NEBBIA

di Marta Palazzesi
Il Castoro

Londra, 1880. Clay ha 13 anni ed è un mudlark, uno dei ragazzi che vivono in baracche sul Tamigi, vendendo gli oggetti che trovano nel fango lungo le rive del fiume. Un giorno Clay trova un mazzo di tarocchi e, nel tentativo di venderli a una veggente, entra nel Mirabolante Circo Smith & Sparrow. Lì incontra Ollie, la giovane nipote della cartomante, che lo porta a vedere, chiuso in gabbia alla mercé di un domatore sadico, un bellissimo lupo, l’ultimo esemplare rimasto nel Regno Unito. Nebbia, così lo chiama Clay per il suo pelo color grigio argento, è feroce, arrabbiato, assolutamente indomabile. Per il ragazzo, abituato a vivere libero all’aria aperta, vedere l’animale rinchiuso in una piccola gabbia, vittima delle violenze del crudele Parson, è insopportabile. Da quel momento Clay non si darà pace finché Nebbia non sarà di nuovo libero.Ambientato in una cupa Londra di fine Ottocento, Nebbia è un romanzo in cui troviamo il fascino della forza selvaggia della natura, il senso di giustizia, il desiderio di libertà, l’amicizia tra umani e tra persone e animali. Un’avventura allo stato puro attraverso luoghi ignoti e pericolose insidie che tengono il lettore col fiato sospeso fino alla fine.

 

 

Lascia il tuo commento