ha significato per me un gesto di fiducia.
    Io lo consiglierei a tutti perché una storia bellissima.
    È realistica?
    Perché se è realistica come fa a sapere tutte queste cose su di lui?Grazie e cordiali saluti.
    Gemma

    • 1
      Zita Dazzi 22/01/2019

      Ciao Gemma, la storia nasce da una notizia vera del giornale, erano usciti diversi articoli su questo bambino arrivato dall’Africa chiuso in una valigia e li avevo tenuti via perché mi interessava la storia. Adou era della Costa d’Avorio.
      E infine, hai ragione, il gesto di fiducia e di amore di Oreste permette ad Adou piano piano di tranquillizzarsi, di sentirsi accolto e amato da un altro essere umano, un bambino come lui. Oreste ha fatto un grande piccolo gesto che ha sconfitto la paura.
      Ti abbraccio

  380. 1
    giaguaro2.0 ( Castel Ivano ) 21/01/2019

    Il libro mi è piaciuto molto perchè quando cominci a leggerlo è come se entrassi nella storia e ti fa anche riflettere molto sulla situazione dei bambini africani rispetto a noi.

  381. 1
    Zita Dazzi 21/01/2019

    Ciao Tea, ti senti come Adou? Anche tu sei nascosta in un posto stretto e scomodo?????? fammi sapere. abbraccio

  382. 1
    Galaxy 74 ( Pinzolo ) 20/01/2019

    per me il libro è molto strutturato e interessante perché è una bellissima storia e le parole sono ben scritte. All’inizio non capivo bene di chi parlava il narratore, se Adou o se Oreste, ma dopo il decimo capitolo ho iniziato a capire…una delle storie più belle che io abbia mai letto.

    • 1
      Zita Dazzi 22/01/2019

      URca dopo il decimo capitolo…..non ci credo, sicuramente l’avrai capito prima. Sono contenta che le parole ti siano piaciute, le parole sono importanti!!!! Ciao Galaxy, leggi ancora altre storie e divertiti con tanti libri
      abbraccio

  383. 1
    La scrittrice pensierosa ( Lavis ) 20/01/2019

    Ciao Zita,
    il tuo libro mi è piaciuto davvero tantissimo…
    Quando le bibliotecarie ci hanno presentato tutti e 5️⃣ i volumi, non ero molto “entusiasta” di dover leggere alcuni di questi, perché qualche libro non mi ispirava, come “La valigia di Adou”. Però, leggendolo, mi è iniziato a piacere, e l’ho letto tutto d’un fiato, in un giorno. È davvero bella l’idea di scrivere un capitolo su un bambino e uno su un altro ragazzo, come il primo, ma con la pelle di colore diverso! Anche io (mi piace molto scrivere e leggere) sto imbastendo un piccolo romanzo usando questa tecnica… Vorrei farti alcune domande:
    Che tipo di libri scrivi, di solito? Come si chiama il tuo sito? Cosa vuol dire per te scrivere? Come hai deciso di diventare scrittrice?!?
    La scrittrice pensierosa

    • 1
      Zita Dazzi 22/01/2019

      Complimenti “scrittrice pensierosa” per il tuo libro a capitoi alternati. Di che cosa tratta?
      Quanto a me, scrivo sempre libri per ragazzi, in genere trattano di temi che hanno a che fare con il nostro mondo di oggi.
      Non ho un sito, ma scrivo sulla pagina Internet di Repubblica, il giornale per cui lavoro. Se cerchi in Internet ti verranno fuori i miei articoli.
      Ho deciso di diventare scrittrice, tanti anni dopo aver cominciato a leggere libri, credo che sia questo amore per la lettura che piano piano, con gli anni, mi ha regalato la capacità di raccontare anche io delle storie agli altri. E tu? quando hai deciso?
      Aguri e buona fortuna. Baci

  384. 1
    Leo_77 ( Ville d’Ananunia ) 20/01/2019

    Molto bello, mi è piaciuta la storia e il fatto che in ogni capitolo parlasse un personaggio diverso

  385. 1
    Ciao Salve ( Riva del Garda ) 20/01/2019

    Questo libro mi è piaciuto così tanto che l’ ho riletto tre volte prima di riconsengnarlo

    • 1
      Zita Dazzi 22/01/2019

      Tre volteee???? grande, lo saprai a memoria adesso .POtresti recitarne alcune parti? Quale sceglieresti?
      Bacio e grazie delle tue tre letture

  386. 1
    cicciopanda ( Arcivescovile ) 20/01/2019

    Ciao Zita, il libro non mi è piaciuto. Non capisco perché dal capitolo 10, un capitolo parla di Adou e quello dopo parla di Oreste.

    • 1
      Zita Dazzi 22/01/2019

      Cicciopanda, in realtà dal primo capitolo parlano a capitoli alternati! fai bene attenzione. L’ho fatto perché ognuno dei due ha il suo punto di vista particolare e mi pareva giusto raccontarlo, far vedere come ognuno viva in modo diverso lo stesso evento. Facci caso!
      baciotto

  387. 1
    1 volley 2 ( Pinzolo ) 20/01/2019

    Questo romanzo parla di un bambino africano che per entrare in Italia viene messo in una valigia. In stazione però la zia prende la valigia sbagliata e quindi Adou si ritrova da solo in un paese straniero. Qui incontra un bambino di nome Oreste con cui stringe una forte amicizia. Adou però viene portato dalla polizia in un orfanotrofio.
    Riuscirà Oreste a ritrovarlo? E Adou riuscirà a ritrovare sua zia e sua mamma che nel frattempo ha provato a raggiungere l’Italia su un barcone ?
    Questa storia mi è piaciuta molto e le darei nove, perché l’inizio è un po’ ripetitivo, ma il resto è entusiasmante. Mi piace come è strutturata perché presenta nei vari capitoli la vicenda raccontata dai due protagonisti e quindi si colgono due punti di vista differenti, inoltre il linguaggio usato è semplice e chiaro. E’ una lettura di facile comprensione ma che fa anche riflettere su temi importanti come l’amicizia, l’immigrazione e le difficoltà che devono affrontare ogni giorno molti bambini poveri.

    • 1
      Zita Dazzi 22/01/2019

      Proprio come dici tu. Hai fatto un riassunto molto chiaro e preciso, e anche una bella analisi del testo. Potresti fare le recensione dei libri sui giornali…! Mi sa che sei un forte lettore, o sbaglio?

  388. 1
    PV27 ( Predazzo ) 19/01/2019

    Questo è un libro molto molto bello sul tema della migrazione.
    Nel mondo di amicizie così non ce ne sono tante.
    Questo libro mi ha fatto capire che non bisogna mai arrendersi.

    • 1
      Zita Dazzi 22/01/2019

      Mai arrendersi! Hai ragione, anche nei momenti più difficili, non biosgna perdere la fiducia, Domani è sempre un altro giorno. IL domani siete voi bambini e il mondo io spero e credo sarà meglio di quello di oggi.
      Baci

  389. 1
    Feffegira ( Baselga di Pinè ) 19/01/2019

    —- spoiler —-

    Ciao Zita.
    Il tuo libro è davvero bello, sono felice che Adou abbia trovato la sua famiglia. Come Luigina anche io ho i miei fratelli rompiscatole.
    Scusa posso farti due domanda :
    Quanti libri hai scritto e mene puoi dire 2/3?
    Ciao 🙂 🎶♥️🎁🎀🎊🎉✨🎇🎆🍀🌷💮🌸🌻🌺🌹🐝🐥🐤🐇🐰🐹🐼🐨🐴🐕🐱😊🐕🐈

  390. 1
    tigredomestica ( Cembra Lisignago ) 19/01/2019

    Ciao Zita ! ! E grazie di avermi risposto!ci ho messo poco a leggere il tuo libro…anche se non sembra !😉😉😉ma sono arrivata alla fine e devo dire che un libro così entusiasmante non l’ho mai letto ! Grazie di aver inventato (che potrebbe essere anche vera…)questa storia!😉😉😉😉😉😉😉😉😉😉😉😉😉😊😉😉😉😉😉😉😉😉😉😉

  391. 1
    tea ( Riva del Garda ) 19/01/2019

    ciao il libro lo sto leggendo è mi sta proprio piacendo è quando lo leggo mi sento come il protagonista proprio un bell libro

    • 1
      Zita Dazzi 21/01/2019

      Ciao Tea, ti senti come Adou? Anche tu sei nascosta in un posto stretto e scomodo?????? fammi sapere. abbraccio

  392. 1
    DOLCEDOLCE08 ( Lavis ) 19/01/2019

    grazieeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeee

  393. 1
    Starfire ( Ossana ) 19/01/2019

    All’inizio non mi ispirava tanto ma poi mi é piaciuto molto perché parla di un bambino immigrato dall’Africa in Italia che resiste alla mancanza di cibo,dei famigliari e del suo villaggio.E anche perché Oreste lo accoglie, gli dà da mangiare e diventa suo amico.

    • 1
      Zita Dazzi 21/01/2019

      Bene!! credo anch’io che all’inizio un libro può non sembrare adatto, poi magari invece leggedolo ci si accorge che funziona. Mi succede qualche volta, anzi spesso, capisco dalle prime pagine se va o se non va. Grazie della tua Lettura!

  394. 1
    Wix game ( Riva del Garda ) 19/01/2019

    Buongiorno Zita Dazzi, leggere il suo libro è stato un emozione grandissima. Non mi sono mai annoiato anzi ogni volta che andavo a letto mi mettevo a leggerlo fino a sera tardi e dopo mia mamma mi sgridava perche era troppo tardi e allora mi mettevo sotto le coperte per leggerlo mi dava una grandissima emozione grazie tante!!

    • 1
      Zita Dazzi 21/01/2019

      Che meraviglia!!! Non sai che bellissimo regalo mi stai facendo raccontandomi questa cosa. Sono stra felice di sapere che ti è piaciuto leggere . Grazie grazie grazie della tua descrizione, ti immagino di notte che leggi di nascosto! Fantastico. Un grande abbraccio

  395. 1
    LOVE horse ( Ala ) 18/01/2019

    Cara Zita il tuo libro mi ha colpito molto perché, innanzitutto parla di una storia vera, e racconta la storia di un bambino della mia età, costretto a separarsi dalla sua mamma, nella speranza di ritrovarla in una città a lui nuova in cerca di una vita migliore. Ho capito anche che in amicizia non conta il colore della pelle.

  396. 1
    Margherita ( Riva del Garda ) 18/01/2019

    Buongiorno Zita, il libro mi è piaciuto moltissimo. Una storia coinvolgente, che fa riflettere e racconta l’avventura di una triste realtà, poiché parla di una storia realmente accaduta. La frase che mi è rimasta impressa è: non voglio essere per sempre “quello che è arrivato nella valigia”. Vorrei essere un bambino normale… In questa frase, Adou esprime la sua voglia di integrarsi e di non sentirsi a disagio per le sue origini.

    • 1
      Zita Dazzi 21/01/2019

      In effetti la voglia di normalità è molto importante per Adou e penso un po’ per tutti, nessuno vuole essere sotto i riflettori, soprattutto esserlo per aver vissuto una brutta avventura. Grazie per aver notato questo aspetto importante della storia. Ciao!

  397. 1
    Unicorno felice ( Tione ) 18/01/2019

    Cara Zita, il tuo libro lo sto ancora leggendo.
    mi piace molto l’idea dei capitoli alternati per Adou e Oreste.
    Ciao =) =) =) =) =)

  398. 1
    dada ( Baselga di Pinè ) 18/01/2019

    Cara Zita , mi è piaciuto l’ultimo capitolo in cui parlava la sorella di Oreste ,ma erano belli anche gli altri capitoli.
    Brava ottimo lavoro!!!!!!!!!😊😊😊👌👌

  399. 1
    il piccolo lettore ( Arcivescovile ) 18/01/2019

    Ho appena finito di leggere il libro “La valigia di Adou ” e devo proprio ammettere che è stato un libro molto bello e interessante. Personalmente non sono un tipo a cui piace leggere, ma questa volta è stato diverso, ogni volta che finivo un capitolo, preso dalla passione e curiosità andavo avanti senza neanche accorgermi del tempo che passava. La parte che mi ha emozionato di più del libro è quando il nonno di Oreste e la zia di Adou si sono scambiati le valigie. Trovo che Adou sia stato un ragazzo molto coraggioso e paziente ad affrontare le situazioni in cui si trova e mi è piaciuto molto anche il carattere di Oreste che ha cercato subito di fare amicizia con l’ospite inaspettato. Sono felice di aver letto questo libro e faccio i miei complimenti all’autrice, Zita Dazzi, trovo che abbia scritto un libro bellissimo.
    Saluti da… Il piccolo lettore. 🙂

  400. 1
    Candelarossa ( Roncegno ) 18/01/2019

    Cara Zita,
    Il tuo libro mi è piaciuto moltissimo soprattutto la parte quando Oreste e Adou si rincontrano perché è anche la parte più divertente

  401. 1
    Hermione10 ( Lavis ) 18/01/2019

    Ciao Zita,
    il tuo libro è bello, commovente, pieno di colpi di scena che non mi sarei mai aspettata e soprattutto molto interessante perchè mi ha coinvolta in un argomento che non conoscevo bene. Quando Adou era nella valigia mi sembrava di provare le sue stesse emozioni poi la felicità di Oreste quando vede il suo nonno, e che preferisce l’amicizia con Adou che la sorellina.
    Una delle parti che mi ha colpita di più è quando la valigia con dentro Adou capita nelle mani del nonno di Oreste e da lì…. diventa tutto più emozionante e avvincente.
    Quando Oreste va a cercare Adou in quella “comunità” è stato veramente un momento che ti lasciava a bocca aperta.
    L’idea di scrivere un capitolo per Adou e uno per Oreste è stata un’idea davvero molto originale e simpatica!
    PS: di vero c’è solo Adou nella valigia o ci sono anche altri fatti?
    Ciao
    Hermione10

    • 1
      Zita Dazzi 21/01/2019

      Ciao Hermione, contenta che ti sia piaciuto il libro. Di vero c’è anche il fatto che Adou è stato separato dalla sua famiglia e portato in una comunità dove ha dovuto aspettare tanto tempo prima di ritrovare i suoi genitori. POi è vero che lui si chiamava così, che lui era africano e che era venuto con la zia. IL resto… è opera mia. Grazie per la tua lettura
      bacio

  402. 1
    youdal07 ( Baselga di Pinè ) 18/01/2019

    SPOILER

    ciao,il libro mi è piaciuto perchè parlava di un bambino che imigrava in italia, lui trova sua mamma dopo 6 lunghi mesi e quando la trova è felice.
    Il libro mi è piaciuto tanto

  403. 1
    Cavallopazzo ( Baselga di Pinè ) 18/01/2019

    Ciao Zita Dazzi questo libro è veramente bello non so come spiegarlo ma è veramente stupendo che ……….non so come spiegare ! Complimenti bellissimo !!!!!!!!!

  404. 1
    Wix game ( Riva del Garda ) 17/01/2019

    Il suo libro è stato molto interessante spero ci sia un continuazione.

    • 1
      Zita Dazzi 18/01/2019

      una continuazione? una seconda puntata? un seguito? una serie?? ahaha che bell’idea. abbraccio te

  405. 1
    Unicorno@1234 ( Arco ) 17/01/2019

    Mi è piaciuto molto leggere questo libro perchè tratta un argomento attuale e mi ha trasmesso tante emozioni 😊❤. Molto bella l’amicizia nata tra i due bambini.🤗

  406. 1
    Orso polare ( Taio ) 17/01/2019

    Ii”Mondo di Teo”l’ho già letto,”Bella e Gustavo”lo ordinerò subito.
    Ciao

    • 1
      Zita Dazzi 18/01/2019

      Grande Orso, bravo lettore! tanti baci sempre al mio amico migliore del Trentino

  407. 1
    mojoatzei ( Riva del Garda ) 17/01/2019

    Molto bello scritto bene anche se in certi casi non si capisce chi è se il bambino o l’altro ragazzino

    • 1
      Zita Dazzi 17/01/2019

      Grazie, anche altri ragazzi hanno segnalato questo tema. Forse in alcuni capitoli i due bambini vedono le cose nello stesso modo, e allora ci si può confondere. Mi sta venendo questo dubbio. Ma in realtà basta sforzarsi un po’ e si capisce il punto di vista diverso..spero, credo… boh. comunque grazie di averlo letto

  408. 1
    Gattina Bianca ( Roncegno ) 17/01/2019

    Ciao Zita, il tuo libro mi è piaciuto molto perché Adou e Oreste erano diventati amici anche se erano diversi. Il capitoli che mi sono piaciuti di più sono: 1, 3, 5, 10, 11 e tutti gli altri. Però Oreste dovrebbe essere contento della sorellina. Infatti io ho una sorellina però a me non importava se era maschio o femmina anche se volevo un maschietto però fa lo stesso.
    ciao da Gattina Bianca

    • 1
      Zita Dazzi 18/01/2019

      Ah gattina bianca dalla tua risposta si capisce che sei stata un po’ indecisa fra fratellino e sorellina, adesso è arrivata una femmina, poi magari verrà anche un maschio, chissà . chiedi alla mamma: Bacione

  409. 1
    lorpet ( Riva del Garda ) 16/01/2019

    Ciao Zita, il tuo libro è fantastico, è addirittura nella lista dei libri più belli che ho letto. E’ il secondo più bello, il primo è stato i Goonies, non so se l’hai letto. Volevo dirti che quando fai dire alla sorellina di Oreste che quando sarà grande racconterà la storia di Adou mi è venuto il sospetto che tu fossi proprio la sua sorellina o che forse volevi esserlo.Ho ragione?E poi non mi sarei aspettato che Adou venisse portato via dalla polizia.E neanche che Oreste lo sarebbe andato a cercare alla centrale di polizia, perché la prima volta che Oreste ha visto Adou voleva mandarlo via. Mi è piaciuta anche lo stile che hai usato per scrivere; in ogni capitolo, Adou e Oreste, parlano dal loro punto di vista, parlano in modo diverso ma dello stesso argomento.Questa storia insegna che tutto può succedere.

    • 1
      Zita Dazzi 17/01/2019

      Bellissima questa frase: tutto può succedere ! è vero, anche quando tutto sembra perduto, si può sempre rinascere e ripartire. Questa storia lo insegna.
      Sì forse è vero che io mi sono un po’ messa dietro a Luigina, la sorella futura scrittrice, in realtà non ci ho pensato in modo razionale, è stato molto spontaneo. Comunque grazie della tua lettura e delle belle cose che scrivi di me. Goonies non l’ho letto, mi informerò. Un abbraccio

  410. 1
    carbogang08 ( Mezzolombardo ) 16/01/2019

    cara Zita Dazzi,
    il tuo libro è stato il più bello di tutti e 5 i libri.
    Mi ha meravigliato il viaggio sul mare di Adou. Ho letto tanti tuoi libri: bella e gustavo, il mondo di teo, luce dei miei occhi, la banda dei gelsomini, pensami forte, l’isola dei conigli e il volo di alice. Sono bellissimissimissimissimissi, ma la valigia di Adou li batte tutti. Una domanda; ma dove ti è uscita questa idea per il libro la valigia di adou?
    grazie mille dei libri che hai scritto e ti saluto, spero di incontrarti a trento e spero tu mi risponda.
    ciao.
    carbogang08!!!

    • 1
      Zita Dazzi 17/01/2019

      Urca! hai letto tutti i cinque libri e anche tutti i miei libri… ma sei un mito! Carbogang hai un grande futuro nel mondo della scrittura allora, se leggi tanto. I miei complimenti davvero.
      L’idea da dove sonopartita purtroppo è un fatto vero della cronaca, perché questa assurda storia è successa davvero in Spagna nel 2015. Adesso il vero Adou è al sicuro, ha avuto i documenti, vive con i suoi genitori e va a scuola, come ci vai tu. Pensa che fortuna!
      Speriamo di incontrarci presto, così vi racconto a voce tutta la vicenda. Un abbraccio

  411. 1
    sofia6 ( Ala ) 16/01/2019

    Buongiorno, cara Zita Dazzi il libro mi è molto piaciuto perché parla di amicizia tra Adou e Oreste, di amore cioè l’amore che prova Adou per la mamma e la zia e il coraggio di Adou quando era nella valigia e quando Oreste e il suo nonno aprono la valigia scambiata, chiusa e trovano dentro Adou.
    Le parti che mi hanno colpito sono quando Adou ha ritrovato la mamma la zia e la cugina Lucie perché avere l’amore della mamma è la cosa più bella al mondo, e quando adou diventa amico di Oreste, perché un amico ti può aiutare nelle paure e quando sei triste.
    Io consiglierei questo libro perché si impara ad avere coraggio e non piangere quando si ha paura.
    Bellissimo libro!!

    • 1
      Zita Dazzi 21/01/2019

      Ciao Sofia , sai che piangere qualche bolta fa bene? serve a sfogarsi, serve a farsi passare la tensione. Poi dopo si torna se non a sorridere, ma almeno a respirare e si prende coraggio per andare avanti. Non bisogna temere di piangere qualche volta, quando si prova un dolore. ma biosgna avere anche speranza che prima o poi le cose si sistemano. O almeno, lottare perché i problrmi si risolvano. Con fiducia. Grazie per la tua lettura

  412. 1
    cristian4 ( Ala ) 16/01/2019

    Gentile autrice Zita Dazzi,
    ho letto con molto piacere il suo libro intitolato “LA VALIGIA DI ADOU”.
    Mi è piaciuto molto, infatti l’ho letto molto velocemente perchè ero curioso di sapere come finiva la disavventura di Adou.
    Spesso guardando il telegiornale ho visto filmati di questi bambini che giungono con le loro famiglie in Italia con vecchie barche che spesso affondano e molti di loro perdono la vita.
    Questo libro rispecchia molto la realtà che ci circonda, mi ha molto emozionato la paura e il disagio di Adou nel trovarsi da solo in un paese che non conosce. Mi sono commosso quando ho letto che Adou ha ritrovato la sua mamma e hanno iniziato una vita migliore nel nostro paese e non più una vita povera come facevano in Africa.
    Consiglierei sicuramente la lettura di questo libro soprattutto a chi è razzista e non capisce la povertà in cui vivono alcune persone, che porta loro a lasciare a malincuore il proprio paese e ad affrontare molte difficoltà per riuscire a sopravvivere.

    • 1
      Zita Dazzi 21/01/2019

      Grazie Cristian di questa bella sintesi e delle tue conclusioni che mi sembrano assai azzeccate. Scrivi molto bene e da questo immagino che tu sia un grande lettore. Quanto ai razzisti, penso che non leggerebbero volentieri questo libro perché vivono con le loro convinzioni e pensano di essere nel giusto. Speriamo che parlando e confrontandosi, piano piano le cose cambino in Italia e nel mondo. Ciao, abbraccio

  413. 1
    devis pro fort ( Cles ) 16/01/2019

    Questo libro mi è piaciuto molto, perchè alla fine hanno ritrovato la mamma di Adou e i due bambini sono diventati amici per la pelle. Mi è piaciuto tanto lo scambio tra le due culture diverse.

    • 1
      Zita Dazzi 17/01/2019

      Lo scambio fra culture è una ricchezza, una possibilità in più. Una fortuna, non un rischio, come dicono alcuni. Noi che crediamo in un mondo che accoglie e che vede le cose in positivo, crediamo tanto i questo punto che tu hai scritto così bene. Grazie di averlo letto e buone letture future!

  414. 1
    matteo12 ( Ala ) 16/01/2019

    La cosa che mi è più piaciuta del libro è stato il viaggio intrapreso con un mezzo insolito , una valigia ,per un bambino e che poi inconsapevolmente la zia di ADOU ha scambiato la valigia contenente suo nipote con una simile . Quando il bagaglio è stato aperto da ORESTE e suo nonno, il bambino non ha riconosciuto nessuna di queste persone. Consiglierei di leggere questo libro a chiunque cerchi un’avventura, ma non le solite avventure ambientate in una giungla,isole ecc ma un’avventura ambientata in una valigia.

    • 1
      Zita Dazzi 16/01/2019

      Grande Matteo 12, un’avventura nella valigia, bellissimo! non le solite giungle, i soliti zombi, i soliti maghi … che fantastica recensione. non ne avevo ancora etta una così originale. Un granee abbraccio, bravissimo

  415. 1
    Onchera ( Arcivescovile ) 16/01/2019

    Ciao Zita, il tuo libro è fantastico. Mi è piaciuta molto la storia di due bambini che fin dal primo momento hanno capito di essere amici: ma la cosa più bella è che questa storia è vera e apprezzo molto che tu abbia fatto un libro riguardante a questo. ” La valigia di Adou ” è uno dei pochi libri che mi hanno stupita dall’inizio alla fine, sempre di più, e quando l’ ho finito, volevo rileggerlo. Certamente non sarebbe mai stato stupefacente come la prima volta. Inoltre ci tenevo a dirti che l’ho consigliato a molte persone.
    P.S.: l’idea di dedicare un capitolo a ognuno dei due protagonisti è bellissina.

    • 1
      Zita Dazzi 17/01/2019

      Grazie Onchera! Mi fa molto piacere perché alcuni bambini mi hanno scritto di aver avuto un po’ di difficoltà a capire che i capitoli erano le voci alternate dei due protagonisti. Ma evidentemente non tutti hanno avuto lo stesso problema e questo mi rincuora.
      Grazie di aver consigliato il libro anche ad altri amici, sono molto felice del tuo appoggio. Speriamo di vederci a Trento! ciao

  416. 1
    alviola ( Arcivescovile ) 16/01/2019

    Cara Zita Dazzi, il tuo libro è molto bello. Parla di bambini molto diversi eppure molto amici. Mi è piaciuto anche perché parla anche delle emozioni che Adou e Oreste provano. Comunque ho una domanda: perché nell’ultimo capitolo hai fatto parlare Luigina? Complimenti, il tuo libro è bellissimo.

    • 1
      Zita Dazzi 17/01/2019

      Ciao, giusta domanda.
      Luigina l’ho fatta entrare nella storia all’improvviso in prima persona alla fine perché altrimenti sarebbe stato un libro parlato tutto dai due maschietti e invece mi pareva giusto introdurre anche un punto di vista al femminile, un’altra voce ancora che ci parla da dentro questa storia così insolita. Che ne dici? E’ una buona idea?
      A presto

  417. 1
    nicoilgrande2008 ( Arcivescovile ) 16/01/2019

    Cara Zita Dazzi, il tuo libro mi ha commosso molto e spero che tu ne faccia altri. Io sono un tuo grande fan che ha letto tutti i tuoi libri e vorrei che mi salutassi nel tuo prossimo libro. In questo libro la parte che mi è piaciuta di più è dove Adou e Oreste si rincontrano. Arrivederci!

    • 1
      Zita Dazzi 17/01/2019

      Vorresti che ti salutassi nel prossimo libro? Allora mi devi raccontare qualcosa di te, in modo che io possa in qualche modo farti entrare in un libro futuro… sai che io spesso rubo pezzetti di storie dei bambini che conosco e li infilo nei miei libri? anche i miei figli compaiono qua e là e anche i miei nipotini…. ahahahaha … scherzi di zia… tanti baci

  418. 1
    opossums ( Arcivescovile ) 16/01/2019

    Cara Zita Dazzi, il tuo libro è bellissimo. Mi è piaciuta molto l’idea dei capitoli alternati. Perché l’ ultimo capitolo l’hai dedicato a Luigina?

    • 1
      Zita Dazzi 17/01/2019

      Grazie ! Luigina è un mio alter ego, forse, come suggeriscono tanti tuoi amici del trentino. Alter ego significa un altra me che sotto un altro nome si intromette nel libro e dice la sua. E poi mi piaceva questo nome così insolito, spero piaccia anche a te. Baciuz

  419. 1
    Beahorse07 ( Arcivescovile ) 16/01/2019

    Cara Zita, sei molto brava a scrivere, mi è piaciuto molto il tuo libro! la valigia di Adou è molto bella, ma Oreste dovrebbe essere contento di avere una sorellina. Io ne vorrei tanto una!

    • 1
      Zita Dazzi 16/01/2019

      Giusto essere contenti dell’arrivo di una sorella, ma capita qualche volta anche di essere un po’ gelosi quando arriva per davvero. Ti auguro proprio di veder esaurito il tuo desiderio, in effetti è bello essere in tanti in famiglia Bacio

  420. 1
    thenoob ( Arcivescovile ) 16/01/2019

    Cara Zita, mi è piaciuto tanto il tuo libro, sopratutto l’amicizia di Adou e Oreste.

  421. 1
    love.gimnastic ( Mezzocorona ) 15/01/2019

    Ciao Zita Dazzi, sei molto brava a scrivere i libri soprattutto la valigia di Adou . Questo libro mi è piaciuto molto nel punto dove dice che Adou, un bambino che proviene dall’Africa, incontra Oreste, un bambino Italiano. Anche se un bambino ha la carnagione più scura rispetto alla nostra non ha importanza, possiamo essere comunque amici .

    • 1
      Zita Dazzi 16/01/2019

      questo è certo, non c’entra la pelle o la nazionalità, l’importante è il cuore e la simpatia. Abbraccio

  422. 1
    Cricetina ( Andalo ) 15/01/2019

    Ciao Zita Dazzi nel tuo libro non mi sono piaciute moltissime parti. Comunque anch’io vorrei un amico come Oreste.Ciao

    • 1
      Zita Dazzi 16/01/2019

      Ah Cricetina, e quali sono le parti che non ti sono piaciute? Tutte ? comunque già il fatto che Oreste ti sia stato simpatico è una buona cosa. magari gli altri libri ti piaceranno di più. ciao |

  423. 1
    Pattinatrice ( Lavarone ) 15/01/2019

    La valigia di Adou mi é piaciuta molto perché se qualcuno scappa senza documenti é un problema.
    E poi parla dell’ amicizia con uno diverso da noi, bisogna sempre accettare la persona e l’ amicizia con altri ,come ha fatto Oreste.

    • 1
      Zita Dazzi 16/01/2019

      Io penso che nessuno sia diverso veramente, o meglio, siamo tutti diversi fra noi per picocli dettagli, per la nostra storia, ma siamo anche uguali dentro, nell’anima e nei desideri di pace e di amore, che ne dici? ciao!

  424. 1
    valangy ( Lavarone ) 15/01/2019

    La valigia di Adou mi é piaciuta molto perché tratta l’ argomento dei profughi che scappano e se non hanno i documenti è un problema .
    È stato molto commovente in alcuni punti ma tutto sommato é molto piacevole leggerlo!

    • 1
      Zita Dazzi 16/01/2019

      certo quando è commovente, magari uno si rattrista, ma i libri fanno anche quello, smuovono le emozioni e i pensieri fermi, fanno crescere e desiderare di cambiare il mondo. Io penso che voi bambini lo farete meglio di noi adulti. Ciao !

  425. 1
    Antonio_SILVER 15/01/2019

    Originale lo stile dell’Autore adottato per rendere ancora più intrigante questo racconto. Il primo capitolo è proposto dal bambino “abbronzato”, il secondo dal “bianco”… i capitoli dispari sono dedicati ad Adou, e i capitoli pari ad Oreste. E’ un’avventura parallela.
    I due giovani protagonisti rimangono anonimi fino al loro emozionante incontro descritto a pagina 37. Je m’appelle Adou.! e l’altro segnandosi il petto: Oreste.!… qui, senza conoscersi, si innamorano a vicenda.
    Oreste preferisce l’amicizia dello sconosciuto bambino nero, alla piccola sorellina “smorfiosa” in arrivo. A questo punto, l’Autrice ci propone una pagina di sentimenti e situazioni veramente sincere che solo l’innocenza dei nostri Protagonisti sanno esprimere nei colori più limpidi e brillanti
    Perfino l’esperienza del “sequestro” del bambino nero da parte della polizia è descritta con stile soffice e delicato che non oscura il lavoro istituzionale e burocratico. La lunga attesa di Adou nel limbo di un centro di accoglienza per minori… e la nostalgia di Oreste, che da casa sogna di riincontrare l’Amico dell’altro mondo, ci è raccontata esaltando i sinceri sentimenti dei bambini.
    Qui la Zita Dazzi ci da il meglio di se, cattura tutta l’attenzione del lettore e se la tiene stretta fino alla fine del racconto.
    La nascita di Luigina, la capricciosa sorellina di Oreste, non riesce ad illuminare la scena di famiglia. (a pagina 83) Per Oreste tutta la preoccupazione è per il suo Amico
    E’ un continuo turbinio di situazioni dense di emozioni: a pagina 98 la notizia sul giornale del ritrovamento… l’incontro di Adou con la amata zia… e a pagina 128 il sogno si avvera con l’incontro di Oreste ed Adou… lacrime di gioia.!
    Il capitolo 29 è scritto dalla “capricciosa” Luigina che a 6 anni si diverte, fuori campo, tra fantasie curiose e fantasmi divertenti…
    Migliore conclusione non si poteva lasciare… con l’ultima frase:
    Siamo diventati fratelli per caso, saremo AMICI per sempre.

    Nella “Nota dell’Autrice” la Zita ci svela che questo racconto ha radici vere. Infatti nel maggio 2015 la polizia spagnola, alla frontiera di Ceuta, scopre in un trolley un piccolo bambino nero di nome Adou…
    Il tutto è ben scritto, ben leggibile, coinvolgente e… insegnante.
    E’ proposto come lettura dedicata agli adolescenti, ma dovrebbe essere letto e “imparato” soprattutto dagli adulti che si credono tali.

    • 1
      Zita Dazzi 16/01/2019

      Grazie Antonio, che recensione professionale ! quante citazioni e rimandi alle pagine. Complimenti e buone letture future

  426. 1
    DOLCEDOLCE08 ( Lavis ) 14/01/2019

    buongiorno Zita Dazzi, il suo libro mi è piaciuto molto ma ho fatto un po’ fatica a capire se a parlare era Oreste oppure Adou . Per il prossimo libro le consiglio di scrivere chi parla all’ inizio di ogni capitolo. Questa storia mi ha fatto riflettere su come possa nascere una bella amicizia tra due persone che a prima vista sembrano molto diverse, non so come mi comporterei se mi trovassi in una situazione simile, probabilmente all’inizio sarei spaventata.
    Grazie per questo BELLISSIMO libro.

    • 1
      Zita Dazzi 16/01/2019

      Sai Dolcedolce io non ho voluto scrivere chi era a parlare all’inizio di ogni capitolo perché era anche un po’ ilgioco del libro, quello di riuscire a capire chi narrava. Forse se dovessi ristamparlo, potrei cambiare il carattere delle parole, così si capirebbe all’istante che una volta parla Oreste e una Adou. Ci penserò. Tanri baci

  427. 1
    Pollo con patate ( Riva del Garda ) 14/01/2019

    Questo libro è molto coinvolgente, mentre leggevo provavo le sue stesse emozioni; io, raccolta in una valigia, assetata e affamata. Un racconto che se un mio conoscente me lo avrebbe presentato non ci avrei creduto neanche se mi avessero mostrato le prove.con tutte le tecnologie che abbiamo oggi, ci sono ancora tanti, anzi troppi casi come questo. Ormai la società di oggi è basata su chi ha il cellulare più costoso, chia ha i vestiti di marca, chi ha più seguaci sui social network. Le persone fanno tutto ciò perché vogliono dimostrare più di quello che sono e quello che hanno. Alcune volte dovremmo pensare realmente a ciò che vogliamo, è veramente pazzesco che nel 2019 esista: la fame nel mondo, la povertà nei paesi con meno risorse alimentari, la mancanza di acqua e le cure mediche di chi ne ha veramente bisogno. Sono passati anni e anni, ma questi problemi sono ancora in giro per il mondo. Forse insieme un giorno il sogno di ognuno di noi si realizzerà, come è accaduto ad Adou.

    • 1
      Zita Dazzi 16/01/2019

      Pollo con patate è un nome divertentissimo! Brava ! E poi brava a scrivere, questa che hai fatto più che una recensione è un tema vero, molto argomentato e interessante, pieno di idee e di desideri. Sono sicura che sei una ragazzina che legge e che scrive, magari da grande scriverai anche tu un racconto o un libro, chissà. Io ti auguro di trovare alrre storie che ti appassionino così che tu possa andare avanti per questa strada che già percorri molto ben. Un abbraccio

  428. 1
    rosa ( Arco ) 14/01/2019

    Cara Zita il tuo libro mi ha colpita molto per la forte e dolorosa storia di Adou e per come ha saputo affrontare tutto quello che gli è successo con coraggio e tenacia senza mai perdersi d’animo. La cosa più bella di questo libro è stata la conoscenza tra Adou e Oreste. Chi l’avrebbe mai dettoche la loro amicizia sarebbe continuata per tutta la vita. Spero che questo libro sia apprezzato non solo da me ma anche da altri bambini perché ha un bellissimo significato. In bocca al lupo.
    rosa

    • 1
      Zita Dazzi 14/01/2019

      In effetti sono tante le cose imprevedibili, anche che io e te ci conosceremo davvero e magari diventeremo amiche. Già scrivendoci questi due messaggi un po’ lo siamo e vedi… la vita è bella e piena di sorprese. Ti abbraccio

  429. 1
    Kat2007 ( Riva del Garda ) 14/01/2019

    è un libro molto bello. Ma come mai l’inizio di ogni capitolo è scritto in maiuscolo?
    🙂

  430. 1
    saxlover ( Riva del Garda ) 13/01/2019

    Questo libro mi è piaciuto moltissimo, dei quattro che ho letto è quello che ho preferito!!! Mi ha molto sorpreso che Abdu sia riuscito a stare tantissimo tempo in una valigia. Se fossi stata in lui mi sarei messa sicuramente a piangere, è sicuramente un bambino molto coraggioso e paziente. Mi ha affascinato molto il fatto che questo libro è tratto da un avvenimento realmente successo mischiato con la fantasia. La parte che ho preferito è stata quando hanno aperto la valigia e vi hanno trovato un bambino africano. Se mai mi dovesse succedere una cosa del genere sarei molto contenta di avere vicino una persona speciale come il nonno di Oreste. Da questo libro ho imparato la forza di una famiglia. Che la famiglia e l’amore per essa deve venire sempre al primo posto. Spero con tutto il cuore che questo libro vinca!!!

    • 1
      Zita Dazzi 16/01/2019

      Ehi saxlover, che analisi attenta! Grazie delle tue belle parole e dei pensieri che hai messo a fuoco dopo aver letto la storia. IO penso che sicuramente Adou abbia pianto un po’ dnetro a quella valigia e anche quando ne è uscito perché sicuramente avrà avuto paura. Ma poi come tutti i bambini si è fatto forza e ha pensato al futuro, alle cose che gli ispiravano fiducia, è andato avanti. E pian piano le cose si sono sistemate.
      Grazie di aver letto e buone letture future.

  431. 1
    Azzu2008 ( Ala ) 13/01/2019

    Ciao Zita,ho finito di leggere il tuo meraviglioso libro.
    Mi è piaciuto tantissimo, ma le parti che mi hanno meravigliato di più sono quando Oreste fa amicizia con Adou e quando Adou ritrova la sua mamma, la sua zia e la sua cugina.
    A dir la verità pensavo che andava a prendere Adou dalla comunità Oreste con la sua famiglia ma mi sbagliavo.
    Questo libro mi è piaciuto tantissimo .😘😘😘
    Ciaoooo!!😘😘😘

    • 1
      Zita Dazzi 14/01/2019

      Ah che bella idea sarebbe stata far andare Oreste nella comunità a riprendesri il suo amico. Mi hai dato un bel suggerimento per una trama alternativa. Grazie. tanti bacini e tanti soli anche a te

  432. 1
    Icardi08 ( Riva del Garda ) 13/01/2019

    Buona sera Zita, questo libro è stato veramente commovente, dall’inizio ho coinvolto anche i miei genitori e mia sorella, io facevo il lettore e loro gli ascoltatori, devo dire che l’ho letto veramente in poco tempo perchè dopo ogni capitolo volevo assolutamente vedere cosa succedeva. Adu è stato un ragazzo coraggioso con la speranza di avere una vita migliore ma soprattutto di ritrovare la sua mamma.
    Purtroppo questo è un argomento molto attuale, molti bambini, adulti muoiono per avere un vita migliore.
    Dopo aver letto il libro ho capito ancora di più quanto sono fortunato .
    Ti premetto che il libro mi è piaciuto tanto ma la cosa più emozionante è stata quando il nonno ha fatto il regalo ad Oreste di incontrare
    Adu. L’amicizia è una cosa importante.
    Libro che consiglio a tutti.

    • 1
      Zita Dazzi 16/01/2019

      Che bravo che sei stato a leggere a tutta la famiglia la storia !!! Che onore e che responsabilità per me. Grazie di averlo fatto. Questo messaggio mi fa davvero tanto piacere anche perché sento nelle tue parole un sentimento molto forte e una bella consapevolezza di quel che sta capitando nel mondo. Complimenti e salutami tanto la tua famiglia. Spero di conoscerti a maggio. Ciao!

  433. 1
    dada ( Baselga di Pinè ) 13/01/2019

    il libro è molto bello perchè in ogni capitolo parla un bambino

  434. 1
    Wizard ( Cembra Lisignago ) 13/01/2019

    Seconda parte:

    Ho provato paura per Adou quando era in quell’ orfanotrofio e anche dentro la valigia ma sono stato molto felicie del fatto che lui ed Oreste siano diventati come due fratelli. A dirti la verità ho provato un po’ di invidia per loro quando si sono messi a mangiare sotto il baobab mentre parlavano e scherzavano, al contrario di adesso; infatti tutti a tavola stanno appiccicati allo schermo del telefono. A me sembrava però che Adou avesse molta nostalgia della sua Africa. Ti voglio dire un altra cosa, uno dei miei migliori amici ha la pelle scura ed è molto più forte di me a giocare con il pallone .
    Potrei fare delle domande? Perchè il nome Luigina? Un’ altra cosa, perchè un capitolo è dedicato ad Adou ed uno ad Oreste?

  435. 1
    Wizard ( Cembra Lisignago ) 13/01/2019

    Prima parte:

    Cara Zita, il tuo libro mi è piaciuto molto perchè mi ha fatto ricordare un fatto : quando Adou era in quella specie di orfanotrofio non ha mai perso la speranza di ritrovare la sua famiglia; infatti non bisogna mai perdere la speranza. Una sera c’era un incontro per una partita (di calcio) che valeva i quarti di finale di Champions League; le squadre che si erano affrontate erano Juventus e Tottenam. La Juve (la squadra che tifo) era in svantaggio, la situazione era 1-0, io ero in lacrime e andai da mia mamma che stava dormendo e le dissi :” la Juve oggi perde ” e lei mi disse: “abbi fede” : in poco tempo infatti la partita si ribaltò 1-2 per i bianconeri ed ero contentissimo!

  436. 1
    Black Panter ( Vezzano ) 13/01/2019

    Ciao,questo libro mi è piaciuto molto,l’ho letto in n giorno!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!E’ stato molto interessante e mi ha ispirato molto.

  437. 1
    Mr.Fortnite ( Valle di Cavedine ) 13/01/2019

    molto bello

  438. 1
    Lanonna2008 ( Arco ) 13/01/2019

    Mi è piaciuto questo libro perchè è una storia attuale, però non verissima perchè gli immigrati non vengono accettati così tanto come è successo ad Adou anzi gira odio su di loro, però comunque questa storia fa molto pensare che il mondo potrebbe essere migliore e questi due bambini ci fanno capire che in fondo la pelle, la religione e il posto dove sei nato non sono così importanti.

    • 1
      Zita Dazzi 14/01/2019

      Lanonna hai ragione, oggi si leggono tante brutte storie tristi su immigrati che vengono discriminati e trattati male da persone violente e razziste. IN genere è solo paura e ignoranza, poi quando li conoscono da vicino, anche i più cattivi si ravvedono. Ci sono pregiudizi che però alla prova dei fatti si sciolgono come neve al sole. Speriamo in tanti futuri icontri ravvicinati che rendano questo mondo un po’ meno diffidente. Ti abbraccio

  439. 1
    sidious ( Mezzocorona ) 13/01/2019

    Ciao Zita, il tuo libro mi ha emozionato . A dire la verità all’inizio non mi interessava molto ma quando sono arrivata nel cuore del libro ha cominciato a piacermi moltissimo. Mi hai fatto pensare a tutti quei poveri bambini e adulti che per scappare dal loro paese e dalla povertà devono affrontare vari imprevisti e pericoli come Adou.
    Sono due le parti che mi sono piaciute di più: quando Adou riesce a rincontrare la sua mamma e quando Adou e Oreste si ritrovano insieme.
    Ho capito che anche se stai affrontando un brutto periodo ti può capitare qualcosa di bello come incontrare un vero amico.

    • 1
      Zita Dazzi 16/01/2019

      Certo, un amico è fondamentale in ogni momento della vita. Sono contenta che ti sia piaciuta questa storia che all’inizio sembrava non interessarti molto. Mi stai facendo un grande complimento. E io ti ringrazio. Abbraccio

  440. 1
    HAJAR2008 ( Borgo Valsugana ) 13/01/2019

    Che vinca il migliore libro!😍😍😍

  441. 1
    k96 ( Taio ) 13/01/2019

    Buongiorno Zita il tuo libro ha una trama molto convincente e la storia è raccontata in modo molto preciso. Il linguaggio mi è sembrato molto chiaro e comprensibile a tutti.Era cosi bello che l’ho letto tutto d’un fiato in poche sere .La parte che mi è piaciuta di più è quando il nonno e Oreste aprono la valigia e si trovano davanti Adou. Per adesso è il libro più bello che ho letto in sceglilibro .La storia è molto entusiasmante e attuale.E’molto bello il legame che si crea fra i due ragazzi anche se all’inizio non si capiscono e sono spaventati. .Comunicano con il linguaggio del cuore e non con le parole.A loro non interessa il colore della pelle.Lo consiglio a tutti i bambini della mia età.Brava continua così!!!!!!!

    • 1
      Zita Dazzi 14/01/2019

      Grazie della tua bella recensione così dettagliata e grazie anche dell’incoraggiamento. Mi fate tanto contenta con tutti questi complimenti, spero di non montarmi la testa…. !!!!!! abbraccio

  442. 1
    Luna 002 ( Mezzolombardo ) 12/01/2019

    Ciao Zita, ho letto il tuo libro ed era affascinante non pensavo che finisse così. Una forte amicizia tra due bambini Adou e Oreste.. Tanti bacioni Luna002,❤️❤️❤️

  443. 1
    polaris ( Mezzolombardo ) 12/01/2019

    Ciao Zita,ho letto il tuo libro e mi ha davvero commosso l’ amicizia di Adou e Oreste e mi ha fatto capire che anche persone con tradizioni e culture diverse possono stare insieme.

    • 1
      Zita Dazzi 14/01/2019

      Chiaro che tante culture e tradizioni pososno stare assieme, o comunque possono convivere, possono arricchirsi, possono trovare punti di incontro. Insomma, noi lo speriamo e ci mettiamo tutte le nostre speranze,. Insieme forse ce la possiamo fare. Baciotto

  444. 1
    Daria ( Cembra Lisignago ) 12/01/2019

    Ciao Zita,il tuo libro mi è piaciuto moltissimo perchè è tratto da una storia vera e sinceramente non mi aspettavo che fosse così bello.
    Oreste e Adou hanno fatto subito amicizia anche se sono due bambini diversi; mi ha colpito scoprire che Adou è arrivato viaggiando in una valigia, e da un paese lontano e diverso.
    Bellissimo,ciao.

  445. 1
    Alylol18 ( Valle di Cavedine ) 12/01/2019

    Ciao Zita, il tuo libro è bellissimo, anzi, secondo me è il più bello tra tutti quelli di sceglilibro. Ottimo lavoro!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

  446. 1
    giovane lettrice ( Mezzocorona ) 11/01/2019

    Ciao Zita Dazzi.
    il tuo libro mi è piaciuto, mi ha fatto capire come ci si può sentire se sei straniero e se devi stare in un posto dove nessuno parla la tua lingua, senza nessun tuo familiare.
    Mi è piaciuto anche quando Oreste e Adou si sono conosciuti e sono diventati migliori amici 👬 . Luigina pensava che quell’ amicizia fosse solo una favola.
    Molto bello👍👍👍🏽👍🏽 Complimenti

    • 1
      Zita Dazzi 16/01/2019

      Sai che una volta sono stata in Brasile in una città dove erano tutti neri e io e il mio fidanzato eravamo gli unici bianchi? Non hai idea che situazione impressionante. Ti senti piccolo piccolo. TI viene anche un po’ paura anche se non c’è nessun pericolo. In effetti è un’esperienza che tanti dovrebbero fare per capire che cosa signfica davvero migrare e venire in Europa. hai avuto una giusta intuizione. Grazie, ciao!

  447. 1
    farfallablu07 ( Riva del Garda ) 11/01/2019

    Questo libro trasmette tante emozioni: PAURA, quando Adou si trovava in mezzo al mare; TRISTEZZA, quando si scopre che la valigia era stata scambiata e anche quando viene aperta e il bambino vede un anziano con un bimbo anzichè la zia; FELICITA’ quando la zia e la cugina Lucy vanno a prendere Adou in comunità, quando arriva la mamma e si riabbracciano e quando Adou rivede Oreste e si sentono due fratelli.
    La mia frase preferita di tutto il libro è la seguente: “Ma con la maestra e fra di noi parliamo solo italiano, l’unica lingua che abbiamo imparato assieme e non ci piace quando ci dicono “stranieri” come se fossimo marziani venuti da un’altra galassia”. La cosa bella che si osserva in questa storia è il grande senso di fraternità e umanità nell’animo dei bambini.

    • 1
      Zita Dazzi 16/01/2019

      Il grande senso di fraternità e umanità è molto importante e fai bene a notarlo. Ognuno di voi trova il suo dettaglio, spiega a suo modo che cosa l’ha colpito.E questo mi impressiona molto, perché anche tu sei un bravo scrittore, hai trovato il tuo punto di vista, Complimenti . Ciao !

  448. 1
    I LOVE GINNASTICA ( Mezzocorona ) 11/01/2019

    La valigia di ADOU.
    Nella parte in cui il libro parla di Oreste che sta per avere una sorellina e il nonno penserà solo alla sorellina e non a Oreste, trovo la mia identica situazione.
    Questo libro mi è piaciuto molto e mi è dispiaciuto nella parte in cui si parla di Adou: mi stavo commuovendo.
    Ma nella parte in cui dice che hanno ritrovato Adou mi sono rallegrata un sacco.
    Mi è piaciuto anche se non c’erano illustrazioni.
    Ciao ZITA DAZZI ci vediamo alla festa.

    • 1
      Zita Dazzi 16/01/2019

      CIAO Ì love ginnastica, che bel nomignolo che ti sei data. Vedrai che quando arriverà la sorellina o il fratellino sarai contenta. Certo magari qualche giorno ti farà arrabbiare, ma sono più le cose belle che quelle brutte ad essere in due bambini in una famiglia. Ci si diverte molto di più, Stai tranquilla e anch’io spero di vederti alla festa finale. bacio

  449. 1
    I LOVE GINNASTICA ( Mezzocorona ) 11/01/2019

    La valigia di ADOU.
    Nella parte in cui il libro parla di Oreste che sta per avere una sorellina e il nonno penserà solo alla sorellina e non a Oreste, trovo la mia identica situazione.
    Questo libro mi è piaciuto molto e mi è dispiaciuto nella parte in cui si parla di Adou: mi stavo commuovendo.
    Ma nella parte in cui dice che hanno ritrovato Adou mi sono rallegrata un sacco.
    Mi è piaciuto anche se non c’erano illustrazioni .
    Ciao Z

  450. 1
    gioiosa ( Coredo ) 11/01/2019

    ho finito ieri il tuo libro mi rimmarà
    sempre nel cuore e nella mente

    • 1
      Zita Dazzi 14/01/2019

      Sempre nel mio cuore anche voi bambini del Trentino così carini con me e con Adou

  451. 1
    GIGI 13 ( Fiera di Primiero ) 11/01/2019

    non vedo l’ora di incontrarti alla festa finale!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

    CIAO DA GIGI 13. 🙂

    • 1
      Zita Dazzi 14/01/2019

      Anch’io Gigi non vedo l’ora di incontrarvi, spero di non deludervi però con tutti questi complimenti, sarò all’altezza? vabbé speriamo. un bacino

  452. 1
    ELI456 ( Ville d’Ananunia ) 11/01/2019

    Hai proprio ragione!
    Grazie di avermi risposto

  453. 1
    GIGI 13 ( Fiera di Primiero ) 11/01/2019

    Questo libro mi è piaciuto molto e…….. (continua)

  454. 1
    GIGI 13 ( Fiera di Primiero ) 11/01/2019

    Cara Zita, vorrei farti due domande:
    – quanti libri hai scritto?
    – qual è il tuo preferito? ( tra quelli che hai scritto)

    CIAO DA GIGI 13. 😉

    • 1
      Zita Dazzi 14/01/2019

      Ciao Gigi13 , allora ho scritto ua quindicina di libri, ce ne sono vari per le elementari, e alcuni per le medie. In biblioteca da voi ne trovate diversi quasi tutti, credo. Ti consiglio la banda dei gelsomini. Fa molto ridere. Oppure se ti piacciono le storie più impegnate, Bella e Gustavo che sarebbe per le medie, ma tanto voi siete grandi! Fammi sapere se li trovi, baciozzi

  455. 1
    ILOVEDOGS ( Dimaro Folgarida ) 11/01/2019

    Ciao Zita, ho iniziato a leggere il tuo libro e mi sembra molto bello!
    Ti farò sapere quando lo finirò!!

  456. 1
    Azzu2008 ( Ala ) 11/01/2019

    Ciao Zita, ieri ho iniziato il tuo libro.
    All’inizio non capivo molto bene di cosa parlava ma andando avanti ho iniziato a capire meglio.
    Adesso sono al capitolo 11.
    Fin ora mi è piaciuto tutto tantissimo. 😘😘😘
    Ciaoooo!!!🤗🤗🤗

    • 1
      Zita Dazzi 13/01/2019

      Bene Azzu, spero ti piacciano anche i capitoli successivi, fammi sapere. Baciotto

  457. 1
    GIGI 13 ( Fiera di Primiero ) 11/01/2019

    Io non vorrei mai fare un viaggio in una valigia, anche perché starei STRETTISSIMA. 😉 🙂

    • 1
      Zita Dazzi 14/01/2019

      Anch’io, nemmeno in un baule. Non mi piace stare chiusa al buio!!

  458. 1
    ELI456 ( Ville d’Ananunia ) 11/01/2019

    Ciao Zita, il tuo libro mi ha colpito molto perchè mi ha fatto capire che sono molto fortunata rispetto a quei bambini che insieme alle loro famiglie devono scappare per la guerra o per la fame. Questi persone devono adattarsi, ma soprattutto cercare una casa e un lavoro, e questo per loro è molto difficile.
    Quindi noi ci dobbiamo ritenere molto , ma molto fortunati ed essere grati per tutto ciò che abbiamo.
    L’ altra cosa che mi è piaciuta è la bellissima amicizia tra questi due bambini apparentemente diversi e così distanti.
    E’ VERAMENTE UN BEL LIBRO!

    • 1
      Zita Dazzi 11/01/2019

      Certo, noi siamo fortunati, ma nessuno si deve sentire in colpa. Dobbiamo invece cercare di aiutare, come possiamo, quando possiamo quelli che incontriamo che hanno avuto meno fortuna, questo sì, è possibile. Questo era anche il mio messaggio nascosto nelle pagine. Grazie di averlo letto, abbraccio

  459. 1
    the sweetly ( Denno ) 11/01/2019

    Buongiorno Zita Dazzi , il tuo libro mi piace tantissimo in tutti i minimi dettagli mi piace perché ogni persona che sia asiatica , pakistana , africana….. è sempre un essere vivente e può avere amici.
    Mi piace anche e mi ha fatto emozionare la prima parte in cui Adou ha dovuto lasciare la sua mamma per farla andare nel barcone in cui non servono i passaporti per andare in Italia e lui è costretto ad nascondersi nella valigia della zia che lei però aveva tutto in regola.
    Spero che lei possa scrivere altri libri come questo e che nel suo futuro diventi famosa in tutto il mondo.
    Buona fortuna e cordiali saluti da The Sweetly

    • 1
      Zita Dazzi 14/01/2019

      Urca… famosa in tutto il mondo è impegnativo! a me basta anche che il libro sia piaciuto a voi in Trentino! Mi sembra già una bellissima cosa, anche perché così posso venire dalle vostre parti e mangiare lo strudel che mi ouace molto ahahahaha !!

  460. 1
    Orso polare ( Taio ) 11/01/2019

    Ciao Zita ieri ho finito il tuo libro “La banda dei gelsomini” e,anche se è completamente diverso da “La valigia di Adou”mi è piaciuto moltissimo. Ho ordinato altri tuoi libri in biblioteca e credo che mi piaceranno molto anche quelli.

    • 1
      Zita Dazzi 14/01/2019

      Ah grande il mio amico Orso Polare!. Eh sì, te l’avevo detto che era tutt’altro tipo di libro. Forse un po’ più da piccoli. Ormai sei pronto per Bella e Gustavo oppure per il Mondo di Teo. Sei un forte lettore. E poi scriverò un libro sul mio amico Orso Polare venuto apposta in cima alla montagna per vedermi. Ti abbraccio sempre con tanto affetto

  461. 1
    lory07 ( Ala ) 11/01/2019

    LA VALIGIA DI ADOU

    Il libro parla dello strano incontro tra due bambini, un africano e un italiano, delle loro vite prima separate e poi della loro amicizia per la vita da quando si sono rincontrati.
    Il libro mi è piaciuto tanto perché è molto convincente, simpatico, veloce da leggere, semplice da capire; mi piace perché in un capitolo racconta il bambino africano, nel secondo capitolo racconta il bambino italiano e così si alternano fino alla fine del libro.
    Il libro è tratto da una storia vera e mi ha fatto impressione pensare al viaggio del bambino chiuso in una valigia dall’Africa all’Italia: non so come ha fatto e mi dispiace tanto che possano succedere queste cose.
    Lo consiglio molto, noi siamo fortunati. E’ bello però sapere che ci sono persone gentili che aiutano chi è in difficoltà.

    Votazione da 1* a 5*
    Voto: * * * * *

    • 1
      Zita Dazzi 11/01/2019

      Mi piacciono due parole che hai scritto: “simpatico” e “gentile”. Mi sembrano due belle qualità, sia per il libro, sia per le persone. Una volta ho leto questa frase: siate gentili con le persone che incontrate, ognuno sta combattendo la sua battaglia. Che ne dici?
      Un abbraccio, grazie della lettura e dei complimenti

    • 1
      Zita Dazzi 14/01/2019

      Wow che voto altro, il massimo !! grazie. Mi piace anche che parli della gentilezza che secondo me è una dote molto importante nella vita. Io cerco sempre di essere gentile, anche se a volte mi capitadi innervosirmi. Poi mi spiace e torno gentile. Insomma… tutti dobbiamo sforzarci di essere migliori. E più della forza, del successo, del coraggio, per me conta la gentilezza. Non so se sei d’accordo, ma mi pare di sì, dalle tue parole. Abbraccio

  462. 1
    mecontrote ( Mezzocorona ) 10/01/2019

    Zita Fazzi il tuo libro mi è piaciuto moltissimo perchè parla di Oreste e Adou che sono due bambini completamente diversi ed è subito nata un’amicizia anche se Adou è venuto da una valigia
    e da una nazione diversa … fantastico!!! Ciaoooo!!

  463. 1
    XoxoLove ( Vezzano ) 10/01/2019

    Cara Zita Dazzi, io non ho ancora iniziato a leggere il libro “La valigia di Adou” ma dalla copertina mi sembra molto interessante e carino. 😊👏 Dalla copertina mi sembra anche di capire che due bambini si “lasciano” tipo… comunque sento che il tuo libro sarà bello. 👏👏👏😊😊😊😃😃😃
    Ti dico già anche se non lo ancora iniziato…
    COMPLIMENTI!!!

    • 1
      <